Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
domenica 15 dicembre 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Corte De Pieri way to go https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ cantamessa vini www.prosecco.wine http://www.colmello.it/ La Torraccia  www.cantinatollo.it Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it
martedi 03 dicembre 2019

Il vino sfuso mondiale si raduna ad Amsterdam

Interessanti i dati presentati dal presidente di OIV durante la World Bulk Wine Exhibition di Amsterdam: Italia si conferma leader nell'imbottigliato e nello sfuso. Alleanza Cooperative ritira il premio Voice of Wine 2019.


Il vino sfuso mondiale si raduna ad Amsterdam


La World Bulk WIne Exhibition ha aperto le porte ieri alla fiera RAI di Amsterdam a tutti gli operatori del vino sfuso mondiale perché la domanda e l’offerta di questa ancora importante categoria di vini (anche se non movimenta gli stessi numeri dell’imbottigliato) si incontrassero.
Questa fiera rimane tra le più importanti al mondo per questa categoria, radunando 250 produttori da 22 Paesi (di cui una trentina italiani) e 6500 operatori del trade da 60 nazioni, e la delegazione italiana è tra le più numerose, assieme a Spagna (a cui appartiene l’ente organizzatore della fiera) e Francia.
Si è respirata aria di ricerca di qualità e sostenibilità nei vini, colonna portante di questa edizione, in cui gli organizzatori hanno voluto dimostrare come vino sfuso non sia più solo sinonimo di grandi volumi. A partire dalla competizione internazionale “International Bulk Wine Competition” che ha visto riunirsi domenica una quarantina di giurati da tutto il mondo, tra giornalisti e consulenti enologici, che hanno degustato alla cieca più di 200 vini tra bianchi, rosati, rossi e sparkling. Noi di Wine Meridian abbiamo avuto il piacere di essere nella giuria e possiamo testimoniare come la curva della ricerca di una maggiore qualità stia investendo anche il mondo del vino sfuso.

La fiera è stata lo spazio anche per un interessante momento di confronto tra giornalisti e esperti di vino mondiale inserito all’interno di un ciclo di conferenze aperte dallo speech di Pau Roca, direttore generale di OIV, Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino, che ha confermato ancora un volta il ruolo centrale dell’Italia nel panorama viticolo e vinicolo mondiale. Rilievo sottolineato dall’assegnazione del premio Voice of Wine 2019 ad Alleanza Cooperative, ritirato da Ruenza Santandrea, per l’impegno sul fronte economico e sociale dalla realtà che raggruppa al suo interno circa 480 cooperative italiane e 141 mila viticoltori, producendo il 58% del vino italiano. “Per noi è una grande responsabilità rappresentare tutte queste realtà, per questo negli ultimi anni ci siamo dati come obiettivo principale la sostenibilità, sia ambientale, che sociale ed economica: tre pilastri che si sostengono solo se combinati. Abbiamo inoltre rivisitato il sistema di produzione del vino italiano: dalla riorganizzazione delle riserve, declassamenti ed esuberi delle DOC, le rese massime per i vini varietali a 300 quintali per ettaro e la proposta per la resa massima dei vini da tavola a 400 quintali per ettaro. Credo che questo farà evitare gli sbalzi che la produzione fa fare al prezzo, con danni importanti sia per i produttori che per i viticoltori” ha detto ai nostri microfoni Ruenza Santandrea.

Entrando più nello specifico della produzione, Pau Roca ha fornito interessanti dati sul sistema mondiale. Secondo i dati forniti dall’esperto direttore generale di Oiv, la superficie vitata mondiale è di circa 7,4 milioni di ettari (dato del 2018), di cui il 50% è detenuto da 5 Paesi al mondo: Spagna, Cina, Francia, Italia e Turchia. L’emisfero nord, che occupa il 60% della superficie, ha prodotto 156 milioni di ettolitri nel 2019, leggermente in calo rispetto alla media del periodo 2014-16. L’Italia rispetto all’anno scorso ha visto un calo del 15% (mentre più esiguo, -4%, nel periodo 2015-2019), a seguire Francia e Spagna che entrambe hanno subito un calo più elevato negli ultimi anni che va dal 7 al 24%. In segno positivo invece la produzione di Germania, Portogallo
Romania, Ungheria e Austria, che hanno visto un incremento rispetto allo scorso anno.
Caso a sè la Grecia, che tra le regioni vitivinicole europee, ha manifestato un importante cambio strutturale con la perdita di consistenti aree dedicate alla viticoltura.
Fuori dall’Europa invece USA, Russia, Georgia e Svizzera sono tra le aree produttrice maggiormente attive.
L’Emisfero sud, invece, che rappresenta il 20% delle produzione mondiale con a capofila nazioni come Argentina, Australia e Cile, ha visto una produzione di 54 milioni di ettolitri nel 2019, un trend in linea con quello degli anni precedenti.

