Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

http://www.winemeridian.com/
lunedi 21 gennaio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Siddura WineNet CVA Canicatti https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/  http://acquesi.it/ wm Vyno Dienos Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca
giovedi 27 dicembre

Ma quanto è utile Cristiano Ronaldo al mondo del vino?

Quanto possono influire, nell’immagine complessiva del vino, gli acquisti di vini costosissimi da parte di personaggi famosi dello sport e dello spettacolo?


Ma quanto è utile Cristiano Ronaldo al mondo del vino?
Hanno fatto notizia in queste settimane gli acquisti “enologici” da parte di alcune star sportive e dello spettacolo. In particolare ha fatto il giro del mondo la notizia che il più noto calciatore al mondo, Cristiano Ronaldo, è riuscito a spendere quasi 30.000 euro in 15 minuti per acquistare due vini durante un veloce pranzo al Mayfair restaurant di Londra.
Per la cronaca la scelta di Ronaldo, accompagnato dalla compagna Georgina Rodriguez, è caduta su una bottiglia di Borgogna, il Richebourg Gran Cru che con i suoi quasi 20.000 euro è considerato uno dei vini più cari al mondo, e su una di Bordeaux, il mitico Pomerol di Petrus, annata 1982, per la più “modica” cifra di circa 10.000 euro.
I giornali, a partire dal famoso Sun, noto per i suoi scoop sul fronte del gossip, hanno enfatizzato come questo acquisto sia avvenuto in pochissimo tempo, meno di un quarto d’ora, e non seduti al tavolo del noto ristorante ma semplicemente nell’area bar.
Il che rende ancor più “sbalorditivo” l’acquisto di questi due prestigiosi vini.
Noi che non ci occupiamo di giornalismo scandalistico bensì di marketing del vino siamo rimasti incuriositi da questa notizia e abbiamo cercato di capire quale impatto può avere una news di questo tipo sull’immagine complessiva del vino.
Non conosciamo la competenza enologica di Ronaldo (mentre siamo perfettamente a conoscenza delle sue doti calcistiche) né tanto meno della sua fidanzata Georgina. Supponiamo, pertanto, che si tratti di una scelta fatta secondo quella che è considerata la parola chiave della cosiddetta nicchia dell’esclusività: l’ostentazione. In questa parola non vi è nessuna accezione moralistica, ma semplicemente una valutazione oggettiva, preziosa per definire strategie di marketing e comunicazione adeguata.
Agire all’interno della nicchia dell’esclusività, tanto più se siamo in quella più estrema, senza considerare il tema dell’ostentazione sarebbe ovviamente una follia.
Tradurre tutto questo nel mondo del vino significa essere consapevoli che anche in questo settore si possono costruire prodotti, brand di assoluta esclusività, prestigio, capaci di diventare “oggetti” da ostentare. E questa, a nostro parere, è una buona notizia e non avevamo certo bisogno del più volte “pallone d’oro” per esserne consapevoli.
Ma la scelta di Ronaldo al Mayfair, e la successiva ripresa da parte di molti giornali e magazine popolari, ci ha fatto capire che anche il vino sta diventando sempre di più un prodotto “interessante” per la comunicazione di massa.
Paradossalmente, infatti, ci troviamo di fronte ad un prodotto di estrema esclusività alle prese con la comunicazione più di massa e generalista in assoluto.
Potrebbe apparire una contraddizione ma non è così. Il punto è come si possa gestire e far convivere l’immagine esclusiva di alcuni brand del vino con la popolarità di massa che talvolta rischia di trascinare alcuni prodotti esclusivi nella banalità.
Riteniamo, infatti, che molti lettori del Sun non conoscessero minimamente le due etichette scelte da Ronaldo. Probabilmente sono stati attratti solo dal prezzo sostenuto e si saranno chiesti:”Tutti quei soldi per due vini?” e la risposta altrettanto probabile sarà stata “Ma è una follia!”.
Non si tratta di una cosa così banale, pensateci. Oggi, pur di fronte a prezzi elevatissimi, sono pochi che si “scandalizzano” per i prezzi di un vestito di haute couture di Armani, per una supercar come Ferrari o Lamborghini, per un brand di orologi di prestigio come Rolex.
Ma se passiamo al vino, quale è l’attuale percezione nei confronti dei brand più esclusivi? Si è coscienti che comunque valgono il prezzo che viene chiesto?
Manteniamo sospesa questa domanda anche se anticipiamo che dal nostro punto di vista c’è ancora molta strada da fare.
Chiudiamo questa nostra riflessione riportando una recente dichiarazione rilasciata da Victoria Beckham, ex Spice Girl, moglie del noto giocatore inglese, durante un’intervista alla collega la celebrity Eva Longoria:”Non berrei mai un vino sotto le 10 sterline (circa 11 euro)”.
Come possiamo considerare questa affermazione? Una semplice ostentazione o una autorevole dimostrazione del processo di premiumizzazione in atto nel mercato del vino?
La mitica ex Spice Girl si candida per diventare testimonial per qualche azienda del vino che vuole scendere in campo su questo fronte comunicativo.
Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Which one should I choose? Let's ask Nicola Dal Maso, owner of the Dal Maso winery monday 21 january

