Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
venerdi 23 agosto 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ www.prosecco.wine Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma
giovedi 01 dicembre 2016

L’importanza di essere… naturale

Apriamo oggi uno spazio dedicato ai vini naturali. Emiliano Aimi ci guiderà in uno dei settori più rivoluzionari, ma poco conosciuti, del momento.


L’importanza di essere… naturale
L’avanzata, nei bicchieri degli appassionati e sul mercato, dei vini cosiddetti naturali, in questi ultimi anni è stata inarrestabile, accompagnata da una marea di informazioni e definizioni che hanno creato grandissima confusione.
Siamo davanti al problema di ogni novità, di ogni rivoluzione, di ogni movimento.

Io lavoro da qualche anno per e con i vini cosiddetti naturali, ci lavoro con la convinzione che sia un passaggio quasi obbligato, e comunque irreversibile: è difficile, se non impossibile, che chi si appassiona a questi vini torni indietro. Con lentezza quindi, procedendo per piccoli numeri che crescono però in maniera esponenziale, e in una situazione di confusione generalizzata, questo bellissimo mondo si è ormai affermato per il pubblico e per il mercato.

Ci sono anche due motivi tecnici per cui tutte le persone che si sentono parte del mondo del naturale (me compreso) ritengono questo passaggio obbligato: il primo, più romantico, è il fatto che fino agli anni ‘70 tutti i vini erano naturali, e i grandi critici (vedi alcuni articoli di James Suckling) ricordano con le lacrime agli occhi le degustazioni di etichette più vecchie; il secondo, decisamente più scientifico, è il fatto che la viticoltura, che occupa lo 0,5% della superficie coltivata mondiale, consumi oltre il 30% dei fitofarmaci dedicati all’agricoltura. Il primo motivo ci emoziona, il secondo ci spaventa.

A questo mondo appartengono alcuni tra i produttori universalmente riconosciuti come eccellenza, come (ne cito cinque, giusto per snocciolare qualche nome incontestabile e riconoscibile anche ai più, e non me ne vogliano le altre decine di grandissimi produttori) Romanée Conti, Coulée du Serrant, Gravner, Foradori, Emidio Pepe.

Per Wine Meridian intervisterò diversi produttori e diversi professionisti del mercato del vino, per parlare dei diversi aspetti di questo variegato mondo del naturale a cui aggiungo, rubando la definizione a un amico, la parola artigianale.

Prima di iniziare con interviste, valutazioni, considerazioni specifiche, occorre però far capire di cosa stiamo parlando, mettere a disposizione a chi legge una bussola, o indicare le stelle per i navigatori più nostalgici.

Questa introduzione si articolerà in tre parti, pubblicate con cadenza settimanale. L’obiettivo è fornire un quadro completo e dettagliato, seppur senza approfondire, del mondo del naturale artigianale:
- cosa significano le parole artigianale e industriale?
- chi sono i produttori artigiani e quali sono le loro caratteristiche?
- quanti sono in Italia?
- in quali zone si concentrano?
- quali sono le loro caratteristiche?
- quale è il loro mercato e come funziona?
- cosa significano le parole biologico, biodinamico, naturale e senza solfiti?
- quali sono i dibattiti aperti e i contrasti interni a questo mondo?

Una volta chiariti questi punti (e non sarà affatto facile, credetemi, ma ci riusciremo), potremo addentrarci tra le vigne, i volti e le storie dei produttori, tra il lavoro e le esperienze di chi commercia il vino.

Il giudizio ultimo, la scelta ultima, è sempre del nostro naso e del nostro palato ma sono certo che sia importante anche capire come il vino è fatto, cosa si fa in vigna e cosa si fa in cantina, conoscere e comprendere le persone. La qualità non è e non può essere limitata alle caratteristiche organolettiche di un prodotto, ma si giudica da ogni fase del procedimento (pensate a quanti cibi industriali sono buoni al gusto, ma prodotti in maniera artificiale e spesso dannosa per l’ambiente e per noi stessi).
Il consiglio che mi sento di dare agli appassionati è questo: chiedete sempre come è fatto un vino senza limitarvi agli aromi e ai sapori, chiedete informazioni quando siete al ristorante o in enoteca, esigete che i camerieri e i negozianti sappiano cosa stanno vendendo, chiedete come l’azienda lavora in vigna e cosa aggiunge in cantina e, quando visitate un’azienda, chiedete di vedere la vigna e la cantina. Sembra banale, ma chi mette sé stesso nel proprio lavoro sarà felicissimo di guidarvi in vigna e mostrarvi le piante, di illustrarvi i passaggi in cantina, perché è il modo migliore di raccontarsi, e motivo d’orgoglio per chi crede in ciò che fa.

