Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
domenica 15 dicembre 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


http://www.colmello.it/ La Torraccia  www.cantinatollo.it Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ cantamessa vini www.prosecco.wine Vigna Belvedere

Mancano Export Manager nel mondo del vino: pensaci (e formati)

Le cose da sapere e da fare per lavorare nel mondo del vino come export manager


Mancano Export Manager nel mondo del vino: pensaci (e formati)
Il mercato del vino, lo diciamo da tempo e ci piace ribadirlo, è in crescita; all’estero in particolar modo.
Il mercato del vino, e anche qui repetita iuvant, è sempre più complesso, articolato ed esigente.
Chiede, chiede prodotti ma anche servizi, chiede qualità ma anche scelta, chiede professionalità e flessibilità, volumi e leggerezza.
È un mercato in evoluzione: maturo in alcuni paesi, agli albori in altri e in trasformazione in altri ancora: è frastagliato, ricco ma disomogeneo per gusti, richieste, normative, possibilità, cultura.
Risponde alla legge della relazione prima che a quella del business e la relazione si costruisce un gradino alla volta, con costanza, cura e dedizione.
Con lo studio, dei prodotti e delle logiche commerciali e culturali dei diversi paesi.
Ma anche prendendo aerei, partecipando alle fiere, incontrando persone, prenotando camere di albergo, concedendo spazio all’ascolto e restringendo quello della stanchezza.
È il lavoro dell’Export Manager e tu lo conosci bene probabilmente.
Forse non vendi vino, forse sei impiegato in un settore diverso, però sai bene di cosa stiamo parlando.

Quello che forse non sai, è che la crescita del comparto vitivinicolo ha fatto emergere una carenza di figure professionali preparate e all’altezza della sfida commerciale che investe il vino italiano destinato all’estero.
Te lo diciamo con altre parole: non vi è un numero sufficiente di professionisti capaci di far crescere in maniera corretta e adeguata le nostre imprese vitivinicole nei sempre più complessi mercati internazionali.
E questa, sarai d’accordo con noi, è un’opportunità meravigliosa per chi vuole lavorare in questo comparto.

Se sei sempre stato affascinato dalla possibilità di vendere il vino italiano all’estero questo è il momento giusto per dare concretezza al tuo desiderio.
Oggi il mondo vitivinicolo cerca nuovi export manager, capaci di analizzare un mercato e di elaborare strategie così come in grado di raccontare una storia e suscitare emozioni e alla fine di creare rapporti commerciali che funzionano.
Se stai pensando a un cambio di settore e il settore che ti piace è fatto di bottiglie di vino allora sappi che è il momento giusto per iniziare la svolta.

Iniziare sì, perché le aziende vitivinicole italiane cercano persone preparate nel loro ambito, in possesso di strumenti e conoscenze specifiche, in grado di portare un valore aggiunto.

Iniziare quindi significa formarsi e rendersi credibili di fronte a un passaggio che no, te lo diciamo subito, non è scontato ma è possibile.
Noi lo sappiamo bene perché lavoriamo al fianco di imprenditori del vino e vicino ai manager delle più importanti aziende vitivinicole italiane da anni: abbiamo imparato che la fiducia va guadagnata attraverso lo studio e la conoscenza peculiare di questo mondo e delle sue logiche articolate e mai scontate, ricche di sfumature, di regole e di eccezioni.

Quindi ora sai che il mondo del vino sta crescendo nei mercati internazionali, sai che sta cercando nuove professionalità, sai che potrebbe aver bisogno proprio di te e sai che ti vuole già preparato.
Quello che non sai è che noi di Wine People proponiamo un Campus specifico rivolto a Export Manager che non lavorano ancora nel mondo del vino ma vogliono farlo.

La nostra è un’offerta specifica, creata su misura delle tue aspettative ma nata sulla conoscenza di quello che funziona nelle aziende vitivinicole e nell’ambito della vendita del vino.
Siamo prima che formatori dei professionisti e degli esperti di questo settore e delle sue dinamiche commerciali: viviamo le fiere, conosciamo i principali interlocutori, viaggiamo in tutto il mondo, siamo presenti ai principali appuntamenti del vino.
Forti di tutto questo abbiamo messo a punto un percorso di 80 ore che inizierà a novembre 2018 e si chiuderà a ottobre 2019 con cadenze mensili che saranno facilmente gestibili anche se lavori.