In conclusione il 2019 potrebbe concludersi con una situazione di riassestamento dei livelli medi di produzione dopo due anni molto volatili con 263 milioni di ettolitri totali.
Il consumo mondiale è di circa 246 milioni di ettolitri, dove tra i Paesi leader per esportazione troviamo Italia, Francia e Spagna che dominano il wine export coprendo da sole il 50% dell’intero volume. Tra gli importatori più attivi Germania, Regno Unito e USA per quanto riguarda l’imbottigliato, mentre Germania e Francia per il vino sfuso.
Tra i 10 esportatori di vino sfuso ai primi posti Spagna, Australia, Italia e Cile.
L’Italia dunque si conferma all’apice di entrambi i settori dei vini imbottigliati e dei vini sfusi e trova nella Germania il suo principale cliente.

Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Artigianalità, identità, ruralità ma anche monitoraggio di costi e margini, pianificazione strategica e sostenibilità economica. Il bilanciamento rappresenta la chiave di volta. sabato 14 dicembre 2019

Il successo? Un equilibrio tra pragmatismo e idealismo

Artigianalità, identità, ruralità ma anche monitoraggio di costi e margini, pianificazione strategica e sostenibilità economica. Il bilanciamento rappresenta la chiave di volta.

Emanuele Fiorio
Abbiamo degustato per voi il Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo sabato 14 dicembre 2019

Italian wines in the world: Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo

Abbiamo degustato per voi il Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo

I programmi formativi di successo sono quelli in grado di creare un network di contatti tra mercato, media, influencer e consumatori. venerdi 13 dicembre 2019

Il segreto di un percorso formativo qualificante sono i legami personali. Community significa maggior apprendimento e visibilità

I programmi formativi di successo sono quelli in grado di creare un network di contatti tra mercato, media, influencer e consumatori.

Emanuele Fiorio
I consumatori nel mondo sono sempre meno fossilizzati su un’unica bevanda alcolica. Dobbiamo considerare un fatto positivo la fine delle “ideologie” nel mercato del vino? venerdi 13 dicembre 2019

Sempre più “laico” il mercato del vino

I consumatori nel mondo sono sempre meno fossilizzati su un’unica bevanda alcolica. Dobbiamo considerare un fatto positivo la fine delle “ideologie” nel mercato del vino?

Fabio Piccoli
La viticoltura eroica, negli ultimi anni al centro di forte interesse, è ben rappresentata in Italia dalla Valle d’Aosta, territorio che nonostante le grandi fragilità, si è reso protagonista di questo fenomeno mondiale. giovedi 12 dicembre 2019

Valle d’Aosta: avanguardia di una viticoltura tra terra e cielo

La viticoltura eroica, negli ultimi anni al centro di forte interesse, è ben rappresentata in Italia dalla Valle d’Aosta, territorio che nonostante le grandi fragilità, si è reso protagonista di questo fenomeno mondiale.

Giovanna Romeo
Concretezza, praticità, aggiornamento, confronto costante con la realtà del  settore vinicolo: questa è la sintesi della proposta WinePeople Campus.  giovedi 12 dicembre 2019

WinePeople Campus, formazione a contatto con le esigenze aziendali: “insegniamo quello che facciamo e facciamo quello che insegniamo”

Concretezza, praticità, aggiornamento, confronto costante con la realtà del settore vinicolo: questa è la sintesi della proposta WinePeople Campus.

