Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
venerdi 18 ottobre 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ cantamessa vini www.prosecco.wine WINE2WINE La Torraccia Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor
mercoledi 02 ottobre 2019

L’incredibile ascesa del Vietnam

Una delle economie più dinamiche del Sud Est Asiatico, con un pil in crescita media annua del 7% e, soprattutto, un numero di consumatori in costante ascesa in particolare giovani (età media in Vietnam è sotto i 35 anni) e donne, e una classe media che aumenterà oltre il 25% nei prossimi 5 anni


L’incredibile ascesa del Vietnam
Sembrano lontanissimi i tempi dei boat people. Così venivano chiamati i vietnamiti che su imbarcazioni precarie affrontavano viaggi pericolosissimi per scappare da un Paese che era uscito devastato dalla guerra conclusasi nel 1975.
Una migrazione drammatica che è durata per oltre quindici anni fino ai primi degli anni ’90. Una migrazione che portò ad un declino impressionante della popolazione che a metà degli anni '80 era di 60 milioni di abitanti e oggi si sta avvicinando velocemente ai 100 milioni.
Il Vietnam di oggi appare molto lontano da quelle immagini di miseria profonda.Non significa che oggi non vi sia ancora un tasso di povertà elevato e soprattutto una forte sperequazione tra un ceto sempre più ricco e quello povero, ma si sta evidenziando anche qui la crescita di una classe media grazie ad un Prodotto interno lordo di circa 240 miliardi di dollari (che colloca il Vietnam al 47° posto praticamente al medesimo livello della Romania) che cresce ad una media annua tra il 6 e il 7%.
Una crescita dovuta ad un programma di sviluppo, denominato “Doi Moi” (rinnovamento), che ebbe inizio nel 1986 e che ci ha portato oggi ad un Paese profondamente rinnovato fin dalle fondamenta.
Nel 2007 il Vietnam è entrato nell’Organizzazione comune del commercio mondiale e nel 2020 è prevista l’entrata in vigore dell’accordo di libero scambio con l’Unione Europea (EVFTTA), firmato dal Vietnam il 30 giugno scorso.
È questo il quadro presentato da Paolo Lemma, direttore da tre anni dell’Ufficio dell’Italian Trade Agency di Ho Chi Minh City, intervenuto al seminario introduttivo dell’Unit Wine Tour che dopo la tappa di Seul ha raggiunto il Vietnam dove si fermerà per due tappe, oltre a questa quella di Hanoi.
All’evento organizzato sempre in maniera impeccabile da Unexpected Italian, partecipano ben 33 aziende italiane, un numero decisamente rilevante che testimonia da un lato l’interesse crescente nei confronti di un mercato emergente come il Vietnam, dall’altro l’ottima reputazione conquistata dagli organizzatori grazie a questi primi due anni di attività decisamente intensa e positiva.
Oggi il Vietnam appare un Paese molto interessante soprattutto per gli investitori internazionali che anche nel 2018 hanno portato capitali per circa 340 miliardi di dollari, distribuiti in oltre 27.000 progetti, in particolare nell’ambito delle telecomunicazioni (la sudcoreana Samsung rappresenta 1/3 degli investimenti esteri in Vietnam) e del settore manifatturiero (abbigliamento e calzature).
Ma veniamo al vino che in Vietnam oggi rappresenta un prodotto decisamente trendy - come ha sottolineato Stefano Sermenghi uno dei quattro partner di Unexpected Italian (gli altri ricordiamo sono Alessandra Castelli, Paolo Dell’Aquila e Marco Farné) - grazie anche ad un’immagine estremamente positiva in termini di lifestyle. I processi di occidentalizzazione, infatti, sono molto forti in Vietnam e in questa direzione il made in Italy, visto come uno dei brand più interessanti sul fronte della qualità della vita, rappresenta un grande appeal anche per le nostre imprese del vino.
Complessivamente in Asia Sud Orientale nel 2018 è stato importato vino per un valore di oltre 50 milioni di dollari (+15%) e in quest’area Singapore è cresciuta del 28,4% (25,7 milioni di dollari), Hong Kong dell’8,7% (18,5 milioni di dollari).
Il Vietnam lo scorso anno ha registrato importazioni di vino italiano per un valore di 11,5 milioni di dollari (negli ultimi 5 anni le importazioni di vino dall’Italia sono cresciute del 40%) ma complessivamente il mercato del vino in questo Paese vale circa 262 milioni di dollari grazie ad un consumo pro capite di 1,3 litri.
Le previsioni, inoltre, sono decisamente positive ed evidenziano una crescita del 10,3% da qui al 2023.
“Un ottimismo - ha spiegato Sermenghi - dettato da alcuni trend molto favorevoli a partire dall’aumento della popolazione che nel 2050 dovrebbe raggiungere i 120 milioni di abitanti. E si tratta di una popolazione molto giovane con un’età media non superiore ai 35 anni”.
“Inoltre - ha proseguito Sermenghi - sono in forte aumento i consumatori giovani e le donne. Un consumo di vino favorito anche dalle leggi governative che incentiva le bevande a tasso alcolico più ridotto rispetto ai superalcolici. A questo riguardo va ricordato che in Vietnam si registra uno dei consumi di alcol tra i più elevati al mondo, con circa 8,9 litri (aumentato di quasi il 90% dal 2010 ad oggi). I vini rossi rappresentano tuttoggi l’87% del venduto ma in crescita sono anche i bianchi, gli sparkling e i rosé”.
In termini di trend positivi molto importante evidenziare la crescita della classe media per la quale si prevede un aumento del 26% nei prossimi 5 anni. Senza dimenticare la crescita vertiginosa anche della distribuzione che secondo le previsioni nel 2020 raggiungerà i 1.300 supermercati, i 180 centri commerciali e i 157 grandi magazzini, soprattutto concentrati nelle principali città di Hanoi, Ho Chi Minh City e Da Nang.
Ma la prospettiva più interessante, soprattutto a breve termine, è quella dell’avvio dell’accordo commerciale con l’UE che come primo risultato porterà all’inizio della liberazione tariffaria che significa che in 8 anni i dazi si annulleranno.
E stiamo parlando di tasse di importazione del 50% che hanno un impatto notevole sul prezzo finale del vino importato.
“La sfida, però per le nostre imprese del vino - ha concluso Sermenghi - sarà quella di riuscire a sfruttare questo “risparmio” del 50% investendo in azioni di marketing e comunicazione in questo mercato che ha potenzialità di crescita straordinarie”.



Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
L’intervento del Direttore Fabio Piccoli ad un incontro dedicato al futuro dei giovani nel mondo del vino, promosso da Univerò, il Ferstival del Placement dell’Università degli Studi di Verona
venerdi 18 ottobre 2019

L’epoca delle contaminazioni

L’intervento del Direttore Fabio Piccoli ad un incontro dedicato al futuro dei giovani nel mondo del vino, promosso da Univerò, il Ferstival del Placement dell’Università degli Studi di Verona

Noemi Mengo
La salvaguardia del successo del Pinot Grigio passa anche attraverso una maggiore reputazione e diffusione sul mercato del nostro Paese venerdi 18 ottobre 2019

Ora il Pinot Grigio deve parlare anche italiano

La salvaguardia del successo del Pinot Grigio passa anche attraverso una maggiore reputazione e diffusione sul mercato del nostro Paese

Fabio Piccoli
Un quadro composito, ricco di sfumature, armonie e contrasti. Jancis Robinson racconta così a Modena Champagne Experience la lenta rivoluzione in atto. 
giovedi 17 ottobre 2019

Lo Champagne e i suoi trend: facciamo il punto

Un quadro composito, ricco di sfumature, armonie e contrasti. Jancis Robinson racconta così a Modena Champagne Experience la lenta rivoluzione in atto.

Giovanna Romeo
Oltre 100 professionisti del mondo del vino riuniti per il Wine Generation Forum (WGF) a Milano Wine Week giovedi 17 ottobre 2019

Milano Wine Week: nuove generazioni del vino italiano protagoniste al Wine Generation Forum

Oltre 100 professionisti del mondo del vino riuniti per il Wine Generation Forum (WGF) a Milano Wine Week

Secondo Wine Intelligence, ci sono 10 fattori d’impatto sullo scenario mondiale del settore vitivinicolo. Abbiamo selezionato per voi i nostri Top 5. 
giovedi 17 ottobre 2019

5 punti per osservare il mondo del vino che cambia

Secondo Wine Intelligence, ci sono 10 fattori d’impatto sullo scenario mondiale del settore vitivinicolo. Abbiamo selezionato per voi i nostri Top 5.

