Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
sabato 25 maggio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ Farina Cantina Valpolicella
mercoledi 17 aprile

L’export tricolore sfreccia alto nei cieli svedesi

La Svezia si conferma un porto sicuro per il vino italiano nei prossimi anni. Bollicine, rosé e bianchi sono tra i favoriti, grazie al loro “healty style”.


L’export tricolore sfreccia alto nei cieli svedesi

Bollicine d'importazione in Svezia, volume e consumo pro capite. Fonte: IWSR Vinexpo 2012-2022


In vista del nostro prossimo viaggio in Svezia, il 20 maggio, nell'ambito del tour organizzato in partnership con Organic Value, siamo andati alla ricerca degli ultimi dati di IWSR riguardo a questo mercato nordico, sempre fresco e vivo, dove il Made in Italy vola alto e non sembra perdere quota.

Cominciamo da un po’ di background sulle condizioni di salute di questo mercato del Grande Nord.
L’economia svedese è forte, come sempre, non delude le aspettative, e non dà segnali di decrescita, anzi sembra continuare a crescere ancora nel prossimo futuro. Il coinvolgimento da parte dei consumatori è vivo e si prevede rimanga tale, riflettendo una sana abitudine di spesa nella fascia premium e premium + sia per vini che per liquori.
Il consumo nel contesto casalingo aumenterà, seguendo il filone
“hygge” protagonista dello stile di vita anche della sorella Norvegia, alzando il range di spesa a brand dal prezzo più elevato e indirizzando di conseguenza le abitudini di consumo dei wine lovers del Paese.
La popolazione crescerà, però gradualmente, la Svezia infatti è un Paese demograficamente sano come un pesce, anche se parte della crescita è attribuibile all’immigrazione, che, dopo uno scatto, proseguirà in maniera più “rilassata” nel prossimo futuro.

Il consumatore svedese è un consumatore molto attento, interessato agli ingredienti e al quantitativo di residuo zuccherino presente nei prodotti che gli vengono proposti. Il motto prevalente è “meno, ma meglio”, e l’attenzione a tutto ciò che è artigianale è forte, specialmente se a presentare prodotti artigianali è un’azienda piccola, con una storia autentica ed affascinante.

Vini fermi: rosé e bianchi tra i favoriti
Le categorie di prezzo più alte saranno le favorite nei prossimi anni, proprio perché al consumatore svedese piace, piuttosto, bere un po’ di meno, ma bere molto bene. Nonostante un lieve declino del consumo pro capite (proprio a causa di questo trend di pensiero), il consumo di vini fermi dovrebbe rimanere stabile nei prossimi anni. Nel 2018 è stato registrato un volume di vino totalmente importato di 19.5 milioni in casse da 9 litri, mentre nel 2022 si prevede che il volume cresca, di poco, a 19.7 milioni. Bianchi e rosé cresceranno, poiché rappresentano prodotti più “light” e quindi rientrano nella classifica dei favoriti.

Molto interessanti i grafici di IWSR, che mostrano la grande forza dell’export italiano in Svezia. Il CAGR quinquennale per origine di importazione infatti è positivo e il vino italiano crescerà. Si passa da un volume di 5.5 milioni in casse da 9 litri nel 2017 al previsto 6.2 milioni nel 2022, per quindi un CAGR di +2.3% di crescita. Attenzione però alla Francia, secondo importatore nel Paese dopo la penisola tricolore: dai 2.5 milioni registrati nel 2017 si passerà a 2.8 milioni, con un CAGR positivo al +2.8%. Al momento la categoria di prezzo più consumata è quella standard, che però perderà terreno, al contrario delle categorie premium, con CAGR per segmenti qualitativi di +4.1% per la stessa fascia temporale, e super premium +.

Bollicine italiane over the top

Letterale impennata verso il cielo per le bollicine, anche qui totalmente d’importazione (italiana soprattutto). Certo, il passato dei vini fermi registra volumi molto più alti rispetto alle bollicine, più giovani in confronto in questo mercato, però è bene segnalare che dai 2.2 milioni in casse da 9 litri di volume registrato nel 2018, si passerà a 2.9 milioni milioni nel 2022, con un consumo pro capite che da 2.5 litri annui per adulto si alzerà a ben 3.2 litri nel giro di 4 anni. Anche qui, il CAGR 2017-2022 per origine d’importazione è positivo a +8.5%, passando da un volume di 0.8 milioni a un volume di 1.2 milioni. Anche per le bollicine, la Francia occupa il secondo posto del podio, anche lei a + 7.4% di CAGR quinquennale. Per quanto riguarda il prezzo, infine, tutte le categorie sono in crescita, standard con CAGR +10.0% e premium con +4.2%, tranne la categoria più bassa, che rimane stabile.

Respiro tranquillo, nessun affanno e, per una volta, solide certezze. Il 20 maggio scopriremo di più sul mercato svedese, soprattutto per quanto riguarda un altro elemento caratteristico del tipico “healthy lifestyle”: la produzione biologica.

