Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
domenica 15 dicembre 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Corte De Pieri way to go https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ cantamessa vini www.prosecco.wine http://www.colmello.it/ La Torraccia  www.cantinatollo.it Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it
lunedi 26 agosto 2019

Le minacce e le opportunità future del vino

I risultati del Global Wine Industry Outlook 2025 di Wine Intelligence, al quale hanno partecipato circa 300 professionisti del settore (compresi noi) di ben 52 diversi Paesi


Le minacce e le opportunità future del vino
Ci sono appena arrivati i risultati del Global Wine Industry Outlook 2025 di Wine Intelligence. La prima indagine, di questa natura, realizzata dall’autorevole società di analisi dei mercati del vino.
Un’indagine che ha coinvolto 296 professionisti del settore vitivinicolo, tra i quali c’era anche chi sta scrivendo, di ben 52 diversi Paesi.
Professionisti rappresentanti tutte le categorie più importanti della filiera vitivinicola: i produttori, le agenzie e consulenti di marketing, gli importatori, i distributori tradizionali e online, operatori della GDO e dell’HORECA, associazioni del trade e di istituzioni di Governo.
Gli spunti che emergono dalla ricerca sono ovviamente tantissimi e non vogliamo esaurirli solo con questo editoriale perché molti di essi meritano riflessioni più approfondite che presenteremo nelle prossime settimane.
Partiamo, pertanto, dai due capitoli finali della ricerca, quelli dedicati alle minacce e alle opportunità del vino nei prossimi cinque anni.
Un periodo decisamente lungo se si considera come oggi le evoluzioni avvengano ad una velocità impressionante rispetto al passato.
In linea generale, come ha anche giustamente sottolineato Lulie Halstead, la ceo di Wine Intelligence, a fronte di uno scenario economico e politico internazionale non facile, con le continue minacce sui dazi di Trump, le incognite della Brexit, aumentate ulteriormente dal neo eletto primo ministro inglese Boris Johnson, i pareri degli operatori sono in gran parte di tono ottimistico.
Partiamo però dalle minacce, cioè dalle principali preoccupazioni espresse da alcuni protagonisti chiave della filiera vitivinicola nel mondo.
Wine Intelligence ha scelto di mettere in risalto il commento di un marketing manager australiano, con il quale ci riconosciamo completamente.
Vi sono sempre più persone coinvolte nel vino, non si tratta però più di lealtà verso un determinato marchio; invece, c'è la tendenza a provare molti stili diversi. Ciò rende difficile per le cantine distinguersi, data l’impressionante quantità di varietà che i consumatori possono scegliere”.
Difficile dire se quanto sopra esposto sia una minaccia, noi la consideriamo una realtà ormai inconfutabile e difficilmente modificabile. Significa pertanto che le imprese sono e saranno sempre più obbligate ad individuare strumenti per distinguersi.
Andando a vedere un po’ nel dettaglio le “minacce” che sono state maggiormente evidenziate dagli operatori coinvolti nella ricerca, al primo posto troviamo (con il 59%) la riduzione di consumo di alcol da parte dei consumatori; seguito dall’incremento della tassazione delle bevande alcoliche (53%); altre bevande alcoliche concorrenti il vino (44%); aumento di regole nella vendita di bevande alcoliche (44%); aumento dei costi di produzione (42%); carenze idriche (40%); millennials che diventano meno coinvolti nel vino (40%); dispute nel trade internazionale (34%); aumento dell’obbligo dei “warning” nell’etichettatura del vino (31%); aumento concorrenza altre bevande non alcoliche (26%); invecchiamento della popolazione (25%); riduzioni dei margini dei distributori, retailers (22%).
Sarebbero molti i commenti da fare rispetto alle varie minacce evidenziate dagli operatori coinvolti nell’indagine. In questa sede ci limitiamo ad evidenziare come probabilmente la presenza dei produttori nel panel di ricerca fosse abbastanza ridotta perché altrimenti riteniamo che la minaccia delle mutazioni climatiche sarebbe emersa maggiormente (in parte inclusa nella minaccia “siccità”).
Un po’ ci sorprende trovare al primo posto la paura di un calo di consumi di vino dal momento che, allo stato attuale, la nostra amata bevanda rappresenta meno del 15% tra le quote di consumo di bevande alcoliche.
È indubbio che per non perdere quote di consumo e, possibilmente, provare ad aumentarle, sarà necessaria una migliore comunicazione del vino e anche un po’ più di coraggio sul fronte del packaging. Non a caso quest’ultimo aspetto è emerso come il più rilevante tra le soluzioni da attuare per migliorare in futuro l’immagine e il mercato del vino.
Veniamo, infine, alle opportunità. Al primo posto troviamo l’aumento del numero di consumatori di vino sui mercati emergenti (64%), a pari merito con aumento delle vendite online (64%); troviamo poi l’enoturismo (60%); nuove e più efficaci modalità di comunicazione del vino con i consumatori (55%); nuovi mercati emergenti (es. Africa e Asia) (55%); millennials più coinvolti nel vino (44%); nuovi packaging (42%); aumento della vendita diretta di vino (33%); maggior coinvolgimento dei consumatori nel canale horeca (31%); miglioramento delle tecniche di vinificazione (22%); nuovi accordi commerciali internazionali (21%); miglioramento delle tecniche viticole (21%).
Come si può vedere parte delle paure si trasformano, come spesso capita, in opportunità viste da altre angolazioni.
Ma avremo modo presto di ritornare su queste interessante tematiche, fondamentali per capire le strade future del vino nel mondo.
Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Artigianalità, identità, ruralità ma anche monitoraggio di costi e margini, pianificazione strategica e sostenibilità economica. Il bilanciamento rappresenta la chiave di volta. sabato 14 dicembre 2019