Durello Classic Method or Durello Charmat?

Which one should I choose? Let's ask Nicola Dal Maso, owner of the Dal Maso winery

Produzione sostenibile e territorio incontaminato sono gli ingredienti base dell’azienda piemontese che punta a sposare i mercati del mondo. Come? Grazie al rapporto con la cucina italiana all’estero
lunedi 21 gennaio

Oltre il Bio, la visione di Tenuta Montemagno che esalta i vitigni autoctoni

Produzione sostenibile e territorio incontaminato sono gli ingredienti base dell’azienda piemontese che punta a sposare i mercati del mondo. Come? Grazie al rapporto con la cucina italiana all’estero

Partecipa con noi a Vyno Dienos, la fiera più importante per il mercato dei paesi Baltici, il 3 e 4 maggio
lunedi 21 gennaio

Wine Meridian vola in Lituania, il mercato driver dei paesi Baltici

Partecipa con noi a Vyno Dienos, la fiera più importante per il mercato dei paesi Baltici, il 3 e 4 maggio

Presentato il 14 gennaio il primo master al mondo dedicato alla formazione di manager per i patrimoni agricoli dell’umanità venerdi 18 gennaio

Patrimonio dell’umanità: il Soave fa scuola

Presentato il 14 gennaio il primo master al mondo dedicato alla formazione di manager per i patrimoni agricoli dell’umanità

Quale scegliere? La parola a Nicola Dal Maso
venerdi 18 gennaio

Durello Metodo Classico o Durello Charmat?

Quale scegliere? La parola a Nicola Dal Maso

Il 30 gennaio la presentazione del primo progetto di rete per le piccole e medie imprese del vino italiano. Un progetto per condividere azioni di comunicazione, di commercializzazione in Italia e all’estero e di gestione comune di risorse umane

Wine Meridian presenta il progetto Rete di Impresa per le pmi del vino italiane

Il 30 gennaio la presentazione del primo progetto di rete per le piccole e medie imprese del vino italiano. Un progetto per condividere azioni di comunicazione, di commercializzazione in Italia e all’estero e di gestione comune di risorse umane

Fabio Piccoli
Ecco le nostre tappe internazionali previste per il 2019
venerdi 18 gennaio

Wine Meridian around the world

Ecco le nostre tappe internazionali previste per il 2019

Preparati a mettere in agenda i prossimi appuntamenti internazionali del progetto che promuove il biologico nel mondo giovedi 17 gennaio

Organic Value: il calendario del 2019 è pronto!

Preparati a mettere in agenda i prossimi appuntamenti internazionali del progetto che promuove il biologico nel mondo

Sono in tanti a chiedere da anni la riforma delle Anteprime delle nostre principali denominazioni ma poi non viene mai presentato un progetto concreto. Se questo è vero quali le ragioni di questa difficoltà a rinnovare un format che a noi appare da tempo obsoleto?

Ma quali nuove Anteprime?

Sono in tanti a chiedere da anni la riforma delle Anteprime delle nostre principali denominazioni ma poi non viene mai presentato un progetto concreto. Se questo è vero quali le ragioni di questa difficoltà a rinnovare un format che a noi appare da tempo obsoleto?

