Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
giovedi 23 gennaio 2020 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


way to go https://www.accordinistefano.it/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ cantamessa vini www.prosecco.wine http://www.colmello.it/  www.cantinatollo.it pradellaluna.com Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri
martedi 03 dicembre 2019

Mercato FIVI: acquista per ricordare!

I motivi del successo del Mercato FIVI che si è svolto a Piacenza con la presenza di 626 vignaioli e 22.500 visitatori


Mercato FIVI: acquista per ricordare!
Anche quest’anno, il mercato dei vini della Fivi a Piacenza ha stabilito nuovi record: 626 vignaioli coinvolti, 22.500 visitatori, interesse e vendite in continua crescita, anno su anno. Un fenomeno importante per gli operatori, ma anche un preciso segnale del gradimento del pubblico per un evento unico, con una “ricetta” di successo che funziona e che ci propone valide indicazioni per comprendere le esigenze dei consumatori italiani ed interpretare le future dinamiche della vendita e del mercato. Per condurre l’analisi che desideriamo proporvi ci siamo avvalsi del contributo di Matilde Poggi, Presidente Fivi, abbiamo intervistato parecchi vignaioli ma, soprattutto, abbiamo osservato i comportamenti dei visitatori che sono un vero e proprio giacimento di indicazioni per individuare quello che succede oggi e le tendenze del futuro. 
Dalla nostra osservazione sono emersi tanti visitatori, tante famiglie, tanti carrelli della spesa pieni all’inverosimile, tanti che assaggiano, pochi che "sbevazzano", tanti giovani e tanti sulla cinquantina, attenzione ai brand più celebrati ed interesse per i marchi meno noti, attrazione per i vini bio ma nessuna preclusione per i vini convenzionali e nessuna focalizzazione regionale dell’interesse. Ma quello che ci ha davvero colpito è stato vedere tante coppie, munite di tradizionale carrello della spesa ed elenco dei produttori, che analizzano insieme come organizzare il percorso delle visite e gli acquisti dibattendosi fra il piacere di tornare a trovare produttori già conosciuti ed il desiderio d’incontrarne di nuovi capaci di offrire nuovi stimoli, nuove esperienze, nuovi sapori e nuove relazioni. 
Segnali chiari: pochi pregiudizi, tanta curiosità, gente di tutti i tipi perché il vino è una passione che si condivide, è relazione, conoscenza ma è anche qualcosa da portare a casa, da rivivere insieme. Insomma, una cosa è certa: il messaggio che questa non è una fiera, ma un Mercato è arrivato a tutti. 


Al Mercato Fivi di Piacenza, i consumatori incontrano e conoscono i produttori, ottengono informazioni dirette, assaggiano i vini e, soprattutto, li acquistano. A nostro avviso, è proprio l’acquisto l’elemento determinante che “chiude il cerchio”, rende concreto il rapporto e spiega il successo di questa iniziativa. Bello conoscere i vignaioli, perfette le dissertazioni su rese in vigna e processi di vinificazione, fantastico poter degustare centinaia di vini diversi ma presto la giornata finisce e dopo qualche settimana l’esperienza si allontana fino a perdersi tra i ricordi lontani. Con l’acquisto l’esperienza continua, il consumatore porta a casa la bottiglia, la condivide con amici, racconta le proprie emozioni, rivive l’incontro con il vignaiolo, racconta la sua esperienza agli amici, commenta il prezzo e, spesso, si prende qualche appunto per organizzare gli acquisti del prossimo anno. La sua esperienza di vita al Mercato Fivi di Piacenza si rinnova ad ogni bottiglia, il gusto ed i profumi ritornano a vivere e le figure dei produttori riemergono dai ricordi in un viaggio della mente che prosegue fino al Mercato dell’anno seguente e consente di ripercorrere l’Italia a tappe, da nord a sud, da est ad ovest, attraverso denominazioni, interpretazioni, terreni ed umanità con espressioni ed idee tanto diverse quanto coinvolgenti. Cambia il mondo: un tempo si diceva “bevi per dimenticare”, oggi potremmo coniare un ben più sano “acquista per ricordare”!

