Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
sabato 20 gennaio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Iron3 IWSC www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace vinojobs wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Tommasi WineNet Bixio Ceccheto Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/
lunedi 13 novembre

Institute of Masters of Wine: premiati i nuovi 18 MWs

Attualmente ci sono 369 MW, che lavorano in 29 paesi diversi


Institute of Masters of Wine: premiati i nuovi 18 MWs
L’Institute of Masters of Wine ha dato il benvenuto ai nuovi 18 Masters Of Wine per la meritevole qualifica ottenuta all’Institute Annual Awards Ceremony a Londra. La Cerimonia ha celebrato l’ammissione dei nuovi Masters of Wine all’Istituto e ne ha riconosciuto e premiato l’eccellenza individuale in tutte le componenti d’esame. Ad oggi ci sono in totale più di 350 studenti iscritti al MW Study Programme e 369 Masters of Wine, provenienti dai più diversi paesi del mondo, nessuno però proveniente dall’Italia. Ci siamo chiesti più volte perché. 

Sebbene la qualifica di MW sia riconosciuta ed ammirata internazionalmente, fino ad oggi nessun italiano se l’è mai aggiudicata. La soluzione più semplice potrebbe attribuirsi ad una scarsità di rapporti tra l’Istituto e il nostro paese, ma non è affatto così. L’Istituto organizza frequentemente viaggi per i propri membri, ed uno degli ultimi è stato in Trentino.

La soluzione reale è che diventare Master of Wine, non è una passeggiata. Il percorso, dai tre ai cinque anni richiede molto impegno, poiché è necessario seguire seminari e masterclass internazionali e presentare tesine scritte rigorosamente in inglese. Oltre che impegnativo risulta essere anche economicamente dispendioso. Ovviamente, gli sforzi vengono ripagati in futuro; il titolo, infatti, è un grande riconoscimento globale, valido in qualsiasi mercato o contesto vinicolo e prevede un ritorno economico assicurato.

L’Istituto vanta una reputazione molto ben consolidata, perché premia l’assoluta eccellenza in tutti i settori della comunità globale del vino. Chi supera l’esame viene riconosciuto internazionalmente e può apporre le iniziali MW accanto al proprio nome, solo, però, dopo aver lasciato la propria firma all’interno del Code of Conduct dell’Istituto.
Attualmente ci sono 369 MW, che lavorano in 29 paesi diversi. L’organizzazione comprende al suo interno diverse figure professionali, quali produttori, compratori, giornalisti, distributori, imprenditori, consulenti, accademici ed educatori.

Vediamo, nello specifico, chi sono i nuovi 18 membri e quali prestigiosi premi hanno ricevuto.

I nuovi 18, che hanno superato brillantemente l’esame in tutte le sue fasi, a Marzo e a Settembre 2017, sono: Mark Andres MW, (Regno Unito), Nova Cadamatre (Stati Uniti), Chéné Nyhe MW (Norvegia), Alistair Cooper MW (Regno Unito), Jeremy Cukierman MW (Francia), Emma Dawson MW (Regno Unito), David Forer MW (Spagna), Philip Harden MW (Regno Unito), Ashley Hausman Vaughters MW (Stati Uniti), Sarah Heller MW (Hong Kong), Tim Jackson MW (Regno Unito), Andreas Kubach MW (Spagna), Fernando Mora MW (Spagna), Aina Mee Myhre MW (Norvegia), Billo Naravane MW (Stati Uniti), Catherine Petrie MW (Stati Uniti), Nigel Sneyd MW (Stati Uniti) e Morgan Twain-Peterson MW (Stati Uniti).

Durante la cerimonia sono stati consegnati alcuni premi individuali a coloro che hanno dimostrato performance eccellenti in una o più fasi dell’esame.

Jane Masters MW, Presidentessa di IMW ha detto: “In qualità di presidentessa sono lieta di dare ufficialmente il benvenuto ai nostri nuovi 18 Masters of Wine. Molte congratulazioni a tutti loro per questo grandissimo traguardo. Ognuno di essi è ricco di esperienza e conoscenze sul vino, e sono sicura che queste contribuiranno al futuro successo del nostro commercio internazionale”.

www.mastersofwine.org/




Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Prosecco pedina di scambio nell’accordo tra UE e Australia?

Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Francesco Piccoli
Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Pochi giorni al meeting per gli export manager di Wineout

Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters giovedi 18 gennaio

Importare vini italiani in America: non ci si improvvisa

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters

Noemi Mengo
Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons giovedi 18 gennaio

Wine influencer: quanto valore portano alla wine community e quanto accrescono la conoscenza comune del vino?

Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons

Noemi Mengo
Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Cosa significa essere oggi un imprenditore del vino?

Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo? martedi 16 gennaio

Danimarca: dove la felicità è di casa

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo?

Agnese Ceschi
Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta? lunedi 15 gennaio

120 cm ² per raccontare la propria storia

Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta?

La più importante hub del commercio asiatico venerdi 12 gennaio

Inserirsi nel mercato cinese: perché dovreste usare Hong Kong come tramite

La più importante hub del commercio asiatico

Noemi Mengo
Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme… giovedi 11 gennaio

Come essere influenti in Cina

Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme…

Redazione Wine Meridian
Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Il primo corso per imparare a vendere vino nel mondo e in Italia

Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Diventare imprenditori del vino consapevoli

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Fabio Piccoli
Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

In onore di Gualtiero Marchesi

Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

Vincenzo Ercolino


WineMeridian