Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
venerdi 14 dicembre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet CVA Canicatti https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it info@larchetipo.it http://www.tenutaviglione.com/ http://www.fattorialamagia.it/ https://www.accordinistefano.it/ https://www.rigoloccio.it/ http://www.cantinapedres.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ https://www.vinica.it/it/  http://acquesi.it/ https://www.borgolacaccia.it/ https://www.carusoeminini.it/ http://www.cantinadicustoza.it/ https://tenutadelpriore.it/linea-col-del-mondo/ http://www.tenutastellacollio.it/en/ https://www.tenutedigiulio.it/site/ http://www.tenutamontemagno.it/ http://giannitessari.wine/ Farina
martedi 17 luglio

Low- o No-alcohol wines, sì o no?

Ecco un aggiornamento sulla tendenza in atto del consumo di vino o bevande a basso contenuto alcolico


Low- o No-alcohol wines, sì o no?

Esempi di vini a basso contenuto alcolico venduti in UK


Low-alcohol o No-alcohol wines: quante volte ne avete sentito parlare? 
Il consumo di bevande analcoliche e a basso contenuto alcolico sembra essere in crescita in diversi Paesi d’Europa, ma anche oltre oceano, specialmente in Australia e Nuova Zelanda (come emerge dall'indagine di Wine Intelligence più avanti in questo articolo).
Senza avere la pretesa di delineare in modo netto i confini di tale argomento, ancora molto nebuloso all’orizzonte, cerchiamo di analizzare assieme tre interessanti posizioni di esperti del settore.

Questo trend ci viene descritto in modo chiaro in un recente articolo dell’esperto di vino inglese
Richard Siddle, che si concentra prevalentemente sul mercato della birra per esplorare quali sono i confini attuali di questo trend applicati al mondo del vino.
Il settore della birra analcolica e a bassa gradazione alcolica occupa oggi il
14% del mercato spagnolo e italiano ed ha registrato un aumento di consumo di 18mila litri nel mercato inglese. Questo trend di consumo sembra essere guidato dal principio cardine: bere meno, ma farlo scegliendo la qualità.
La crescita esponenziale del consumo di birra analcolica e a bassa gradazione alcolica, non si è però registrata anche per il vino, mercato con grande potenziale, che, secondo Siddle, dovrà sfruttare il trend della birra come rampa di lancio per un futuro che richiede un aumento della qualità unita alla riduzione di grado alcolico.

Un caso specifico che fa da esempio a sostegno della tesi di Richard Siddle è quello inglese, riportato nell’articolo di The Guardian di inizio anno di
Sarah Butler. Secondo l’articolo, una ricerca condotta dal Kantar Worldpanel ha evidenziato, infatti, che in Inghilterra la vendita di birre, sidro e altri cocktail con contenuto alcolico inferiore al 1,2% è cresciuta di circa il 30% in più nell’ultimo anno, mentre la richiesta dei vini a basso contenuto alcolico è cresciuta dell’8%. Ad essere approdate sul mercato delle birre a basso contenuto alcolico e senza alcol sono state grandi marche internazionali come la Heineken, la Becks e la Budweiser. Per quanto riguarda il vino in modo specifico, invece, il trend non sembra essere ancora così diffuso come per la birra e il sidro neanche in Inghilterra; questo, nonostante grandi catene come Tesco e Aldi abbiano iniziato ad introdurre rispettivamente più di cinque e di due tipi di vini a basso contenuto di alcol. Ad ogni modo si registra un aumento dei consumatori alla ricerca di vino di qualità a contenuto alcolico ridotto; inoltre, più di un quarto dei giovani tra i 16 e i 24 anni scelgono di bere analcolico. E questo è un dato da non sottovalutare in una visione futura.

Alla previsione di Siddle e all’analisi di dall’analisi Kantar Worldpanel si aggiunge il recente “
Global SOLA Wine Report: Sustainable, Organic and Lower-alcohol Wine Opportunities 2018” di Wine Intelligence. Il report è andato ad analizzare non solo il potenziale di vini analcolici e a basso contenuto analcolico, ma anche dei vini sostenibili e organici. Nel report si evidenzia come il consumo di vini analcolici e di bassa gradazione alcolica occupi ancora una posizione di nicchia anche se in potenziale crescita futura, trainata da un crescente aumento del consumo di bevande alternative con una moderata percentuale alcolica. In generale i consumatori sembrano preferire al vino altre tipologie di drink, tra cui mocktail (cocktail privi di alcol), soft drink o birre analcoliche.
Nonostante tale preferenza, certo è che i vini analcolici e a basso contenuto alcolico vengono comunque consumati anche se in quantità ridotte. Come registrato dal report di Wine Intelligence il maggiore consumo di vino a bassa gradazione alcolica si è riscontrato in Nuova Zelanda e in Australia. Mentre per quanto riguarda i vini analcolici le maggiori potenzialità sono emerse in Svezia e nei Paesi nordici in generale, mentre Portogallo e Giappone le meno ricettive.

Quale sarà il futuro dei vini analcolici e a bassa gradazione alcolica ancora non lo possiamo di certo sapere ora. Possiamo per il momento considerare questo trend potenziale e stare a vedere dove porterà i consumi. Partendo dalle posizioni opposte di Wine Intelligence, che sostiene tale settore sia ancora di nicchia, e di Siddle, che crede nelle potenzialità di esso, saranno i consumatori a decretarne il futuro.
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
In questi ultimi mesi, in particolare, vi è una proliferazione di pagine pubblicitarie di aziende del vino sui media generalisti. Quali i significati di questo grande “ritorno”?

