Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
lunedi 18 dicembre 2017 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Cortemoschina wbwe IWSC registration Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Siddura Tommasi Vini Cina WineNet Bixio Ceccheto Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ mackenzie Iron3 Consorzio Soave InternationalWineTraders IWSC www.farinatransparency.com www.bellenda.it

La generazione Y preferisce i superalcolici e il vino rispetto alla birra

Interessante analisi di Goldman Sachs che prevede la crescita del consumo del vino e dei superalcolici rispetto alla birra nel mercato statunitense


La generazione Y preferisce i superalcolici e il vino rispetto alla birra

Uno degli ultimi articoli scritti da Christina Jelski per Wine Spectator propone un’interessante analisi di uno dei trend più recenti del mercato americano.

Secondo Goldman Sachs, il settore della birra sta attraversando un momento di crisi principalmente dovuto al fatto che i millennials preferiscono sempre di più bere vino e superalcolici piuttosto che birra. I baby boomers, che stanno andando ormai in pensione e che hanno quindi la tendenza a consumare meno bevande alcoliche, sono sostituiti da nuove generazioni che magari bevono meno ma, quando lo fanno, preferiscono affidarsi al segmento premium, scegliendo la qualità rispetto alla quantità.

Tutto ciò ha fatto sì che Goldman Sachs abbia abbassato le aspettative per il settore della birra nel corso dei prossimi due anni, prevedendo un ribasso dello 0,7% nel 2017 e dello 0,3% nel 2018. Le perdite colpiranno soprattutto il settore core domestic, ovvero tutti quei marchi come Budweiser, Miller Lite e Coors Light per i quali si prevede una perdita del 3% da qui e per tutto il 2018.

A peggiorare la situazione ci si mettono anche le birre artigianali, che sono state il fiore all’occhiello del settore nel corso degli ultimi anni ma che ora stanno affrontando una significativa decelerazione.

Christine Jelski prosegue citando quanto raccolto da Impact Databank sul mercato del vino negli Stati Uniti. Si tratta di un mercato destinato a crescere dell’1,1%, raggiungendo i 330 milioni di casse nel 2017. Quello dei superalcolici invece crescerà del 2,5%, arrivando a 228 milioni di casse. Numeri supportati da una crescita del consumo pro capite di vino e di superalcolici, rispettivamente dello 0,3% e dell’1,6%, in contrasto con una riduzione dell’1,4% di quello di birra.

Inoltre i superalcolici sono destinati a superare la birra: nel 2006, la differenza tra birra e superalcolici era di 13,5 miliardi di dollari mentre nel 2016 era solo di 6 miliardi di dollari.

Lo stesso discorso vale anche per il settore vinicolo, cresciuto del 26% dal 2005, raggiungendo i 46 miliardi di dollari. La crescita del settore è guidata dai vini californiani, soprattutto quelli venduti a più di 10 dollari a bottiglia, fiancheggiati dalle sempre più apprezzate bollicine, che cresceranno dell’8% , raggiungendo così la cifra record di 22 milioni di casse vendute nel corso di quest’anno.

La crescita dei vini del segmento premium, ovvero quelli venduti a più di 10 dollari, è testimoniata da importanti acquisizioni in questo settore come il fatto che Constellation abbia comprato Schrader e che Jackson Family Wines abbia aggiunto interessanti Pinot Noir premium della California e dell’Oregon alla sua offerta.

Goldman ritiene che questi sviluppi si devono soprattutto ai consumatori sotto i 34 anni d’età, che bevono meno rispetto alle generazioni precedenti, e a quelli tra i 35 e i 44 anni che preferiscono vino e superalcolici rispetto alla birra.

Per quanto riguarda il settore dell’e-commerce, le vendite di birra sono notevolmente inferiori rispetto a quelle di vino e superalcolici.

Quindi, per concludere, il mercato della birra si trova di fronte ad una sfida difficile adesso e per i prossimi anni, a vantaggio di vino e superalcolici, destinati a crescere ed aiutati soprattutto da una nuova e più avventurosa generazione di consumatori, sempre più pronta ad allargare i propri orizzonti ed il proprio mobiletto degli alcolici rispetto a quelle precedenti.

Francesco Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
L'opinione dell'esperta Felicity Carter su enoturismo ed esempi eccellenti nel mondo lunedi 18 dicembre

L'Enoturismo oggi: tra esperienza e collaborazione

L'opinione dell'esperta Felicity Carter su enoturismo ed esempi eccellenti nel mondo

We tasted for you Siddùra's Bacco Cagnulari Isola dei Nuraghi igt 2015 saturday 16 december

Italian Wines in the world: Bàcco Cagnulari Isola dei Nuraghi igt 2015

We tasted for you Siddùra's Bacco Cagnulari Isola dei Nuraghi igt 2015

Abbiamo degustato per voi il Bàcco Cagnulari Isola dei Nuraghi IGT 2015 dell'azienda agricola Siddùra sabato 16 dicembre

Italian Wines in the world: Bàcco Cagnulari Isola dei Nuraghi igt 2015

Abbiamo degustato per voi il Bàcco Cagnulari Isola dei Nuraghi IGT 2015 dell'azienda agricola Siddùra

Con un allestimento particolare, il Bistrot diventa set fotografico per un giorno pronto ad accogliere influencer e instagrammer. venerdi 15 dicembre

Igers Veneto, la comunità veneta di instagram, brinda al Natale al caffè Dante di Verona

Con un allestimento particolare, il Bistrot diventa set fotografico per un giorno pronto ad accogliere influencer e instagrammer.

