Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
giovedi 09 aprile 2020 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go Vigna Belvedere https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ www.prosecco.wine  www.cantinatollo.it pradellaluna.com cantina settesoli mossi 1558 perdomini Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza
lunedi 23 marzo 2020

Imprenditori di vino a Milano: storie di resilienza

Intervista a Marco Stano, titolare di Hic Enoteche. Da nove anni racconta in città calici di vino.


Imprenditori di vino a Milano: storie di resilienza
Milano si è fermata, come la Lombardia e poi tutta Italia. Lo stivale è “zona protetta” con un provvedimento maxi, un DPCM dell’11 marzo 2020 di estrema severità, che ha stabilito la sospensione di attività commerciali ed esercizi come enoteche, wine-bar, ristoranti. Molti, almeno in Lombardia, avevano già anticipato i tempi chiudendo tutto, consapevoli di non riuscire a tutelare adeguatamente dipendenti e clienti. Questione di responsabilità e salute pubblica, ma non solo, anche di crollo degli incassi. Sono già quattordici i giorni di mancato guadagno, un periodo durissimo che colpisce sia chi da anni ha investito la propria vita in un lavoro h24 per 365 giorni l’anno, sia coloro la cui vita imprenditoriale nasce invece in questo frangente e subito corre sul filo di una recessione chiamata “COVID - 19”.
“Da anni facevamo del bere a Milano”, recita così il sito dell’imprenditore Marco Stano, titolare di Hic Enoteche, 11 dipendenti e una realtà che consta di 3 punti vendita e un quarto, il canale online, in fase di avviamento. 50 anni il prossimo 23 marzo, “un momento in cui si fanno bilanci” racconta Marco, che dopo la laurea in Economia e Commercio alla Cattolica di Milano, l’executive MBA della SDA Bocconi e una carriera avviata come Responsabile Amministrativo e CFO, decide di cambiare vita e coltivare la sua passione, il vino. “Ho sempre pensato che mancasse in Italia un’industrializzazione del settore e che la vendita, la proposta, la comunicazione fosse legata esclusivamente a singole iniziative di appassionati che aprivano bottega e non davano ulteriore profondità all'offerta”. Nel 2011 il suo primo Wine Temporary Shop. Nel 2012 nasce Hic Enoteche Boutique Spallanzani, tuttora il fiore all’occhiello. Nel 2016, Hic Enoteche Bistrot Sidoli e infine a dicembre 2019 il terzo shop. Hic Enoteche Lab è un nuovo format, un punto d’incontro tra domanda e offerta professionale, di buyers e sellers, di corsi, degustazioni e presentazioni. Spostare tutto sui servizi, essere un facilitatore e acceleratore di business. Tre anime completamente diverse e un unico amore: il vino.


La FIPE - Federazione Italiana Piccoli Esercenti " parla di cassa integrazione in deroga per le piccole imprese, tutela ai lavoratori autonomi, sospensione mutui e blocco sfratti per morosità. Ritieni che siano misure sufficienti?
“La cassa integrazione in deroga, ogni altro intervento che si sta attuando a tutela dei lavoratori come la sospensione dei mutui o il blocco degli sfratti è assolutamente importante e necessario, così come è utile ogni provvedimento che tuteli la singola persona e il nucleo familiare. Non ci si deve dimenticare però che il nostro settore vive sulla quotidianità, sul “contante” che entra. Abbiamo tutti bisogno continuamente di liquidità. Senza di essa, senza cassa è difficile far fronte a qualsiasi cosa. Bene le deroghe, bene spostare i mutui, bene spostare i debiti, ma ci vuole da parte del sistema bancario uno sforzo importante nel concedere prestiti, nell’ampliare i fidi, nello sbloccare richieste e nell’abbassare le garanzie da fornire. Per rimettere in moto la macchina, perché la liquidità per noi è fondamentale non essendo un settore “ricco”. Nonostante quello che si pensi, la stragrande maggioranza di noi ha una economia di sussistenza.


Fare sistema. Le enoteche e wine-bar di Milano e Lombardia si stanno organizzando in un qualsiasi modo per far fronte al futuro?
“Ad oggi non stiamo prendendo misure condivise, né ci stiamo muovendo in modo concertato, anche perché essendo stata minata la creazione di socialità - il nostro unico valore -, è davvero difficile trovare alternative. Ci sono però diverse singole iniziative. Hic Enoteche per esempio sta mettendo rapidamente in piedi una vendita on-line, creando l’alternativa per un minimo guadagno, visto che una vera alternativa al momento non c’è. Siamo imprenditori, mettiamo in conto il rischio imprenditoriale che significa anche le comparse dei cosiddetti “cigni neri”, come è questo del Coronavirus. Ci aspettiamo però di giocare un gioco con regole chiare e uguali per tutti, di mettere in campo ognuno le proprie capacità per poter ottenere il massimo”. 

