Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
lunedi 25 giugno 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Tebaldi valdoca pertinace wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3
mercoledi 22 luglio

La grande sfida della DOC Sicilia sui mercati mondiali

Prospettive future e grandi progetti per i mercati internazionali: l’intervista al presidente del Consorzio Sicilia DOC Antonio Rallo


La grande sfida della DOC Sicilia sui mercati mondiali

Antonio Rallo (ph Fabio Gambina)


Boom vini siciliani. Il 2015 si sta rivelando un anno fortunato per la produzione della DOC Sicilia che ha registrato nei primi cinque mesi dell’anno 89.070 ettolitri prodotti, contro i 68.463 nello stesso periodo dello scorso anno. Produzione che va di pari passo alla promozione del brand, affinchè all’aumento della domanda corrisponda un’offerta pronta a scattare. Le prospettive sono incoraggianti anche in virtù del grande investimento fatto sul mercato americano, uno dei più allettanti ed interessanti del momento, che vedrà per tutto il 2015 azioni promozionali in collaborazione con la rivista Wine Spectator. Progetti, speranze e stato attuale di una DOC in continua crescita raccontati dal presidente del Consorzio di Tutela Vini Sicilia DOC Antonio Rallo.

Il primo semestre 2015 si è chiuso ed il vino DOC Sicilia ha segnato un aumento del 24% rispetto al 2014. Può commentare questo dato?

 "Oggi si stanno costruendo le basi per portare la denominazione DOC Sicilia sui mercati in maniera strutturata, con l’opportuno riconoscimento di valore e prezzo: in tal modo si potrà dare una svolta importante alla viticoltura siciliana".

In che modo la DOC Sicilia intende farlo?

"Il Consorzio ha appena iniziato l'attività di promozione. Tra tutte le Regioni italiane l'isola ha una delle più basse rese per ettaro, che oscilla tra i 40 ed 60 hl per ettaro, nulla di comparabile agli oltre 120 del Veneto e oltre i 150 dell'Emilia Romagna. Per essere sostenibile economicamente, un vigneto in Sicilia deve produrre un vino di qualità legato al territorio, non possiamo competere con la Spagna ed il nuovo mondo nella produzione di commodities".

Quali sono i numeri dell’export della DOC Sicilia?

"Da una indagine svolta ad Aprile l'export supera il 55%".

Che ruolo sta avendo il Consorzio nella costruzione della forza della denominazione?

"Siamo un gruppo unito, fatto di piccoli e medi produttori, cantine sociali che hanno un solo fine: lavorare per il futuro della viticoltura siciliana. I nostri obiettivi presenti sono creare valore attraverso il controllo della filiera, grazie anche alla piattaforma dell'Irvo che controlla tutte le produzioni IG e DOC dell'isola, e sviluppare azioni di promozione e valorizzazione. I consiglieri si dividono i compiti partecipando ai diversi tavoli di lavoro".

Quali sono i Paesi su cui state concentrando le azioni promozionali?

"Nel 2015 concentriamo i nostri investimenti sul mercato più grande al mondo, gli Stati Uniti, mentre dal 2016 saranno previste azioni anche sul mercato interno".

Avete stanziato un investimento di 1.500.000 euro per il 2015 solo per il mercato americano. Cosa vi ha spinto a questo e in che modo state portando avanti il progetto di promozione in USA?

"Bisogna essere forti nei grandi mercati. Pensiamo che la Sicilia abbia bisogno di maggiore affermazione negli Stati Uniti. Il 59% dei consumatori americani conosce la Sicilia e ne ha un’idea positiva, però soltanto il 9% degli 80 milioni di americani beve il vino dell'isola. Dobbiamo riuscire a portare nella mente dei consumatori USA il binomio Sicilia - vino. Il progetto prevede che stampa americana e operatori di settore scoprano i vini siciliani in occasione di numerosi appuntamenti, organizzati in collaborazione con la prestigiosa rivista americana Wine Spectator".

Binomio vino e territorio. Dalle recenti pagine pubblicitarie su Wine Spectator emerge la volontà di comunicare questo al mercato americano. Perchè?