Certo, ci sono altri fattori che hanno contribuito al successo di questa manifestazione, come l’incredibile varietà di vini, territori ed interpretazioni, l’identificazione di una sede logisticamente privilegiata, raggiungibile in poco più di mezz’ora da Milano ed in grado di coinvolgere i numerosi consumatori delle province limitrofe, la scelta vincente di un periodo ideale per acquistare omaggi natalizi per amici e parenti oppure per gratificare la propria passione. Ma il fenomeno che riteniamo più interessante è quello legato alla vertiginosa crescita vendite che si concludono durante la mostra mercato. Un incremento sostanziale che non è solo il risultato dell’aumento del numero dei produttori e visitatori ma si spiega con una grande crescita delle vendite del singolo vignaiolo ed indica chiaramente una propensione crescente all’acquisto da parte dei visitatori che desiderano continuare a disporre dei vini che hanno gradito negli anni passati ma sono anche animati dal desiderio di fare nuove scoperte, a livello di relazione e gusto. 

In definitiva, qual è il messaggio che dobbiamo accogliere? Il consumatore cresce in preparazione e consapevolezza, vuole capire e conoscere vini e territori, vuole scoprire l’uomo che c’è dietro la bottiglia e ricerca occasioni d’incontro e relazione per trasformarle in acquisti e riacquisti. Meglio quando il produttore raggiunge il consumatore ma la visita in cantina rimane un’opportunità importante per coinvolgere i più curiosi. Ancora una volta, si conferma l’importanza crescente del canale di vendita diretta soprattutto quando non rappresenta un sistema per inibire i tradizionali canali di distribuzione ma uno strumento per trasferire conoscenza e dare valore, identità, riconoscibilità alla nostra straordinaria offerta enologica, a vantaggio dell’intera filiera.

Fabio Tavazzani

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
La formazione, specie quella professionale, deve stare al passo con i cambiamenti sociali e di mercato: la parola d’ordine per la Wine Education 2020 è “globalità”. 
giovedi 23 gennaio 2020

Wine education 2020: perché 18.206 cinesi e solo 1.127 italiani scelgono WSET?

La formazione, specie quella professionale, deve stare al passo con i cambiamenti sociali e di mercato: la parola d’ordine per la Wine Education 2020 è “globalità”.

Lituania, un mercato dinamico dove l’interesse per i vini italiani è sempre più grande.

Vyno Dienos a Vilnius in Lituania: uno dei principali appuntamenti dedicati al vino nell’est Europa

Lituania, un mercato dinamico dove l’interesse per i vini italiani è sempre più grande.

Cristian Fanzolato
Ecco cosa cercano i consumatori di alcolici statunitensi, le tendenze che guideranno le loro scelte giovedi 23 gennaio 2020

Cocktail trends in the U.S.? benessere, qualità, sostenibilità ed un tocco di stravaganza

Ecco cosa cercano i consumatori di alcolici statunitensi, le tendenze che guideranno le loro scelte

Emanuele Fiorio
2020 Tour to include San Francisco, Seattle, Denver, New York and Boston wednesday 22 january 2020

2020 Slow Wine Us Tour celebrates the 10th anniversary of its annual English language guide and a decade of success

2020 Tour to include San Francisco, Seattle, Denver, New York and Boston

La scelta del consumatore parte dall’etichetta: parola ad Anna Lonardi, manager dell’azienda veronese Grafical. mercoledi 22 gennaio 2020

Quando l’abito fa (davvero) il monaco…

La scelta del consumatore parte dall’etichetta: parola ad Anna Lonardi, manager dell’azienda veronese Grafical.