Avrai mille pensieri in testa, il futuro del nostro paese, delle imprese come la tua o il futuro di chi lavora con te. Ti senti tutelato?
“Il primo pensiero è sicuramente per i miei dipendenti, poi per tutto quello che verrà dopo. Ovviamente il fatto di avere investito tutto, energie fisiche, psichiche, economiche, finanziarie e affettive per 9 lunghi anni in un’impresa che ora rischia di sparire non è rincuorante. Ora come ora non mi sento tutelato e la paura più grande deriva dal fatto che siamo in troppi, siamo in tantissimi a bloccare un paese. Non è come fermare Milano o solo la Lombardia. Milioni di famiglie, milioni di persone avranno bisogno di sostegno e non credo si potrà arrivare a tutti con aiuti a pioggia. Spero di essere smentito. Siamo comunque abituati a gestire l’incertezza: è il bello o il brutto se vuoi dell’ essere imprenditori”.


Si è cercato di placare i timori della gente ed evitare comportamenti che inducano al panico con “Andrà tutto bene”. Che ne pensi?
“Come addetti ai lavori siamo rimasti un pó sorpresi sin dall’inizio del problema. Già il 23 e il 24 febbraio, quando ancora non avevamo capito la gravità della situazione, le indicazioni iniziali non erano chiarissime. All’inizio la chiusura, poi a metà settimana il dietro front con la possibilità di servire esclusivamente al tavolo, regola che noi come Hic Enoteche adottiamo da sempre in tutti i nostri locali. Poi il confronto con i colleghi, il senso di smarrimento, il cambio di modalità. Sembrava che si riuscisse comunque a contenere il disagio, i clienti erano diminuiti ma non di tanto, il lavoro procedeva. Le successive restrizioni hanno veramente aggravato la situazione e ad oggi devo dire per fortuna che sono state prese. Col senno del poi si doveva bloccare tutto il 24 febbraio. Sotto questo aspetto wine-bar ed enoteche si sono trovate vicine nelle scelte, manifestando attraverso i social l’unica azione di responsabilità possibile: sospendere ogni attività. Io credo che andrà tutto bene. È importantissimo restare calmi e seguire le indicazioni, supereremo le difficoltà”.


Un’ultima domanda: più paura o speranza?
“Speranza. Anche la galleria più buia prima o poi vede la luce”.

Giovanna Romeo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Sarà presto tempo di ripartire, tempo di rinascita, un fase strategica che dovrà essere gestita al meglio. Preparatevi “indossando” il vostro “abito” migliore, quello più adatto a voi, chiedete la nostra consulenza su misura per voi.  giovedi 09 aprile 2020

“Wine Meridian Exclusive”, consulenza a misura d'azienda

Sarà presto tempo di ripartire, tempo di rinascita, un fase strategica che dovrà essere gestita al meglio. Preparatevi “indossando” il vostro “abito” migliore, quello più adatto a voi, chiedete la nostra consulenza su misura per voi. 

Cristian Fanzolato
Le scelte chiare e responsabili verso una maggiore sostenibilità a 360 gradi del gruppo Viventions. giovedi 09 aprile 2020

Quando il tappo diventa sostenibile

Le scelte chiare e responsabili verso una maggiore sostenibilità a 360 gradi del gruppo Viventions.

Agnese Ceschi
Le dichiarazioni del patron di Bottega Spa hanno suscitato polemiche ma servono come spunto di riflessione per comprendere come alleviare la crisi, grazie a supporto e cooperazione. giovedi 09 aprile 2020

Sandro Bottega al Governo cinese: ridurre dazi, semplificare procedure, implementare accordi

Le dichiarazioni del patron di Bottega Spa hanno suscitato polemiche ma servono come spunto di riflessione per comprendere come alleviare la crisi, grazie a supporto e cooperazione.

Emanuele Fiorio
Abbiamo visto su Netflix il film “Il Sommelier”, dove il mondo del vino viene visto dagli occhi dell’America di colore, con tanti luoghi comuni ma anche qualche spunto interessante di riflessione giovedi 09 aprile 2020

Quando il vino si fa black

Abbiamo visto su Netflix il film “Il Sommelier”, dove il mondo del vino viene visto dagli occhi dell’America di colore, con tanti luoghi comuni ma anche qualche spunto interessante di riflessione

Fabio Piccoli
Numeri da capogiro per l’e-commerce, impennata di nuovi consumatori online. In Italia crescita a 3 cifre. giovedi 09 aprile 2020

Pandemia, vendite online alle stelle

Numeri da capogiro per l’e-commerce, impennata di nuovi consumatori online. In Italia crescita a 3 cifre.

