Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
martedi 18 settembre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it www.wine2wine.net Farina Enartis Tebaldi

L’importanza di saper comunicare la propria “qualità”

In un mercato sempre più globale ed affollato di competitor la cosa più difficile rimane riuscire a far percepire adeguatamente le proprie peculiarità qualitative


L’importanza di saper comunicare la propria “qualità”
Provate a fare un test appena potete: scegliete dieci aziende di uno stesso territorio che producano le medesime tipologie di vini e leggete nei loro siti le descrizioni dei loro prodotti. Cercate di realizzare una vostra classifica personale di quelli che ritenete, in relazione alle informazioni che avete acquisito, i vini di maggior profilo qualitativo.
Si tratta di un esercizio molto difficile perché nella maggioranza dei casi non vi sono differenze comunicative tra chi produce all’interno di una medesima tipologia, denominazione, vini di alto pregio e vini, diciamo, standard.
Ci rendiamo conto che non sia assolutamente facile individuare contenuti capaci di fare emergere con chiarezza le proprie peculiarità e differenze.
A questo proposito ci ha particolarmente interessato una domanda che è stata inserita nell’ultimo esame per master of wine e la sottoponiamo anche ai nostri lettori perché la riteniamo molto utile per capire cosa significa costruire contenuti comunicativi adeguati, capaci di fare emergere concretamente le differenze.
La domanda è la seguente: “Molte regioni vinicole possono produrre vini in un'ampia gamma di fasce di prezzo. Prendendo in esame almeno due regioni vitivinicole, si faccia un confronto tra i metodi di gestione dei vigneti per vini costosi e vini a basso prezzo”.
Già da una domanda così si capisce da un lato la complessità dell’esame per diventare master of wine e dall’altro anche l’importanza che viene data ad uno dei temi chiave della comunicazione del vino: riuscire a dare contenuti tangibili e dimostrabili alle differenze.
Noi è da una settimana che stiamo cercando di dare una risposta e ancora non ci sentiamo soddisfatti e per questa ragione non ci azzardiamo adesso a proporvi una nostra interpretazione.
Però vogliamo condividere con voi alcune valutazioni di principio. Innanzitutto la necessità di riuscire a far percepire le ragioni, le motivazioni, le cosiddette “pezze giustificative” che legittimano un vino d’alta qualità, costoso, rispetto ad uno che è su valori inferiori.
Fino ad alcuni anni fa, non pochi per la verità, bastava parlare di una viticoltura a basse rese, di produzioni ad ettaro ridotte per dare subito l’idea di essere produttori di pregio, che investivano in vini di qualità superiore.
Oggi affermazioni di questo genere sono nella migliore delle ipotesi scontate.
Ma allora come riuscire a raccontare in maniera efficace cosa diversifica una viticoltura di pregio da una più convenzionale, standard?
E come riuscire ad essere efficaci nella comunicazione con contenuti chiari e divulgativi, capaci di essere percepiti da un pubblico vasto e non solo ai pochi addetti ai lavori?
Ma lo stesso confronto proposto dai responsabili dell’esame dei master of wine, potrebbe essere esteso anche alle tecniche di vinificazione, di affinamento, di packaging, di selezione dei tappi, eccetera, eccetera.
Significa, insomma, prendere ogni fattore produttivo, metterlo sotto i “raggi x” ed individuare concretamente ciò che fa di questo elemento una reale peculiarità, in cosa si differenzia dagli altri stessi fattori comunicati da aziende competitor.
Un lavoro possibile solo se c’è grande competenza sui propri fattori produttivi e anche l’impegno costante ad analizzare, studiare quelli degli altri, almeno di quei competitor che riteniamo più vicini ai nostri obiettivi.
Un lavoro difficile ma indispensabile, senza il quale il valore della nostra comunicazione sarà sempre basso.
Per il momento è tutto, torniamo a studiare per completare la nostra risposta

Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Ieri si è svolta a Verona la seconda edizione del Wine Export Manager Day, l’appuntamento dedicato alla figura dell’export manager del vino. 
Presentata l’indagine Wine People-Wine Meridian svolta interrogando aziende ed export manager sul delicato tema delle risorse umane nel mondo vinicolo

Wine Export Manager Day: quando gli export manager fanno network

Ieri si è svolta a Verona la seconda edizione del Wine Export Manager Day, l’appuntamento dedicato alla figura dell’export manager del vino. Presentata l’indagine Wine People-Wine Meridian svolta interrogando aziende ed export manager sul delicato tema delle risorse umane nel mondo vinicolo

Agnese Ceschi
Una classifica Top #8 dei migliori suggerimenti per promuovere alti riconoscimenti a livello internazionale
lunedi 17 settembre

Wine scores: come promuovere i punteggi ottenuti in 8 semplici passi

Una classifica Top #8 dei migliori suggerimenti per promuovere alti riconoscimenti a livello internazionale

Noemi Mengo
Alcune anticipazioni sulle nostre due indagini che presenteremo all’Export Manager Day il prossimo 17 settembre a Verona

Export manager, se ci sei batti un colpo

Alcune anticipazioni sulle nostre due indagini che presenteremo all’Export Manager Day il prossimo 17 settembre a Verona

Fabio Piccoli
Carmelo Bonetta ci racconta l’azienda che gestisce e porta nel cuore 
venerdi 14 settembre

Baglio del Cristo di Campobello, un’azienda siciliana legata alla propria terra e ai propri ricordi

Carmelo Bonetta ci racconta l’azienda che gestisce e porta nel cuore

Ultimi posti per aderire all'evento dedicato ai produttori di biologico nella città danese giovedi 13 settembre

Organic Value vola a Copenhagen

Ultimi posti per aderire all'evento dedicato ai produttori di biologico nella città danese

I giovani talenti del mondo del vino si incontrano a Villa Della Torre, a Fumane (Verona), per il primo Allegrini Boot Camp. giovedi 13 settembre

Allegrini Boot Camp: i giovani talenti del vino si incontrano in Valpolicella

I giovani talenti del mondo del vino si incontrano a Villa Della Torre, a Fumane (Verona), per il primo Allegrini Boot Camp.

Abruzzo’s preeminent winegrower adds to its collection of prestigious national and international awards
thursday 13 september

Codice Citra: Montepulciano d’Abruzzo DOC tops the podium

Abruzzo’s preeminent winegrower adds to its collection of prestigious national and international awards

L'intervista al MW greco Yiannis Karakasis a proposito di vini italiani e non solo giovedi 13 settembre

Grecia, aperto e dinamico, il mercato del vino strizza l’occhio all’Italia

L'intervista al MW greco Yiannis Karakasis a proposito di vini italiani e non solo

Carmen Guerriero
Il 17 settembre 2018 durante il Wine Export Manager Day a Verona verrà presentata l'indagine condotta da Wine People. mercoledi 12 settembre

Ultimi 10 posti per iscriversi al Wine Export Manager Day

Il 17 settembre 2018 durante il Wine Export Manager Day a Verona verrà presentata l'indagine condotta da Wine People.

Chi è la persona adatta all’accoglienza allo stand e come fare? mercoledi 12 settembre

Guida alla buona riuscita della fiera

Chi è la persona adatta all’accoglienza allo stand e come fare?