Noemi Mengo
Una guida dedicata agli enoturisti che vogliono mettere al centro della loro esperienza l’incontro diretto con il vino, i luoghi, e le persone che lo producono mercoledi 16 ottobre 2019

La meraviglia del vino, nasce la "Guida alle Cantine" Made in Piedmont

Una guida dedicata agli enoturisti che vogliono mettere al centro della loro esperienza l’incontro diretto con il vino, i luoghi, e le persone che lo producono

Il Consorzio di Tutela della DOC Prosecco sblocca la quota bio della riserva vendemmiale mercoledi 16 ottobre 2019

Cresce la domanda di Prosecco biologico

Il Consorzio di Tutela della DOC Prosecco sblocca la quota bio della riserva vendemmiale

Abbiamo degustato per voi il Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene DOCG Extra Dry dell'Azienda Agricola Tomasi
mercoledi 16 ottobre 2019

Italian wines in the world: Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene DOCG Extra Dry dell'Azienda Agricola Tomasi

Abbiamo degustato per voi il Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene DOCG Extra Dry dell'Azienda Agricola Tomasi

A circa dieci anni dalla crisi finanziaria che ha messo in ginocchio l’Unione Europea, IWSR ci aggiorna sul cambiamento delle abitudini di consumo del vino dei Paesi europei.  
mercoledi 16 ottobre 2019

10 anni dalla crisi: come è cambiata l’Europa del vino?

A circa dieci anni dalla crisi finanziaria che ha messo in ginocchio l’Unione Europea, IWSR ci aggiorna sul cambiamento delle abitudini di consumo del vino dei Paesi europei.

Noemi Mengo
Risorse Umane: chi decide la retribuzione corretta per un manager? martedi 15 ottobre 2019

Chi più spende più guadagna

Risorse Umane: chi decide la retribuzione corretta per un manager?

We have tasted for you Azienda Agricola Vigna Belvedere's Najma Prosecco Doc Extra Dry tuesday 15 october 2019

Italian wines in the world: Azienda Agricola Vigna Belvedere's Najma Prosecco Doc Extra Dry

We have tasted for you Azienda Agricola Vigna Belvedere's Najma Prosecco Doc Extra Dry

Giovanna Romeo
Viaggiare in Moldavia alla scoperta di piccole cantine e produttori che con cura e attitudine lavorano vitigni autoctoni, varietà caucasiche e internazionali perfettamente adattate al terroir locale. lunedi 14 ottobre 2019

Sognando di fare vino. Noroc!

Viaggiare in Moldavia alla scoperta di piccole cantine e produttori che con cura e attitudine lavorano vitigni autoctoni, varietà caucasiche e internazionali perfettamente adattate al terroir locale.

Giovanna Romeo
All'alba della sentenza WTO che autorizza gli USA ad applicare dazi per 7,5 miliardi di dollari sull'import UE, quali saranno le sorti del vino italiano ed europeo? lunedi 14 ottobre 2019

Il vino italiano sarà il meno colpito dai dazi USA

All'alba della sentenza WTO che autorizza gli USA ad applicare dazi per 7,5 miliardi di dollari sull'import UE, quali saranno le sorti del vino italiano ed europeo?

Agnese Ceschi
Abbiamo degustato per voi il Najma Prosecco Doc Extra Dry dell'Azienda Agricola Vigna Belvedere sabato 12 ottobre 2019

Italian wines in the world: Najma Prosecco Doc Extra Dry dell'Azienda Agricola Vigna Belvedere

Abbiamo degustato per voi il Najma Prosecco Doc Extra Dry dell'Azienda Agricola Vigna Belvedere

Giovanna Romeo
Le infinite possibilità del neuromarketing abbracciano i nostri 5 sensi, preziosi indicatori di cosa ci piace e di come scegliamo cosa acquistare. La vista, fra tutti, è quello da soddisfare per primo. sabato 12 ottobre 2019

Neuromarketing: anche l'occhio vuole la sua parte

Le infinite possibilità del neuromarketing abbracciano i nostri 5 sensi, preziosi indicatori di cosa ci piace e di come scegliamo cosa acquistare. La vista, fra tutti, è quello da soddisfare per primo.

Noemi Mengo
La terza edizione della Scuola degli Imprenditori

Campus Impresa: come gestire una azienda del vino?

La terza edizione della Scuola degli Imprenditori

Riflessioni finali sulle nostre recenti tappe in Corea del Sud e Vietnam, due mercati emergenti che per essere “sfruttati” devono essere affrontati con dei precisi requisiti
venerdi 11 ottobre 2019

Le sfide difficili dei mercati emergenti

Riflessioni finali sulle nostre recenti tappe in Corea del Sud e Vietnam, due mercati emergenti che per essere “sfruttati” devono essere affrontati con dei precisi requisiti

Fabio Piccoli


sfondo_wm