Emanuele Fiorio
A marzo 2020 i numeri di certificazioni e imbottigliamenti del Pinot grigio delle Venezie si attestano su valori in linea con le previsioni stagionali. Le incognite arriveranno il prossimo trimestre, ma il Consorzio vigila sul mercato a tutela del valore della filiera. Bene le misure governative per il supporto finanziario alle imprese. mercoledi 08 aprile 2020

Tiene la doc Pinot Grigio delle Venezie, ma i prossimi mesi restano un'incognita

A marzo 2020 i numeri di certificazioni e imbottigliamenti del Pinot grigio delle Venezie si attestano su valori in linea con le previsioni stagionali. Le incognite arriveranno il prossimo trimestre, ma il Consorzio vigila sul mercato a tutela del valore della filiera. Bene le misure governative per il supporto finanziario alle imprese.

Tradizione, storicità, autenticità ed un’attenzione particolare per prodotti unici, frutto di ricerche su vitigni dimenticati. mercoledi 08 aprile 2020

Vino & Design: alla ricerca dell’esclusività

Tradizione, storicità, autenticità ed un’attenzione particolare per prodotti unici, frutto di ricerche su vitigni dimenticati.

Emanuele Fiorio
We have tasted for you Col Vetoraz's Valdobbiadene DOCG Brut wednesday 08 april 2020

Italian wines in the world: Col Vetoraz's Valdobbiadene DOCG Brut

We have tasted for you Col Vetoraz's Valdobbiadene DOCG Brut

I consumatori richiedono sempre di più un ritorno a ciò che è naturale e alla trasparenza nell’indicare cosa c’è nella bottiglia. mercoledi 08 aprile 2020

Vini naturali: un fenomeno destinato a resistere anche nel futuro?

I consumatori richiedono sempre di più un ritorno a ciò che è naturale e alla trasparenza nell’indicare cosa c’è nella bottiglia.

Agnese Ceschi
Ne abbiamo parlato con Filippo Galanti, Co-Founder & Business Development Manager di Divinea, portale “made in Italy” di enoturismo e partner tecnologico per circa 200 cantine. “La risorsa è lo Smart Tasting”. mercoledi 08 aprile 2020

Enoturismo e Smart Tasting. Potrà il digitale contenere gli effetti pandemia?

Ne abbiamo parlato con Filippo Galanti, Co-Founder & Business Development Manager di Divinea, portale “made in Italy” di enoturismo e partner tecnologico per circa 200 cantine. “La risorsa è lo Smart Tasting”.

Giovanna Romeo
Prospettive, canali, turismo, dati e strumenti: ecco come e perchè prepararsi sin d’ora al post coronavirus. mercoledi 08 aprile 2020

Cosa fare adesso? Ripartire dalla Cina

Prospettive, canali, turismo, dati e strumenti: ecco come e perchè prepararsi sin d’ora al post coronavirus.

Emanuele Fiorio
L’Associazione chiede al Ministro di far parte dei tavoli di consultazione per collaborare attivamente alla ripresa economica del Paese. martedi 07 aprile 2020

Crisi coronavirus: Vinarius scrive al Ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli

L’Associazione chiede al Ministro di far parte dei tavoli di consultazione per collaborare attivamente alla ripresa economica del Paese.

A scriverlo in una lettera ai soci, presidente e direttore di Cantina Valpolicella Negrar, che fa un'azione solidale verso l'ospedale del territorio martedi 07 aprile 2020

Sostenibilità patrimoniale, diversificazione canali e mercati e un'agenda visionaria: punti di forza contro la crisi

A scriverlo in una lettera ai soci, presidente e direttore di Cantina Valpolicella Negrar, che fa un'azione solidale verso l'ospedale del territorio

La filosofia della famiglia Abbona, proprietaria della nota azienda piemontese Marchesi di Barolo, spiegata da Valentina Abbona, export manager dell’azienda, tra le migliori espressioni della nuova generazione del vino italiano. martedi 07 aprile 2020

Think locally, act globally

La filosofia della famiglia Abbona, proprietaria della nota azienda piemontese Marchesi di Barolo, spiegata da Valentina Abbona, export manager dell’azienda, tra le migliori espressioni della nuova generazione del vino italiano.

Agnese Ceschi
Selezione e ricerca costanti, identità e radicamento territoriale, aroma, eleganza e sapidità, uve raccolte a mano per produrre esclusivamente Valdobbiadene e Cartizze DOCG. Col Vetoraz è il fedele ritratto di un territorio ineguagliabile. martedi 07 aprile 2020

Col Vetoraz: in ogni calice, tutta la perfezione di un territorio

Selezione e ricerca costanti, identità e radicamento territoriale, aroma, eleganza e sapidità, uve raccolte a mano per produrre esclusivamente Valdobbiadene e Cartizze DOCG. Col Vetoraz è il fedele ritratto di un territorio ineguagliabile.