Agnese Ceschi
Ottimi riscontri per le bollicine italiane nel mercato canadese, si prevede una crescita inarrestabile
martedi 11 settembre

L’Italia fra i maggiori esportatori in Canada: è il Prosecco a scalare le classifiche

Ottimi riscontri per le bollicine italiane nel mercato canadese, si prevede una crescita inarrestabile

Noemi Mengo
Il wine bar di proprietà dell'azienda italiana Avignonesi offre 100 referenze rigorosamente rispettose dell'ambiente lunedi 10 settembre

Un angolo di Italia (biologica e biodinamica) nel cuore di Notting Hill

Il wine bar di proprietà dell'azienda italiana Avignonesi offre 100 referenze rigorosamente rispettose dell'ambiente

Agnese Ceschi
Il progetto Volcanic Wines racconta a ViniMilo i suoi primi 10 anni e presenta le nuove iniziative dell’associazione. venerdi 07 settembre

Sull’Etna si festeggiano le 10 candeline del progetto Volcanic Wines

Il progetto Volcanic Wines racconta a ViniMilo i suoi primi 10 anni e presenta le nuove iniziative dell’associazione.

Mai come in questi ultimi anni si è acceso il dibattito sulle diverse tipologie di tappi che nel tempo hanno assunto un ruolo sempre più importante non solo nella qualificazione dei vini ma anche nella percezione da parte dei consumatori

Il futuro del vino visto dai “tappi”

Mai come in questi ultimi anni si è acceso il dibattito sulle diverse tipologie di tappi che nel tempo hanno assunto un ruolo sempre più importante non solo nella qualificazione dei vini ma anche nella percezione da parte dei consumatori

Fabio Piccoli
Il periodo più importante dell’anno in cui si decide il futuro dell’intera produzione 
venerdi 07 settembre

La vendemmia dei ricordi di Dal Maso

Il periodo più importante dell’anno in cui si decide il futuro dell’intera produzione

Inizia la corsa ai biglietti per partecipare alla 27^ edizione di Merano WineFestival dal 9 al 13 novembre 2018 venerdi 07 settembre

Merano WineFestival 2018: ecco tutti gli appuntamenti da non perdere

Inizia la corsa ai biglietti per partecipare alla 27^ edizione di Merano WineFestival dal 9 al 13 novembre 2018

L’Osservatorio del Vino ha presentato le previsioni vendemmiali 2018 giovedi 06 settembre

Vendemmia 2018: l'Italia si conferma primo produttore al mondo

L’Osservatorio del Vino ha presentato le previsioni vendemmiali 2018

Lettera invito al Wine Export Manager Day del direttore di Wine Meridian a tutti coloro che sono impegnati a conseguire il successo del vino italiano nel mondo: produttori, export manager, imprenditori

Caro export manager ti scrivo….

Lettera invito al Wine Export Manager Day del direttore di Wine Meridian a tutti coloro che sono impegnati a conseguire il successo del vino italiano nel mondo: produttori, export manager, imprenditori

Fabio Piccoli
Con l’incoronazione di Carlo Pagano dal Molise come miglior sommelier del Soave, si chiude la kermesse veronese con ampia partecipazione di pubblico e ristoratori.

Soave Versus: un successo annunciato per i 50 anni della DOC

Con l’incoronazione di Carlo Pagano dal Molise come miglior sommelier del Soave, si chiude la kermesse veronese con ampia partecipazione di pubblico e ristoratori.

Come si è evoluta in questi ultimi anni la figura del wine ambassador nato per spingere la notorietà di un brand a vantaggio dell’azione commerciale ed oggi spesso messa in discussione

C’era una volta il brand ambassador

Come si è evoluta in questi ultimi anni la figura del wine ambassador nato per spingere la notorietà di un brand a vantaggio dell’azione commerciale ed oggi spesso messa in discussione

Fabio Piccoli
I vini della Cantina Santa Maria La Palma hanno ricevuto due prestigiosi riconoscimenti durante l’importante fiera internazionale mercoledi 05 settembre

Medaglia d’oro e d’argento per Aragosta Vermentino di Sardegna DOC e Cannonau Riserva all’Asia Wine Trophy

I vini della Cantina Santa Maria La Palma hanno ricevuto due prestigiosi riconoscimenti durante l’importante fiera internazionale