Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
venerdi 19 luglio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor
lunedi 04 febbraio 2019

Lituania: il mercato turbolento che ama l'Italia

Intervista con Beatričė Laurinavičienė, giornalista ed editor del quotidiano Verslo Zinios


Lituania: il mercato turbolento che ama l'Italia

Beatričė Laurinavičienė


Giornalista ed editor nel quotidiano Verslo Zinios (letteralmente “business news”), di proprietà dell’editore svedese “Bonnier Group”, Beatričė Laurinavičienė è una delle giornaliste lituane esperte di enogastronomia. Dal 2000 Beatričė è infatti editor della sezione Verslo zinios, VZ savaitgalis (VZ Weekend), nella quale tratta temi fra cui, cultura, arte, vino e gastronomia. Dal 2006 al 2018 è stata inoltre per tre volte membro della giuria a Vinitaly e a "Vyno Dienos", una fra le più importanti competizioni in Lituania, alla quale parteciperemo anche noi il 3 e 4 maggio (per maggior info qui). A lei abbiamo chiesto informazioni su questo mercato dell'Est Europa che si sta rivelando tra i più promettenti, ma che presenta delle "turbolenze" di assestamento. 

Come si può descrivere il mercato del vino lituano oggi? 
Secondo il dipartimento di statistica del Paese, l'importazione di vino in Lituania è in aumento e i principali Paesi importatori sono Spagna, Italia e Francia. I dati di International Wine & Spirit Research (IWSR) però sono leggermente diversi: secondo IWSR i Paesi che vendono più vino in Lituania sono, in ordine, Spagna, Francia, Italia e Cile.
Sempre secondo IWSR, le vendite di vino sono in calo, ma secondo il nostro dipartimento di statistica, gli importatori stanno crescendo di numero.
Questo ci porta a una conclusione: se parliamo delle tendenze del vino, ad oggi possiamo descrivere il mercato in una parola: "turbolento". Diciamo dunque che non c'è un chiaro movimento in una direzione specifica.

Chi sono i principali opinion leader e influencer del business del vino lituano?
Come utente, direi che non ci sono forti influencer o opinion leader nel settore del vino. Penso che sia collegato agli emendamenti alla legge sul controllo dell'alcol che è entrata in vigore dall'inizio del 2018. Non solo ha ridotto al minimo le ore di vendita di alcolici, ma ha anche vietato qualsiasi tipo di pubblicità di alcolici. Ha ristretto persino quella che chiamiamo "wine education". Infatti, ora, anche nella nostra rivista quando scriviamo di alcol, incluso il vino, dobbiamo seguire molte restrizioni. Ma gli argomenti di cui scrivere sono tanti, e mi sentirei di sottolineare un’istituzione, ovvero un importatore la cui attività nel campo dell’istruzione influenza notevolmente il settore, sto parlando di "Vyno klubas".

Cosa ne pensi dei vini italiani in Lituania e, nello specifico, a Vilnius?

Se guardiamo al vino tra le categorie di prezzo inferiori a 10 euro e tra 10 e 20 euro, la popolarità è data non tanto dalla regione di provenienza ma dallo “stile” del vino. Ciò significa che i vini italiani più popolari in Lituania sono quelli che vengono prodotti dalle uve appassite e, quindi, hanno un colore più ricco, un aroma più intenso e una dolcezza nascosta, questi sono i gusti preferiti.
Regioni come la Sicilia, la Puglia o altre vengono considerate importanti, tuttavia lo stile che il vino esprime è più importante nella considerazione dei consumatori.
D'altra parte, i critici e gli esperti preferiscono un'altra tipologia di vino, il che fa pensare che la tendenza cambierà.
Al momento le regioni più apprezzate in Lituania sono Puglia, Toscana e Veneto. Anche se, a livello di popolarità, le prime sono Toscana e Piemonte.
Il mercato dei vini costosi di alta qualità è invece limitato, ma cresce anche se lentamente. Inoltre, i consumatori di questa tipologia di vino, tendono ad essere autonomi nell’acquisto, perché già conoscitori.

Come descriveresti i consumatori lituani?