Il gran ritorno della pubblicità sul vino

In questi ultimi mesi, in particolare, vi è una proliferazione di pagine pubblicitarie di aziende del vino sui media generalisti. Quali i significati di questo grande “ritorno”?

Fabio Piccoli
In pre-anteprima a Bardolino l’annata 2018 della DOC gardesana venerdi 14 dicembre

Il Chiaretto cavalca l’onda della pink revolution

In pre-anteprima a Bardolino l’annata 2018 della DOC gardesana

Celebrati i risultati ottenuti da Cantina di Soave e presentato il resoconto del Bilancio d’esercizio, attraverso la tradizionale Conferenza Stampa di fine anno
venerdi 14 dicembre

Cantina di Soave: traguardi, novità ed un bilancio che eleva il lavoro dei soci

Celebrati i risultati ottenuti da Cantina di Soave e presentato il resoconto del Bilancio d’esercizio, attraverso la tradizionale Conferenza Stampa di fine anno

Intervista ad Andrea Bianchi, CEO e co-fondatore dell’app Enosocial® 
giovedi 13 dicembre

Credere nel valore delle proprie idee: il successo del caso Enosocial®

Intervista ad Andrea Bianchi, CEO e co-fondatore dell’app Enosocial®

Troppo spesso l’operatività supera la progettualità con il rischio di sprecare risorse e non centrare il vero obiettivo. mercoledi 12 dicembre

Marketing e comunicazione: trova la tua strategia!

Troppo spesso l’operatività supera la progettualità con il rischio di sprecare risorse e non centrare il vero obiettivo.

Massimo Benedetti, Marketing and communication specialist
Dall'acino al bicchiere per la tracciabilità e trasparenza del processo produttivo mercoledi 12 dicembre

Wine Blockchain: quali i vantaggi per l’industria vitivinicola?

Dall'acino al bicchiere per la tracciabilità e trasparenza del processo produttivo

Agnese Ceschi
A spiegarcelo ci pensa “4 colori per vendere il vino”, il nuovo libro di Lavinia Furlani e Andrea Pozzan di WinePeople mercoledi 12 dicembre

Vendere il vino. Sì, ma a chi?

A spiegarcelo ci pensa “4 colori per vendere il vino”, il nuovo libro di Lavinia Furlani e Andrea Pozzan di WinePeople

Progetto Ponza, la novità della storica azienda vinicola dell'Agro Pontino, Casale del Giglio. mercoledi 12 dicembre

Casale del Giglio: storia di un'isola, di una famiglia ed un progetto inimitabile

Progetto Ponza, la novità della storica azienda vinicola dell'Agro Pontino, Casale del Giglio.

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro martedi 11 dicembre

L'azienda agricola Accordini Stefano premiata al Mondial des Vins extrêmes 2018

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild
martedi 11 dicembre

Vino italiano nel mondo: educare partendo dal principio

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild

Noemi Mengo
  Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona martedi 11 dicembre

Informazione pubblicitaria
AVVISO DI SOLLECITAZIONE OFFERTE

Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Giganti in un popolo di nani

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Andrea Pozzan
We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014 saturday 08 december

Italian wines in the world: Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro sabato 08 dicembre

Italian wines in the world: Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis
venerdi 07 dicembre

Il coraggio di puntare sull’identità del Collio

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis

Agnese Ceschi
L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino. venerdi 07 dicembre

Winebel debutta a wine2wine 2018

L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino.

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Si chiama trasparenza la svolta comunicativa dello Champagne

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Fabio Piccoli
Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani! giovedi 06 dicembre

Anna Spinato: focus sui Millenials

Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani!

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice 
giovedi 06 dicembre

Brasile: il mercato di chi ama le sfide

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice

Noemi Mengo
Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi? mercoledi 05 dicembre

Vinexpo New York: i 10 motivi per cui non mancare!

Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi?

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017 mercoledi 05 dicembre

Il restyling di Rigoloccio

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017

Il territorio veneto riconosciuto il 30 novembre dal comitato scientifico dalla FAO mercoledi 05 dicembre

Soave sito mondiale patrimonio dell’umanità per l’agricoltura

Il territorio veneto riconosciuto il 30 novembre dal comitato scientifico dalla FAO

La nuova avventura del famoso sommelier americano Jeff Porter celebra la cultura del nostro paese in America
mercoledi 05 dicembre

"Sip Trip": parte il viaggio on the road di Jeff Porter alla scoperta del vino italiano

La nuova avventura del famoso sommelier americano Jeff Porter celebra la cultura del nostro paese in America

Gestione della burocrazia e promozione, avvicinamento ai gusti europei ed esperienze degustative in prima persona mercoledi 05 dicembre

Le quattro chiavi per superare i limiti della Russia

Gestione della burocrazia e promozione, avvicinamento ai gusti europei ed esperienze degustative in prima persona

Agnese Ceschi
Intervista all’esperto Wai Xin Chang, Wine Communicator e Vinitaly International Italian Wine Expert
martedi 04 dicembre

Singapore: un mercato fertile e curioso

Intervista all’esperto Wai Xin Chang, Wine Communicator e Vinitaly International Italian Wine Expert

Noemi Mengo