Per avere maggiori informazioni sulla tappa, scrivete a redazione@winemeridian.com


Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Abbiamo degustato per voi il 137 Brut Oltrepo' Pavese Metodo Classico Pinot Nero DOCG dell'Azienda Agricola Manuelina sabato 25 maggio

Italian wines in the world: 137 Brut Oltrepo' Pavese Metodo Classico Pinot Nero DOCG dell'Azienda Agricola Manuelina

Abbiamo degustato per voi il 137 Brut Oltrepo' Pavese Metodo Classico Pinot Nero DOCG dell'Azienda Agricola Manuelina

Il grande metodo classico protagonista al Festival di Cannes 2019 venerdi 24 maggio

Festival di Cannes 2019: Equipe5 vino ufficiale dell’American Pavilion

Il grande metodo classico protagonista al Festival di Cannes 2019

Perché, dal nostro punto di vista, è sempre più importante che un manager del vino, sia esso impegnato sull’area commerciale o su quella tecnica, sia competente su più tematiche connesse allo sviluppo dell’impresa vitivinicola

Il manager del vino ideale? Multidisciplinare

Perché, dal nostro punto di vista, è sempre più importante che un manager del vino, sia esso impegnato sull’area commerciale o su quella tecnica, sia competente su più tematiche connesse allo sviluppo dell’impresa vitivinicola

Fabio Piccoli
Tante novità per l’unica app che offre il servizio DTC (direct to consumer) mettendo in contatto diretto produttori e consumatori e che continua a crescere per rispondere alle richieste del mercato 
giovedi 23 maggio

Enosocial® apre il servizio al canale retail con un nuovo e-commerce

Tante novità per l’unica app che offre il servizio DTC (direct to consumer) mettendo in contatto diretto produttori e consumatori e che continua a crescere per rispondere alle richieste del mercato

Intervista a Sandro Gini, Presidente del Consorzio Tutela Il Soave giovedi 23 maggio

Soave Stories: a cena con Sandro Gini, chiacchierando di Soave.

Intervista a Sandro Gini, Presidente del Consorzio Tutela Il Soave

Giovanna Romeo
La categoria “color primavera” cresce sui mercati mondiali, e lo fa anche fuori stagione
giovedi 23 maggio

Se son rosé, fioriranno

La categoria “color primavera” cresce sui mercati mondiali, e lo fa anche fuori stagione

Noemi Mengo
Ecco le nostre tappe internazionali previste prima della pausa estiva: Stoccolma, Helsinki, Kazakistan, Singapore, Russia, Giappone

Ultimi giorni per aderire a importanti b2b internazionali con Wine Meridian

Ecco le nostre tappe internazionali previste prima della pausa estiva: Stoccolma, Helsinki, Kazakistan, Singapore, Russia, Giappone

Presentata l’anteprima della ricerca IRi sul mondo della GDO che mostra una panoramica sul canale nei primi 4 mesi del 2019 
e una survey sulla carta dei vini al ristorante mercoledi 22 maggio

The Wine Net presenta una giornata dedicata al mondo della ristorazione e della GDO

Presentata l’anteprima della ricerca IRi sul mondo della GDO che mostra una panoramica sul canale nei primi 4 mesi del 2019 e una survey sulla carta dei vini al ristorante

Brazilian Landscapes 2019, il report di Wine Intelligence, parla positivamente del mercato brasiliano, che nel giro di pochi anni è cresciuto a dismisura
mercoledi 22 maggio

I mille colori della resilienza brasiliana

Brazilian Landscapes 2019, il report di Wine Intelligence, parla positivamente del mercato brasiliano, che nel giro di pochi anni è cresciuto a dismisura

Noemi Mengo
Il marchio Enartis rinnova la sua identità e mantiene la sua leadership nel settore delle forniture enologiche con un nuovo logo, un nuovo sito web e una nuova immagine per celebrare oltre 15 anni di successi.
mercoledi 22 maggio

Enartis: nuovo posizionamento ed un'identità rinnovata

Il marchio Enartis rinnova la sua identità e mantiene la sua leadership nel settore delle forniture enologiche con un nuovo logo, un nuovo sito web e una nuova immagine per celebrare oltre 15 anni di successi.

Direttore Commerciale Triveneto, Lombardia, Piemonte, Liguria ed Emilia Romagna martedi 21 maggio

Offerta di lavoro

Direttore Commerciale Triveneto, Lombardia, Piemonte, Liguria ed Emilia Romagna

L'81^ edizione della Mostra dei Vini del Trentino, rinnovata e di successo, supera le aspettative
martedi 21 maggio

Trentino&Wine: un’edizione fresca, giovane e ben riuscita

L'81^ edizione della Mostra dei Vini del Trentino, rinnovata e di successo, supera le aspettative

Noemi Mengo
Intervista al direttore commerciale di Vinventions Filippo Peroni martedi 21 maggio

Vinventions: il mercato del vino visto...dal tappo!

Intervista al direttore commerciale di Vinventions Filippo Peroni

L’importanza di scegliere le risorse umane giuste in un network altamente profilato. 
martedi 21 maggio

Wine talent: le persone al centro del gioco

L’importanza di scegliere le risorse umane giuste in un network altamente profilato.

Intervista a Artem Lebedev, presidente della Kazakhstan Sommelier Association lunedi 20 maggio

Kazakhstan: un mercato da esplorare

Intervista a Artem Lebedev, presidente della Kazakhstan Sommelier Association

Agnese Ceschi
We have tasted for you DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio saturday 18 may

Italian wines in the world: DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio

We have tasted for you DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio

Giovanna Romeo
Abbiamo degustato per voi la Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898 sabato 18 maggio

Italian wines in the world: Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898

Abbiamo degustato per voi la Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898

Giovanna Romeo


sfondo_wm