Il successo? Un equilibrio tra pragmatismo e idealismo

Artigianalità, identità, ruralità ma anche monitoraggio di costi e margini, pianificazione strategica e sostenibilità economica. Il bilanciamento rappresenta la chiave di volta.

Emanuele Fiorio
Abbiamo degustato per voi il Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo sabato 14 dicembre 2019

Italian wines in the world: Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo

Abbiamo degustato per voi il Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo

I programmi formativi di successo sono quelli in grado di creare un network di contatti tra mercato, media, influencer e consumatori. venerdi 13 dicembre 2019

Il segreto di un percorso formativo qualificante sono i legami personali. Community significa maggior apprendimento e visibilità

I programmi formativi di successo sono quelli in grado di creare un network di contatti tra mercato, media, influencer e consumatori.

Emanuele Fiorio
I consumatori nel mondo sono sempre meno fossilizzati su un’unica bevanda alcolica. Dobbiamo considerare un fatto positivo la fine delle “ideologie” nel mercato del vino? venerdi 13 dicembre 2019

Sempre più “laico” il mercato del vino

I consumatori nel mondo sono sempre meno fossilizzati su un’unica bevanda alcolica. Dobbiamo considerare un fatto positivo la fine delle “ideologie” nel mercato del vino?

Fabio Piccoli
La viticoltura eroica, negli ultimi anni al centro di forte interesse, è ben rappresentata in Italia dalla Valle d’Aosta, territorio che nonostante le grandi fragilità, si è reso protagonista di questo fenomeno mondiale. giovedi 12 dicembre 2019

Valle d’Aosta: avanguardia di una viticoltura tra terra e cielo

La viticoltura eroica, negli ultimi anni al centro di forte interesse, è ben rappresentata in Italia dalla Valle d’Aosta, territorio che nonostante le grandi fragilità, si è reso protagonista di questo fenomeno mondiale.

Giovanna Romeo
Concretezza, praticità, aggiornamento, confronto costante con la realtà del  settore vinicolo: questa è la sintesi della proposta WinePeople Campus.  giovedi 12 dicembre 2019

WinePeople Campus, formazione a contatto con le esigenze aziendali: “insegniamo quello che facciamo e facciamo quello che insegniamo”

Concretezza, praticità, aggiornamento, confronto costante con la realtà del settore vinicolo: questa è la sintesi della proposta WinePeople Campus.

