Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
domenica 21 aprile 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy http://www.varramista.it/it/ Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet
martedi 11 settembre

L’Italia fra i maggiori esportatori in Canada: è il Prosecco a scalare le classifiche

Ottimi riscontri per le bollicine italiane nel mercato canadese, si prevede una crescita inarrestabile


L’Italia fra i maggiori esportatori in Canada: è il Prosecco a scalare le classifiche
Il mercato canadese, sebbene non sia più una nuova frontiera, mantiene alto il proprio valore, regalando all’Italia dell’export grandi risultati e un crescente apprezzamento per i prodotti. A scalare in corsa le classifiche la categoria degli sparkling wine, in particolare il Prosecco.
Prima di addentrarci più nello specifico, diamo un’occhiata alla situazione economica attuale del Paese.

Il Canada è un paese a reddito elevato, ricco di risorse naturali, fortemente integrato con gli USA: da qui provengono circa il 50% delle importazioni, ed assorbono circa il 75% delle esportazioni.
L'economia canadese ha attraversato un processo di aggiustamento in seguito alla caduta dei prezzi del petrolio dalla metà del 2014, ed è ora in fase di espansione. La crescita è stata trainata dai consumi delle famiglie, che hanno beneficiato dell'aumento dell'occupazione e dei redditi, anche per l'introduzione di un sostegno finanziario alle famiglie con bambini.
Inoltre il Canada si conferma il quinto mercato di esportazione per il vino italiano dopo Stati Uniti, Germania, Regno Unito e Svizzera. Nel 2017, sulla base delle ultime rilevazioni Ismea, le vendite complessive hanno raggiunto i 333 milioni di euro, con una crescita del 9% in volume rispetto al 2016.

Fra gli elementi più rilevanti dell’economia canadese odierna rientra anche la recente introduzione del CETA, il Comprehensive Economic and Trade Agreement, un accordo commerciale fra Unione europea e Canada che prevede l’abbattimento dei dazi, la semplificazione degli investimenti (aprendo i rispettivi mercati alle imprese dell’uno o dell’altro partner) e la tutela di prodotti agroalimentari, fissando dei parametri di tutela più stringenti: un vecchio problema per le nostre specialità enologiche assediate dalla concorrenza sleale di imitazioni all’insegna dell’”Italian sounding”.

Entrando maggiormente nello specifico, grazie a un report di IWSR Vinexpo e ad un’analisi realizzata da Wine Intelligence, scopriamo qualcosa di più sulle chance per il made in Italy in Canada.

Partiamo considerando la categoria dei vini fermi.
La quantità di vino importato supera quella di vino di produzione locale, anche se entrambe le categorie sono cresciute negli anni in termini di volume e non smetteranno di farlo. Nel 2011 il volume si aggirava intorno ai 30.3 milioni in casse da 9 litri, mentre il locale restava su 11.5 milioni, ad oggi invece il vino importato registra un volume di 34.7 milioni ed il locale di 13.6 milioni. Per il 2021 le previsioni dichiarano ancora crescita: 363 milioni per l’importato e 14.4 milioni per il locale. Il rosso è la varietà preferita, crescendo proporzionalmente di più, ma anche le altre categorie registrano lieve crescita, e le categorie più consumate sono quelle rientranti nella fascia di prezzo standard. Interessante il CAGR quinquennale per origine di importazione: Italia al primo posto che passa da un volume di 6.6 milioni nel 2016 a 7.3 previsti nel 2021, con una percentuale di crescita del +2.1%.

Categoria Sparkling.
Rispetto ai vini fermi, negli anni le bollicine sono cresciute molto più rapidamente sia a livello di importazione che di produzione locale, produzione che però andrà a diminuire verso il 2021. Infatti nel 2011 il vino importato occupava un volume di 1.0 milioni in casse da 9 litri ed il locale 0.4 milioni; nel 2018 occupa 1.4 milioni l’importato e 0.3 il locale ed infine nel 2021 si prevede una crescita ad 1.7 milioni per l’importato ed una ulteriore decrescita a 0.2 milioni per il locale. Anche qui molto interessante il CAGR quinquennale per origine: Italia al primo posto dove da 0.4 milioni nel 2016 si passerà a 0.8 nel 2021, con una percentuale di crescita dell’11.9%. Inoltre, globalmente si prevede una crescita comprensiva del 4% annuale fino al 2021. 


Il Prosecco si prevede continui a ottenere buoni consensi, superando Cava e Champagne e aumentando la propria popolarità all’interno del mercato. In generale il consumo di sparkling avviene prevalentemente durante celebrazioni ed occasioni special: le bollicine locali si attestano ad un consumo del 54% seguite subito dal Prosecco con 32%.
Per quanto riguarda il rivale Champagne, i consumatori lo percepiscono come un prodotto di altissima qualità ma dal valore basso, mentre ritengono le bollicine americane povere sia in valore che in qualità. I brand più potenti nel mercato canadese sono “Yellow Tail”, “Martini” e “Baby Duck”, i primi due in particolare hanno un’ottima brand awareness e vengono considerati i brand più solidi all’interno del mercato dei vini sparkling in Canada.

Solo buone notizie quindi per quest’ultima categoria, le previsioni sono positive e la percezione del prodotto italiano nel Paese è bel consolidata da anni. 
Se ancora non ci avevate pensato, è ora di cominciare a considerare questo importante mercato. Il mercato della foglia d'acero è pronto e desideroso di accogliervi!

Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
We have tasted for you Azienda Ronco Margherita's Ribolla Gialla saturday 20 april

Italian wines in the world: Azienda Ronco Margherita's Ribolla Gialla

We have tasted for you Azienda Ronco Margherita's Ribolla Gialla

Abbiamo degustato per voi Ribolla Gialla dell'Azienda Ronco Margherita sabato 20 aprile

Italian wines in the world: Ribolla Gialla dell'Azienda Ronco Margherita

Abbiamo degustato per voi Ribolla Gialla dell'Azienda Ronco Margherita

The famous Italian winery Dal Forno signs an exclusive distribution agreement: one bottle out of six is going to China friday 19 april

Export: Dal Forno’s Amarone conquers China

The famous Italian winery Dal Forno signs an exclusive distribution agreement: one bottle out of six is going to China

Federica Lago
Nel 2007 il valore del mercato del vino a livello mondiale era di circa 147 miliardi di dollari, nel 2018 ha superato i 198 miliardi e nel 2022 si prevede raggiungerà i 207 miliardi di dollari. Ma chi sono coloro che stanno guidando questa crescita e i protagonisti delle evoluzioni di futuro?

Il mercato del vino va bene, ma per chi?

Nel 2007 il valore del mercato del vino a livello mondiale era di circa 147 miliardi di dollari, nel 2018 ha superato i 198 miliardi e nel 2022 si prevede raggiungerà i 207 miliardi di dollari. Ma chi sono coloro che stanno guidando questa crescita e i protagonisti delle evoluzioni di futuro?

Fabio Piccoli
Wine Export Manager Overseas (USA, Canada, Far East) venerdi 19 aprile

Offerta di lavoro

Wine Export Manager Overseas (USA, Canada, Far East)

Domenica 19 maggio 2019, a Tenuta Frassanelle in provincia di Padova, l'evento dedicato ai vini vulcanici aperto dalla masterclass del MW John Szabo giovedi 18 aprile

Vulcanei: il più grande banco d'assaggio di vini da suolo vulcanico

Domenica 19 maggio 2019, a Tenuta Frassanelle in provincia di Padova, l'evento dedicato ai vini vulcanici aperto dalla masterclass del MW John Szabo

Domenica 12 e lunedì 13 maggio al via la prima edizione dell'evento biennale dedicato alla cultura vitivinicola del territorio e al suo vitigno principe giovedi 18 aprile

A Incontri Rotazioni 2019 protagonisti il Teroldego e i vini di Borgogna

Domenica 12 e lunedì 13 maggio al via la prima edizione dell'evento biennale dedicato alla cultura vitivinicola del territorio e al suo vitigno principe

Dal Forno sigla un accordo di distribuzione in esclusiva: una bottiglia su sei andrà in Cina.
giovedi 18 aprile

Export: l'Amarone di Dal Forno alla conquista della Cina

Dal Forno sigla un accordo di distribuzione in esclusiva: una bottiglia su sei andrà in Cina.

Federica Lago
Dal 23 aprile 2019 saranno disponibili due percorsi on-line: iscriviti alla lista d’attesa, i posti sono limitati!

Campus Online la formazione di WinePeople per tutti e ovunque

Dal 23 aprile 2019 saranno disponibili due percorsi on-line: iscriviti alla lista d’attesa, i posti sono limitati!

Maria Bandolin
Appuntamento in Russia il 31 maggio e il 1 giugno per i 25 anni di Simple Group mercoledi 17 aprile

Nuove opportunità in Russia: Simple Group racconta tendenze e prospettive di business

Appuntamento in Russia il 31 maggio e il 1 giugno per i 25 anni di Simple Group

A maggio due tappe per connettere le aziende di vino biologico ai mercati strategici di Svezia e Finlandia mercoledi 17 aprile

Organic Value: ultimi posti per il tour scandinavo nel mondo del vino biologico

A maggio due tappe per connettere le aziende di vino biologico ai mercati strategici di Svezia e Finlandia

Una Sicilia del vino nuova e diversa, la loro, ma sempre fedele a sé stessa. mercoledi 17 aprile

Cantine Settesoli, il vino salverà Selinunte

Una Sicilia del vino nuova e diversa, la loro, ma sempre fedele a sé stessa.

Carmen Guerriero
La Svezia si conferma un porto sicuro per il vino italiano nei prossimi anni. Bollicine, rosé e bianchi sono tra i favoriti, grazie al loro “healty style”. 
mercoledi 17 aprile

L’export tricolore sfreccia alto nei cieli svedesi

La Svezia si conferma un porto sicuro per il vino italiano nei prossimi anni. Bollicine, rosé e bianchi sono tra i favoriti, grazie al loro “healty style”.

Noemi Mengo
Due tappe, Mosca il 17 giugno e San Pietroburgo il 19 giugno 2019, per scoprire il mercato ed incontrare le sue figure chiave 
mercoledi 17 aprile

Partecipa alla tappa in Russia con Wine Meridian e Simply Italian Great Wines

Due tappe, Mosca il 17 giugno e San Pietroburgo il 19 giugno 2019, per scoprire il mercato ed incontrare le sue figure chiave

Il 22 e 23 maggio Wine Meridian ritorna in partnership con Wonderfud per la nuova tappa a Singapore 
mercoledi 17 aprile

Ultimi posti per il tour Singapore: agenda con b2b organizzati e masterclass

Il 22 e 23 maggio Wine Meridian ritorna in partnership con Wonderfud per la nuova tappa a Singapore

Abbiamo degustato per voi il Soave DOC Classico di Cantina del Castello mercoledi 17 aprile

Italian wines in the world: Soave DOC Classico di Cantina del Castello

Abbiamo degustato per voi il Soave DOC Classico di Cantina del Castello



sfondo_wm