"La Sicilia può competere sui mercati solo se lega le sue produzioni alle proprie bellezze, ai propri fantastici terroir, al suo clima ideale per la coltura della vite".

Riuscirà la Sicilia a sfruttare l’enorme potenziale dell’enoturismo?

"Stiamo lavorando anche su questo fronte. La Toscana ha lavorato molto bene su questo con grandi risultati commerciali per i propri vini. Abbiamo già degli ottimi esempi anche sull'isola dobbiamo far crescere l'offerta e lavorare insieme per catturare nuovi enoappassionati. Una recente ricerca ha mostrato come la Sicilia sia oggi in assoluto la Regione più menzionata su Instagram, celebre social network utilizzato molto per pubblicare anche foto di viaggi. Anche questo è un dato incoraggiante nel perseguire l'obiettivo della promozione enoturistica".

Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Non lasciatevi spaventare dai consumi decrescenti degli scorsi anni, il mercato della Thailandia ritorna a vivere
lunedi 25 giugno

La grande ripresa del mercato Thailandese: spazio all’export italiano

Non lasciatevi spaventare dai consumi decrescenti degli scorsi anni, il mercato della Thailandia ritorna a vivere

Noemi Mengo
Il 10 luglio al Complesso Monumentale di Abbadia Isola Monteriggioni in Toscana, una giornata dedicata alle imprese vitivinicole lunedi 25 giugno

Management DiVino, un progetto per le imprese vitivinicole che vogliono eccellere

Il 10 luglio al Complesso Monumentale di Abbadia Isola Monteriggioni in Toscana, una giornata dedicata alle imprese vitivinicole

Vediamo la delicata ed ambigua questione sui Paesi in cui sono state già svolte azioni di promozione finanziate 
domenica 24 giugno

L’Italia rischia di vedere drasticamente diminuiti i fondi OCM?

Vediamo la delicata ed ambigua questione sui Paesi in cui sono state già svolte azioni di promozione finanziate

La campagna di promozione del vino italiano negli Usa, coordinata dall’Italian Trade Agency, attraverso le pagine pubblicitarie

Eleganza, passione e gusto, le tre parole per convincere gli americani a scegliere vino italiano

La campagna di promozione del vino italiano negli Usa, coordinata dall’Italian Trade Agency, attraverso le pagine pubblicitarie

Fabio Piccoli
Intervista a Marco Martini, CEO di Mondodelvino SpA, una delle realtà più interessanti ed innovative del panorama vitivinicolo italiano. 
venerdi 22 giugno

Mondo del Vino: una realtà, tanti territori

Intervista a Marco Martini, CEO di Mondodelvino SpA, una delle realtà più interessanti ed innovative del panorama vitivinicolo italiano.

Agnese Ceschi
Stipulato un accordo fra Tenute Piccini e Banca IFIS per una migliore gestione dei pagamenti per la consegna dell'uva e una facilitazione all'accesso del credito per le imprese agricole fornitrici coinvolte

giovedi 21 giugno

Tenute Piccini e Banca IFIS insieme per la crescita della filiera vitivinicola in Italia

Stipulato un accordo fra Tenute Piccini e Banca IFIS per una migliore gestione dei pagamenti per la consegna dell'uva e una facilitazione all'accesso del credito per le imprese agricole fornitrici coinvolte

Vini fermi accolti a braccia aperte dal mercato di Singapore, meno margine di crescita per gli sparkling, ma le previsioni per il 2021 vedono buono spazio di consolidamento per i brand italiani
giovedi 21 giugno

Il solido mercato di Singapore, vecchio amico con il quale sperimentare

Vini fermi accolti a braccia aperte dal mercato di Singapore, meno margine di crescita per gli sparkling, ma le previsioni per il 2021 vedono buono spazio di consolidamento per i brand italiani

Noemi Mengo
La presentazione dei nuovi Campus Vendita, Impresa ed Export Manager di Wine People mercoledi 20 giugno

Open Day Wine People Campus: il 12 ottobre presenteremo i nuovi corsi pensati per voi!