Il Giappone rimane la nostra prima frontiera sul grande mercato asiatico. Nonostante numeri ancora abbastanza ridotti per il nostro export la curiosità nei confronti dei nostri vini è in costante crescita e sono ancora molto ampi i nostri margini di sviluppo

venerdi 15 dicembre

In Giappone, dove le potenzialità di sviluppo sono ancora tante

Il Giappone rimane la nostra prima frontiera sul grande mercato asiatico. Nonostante numeri ancora abbastanza ridotti per il nostro export la curiosità nei confronti dei nostri vini è in costante crescita e sono ancora molto ampi i nostri margini di sviluppo

Fabio Piccoli
Gorancho Boshkov, capo sommelier del ristorante Scarpetta all'iconico Fontainebleau Miami Beach Hotel, ci racconta il viaggio nel vino italiano che viene offerto ai clienti del ristorante premiato da Wine Spectator giovedi 14 dicembre

A Miami il vino italiano risveglia i ricordi dei turisti

Gorancho Boshkov, capo sommelier del ristorante Scarpetta all'iconico Fontainebleau Miami Beach Hotel, ci racconta il viaggio nel vino italiano che viene offerto ai clienti del ristorante premiato da Wine Spectator

Grande interesse per i vini di The Wine Net, prima rete dell’eccellenza della cooperazione vitivinicola italiana, in una masterclass guidata dal noto giornalista giapponese Isao Miyajima nella sede ICE di Tokyo
mercoledi 13 dicembre

The Wine Net sbarca in Giappone

Grande interesse per i vini di The Wine Net, prima rete dell’eccellenza della cooperazione vitivinicola italiana, in una masterclass guidata dal noto giornalista giapponese Isao Miyajima nella sede ICE di Tokyo

Come fare il tuo lavoro di vendita con successo? Impara a gestire la trattativa di vendita

Il Venditore di vino tradizionale è in via di estinzione

Come fare il tuo lavoro di vendita con successo? Impara a gestire la trattativa di vendita

La viticoltura tutelata dal Consorzio Vini Venezia si estende per ben due province, quella di Treviso e quella di Venezia, dalle Alpi alla laguna; tra vini locali e internazionali è il Pinot Grigio Doc Venezia che viene apprezzato dal palato estero. mercoledi 13 dicembre

Consorzio Vini Venezia - una storia con radici profonde, 5 denominazioni con un solo obiettivo: raccontare il territorio!

La viticoltura tutelata dal Consorzio Vini Venezia si estende per ben due province, quella di Treviso e quella di Venezia, dalle Alpi alla laguna; tra vini locali e internazionali è il Pinot Grigio Doc Venezia che viene apprezzato dal palato estero.

La grande crescita dell’azienda di Diego Cottini oggi una delle realtà più dinamiche e moderne nel panorama vitienologico della provincia di Verona

Monte Zovo, dove qualità fa rima con modernità

La grande crescita dell’azienda di Diego Cottini oggi una delle realtà più dinamiche e moderne nel panorama vitienologico della provincia di Verona

Nonostante tutti i sondaggi e gli esperti dichiarino il grande amore dei cinesi nei confronti del vino italiano le nostre performance restano molto modeste e soprattutto sembriamo ancora privi di una strategia seria e concreta martedi 12 dicembre

Cina, dove l’Italia del vino sbaglia tutto

Nonostante tutti i sondaggi e gli esperti dichiarino il grande amore dei cinesi nei confronti del vino italiano le nostre performance restano molto modeste e soprattutto sembriamo ancora privi di una strategia seria e concreta

Fabio Piccoli
Nuova linfa per l'enoturismo e il turismo enogastronomico italiano lunedi 11 dicembre

Nasce a Castiglione del Lago 'Il Coordinamento Nazionale delle Strade del Vino, dell'Olio e dei Sapori italiani'

Nuova linfa per l'enoturismo e il turismo enogastronomico italiano

Il festival internazionale di vino e spirits sfusi: il 26 e il 27 febbraio 2018 al The Royal Horticultural Halls di Londra lunedi 11 dicembre

L’International Bulk Wine and Spirits Show sbarca a Londra

Il festival internazionale di vino e spirits sfusi: il 26 e il 27 febbraio 2018 al The Royal Horticultural Halls di Londra

Gli Usa festeggiano la ripresa con i vini francesi lunedi 11 dicembre

Impasse italiano negli Usa, Francia allunga

Gli Usa festeggiano la ripresa con i vini francesi



WineMeridian