Versatile e moderno, il Prosecco continua la sua forte ascesa negli USA. Ampi margini per la DOCG, ancora poco conosciuta e valorizzata mercoledi 22 gennaio 2020

DOCG, la vera sfida del Prosecco negli USA

Versatile e moderno, il Prosecco continua la sua forte ascesa negli USA. Ampi margini per la DOCG, ancora poco conosciuta e valorizzata

Emanuele Fiorio
Il Canada non è un mercato unico, è un miscela di realtà. Partendo da questo dato di fatto, Gurvinder Bhatia fornisce consigli e strategie molto utili per fronteggiare questo mercato. mercoledi 22 gennaio 2020

I concetti chiave per affrontare il mercato canadese

Il Canada non è un mercato unico, è un miscela di realtà. Partendo da questo dato di fatto, Gurvinder Bhatia fornisce consigli e strategie molto utili per fronteggiare questo mercato.

Tre regole d’oro per costruire la partnership ideale martedi 21 gennaio 2020

Cosa abbiamo imparato osservando le trattative nelle fiere internazionali

Tre regole d’oro per costruire la partnership ideale

Lavinia Furlani
Ecco il calendario di eventi Unit Wine Tour: Azerbaijan, Taiwan, Thailandia, Kazakhstan, Vietnam e Corea. martedi 21 gennaio 2020

Mission Asia 2020

Ecco il calendario di eventi Unit Wine Tour: Azerbaijan, Taiwan, Thailandia, Kazakhstan, Vietnam e Corea.

Ultimi posti per il nuovo ciclo di formazione in partenza l'11 febbraio 2020

Campus Export Manager: diventa export manager del vino

Ultimi posti per il nuovo ciclo di formazione in partenza l'11 febbraio 2020

Dal 27 gennaio una settimana di eventi e focus economici con ospiti, tasting e incontri internazionali. lunedi 20 gennaio 2020

Anteprima Amarone: l'annata 2016 a battesimo l'1 e 2 febbraio a Verona

Dal 27 gennaio una settimana di eventi e focus economici con ospiti, tasting e incontri internazionali.

I dati previsionali di IWSR rivelano che il vino biologico continua a conquistare quote di mercato, entro il 2023 saranno consumate quasi un miliardo di bottiglie lunedi 20 gennaio 2020

Il futuro appare radioso per il vino biologico, +34% entro il 2023

I dati previsionali di IWSR rivelano che il vino biologico continua a conquistare quote di mercato, entro il 2023 saranno consumate quasi un miliardo di bottiglie

Emanuele Fiorio
Abbiamo degustato per voi la Dama Perduta di Bricco dei Roncotti sabato 18 gennaio 2020

Italian wines in the world: Dama Perduta di Bricco dei Roncotti

Abbiamo degustato per voi la Dama Perduta di Bricco dei Roncotti

Dall'1 al 2 aprile 2020 saremo a Toronto (Ontario) per un tour con b2b attraverso appuntamenti organizzati in partnership con Wonderfud
sabato 18 gennaio 2020

Cerchi un importatore a Toronto?

Dall'1 al 2 aprile 2020 saremo a Toronto (Ontario) per un tour con b2b attraverso appuntamenti organizzati in partnership con Wonderfud

Quando la necessità di espandere il proprio business all’estero è urgente e…condivisa!
sabato 18 gennaio 2020

Multi Brand Export Manager: la risposta per molte aziende del vino

Quando la necessità di espandere il proprio business all’estero è urgente e…condivisa!

“Beyond human”, oltre l’umano sembra sia la tendenza più rilevante per il prossimo futuro. Robot, intelligenza artificiale condizioneranno sempre di più le nostre esistenze. Ma quanto influirà tutto ciò nel mondo del vino? venerdi 17 gennaio 2020

Ma Alexa può essere utile al vino?

“Beyond human”, oltre l’umano sembra sia la tendenza più rilevante per il prossimo futuro. Robot, intelligenza artificiale condizioneranno sempre di più le nostre esistenze. Ma quanto influirà tutto ciò nel mondo del vino?

Fabio Piccoli


WineMeridian