La presentazione dei nuovi Campus Vendita, Impresa ed Export Manager di Wine People

A version of Sicily inside Castelluccimiano’s glass 

wednesday 20 june

Catarratto and Perricone: mountain natives

A version of Sicily inside Castelluccimiano’s glass

Oltre venti espositori, tra aziende vitivinicole e produttori artigianali di specialità gastronomiche, si sono riuniti nel cuore del centro storico di Vicenza all'interno del Palazzo delle Opere Sociali in piazza Duomo in occasione di Garganica 2018 dal 9 all'11 giugno mercoledi 20 giugno

GARGANICA 2018: un evento per scoprire il Gambellara Doc

Oltre venti espositori, tra aziende vitivinicole e produttori artigianali di specialità gastronomiche, si sono riuniti nel cuore del centro storico di Vicenza all'interno del Palazzo delle Opere Sociali in piazza Duomo in occasione di Garganica 2018 dal 9 all'11 giugno

Una versione della Sicilia nel calice dell’azienda Castelluccimiano martedi 19 giugno

Catarratto e Perricone: gli indigeni di montagna

Una versione della Sicilia nel calice dell’azienda Castelluccimiano

Agnese Ceschi
I danni delle gravi grandinate che hanno coinvolto recentemente importanti territori produttivi della Francia sono stati comunicati in una maniera molto più chiara, dettagliata e trasparente rispetto alla modalità con cui questi eventi vengono raccontati nel nostro Paese

martedi 19 giugno

Danni da grandine, cosa ci insegna la Francia

I danni delle gravi grandinate che hanno coinvolto recentemente importanti territori produttivi della Francia sono stati comunicati in una maniera molto più chiara, dettagliata e trasparente rispetto alla modalità con cui questi eventi vengono raccontati nel nostro Paese

Fabio Piccoli
Interview with Pierangelo Tommasi, executive director of Tommasi Family Estates
monday 18 june

Tommasi: a history of family values and resourcefulness

Interview with Pierangelo Tommasi, executive director of Tommasi Family Estates

Il mercato cinese rappresenta una straordinaria opportunità anche per dimostrare finalmente la nostra capacità di coordinare attività di promozione, di selezionare i progetti con un criterio meritocratico e di monitorare con attenzione e trasparenza i risultati e l’efficacia delle iniziative

Il nostro pensiero sulla promozione del vino in Cina

Il mercato cinese rappresenta una straordinaria opportunità anche per dimostrare finalmente la nostra capacità di coordinare attività di promozione, di selezionare i progetti con un criterio meritocratico e di monitorare con attenzione e trasparenza i risultati e l’efficacia delle iniziative

Fabio Piccoli
Il Tai Rosso dei Colli Berici raccontato da Nicola Dal Maso venerdi 15 giugno

Focus sugli autoctoni: il Tai Rosso

Il Tai Rosso dei Colli Berici raccontato da Nicola Dal Maso

Medaglie importanti per i vini di Cantina di Soave al Decanter World Wine Awards 2018
venerdi 15 giugno

Best in show all’Amarone e Platino al Ripasso di Cantina Soave

Medaglie importanti per i vini di Cantina di Soave al Decanter World Wine Awards 2018

Negli Stati Uniti attualmente si consuma il 20% della produzione mondiale di vini rosé, dietro solo alla Francia. Sono la tipologia di vini dalla maggior crescita anche nel 2017 con un +59% rispetto all’anno precedente. La Francia con il 51% di quota di mercato è la leader seguita da Usa (37%) e Italia (5%). Ma quanto durerà questa evoluzione? giovedi 14 giugno

Non si arresta la crescita dei rosè negli Usa

Negli Stati Uniti attualmente si consuma il 20% della produzione mondiale di vini rosé, dietro solo alla Francia. Sono la tipologia di vini dalla maggior crescita anche nel 2017 con un +59% rispetto all’anno precedente. La Francia con il 51% di quota di mercato è la leader seguita da Usa (37%) e Italia (5%). Ma quanto durerà questa evoluzione?

Fabio Piccoli
Una panoramica sui fattori che rendono l’India un mercato potenziale giovedi 14 giugno

La nuova sfida futura in Asia passa dall’India

Una panoramica sui fattori che rendono l’India un mercato potenziale

Noemi Mengo