Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
venerdi 19 gennaio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


http://www.principedicorleone.it/ Iron3 IWSC www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace vinojobs wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Tommasi WineNet Bixio Ceccheto Farina Enartis

In UK prezzi dei vini insostenibilmente bassi

L’allarme di Pierpaolo Petrassi, responsabile acquisti bevande alcoliche di Waitrose, una delle maggiori catene di supermercati del Regno Unito, che denuncia il grande rischio derivante dai prezzi sempre più bassi dei vini sugli scaffali della gdo inglese


In UK prezzi dei vini insostenibilmente bassi
Non può passare inosservata la recente denuncia che Pierpaolo Petrassi, responsabile acquisti di bevande alcoliche di Waitrose, una delle maggiori catene di supermercati del Regno Unito, ha fatto tramite le pagine del noto magazine inglese The Drinks Business.
Petrassi, in estrema sintesi, ha evidenziato come la tendenza ai prezzi sempre più bassi sugli scaffali della grande distribuzione inglese pesa completamente sulle spalle dei produttori di vino e questo sta minacciando la sostenibilità economica soprattutto delle piccole e medie imprese.
"Se chi rivende oggi il vino" ha in sostanza detto Petrassi a TDB "non si preoccupa nemmeno di coprire almeno i costi di produzione, allora l’equazione non è sostenibile".
“Solo poche grandi industrie del vino possono permettersi " ha proseguito Petrassi " di trovare sostenibilità con prezzi di vini a 5 sterline sullo scaffale”.
Ma quello che giustamente preoccupa di più Petrassi è anche “la percezione che i consumatori possono trarre da questi bassi prezzi”.
“Le aziende del vino hanno speso anni e risorse cercando di spiegare ai consumatori l’importanza di spendere qualcosa in più per acquistare vino e non pagare solo tasse ma questa politica costante basata solo sul prezzo passo rischia veramente di pregiudicare completamente lo sforzo fatto fino ad oggi”.
Petrassi evidenzia la difficoltà di molti consumatori oggi di acquistare vini anche tra le 7 e le 12 sterline “ma dobbiamo dobbiamo educarli al concetto “value for money” (rapporto qualità/prezzo) e quindi enfatizzare il concetto della qualità del prodotto e non solo come adesso focalizzarsi solo sul prezzo. Solo questo può assicurare la sopravvivenza dei produttori”.
Un allarme molto importante quello lanciato dal responsabile acquisti bevande alcoliche di Waitrose considerando anche l’importanza del suo osservatorio e il fatto che notoriamente le catene della gdo inglese da moltissimo tempo sono quelle che hanno praticato le politiche di prezzo più aggressive e spesso penalizzanti per la maggioranza dei produttori di vino non solo italiani.
A questo punto sarebbe importante che questa “denuncia” fosse cavalcata anche dal nostro sistema produttivo, a partire dalle organizzazioni professionali, dalle associazioni dei produttori che da tempo subiscono una pressione sul fronte prezzi insostenibile.
Dare ai consumatori la percezione che si può acquistare un vino a prezzi spesso inferiori a qualche brand di acqua minerale è estremamente pericoloso soprattutto se si tratta di persone con scarsa cultura vitienologica (la maggioranza!).
Continuare a denunciare questa situazione solo all’interno del sistema produttivo e non uscire allo scoperto, lo ripetiamo da tempo, è inutile.
Perché non andare davanti a qualche supermercato inglese a manifestare con volantini ai clienti una situazione così pericolosa e per molto aziende addirittura drammatica?


Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Prosecco pedina di scambio nell’accordo tra UE e Australia?

Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Francesco Piccoli
Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Pochi giorni al meeting per gli export manager di Wineout

Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters giovedi 18 gennaio

Importare vini italiani in America: non ci si improvvisa

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters

Noemi Mengo
Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons giovedi 18 gennaio

Wine influencer: quanto valore portano alla wine community e quanto accrescono la conoscenza comune del vino?

Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons

Noemi Mengo
Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Cosa significa essere oggi un imprenditore del vino?

Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo? martedi 16 gennaio

Danimarca: dove la felicità è di casa

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo?

Agnese Ceschi
Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta? lunedi 15 gennaio

120 cm ² per raccontare la propria storia

Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta?

La più importante hub del commercio asiatico venerdi 12 gennaio

Inserirsi nel mercato cinese: perché dovreste usare Hong Kong come tramite

La più importante hub del commercio asiatico

Noemi Mengo
Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme… giovedi 11 gennaio

Come essere influenti in Cina

Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme…

Redazione Wine Meridian
Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Il primo corso per imparare a vendere vino nel mondo e in Italia

Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Diventare imprenditori del vino consapevoli

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Fabio Piccoli
Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

In onore di Gualtiero Marchesi

Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

Vincenzo Ercolino


WineMeridian