È un corso che abbina teoria -necessaria a chi non conosce da vicino questo settore- e pratica -è il nostro marchio di fabbrica: ti diamo degli strumenti concreti e ti insegnamo a fare-.
Affrontiamo i temi in modo mirato partendo dal ruolo dell’Export Manager, anche nella sua declinazione di multibrand, per affrontare poi il sistema vitivinicolo italiano, i differenti mercati e le loro peculiarità, la costruzione di un’identità distintiva da comunicare all’estero, fino ad affrontare le misure comunitarie a favore dell’esportazione del vino e i tecnicismi più puntuali di questo ambito.

Ti porteremo dentro il mondo dell’export del vino usando il meglio di quello che la tecnologia digitale e multimediale può offrire in ambito di formazione. I contenuti del corso verranno via via integrati e arricchiti dai contributi dei singoli partecipanti e dal frutto dei laboratori esperienziali: il tutto utilizzando una piattaforma digitale condivisa che consentirà, al termine del Campus, di ricevere tutto il materiale prodotto durante il training.


Per info scrivi a risorseumane@winepeople-network.com

Per tutti gli ulteriori dettagli logistici, di costo e iscrizione clicca qui.
Le iscrizioni sono aperte in via promozionale entro il 30 agosto.

Roberta Zantedeschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Artigianalità, identità, ruralità ma anche monitoraggio di costi e margini, pianificazione strategica e sostenibilità economica. Il bilanciamento rappresenta la chiave di volta. sabato 14 dicembre 2019

Il successo? Un equilibrio tra pragmatismo e idealismo

Artigianalità, identità, ruralità ma anche monitoraggio di costi e margini, pianificazione strategica e sostenibilità economica. Il bilanciamento rappresenta la chiave di volta.

Emanuele Fiorio
Abbiamo degustato per voi il Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo sabato 14 dicembre 2019

Italian wines in the world: Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo

Abbiamo degustato per voi il Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo

I programmi formativi di successo sono quelli in grado di creare un network di contatti tra mercato, media, influencer e consumatori. venerdi 13 dicembre 2019

Il segreto di un percorso formativo qualificante sono i legami personali. Community significa maggior apprendimento e visibilità

I programmi formativi di successo sono quelli in grado di creare un network di contatti tra mercato, media, influencer e consumatori.

Emanuele Fiorio
I consumatori nel mondo sono sempre meno fossilizzati su un’unica bevanda alcolica. Dobbiamo considerare un fatto positivo la fine delle “ideologie” nel mercato del vino? venerdi 13 dicembre 2019

Sempre più “laico” il mercato del vino

I consumatori nel mondo sono sempre meno fossilizzati su un’unica bevanda alcolica. Dobbiamo considerare un fatto positivo la fine delle “ideologie” nel mercato del vino?

Fabio Piccoli
La viticoltura eroica, negli ultimi anni al centro di forte interesse, è ben rappresentata in Italia dalla Valle d’Aosta, territorio che nonostante le grandi fragilità, si è reso protagonista di questo fenomeno mondiale. giovedi 12 dicembre 2019

Valle d’Aosta: avanguardia di una viticoltura tra terra e cielo

La viticoltura eroica, negli ultimi anni al centro di forte interesse, è ben rappresentata in Italia dalla Valle d’Aosta, territorio che nonostante le grandi fragilità, si è reso protagonista di questo fenomeno mondiale.

Giovanna Romeo
Concretezza, praticità, aggiornamento, confronto costante con la realtà del  settore vinicolo: questa è la sintesi della proposta WinePeople Campus.  giovedi 12 dicembre 2019

WinePeople Campus, formazione a contatto con le esigenze aziendali: “insegniamo quello che facciamo e facciamo quello che insegniamo”

Concretezza, praticità, aggiornamento, confronto costante con la realtà del settore vinicolo: questa è la sintesi della proposta WinePeople Campus.