Il cambiamento più evidente nel settore riguarda il cambiamento del gusto dei consumatori: i vini bianchi aromatici sono stati finalmente tolti dal piedistallo. Infatti, guardando i dati e le tendenze di acquisto dei consumatori, le vendite della maggior parte dei vini bianchi aromatici sono diminuite. Fra questi, i vini composti da uve Gewurztraminer, Riesling, Pinot Grigio e Sauvignon Blanc. Al loro posto, gli spumanti: spagnoli, italiani e persino cremant francesi.
Se guardiamo alle vendite di vini con prezzi simili (da 8 a 14 euro a bottiglia), le vendite di bollicine sono più varie, perché i prodotti veterani del settore non hanno notato un calo delle vendite e i nuovi arrivati ​​hanno trovato il loro posto nel mercato piuttosto rapidamente.
Arūnas Starkus di "Vyno klubas" ha notato che c'è un crescente interesse per i vini "Pinot Noir", in particolare della Borgogna. C'è una sensazione di Rinascimento di Chardonnay, specialmente nel segmento dei vini di alta qualità.
La domanda di vino naturale e organico si fa sentire non solo nei ristoranti, ma anche nei wine shop.
D'altra parte, dopo il nuovo emendamento alla legge sul controllo degli alcolici, sempre più persone prendono l'abitudine di portare vino dall'estero. La comunicazione del vino è molto difficile ora, quindi gli importatori stranieri (che possono raggiungere i consumatori lituani senza restrizioni) hanno un grande ruolo strategico.





Per info sul nostro tour in Lituania scrivi a redazione@winemeridian.com



Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
In queste settimane alcuni Consorzi si stanno muovendo per ridurre le produzioni con lo stop di nuovi impianti e, come per la Valpolicella, diminuire la percentuale di uve per l'Amarone. Ma è giusto che a pagare le eccedenze produttive e i bassi posizionamenti siano anche i produttori virtuosi? venerdi 19 luglio 2019

E se la miglior regola fosse la libertà e il controllo?

In queste settimane alcuni Consorzi si stanno muovendo per ridurre le produzioni con lo stop di nuovi impianti e, come per la Valpolicella, diminuire la percentuale di uve per l'Amarone. Ma è giusto che a pagare le eccedenze produttive e i bassi posizionamenti siano anche i produttori virtuosi?

Fabio Piccoli
Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino. giovedi 18 luglio 2019

L’Italia nominata miglior Paese mondiale per il vino dai wine lovers internazionali

Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino.

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere. giovedi 18 luglio 2019

Cina: dati Istat in contrasto con le dogane cinesi

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere.

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo giovedi 18 luglio 2019

Marchesi di Barolo: una storia dalle nobili origini e un grande futuro avanti a sé

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo

Noemi Mengo
L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume
giovedi 18 luglio 2019

La nuova meta delle bollicine italiane è il Canada

L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume

Noemi Mengo
Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto mercoledi 17 luglio 2019

Colline di Conegliano Valdobbiadene Unesco: ben oltre il fenomeno Prosecco

Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli. mercoledi 17 luglio 2019

Annunciati i vincitori del trentottesimo Premio Masi

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli.

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci mercoledi 17 luglio 2019

Italian wines in the world: Venere di Azienda Agricola Nenci

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero
mercoledi 17 luglio 2019

Vino italiano in Svizzera: bisogna osservare con gli occhi del consumatore

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero

Noemi Mengo
Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione. 
martedi 16 luglio 2019

Consorzio della Valpolicella: pubblicata dalla Regione Veneto la richiesta di blocco totale degli impianti

Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione.

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo martedi 16 luglio 2019

Simone Masè è il nuovo Direttore Generale del Gruppo Lunelli

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini
martedi 16 luglio 2019

Degustare il vino da un’altra prospettiva, la propria

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini

Noemi Mengo
We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca tuesday 16 july 2019

Italian wines in the world: Fattoria Varramista's Frasca

We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo martedi 16 luglio 2019

Simply Italian Great Wines, l’Italia del vino vola in Norvegia

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani
lunedi 15 luglio 2019

Il successo a stelle e strisce della Sicilia

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani

Agnese Ceschi
Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino. 
lunedi 15 luglio 2019

La ricetta di un brand di successo? Pochi (ma buoni) ingredienti, tra questi uno scopo

Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino.

Noemi Mengo


sfondo_wm