Emanuele Fiorio
Dal Gruppo Veronafiere nasce la nuova fiera Wine to Asia, programmata dal 9 all'11 novembre 2020, con l'obiettivo di diventare un riferimento permanente per il Far East, mercato che vale, solo per il comparto vino, 6,4 miliardi di euro di import. giovedi 12 dicembre 2019

Nasce la società Shenzen Baina International Exhibitions per operare sul mercato cinese e asiatico

Dal Gruppo Veronafiere nasce la nuova fiera Wine to Asia, programmata dal 9 all'11 novembre 2020, con l'obiettivo di diventare un riferimento permanente per il Far East, mercato che vale, solo per il comparto vino, 6,4 miliardi di euro di import.

La Master of Wine Annette Scarfe esplora questo competitivo mercato, hub commerciale nel sud est asiatico giovedi 12 dicembre 2019

Singapore: tra accise e premium wines

La Master of Wine Annette Scarfe esplora questo competitivo mercato, hub commerciale nel sud est asiatico

Agnese Ceschi
Roberto Salis, Direttore Commerciale di Cantina Santa Maria La Palma, ci racconta origini e aneddoti del vino da “record” Aragosta 
giovedi 12 dicembre 2019

Linea Aragosta, un’etichetta storica dal futuro scintillante

Roberto Salis, Direttore Commerciale di Cantina Santa Maria La Palma, ci racconta origini e aneddoti del vino da “record” Aragosta

Abbiamo degustato per voi mercoledi 11 dicembre 2019

Italian wines in the world: "Reius" Amarone della Valpolicella Classico di Casa Vinicola Sartori

Abbiamo degustato per voi "Reius" Amarone della Valpolicella Classico di Casa Vinicola Sartori

Con il progetto “lieviti e terroir”, realizzato in collaborazione con Startogen e con StarFinn, Tinazzi investe sui lieviti autoctoni per la produzione di Corvina e Primitivo 2019 e sposa la causa della ricerca innovativa e della salvaguardia del proprio patrimonio microbiologico. mercoledi 11 dicembre 2019

"Innovazione tradizionale": Tinazzi punta sui lieviti autoctoni nella vendemmia 2019

Con il progetto “lieviti e terroir”, realizzato in collaborazione con Startogen e con StarFinn, Tinazzi investe sui lieviti autoctoni per la produzione di Corvina e Primitivo 2019 e sposa la causa della ricerca innovativa e della salvaguardia del proprio patrimonio microbiologico.

Ha risposto a questa domanda Jonas H Röjerman, Master of Wine e Responsabile Qualità Prodotto per il monopolio svedese, durante un'interessante simulazione di un tender. mercoledi 11 dicembre 2019

Come faccio a vincere un tender in Svezia?

Ha risposto a questa domanda Jonas H Röjerman, Master of Wine e Responsabile Qualità Prodotto per il monopolio svedese, durante un'interessante simulazione di un tender.

Agnese Ceschi
Tramutare le sciagure in opportunità: andata e ritorno dall’Inferno martedi 10 dicembre 2019

Yannick Benjamin, l’Araba Fenice dell’Hospitality

Tramutare le sciagure in opportunità: andata e ritorno dall’Inferno

Emanuele Fiorio
Considerazioni e consigli preziosi sul mercato cinese martedi 10 dicembre 2019

Ombre cinesi

Considerazioni e consigli preziosi sul mercato cinese

Graziano Molon
Viaggio negli eventi internazionali, quali sono le reali probabilità di successo? martedi 10 dicembre 2019

Evento B2B: un contenitore perfetto

Viaggio negli eventi internazionali, quali sono le reali probabilità di successo?

Lavinia Furlani
We have tasted for you Tenuta Montemagno's Invictus tuesday 10 december 2019

Italian wines in the world: Tenuta Montemagno's Invictus

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Invictus

Un focus sulle strategie di costruzione del brand per misurare la propria forza sul mercato
martedi 10 dicembre 2019

Come si costruisce un brand?

Un focus sulle strategie di costruzione del brand per misurare la propria forza sul mercato

Noemi Mengo


WineMeridian