Ho le mie posizioni a riguardo perché, come scriveva Graham Greene: “Bisogna prendere una posizione, se vogliamo restare esseri umani.”, e spesso le illustrerò. Cercherò comunque, in queste introduzioni, di far capire cosa significa cosa perché, senza chiarire le categorie del nostro discorso, la presa di posizione diventa soltanto una moda o, ancora peggio, un urlo da stadio.


EMILIANO AIMI
www.winethics.com/it
Fondatore di Winethics. Consulente e ricercatore di vini per importatori, distributori, ristoranti, wine bar, eventi (qualcuno dice wine hunter, qualcuno wine broker), scrittore, consulente di comunicazione, viene da esperienze in Italia, Germania e Stati Uniti da cuoco, ristoratore, selezionatore vini, organizzatore di eventi e importatore.
L’importanza di essere… naturale

Emiliano Aimi


Emiliano Aimi | Winethics

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Da una nostra indagine emerge come la comunicazione, sia quella tradizionale che attraverso i social media, continua ad essere una leva utilizzata poco e male da molte imprese vitivinicole del nostro paese venerdi 23 agosto 2019

Comunicazione: tutti ne parlano, pochi la fanno

Da una nostra indagine emerge come la comunicazione, sia quella tradizionale che attraverso i social media, continua ad essere una leva utilizzata poco e male da molte imprese vitivinicole del nostro paese

Fabio Piccoli
A quasi un anno dal riconoscimento, il Soave festeggia con i suoi wine lovers il prestigioso riconoscimento e parlerà di cru ed enoturismo
giovedi 22 agosto 2019

Soave Versus, 3 giorni per celebrare il Soave, patrimonio agricolo globale

A quasi un anno dal riconoscimento, il Soave festeggia con i suoi wine lovers il prestigioso riconoscimento e parlerà di cru ed enoturismo

Cinque tra le maggiori realtà esperte del proprio settore saliranno sul palco del Wine Export Manager Day come sponsor il prossimo 16 settembre giovedi 22 agosto 2019

Wemday 2019: chi sono i nostri sponsor?

Cinque tra le maggiori realtà esperte del proprio settore saliranno sul palco del Wine Export Manager Day come sponsor il prossimo 16 settembre

Abbiamo chiesto alcune anticipazioni a 3 dei 5 relatori che saranno sul palco del Wine Export Manager Day il 16 settembre a FICO- Bologna mercoledi 21 agosto 2019

Contrattualistica internazionale, data analysis e fenomeno biologico: ecco tre dei cinque interventi del WEMDay

Abbiamo chiesto alcune anticipazioni a 3 dei 5 relatori che saranno sul palco del Wine Export Manager Day il 16 settembre a FICO- Bologna

Agnese Ceschi
Una ricerca condotta da Bytek sulle query online dal 2015 al 2018, ci svela le varietà più cercate dai consumatori dei paesi del G7
mercoledi 21 agosto 2019

Qual è il vino più digitato sui motori di ricerca?

Una ricerca condotta da Bytek sulle query online dal 2015 al 2018, ci svela le varietà più cercate dai consumatori dei paesi del G7

Noemi Mengo
Intervista a Filippo Magnani, fondatore dell’agenzia Fufluns, che con il 2019 festeggia i vent’anni di attività
mercoledi 21 agosto 2019

Enoturismo: il lifestyle italiano al centro del legame con il consumatore

Intervista a Filippo Magnani, fondatore dell’agenzia Fufluns, che con il 2019 festeggia i vent’anni di attività

Noemi Mengo
Comunicare se stessi è il valore aggiunto durante una trattativa di vendita
martedi 20 agosto 2019

Chi ben comincia…

Comunicare se stessi è il valore aggiunto durante una trattativa di vendita

Mentre i vini australiani crescono in export negli Stati Uniti, Wine Australia investe 79 milioni di dollari in ricerca e sviluppo del settore vitivinicolo.
lunedi 19 agosto 2019

Il 2020 di Wine Australia indossa un abito a stelle e strisce

Mentre i vini australiani crescono in export negli Stati Uniti, Wine Australia investe 79 milioni di dollari in ricerca e sviluppo del settore vitivinicolo.