Emanuele Fiorio
Dal Gruppo Veronafiere nasce la nuova fiera Wine to Asia, programmata dal 9 all'11 novembre 2020, con l'obiettivo di diventare un riferimento permanente per il Far East, mercato che vale, solo per il comparto vino, 6,4 miliardi di euro di import. giovedi 12 dicembre 2019

Nasce la società Shenzen Baina International Exhibitions per operare sul mercato cinese e asiatico

Dal Gruppo Veronafiere nasce la nuova fiera Wine to Asia, programmata dal 9 all'11 novembre 2020, con l'obiettivo di diventare un riferimento permanente per il Far East, mercato che vale, solo per il comparto vino, 6,4 miliardi di euro di import.

La Master of Wine Annette Scarfe esplora questo competitivo mercato, hub commerciale nel sud est asiatico giovedi 12 dicembre 2019

Singapore: tra accise e premium wines

La Master of Wine Annette Scarfe esplora questo competitivo mercato, hub commerciale nel sud est asiatico

Agnese Ceschi
Roberto Salis, Direttore Commerciale di Cantina Santa Maria La Palma, ci racconta origini e aneddoti del vino da “record” Aragosta 
giovedi 12 dicembre 2019

Linea Aragosta, un’etichetta storica dal futuro scintillante

Roberto Salis, Direttore Commerciale di Cantina Santa Maria La Palma, ci racconta origini e aneddoti del vino da “record” Aragosta

Abbiamo degustato per voi mercoledi 11 dicembre 2019

Italian wines in the world: "Reius" Amarone della Valpolicella Classico di Casa Vinicola Sartori

Abbiamo degustato per voi "Reius" Amarone della Valpolicella Classico di Casa Vinicola Sartori

Con il progetto “lieviti e terroir”, realizzato in collaborazione con Startogen e con StarFinn, Tinazzi investe sui lieviti autoctoni per la produzione di Corvina e Primitivo 2019 e sposa la causa della ricerca innovativa e della salvaguardia del proprio patrimonio microbiologico. mercoledi 11 dicembre 2019

"Innovazione tradizionale": Tinazzi punta sui lieviti autoctoni nella vendemmia 2019

Con il progetto “lieviti e terroir”, realizzato in collaborazione con Startogen e con StarFinn, Tinazzi investe sui lieviti autoctoni per la produzione di Corvina e Primitivo 2019 e sposa la causa della ricerca innovativa e della salvaguardia del proprio patrimonio microbiologico.

Ha risposto a questa domanda Jonas H Röjerman, Master of Wine e Responsabile Qualità Prodotto per il monopolio svedese, durante un'interessante simulazione di un tender. mercoledi 11 dicembre 2019

Come faccio a vincere un tender in Svezia?

Ha risposto a questa domanda Jonas H Röjerman, Master of Wine e Responsabile Qualità Prodotto per il monopolio svedese, durante un'interessante simulazione di un tender.

Agnese Ceschi
Tramutare le sciagure in opportunità: andata e ritorno dall’Inferno martedi 10 dicembre 2019

Yannick Benjamin, l’Araba Fenice dell’Hospitality

Tramutare le sciagure in opportunità: andata e ritorno dall’Inferno

Emanuele Fiorio
Considerazioni e consigli preziosi sul mercato cinese martedi 10 dicembre 2019

Ombre cinesi

Considerazioni e consigli preziosi sul mercato cinese

Graziano Molon
Viaggio negli eventi internazionali, quali sono le reali probabilità di successo? martedi 10 dicembre 2019

Evento B2B: un contenitore perfetto

Viaggio negli eventi internazionali, quali sono le reali probabilità di successo?

Lavinia Furlani
We have tasted for you Tenuta Montemagno's Invictus tuesday 10 december 2019

Italian wines in the world: Tenuta Montemagno's Invictus

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Invictus

Un focus sulle strategie di costruzione del brand per misurare la propria forza sul mercato
martedi 10 dicembre 2019

Come si costruisce un brand?

Un focus sulle strategie di costruzione del brand per misurare la propria forza sul mercato

Noemi Mengo


WineMeridian