Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
domenica 16 giugno 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://events.editricetemi.com/events/WorkshopFood&Beverage/registrazione.html?idpg=497 Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace
martedi 18 dicembre 2018

Mercato UK: previste turbolenze, allacciate le cinture

Spazio ai vini italiani, ma con qualche accortezza in più: la GDO ci verrà incontro solo se ci porremo con le dovute maniere, facendo un sensato benchmarking.


Mercato UK: previste turbolenze, allacciate le cinture
Un mercato che scotta quello del Regno Unito, una meta che, nonostante le difficoltà, dovremo essere bravi a non lasciarci scappare di mano, poiché le possibilità di crescita per l’Italia ci sono. Ad una condizione: che gli italiani siano capaci di adottare i dovuti modi, quali? Quelli in stile British, of course! 
A darci questo prezioso suggerimento è Lyenne Sherrif MW, che a wine2wine 2018 ha affrontato uno dei temi più caldi degli sviluppi sui mercati, ovvero gli ultimi aggiornamenti rispetto al mercato inglese e alla sua apertura ai vini italiani, nonostante lo scossone che la Brexit ha provocato sul nostro tranquillo volo di linea verso la sicurezza sulle tavole del Regno Unito.

Cosa si intende con le “dovute maniere”?
La GDO inglese, soprattutto quella più di nicchia, si sta sviluppando in maniera davvero rapida e sta dedicando una fetta importante della sua attenzione al mondo del vino. Diversi supermercati, negli ultimi anni, hanno introdotto al loro interno dei veri e propri wine corner e wine bar, dove i consumatori possono partecipare alle degustazioni e subito dopo passare dal reparto enologia e scegliere il vino appena provato. Si tratta una versione più analogica del DTC (Direct to Consumer), ma comunque un ottimo riflettore sul prodotto vino. Inoltre, la selezione di vini all’interno dei supermercati sta crescendo in qualità, in alcuni di essi, come le catene Waitrose e Wine Society, vengono venduti vini anche da 200 pounds, fattore questo che ribalta la concezione comune di “vino da supermercato”.

Come rientrare fra la selezione di vendita? L’accortezza da tenere in considerazione è semplice: guardare bene i competitor, osservarli, rispettarli e vedere fra quali di essi c’è posto sugli scaffali. Lasciamo a casa la presunzione e prendiamo esempio dagli Australiani, che nel mercato UK si differenziano per l’attenzione che hanno nel proporre i propri vini, dando un valore sulla base di ciò che già è presente negli store e non imponendosi e dando un prezzo sulla base dei propri personali criteri. Stiamo parlando degli inglesi, amano lo stile “british” e le maniere “polite”, perciò è questa la chiave per conquistare la GDO. L’irruenza servirà a ben poco.
Passiamo ai tecnicismi, stiamo infatti parlando, per dirlo in una parola sola, di benchmarking: letteralmente una metodologia basata sul confronto sistematico che permette alle aziende che lo applicano di compararsi con le migliori e soprattutto di apprendere da queste per migliorare.

Ma le importazioni godono ancora di buona salute?
Vediamo qualche dato e qualche previsione, per la quale ci riferiamo all’ultimo aggiornamento a novembre 2018 dell’indagine di IWSR Vinexpo dal 2012 al 2022.
Per quanto riguarda i vini fermi, sono previste alcune turbolenze, sembra infatti che fino al 2022 i consumi dovrebbero declinare, rossi e bianchi perderanno volume più rapidamente, mentre per i rosè la diminuzione del consumo dovrebbe essere lievemente più misurata. L’Italia è il terzo importatore del Paese, dopo Australia e Francia, e le previsioni dicono che il CAGR 2017-2022 si attesta al -4.3%.

Diverse invece le previsioni per le bollicine, che continueranno a crescere: in particolare dal volume di 2.6 milioni in casse da 9 litri registrato per il 2018 e accompagnato da un consumo di 14.7 litri per adulto si passerà nel 2022 ad un volume di 2.8 milioni in casse da 9 litri ed un consumo di 16.2 litri per adulto. La categoria di prezzo standard subirà una crescita interessante, con un calcolo CAGR 2017-2022 di +3.5%, con un volume in casse da 9 litri che passerà dai 10.6 milioni nel 2017 a 12.6 milioni nel 2022. 


Le possibilità non sono troppe, ma sono quelle giuste. La reputazione italiana è ancora altissima, ma non può più vivere di rendita. Sulla lista dei buoni propositi per l’anno nuovo, vi inseriamo già due voci: comunicazione strategica e benchmarking con le aziende più richieste dal mercato inglese, solo così secondo gli esperti si potrà atterrare senza più scossoni. 


Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Abbiamo degustato per voi il Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina sabato 15 giugno 2019

Italian wines in the world: Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina

Abbiamo degustato per voi il Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina

Il rosato in Italia, una moda o puro marketing? Ne discutono i produttori venerdi 14 giugno 2019

Torna Roséxpo il Salone Internazionale dei Vini Rosati

Il rosato in Italia, una moda o puro marketing? Ne discutono i produttori

Tenuta di Angoris, la degustazione di spumanti metodo classico: 8 etichette, tra italiane, francesi e spagnole. venerdi 14 giugno 2019

Un percorso attraverso il tempo e lo spazio degli spumanti metodo classico

Tenuta di Angoris, la degustazione di spumanti metodo classico: 8 etichette, tra italiane, francesi e spagnole.