Noemi Mengo
Consorzio del Franciacorta e del Chianti Classico hanno attivi degli osservatori economici che consentono una gestione della denominazione anche alla luce dei dati di mercato e di posizionamento dei vini
venerdi 16 agosto 2019

Consorzi, pronti anche gli osservatori economici

Consorzio del Franciacorta e del Chianti Classico hanno attivi degli osservatori economici che consentono una gestione della denominazione anche alla luce dei dati di mercato e di posizionamento dei vini

Fabio Piccoli
Raccontare storie è un'arte molto antica. Ma cosa c'entra con il business del vino? mercoledi 14 agosto 2019

Perché investire sullo storytelling?

Raccontare storie è un'arte molto antica. Ma cosa c'entra con il business del vino?

Agnese Ceschi
We have tasted for you: DOMENIS1898's Grappa Secolo Barrique Millesimata wednesday 14 august 2019

Italian wines in the world: DOMENIS1898's Grappa Secolo Barrique Millesimata

We have tasted for you: DOMENIS1898's Grappa Secolo Barrique Millesimata

In poco più di 10 anni l’azienda agrigentina è diventata tra le realtà più interessanti e dinamiche nel panorama vitienologico siciliano con una storia dove vino e religione trovano un legame unico
martedi 13 agosto 2019

Cristo di Campobello, un “pellegrinaggio” nel vino di Sicilia

In poco più di 10 anni l’azienda agrigentina è diventata tra le realtà più interessanti e dinamiche nel panorama vitienologico siciliano con una storia dove vino e religione trovano un legame unico

Fabio Piccoli
Nell’enclave del Riesling abbiamo incontrato un pioniere della vinificazione del Pinot Nero. 
martedi 13 agosto 2019

Oltre il Riesling: lo Spätburgunder in Rheingau è il regno di August Kesseler

Nell’enclave del Riesling abbiamo incontrato un pioniere della vinificazione del Pinot Nero.

Giovanna Romeo
Intervista a Marco Nordio, italiano, in Nuova Zelanda da 16 anni e titolare di una società di importazione lunedi 12 agosto 2019

Nuova Zelanda: un binocolo puntato all'estremità del mondo

Intervista a Marco Nordio, italiano, in Nuova Zelanda da 16 anni e titolare di una società di importazione

Agnese Ceschi
Abbiamo degustato per voi la Grappa Secolo Barrique Millesimata di DOMENIS1898 sabato 10 agosto 2019

Italian wines in the world: Grappa Secolo Barrique Millesimata di DOMENIS1898

Abbiamo degustato per voi la Grappa Secolo Barrique Millesimata di DOMENIS1898

Lo Chardonnay continua ad essere il vino più apprezzato dai consumatori americani. Un successo che dimostra parecchie cose e spazza via molti pericolosi luoghi comuni che ancora sono presenti nel nostro Paese
venerdi 09 agosto 2019

Cosa ci insegna lo Chardonnay negli Usa

Lo Chardonnay continua ad essere il vino più apprezzato dai consumatori americani. Un successo che dimostra parecchie cose e spazza via molti pericolosi luoghi comuni che ancora sono presenti nel nostro Paese

Fabio Piccoli
Torniamo a focalizzare la nostra attenzione sul direct shipping, scoprendo il parere di alcuni importanti testimoni dell’area retail statunitense
giovedi 08 agosto 2019

Direct To Consumer, cosa ne pensano i retailer negli USA?

Torniamo a focalizzare la nostra attenzione sul direct shipping, scoprendo il parere di alcuni importanti testimoni dell’area retail statunitense

Noemi Mengo
Abbiamo incontrato Emma Taveri, esperta in Destination Marketing e Management CEO di Destination Markers e ci siamo fatti spiegare perché il vino dovrebbe puntare su questo mercoledi 07 agosto 2019

Come far diventare il vostro territorio una wine destination di successo?

Abbiamo incontrato Emma Taveri, esperta in Destination Marketing e Management CEO di Destination Markers e ci siamo fatti spiegare perché il vino dovrebbe puntare su questo

Agnese Ceschi
Abbiamo degustato per voi il Barbera d'Asti Superiore di Cascina Ciuché mercoledi 07 agosto 2019

Italian wines in the world: Barbera d'Asti Superiore di Cascina Ciuché

Abbiamo degustato per voi il Barbera d'Asti Superiore di Cascina Ciuché



sfondo_wm