Emanuele Fiorio
Dal Gruppo Veronafiere nasce la nuova fiera Wine to Asia, programmata dal 9 all'11 novembre 2020, con l'obiettivo di diventare un riferimento permanente per il Far East, mercato che vale, solo per il comparto vino, 6,4 miliardi di euro di import. giovedi 12 dicembre 2019

Nasce la società Shenzen Baina International Exhibitions per operare sul mercato cinese e asiatico

Dal Gruppo Veronafiere nasce la nuova fiera Wine to Asia, programmata dal 9 all'11 novembre 2020, con l'obiettivo di diventare un riferimento permanente per il Far East, mercato che vale, solo per il comparto vino, 6,4 miliardi di euro di import.

La Master of Wine Annette Scarfe esplora questo competitivo mercato, hub commerciale nel sud est asiatico giovedi 12 dicembre 2019

Singapore: tra accise e premium wines

La Master of Wine Annette Scarfe esplora questo competitivo mercato, hub commerciale nel sud est asiatico

Agnese Ceschi
Roberto Salis, Direttore Commerciale di Cantina Santa Maria La Palma, ci racconta origini e aneddoti del vino da “record” Aragosta 
giovedi 12 dicembre 2019

Linea Aragosta, un’etichetta storica dal futuro scintillante

Roberto Salis, Direttore Commerciale di Cantina Santa Maria La Palma, ci racconta origini e aneddoti del vino da “record” Aragosta

Abbiamo degustato per voi mercoledi 11 dicembre 2019

Italian wines in the world: "Reius" Amarone della Valpolicella Classico di Casa Vinicola Sartori

Abbiamo degustato per voi "Reius" Amarone della Valpolicella Classico di Casa Vinicola Sartori

Con il progetto “lieviti e terroir”, realizzato in collaborazione con Startogen e con StarFinn, Tinazzi investe sui lieviti autoctoni per la produzione di Corvina e Primitivo 2019 e sposa la causa della ricerca innovativa e della salvaguardia del proprio patrimonio microbiologico. mercoledi 11 dicembre 2019

"Innovazione tradizionale": Tinazzi punta sui lieviti autoctoni nella vendemmia 2019

Con il progetto “lieviti e terroir”, realizzato in collaborazione con Startogen e con StarFinn, Tinazzi investe sui lieviti autoctoni per la produzione di Corvina e Primitivo 2019 e sposa la causa della ricerca innovativa e della salvaguardia del proprio patrimonio microbiologico.

Ha risposto a questa domanda Jonas H Röjerman, Master of Wine e Responsabile Qualità Prodotto per il monopolio svedese, durante un'interessante simulazione di un tender. mercoledi 11 dicembre 2019

Come faccio a vincere un tender in Svezia?

Ha risposto a questa domanda Jonas H Röjerman, Master of Wine e Responsabile Qualità Prodotto per il monopolio svedese, durante un'interessante simulazione di un tender.

Agnese Ceschi
Tramutare le sciagure in opportunità: andata e ritorno dall’Inferno martedi 10 dicembre 2019

Yannick Benjamin, l’Araba Fenice dell’Hospitality

Tramutare le sciagure in opportunità: andata e ritorno dall’Inferno

Emanuele Fiorio
Considerazioni e consigli preziosi sul mercato cinese martedi 10 dicembre 2019

Ombre cinesi

Considerazioni e consigli preziosi sul mercato cinese

Graziano Molon
Viaggio negli eventi internazionali, quali sono le reali probabilità di successo? martedi 10 dicembre 2019

Evento B2B: un contenitore perfetto

Viaggio negli eventi internazionali, quali sono le reali probabilità di successo?

Lavinia Furlani
We have tasted for you Tenuta Montemagno's Invictus tuesday 10 december 2019

Italian wines in the world: Tenuta Montemagno's Invictus

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Invictus

Un focus sulle strategie di costruzione del brand per misurare la propria forza sul mercato
martedi 10 dicembre 2019

Come si costruisce un brand?

Un focus sulle strategie di costruzione del brand per misurare la propria forza sul mercato

Noemi Mengo


WineMeridian