Molte aziende del vino italiano sono alle prese con il passaggio di consegne tra la “vecchia” e la “nuova” generazione all’insegna di un cambiamento che per certi aspetti è più complesso rispetto al precedente. Il ruolo chiave della formazione della nuova classe dirigente del vino italiano venerdi 14 giugno 2019

Più che cambio è rivoluzione generazionale

Molte aziende del vino italiano sono alle prese con il passaggio di consegne tra la “vecchia” e la “nuova” generazione all’insegna di un cambiamento che per certi aspetti è più complesso rispetto al precedente. Il ruolo chiave della formazione della nuova classe dirigente del vino italiano

Fabio Piccoli
Una collezione di risultati che non può non essere raccontata 
venerdi 14 giugno 2019

Cantina di Soave, un 2019 da record

Una collezione di risultati che non può non essere raccontata

Abbiamo intervistato il master sommelier John Szabo su una delle categorie più affascinanti ed emergenti oggi venerdi 14 giugno 2019

Le potenzialità del "vulcano"

Abbiamo intervistato il master sommelier John Szabo su una delle categorie più affascinanti ed emergenti oggi

Agnese Ceschi
Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 
giovedi 13 giugno 2019

Hong Kong International Wine and Spirits Fair, unisciti a noi!

Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 

L'ondata di consumo di vini SOLA (sostenibile, biologico, a bassa gradazione alcolica e altri prodotti alternativi) è in aumento secondo l’ultimo rapporto Wine Intelligence giovedi 13 giugno 2019

SOLA: cosa ci dice il nuovo report di Wine Intelligence?

L'ondata di consumo di vini SOLA (sostenibile, biologico, a bassa gradazione alcolica e altri prodotti alternativi) è in aumento secondo l’ultimo rapporto Wine Intelligence

Agnese Ceschi
Analizziamo una recente tendenza di consumo che arriva da Oltreoceano mercoledi 12 giugno 2019

Il vino in lattina? È arrivato il suo momento...

Analizziamo una recente tendenza di consumo che arriva da Oltreoceano

Agnese Ceschi
Migliaia di persone, tra ospiti, appassionati e operatori del settore, hanno partecipato alle numerose iniziative in programma per il Conegliano Valdobbiadene Festival martedi 11 giugno 2019

Grande successo del Conegliano Valdobbiadene Festival per i 50 anni della Denominazione

Migliaia di persone, tra ospiti, appassionati e operatori del settore, hanno partecipato alle numerose iniziative in programma per il Conegliano Valdobbiadene Festival

Unico vino sardo premiato, primo vermentino di Gallura nella storia martedi 11 giugno 2019

Bèru di Siddùra conquista il Platino al Decanter World Wine Awards

Unico vino sardo premiato, primo vermentino di Gallura nella storia

Come è cambiato il ruolo dell'agente nel corso degli ultimi 20 anni? Perché nonostante questi cambiamenti è ancora fondamentale? martedi 11 giugno 2019

L'importanza degli agenti ieri e oggi

Come è cambiato il ruolo dell'agente nel corso degli ultimi 20 anni? Perché nonostante questi cambiamenti è ancora fondamentale?

Lorenzo Righi
I consumatori tedeschi si evolvono ed i loro acquisti si orientano su scelte diverse rispetto al passato. lunedi 10 giugno 2019

In Germania c’è poco spazio per la “brand awareness”, vincono qualità e regione d'origine

I consumatori tedeschi si evolvono ed i loro acquisti si orientano su scelte diverse rispetto al passato.

Noemi Mengo
Abbiamo degustato per voi Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo sabato 08 giugno 2019

Italian wines in the world: Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo

Abbiamo degustato per voi Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo

Vantaggi del digitale in campo, nuove strategie di difesa della vite e analisi del quadro normativo che regola l’utilizzo di rame: Image Line e Donne della Vite fanno il punto a Enovitis in Campo 2019 venerdi 07 giugno 2019

Viticoltura sostenibile: la gestione dei vigneti è sempre più smart

Vantaggi del digitale in campo, nuove strategie di difesa della vite e analisi del quadro normativo che regola l’utilizzo di rame: Image Line e Donne della Vite fanno il punto a Enovitis in Campo 2019

Oggi si discute molto sul ruolo dei cosiddetti influencer del vino ma nella realtà spesso sono molti meno di quelli che immaginiamo, ma è solo questione di tempo e di qualcos'altro…

venerdi 07 giugno 2019

Si fa presto a dire influencer

Oggi si discute molto sul ruolo dei cosiddetti influencer del vino ma nella realtà spesso sono molti meno di quelli che immaginiamo, ma è solo questione di tempo e di qualcos'altro…

Fabio Piccoli


sfondo_wm