Fabio Piccoli
Il nuovo anno di Vinventions: tappi all’insegna dello sviluppo sostenibile dalla A alla Z
giovedi 17 gennaio

Quando la sostenibilità passa anche per il tappo

Il nuovo anno di Vinventions: tappi all’insegna dello sviluppo sostenibile dalla A alla Z

La testata americana premia la regione gardesana grazie al suo vino e al paesaggio e il Chiaretto di Bardolino è indicato come “uno dei migliori rosati d’Italia” giovedi 17 gennaio

Il Garda: unica area italiana tra le Top 10 destinazioni vinicole al mondo, secondo Wine Enthusiast

La testata americana premia la regione gardesana grazie al suo vino e al paesaggio e il Chiaretto di Bardolino è indicato come “uno dei migliori rosati d’Italia”

Imprenditrice del vino toscana, resterà in carica per il triennio 2019 - 2022 mercoledi 16 gennaio

Donatella Cinelli Colombini confermata Presidente Nazionale delle Donne Del Vino

Imprenditrice del vino toscana, resterà in carica per il triennio 2019 - 2022

Quando ascoltiamo la versione dell’azienda e la versione del manager e ci domandiamo chi dei due ha ragione...

Le due campane delle risorse umane

Quando ascoltiamo la versione dell’azienda e la versione del manager e ci domandiamo chi dei due ha ragione...

Andrea Pozzan
Scenari futuri e consigli degli esperti in un mercato in rapida e certa evoluzione come quello oltremanica martedi 15 gennaio

La grande B (come Brexit)

Scenari futuri e consigli degli esperti in un mercato in rapida e certa evoluzione come quello oltremanica

Agnese Ceschi
Focus su Slovacchia, Repubblica Ceca e Lettonia, mete ambite da molti esportatori, ma fonte di successo di pochi, ecco svelato il perché. lunedi 14 gennaio

Est Europa e Baltico: quali prospettive future?

Focus su Slovacchia, Repubblica Ceca e Lettonia, mete ambite da molti esportatori, ma fonte di successo di pochi, ecco svelato il perché.

Noemi Mengo
In aumento gli under 35 e le quote rosa che vogliono approfondire il mondo del vino venerdi 11 gennaio

AIS Veneto: più giovani e più donne tra i sommelier

In aumento gli under 35 e le quote rosa che vogliono approfondire il mondo del vino

Da alcuni anni ormai si parla di riformare le anteprime dei grandi vini italiani ma alla fine nulla cambia con il rischio sempre più evidente di trovarsi di fronte ad iniziative costose con un’efficacia sempre più limitata

Anteprime vini, una riforma che non si può più rimandare

Da alcuni anni ormai si parla di riformare le anteprime dei grandi vini italiani ma alla fine nulla cambia con il rischio sempre più evidente di trovarsi di fronte ad iniziative costose con un’efficacia sempre più limitata

Fabio Piccoli
La storica cantina sociale dei Castelli romani vuole andare oltre i preconcetti, per affermare la bontà e le potenzialità delle sue produzioni venerdi 11 gennaio

Gotto D’Oro: il Lazio che rivendica la qualità in Italia e all'estero

La storica cantina sociale dei Castelli romani vuole andare oltre i preconcetti, per affermare la bontà e le potenzialità delle sue produzioni

Nuova edizione ad aprile 2019: diventare export manager del vino

Campus Export Manager: entrare nel mondo del vino

Nuova edizione ad aprile 2019: diventare export manager del vino

Sarah Norell ci fa comprendere come la sostenibilità stia diventando un fattore sempre più di impatto nell’industria vinicola svedese.
giovedi 10 gennaio

Ekologiskt? Yes, please!

Sarah Norell ci fa comprendere come la sostenibilità stia diventando un fattore sempre più di impatto nell’industria vinicola svedese.

Agnese Ceschi
Responsabile Vendite Italia - Canale HORECA mercoledi 09 gennaio

Offerta di lavoro

Responsabile Vendite Italia - Canale HORECA



http://www.winemeridian.com/