Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
martedi 11 dicembre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

info@larchetipo.it http://www.tenutaviglione.com/ http://www.fattorialamagia.it/ https://www.accordinistefano.it/ https://www.rigoloccio.it/ http://www.cantinapedres.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ https://www.vinica.it/it/  http://acquesi.it/ https://www.borgolacaccia.it/ https://www.carusoeminini.it/ http://www.cantinadicustoza.it/ https://tenutadelpriore.it/linea-col-del-mondo/ http://www.tenutastellacollio.it/en/ https://www.tenutedigiulio.it/site/ http://www.tenutamontemagno.it/ http://giannitessari.wine/ Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet CVA Canicatti https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it

Mercato Usa, “now is the right time”

I consigli di importatori e distributori americani per avere successo nel mercato del vino statunitense che continua a rappresentare uno sbocco fondamentale per i vini di tutto il mondo, a partire da quelli italiani


Mercato Usa, “now is the right time”
È stato molto interessante il seminario introduttivo di Vinexpo New York che si è concentrato da un lato a come sfruttare al meglio un evento fieristico come questo e dall’altro a come definire una strategia adeguata di sviluppo sul mercato Usa.

Avevamo due scelte nel dare il titolo a questo articolo: è il tempo giusto per entrare nel mercato Usa o “go slow and go smart” (accetta di andare piano ma in maniera intelligente).

Abbiamo scelto il primo perché ci è sembrato il più ottimista ma partiamo dal secondo titolo quello che ci è stato ispirato da Brian D Rosen, ceo di BevStrat inc, ma una sorta di guru della distribuzione di bevande alcoliche nel mercato statunitense (presente in 22 Stati con circa 200 dipendenti). Non a caso viene considerato come il maggiore esperto americano del three-tier system (il sistema a tre livelli di distribuzione delle bevande alcoliche negli Usa), della distribuzione nell’off premise (distribuzione moderna) e delle strategie di marketing sulle bevande alcoliche.

Brian, in perfetto stile pragmatico americano, non ha usato mezze misure nel suo intervento ai purtroppo pochi produttori italiani presenti:”Il mercato del vino negli Usa forse non è mai stato così ricettivo come oggi ma guai a farsi illusioni sarà per voi una lotta sul campo, dovrete portare via il posto a qualcun altro e per riuscirci devi puntare su tre aspetti: prezzo, una storia credibile da raccontare e una chiara personalità qualitativa del prodotto”.

Ma Brian non si è fermato qui e ha aggiunto: "Non dovete preoccuparvi a creare new drinkers (nuovi consumatori), quelli ci sono già, dovete convincerli con le vostre storie, la vostre novità, le vostre peculiarità, ma soprattutto dovete accettare il concetto di partire piano (e in piccolo) monitorando in maniera intelligente la correttezza delle vostre strategie (tradotto dal suo efficace go slow, go small, go smart)”.

Dal nostro punto di vista molto importante il consiglio del ceo di BevStrat, soprattutto per le nostre piccole e medie imprese che spesso sono alla ricerca del “miracolo americano”, attraverso l’importatore che ti risolve tutto, costruisce il brand al posto tuo e soprattutto ti fa fare grandi numeri e grandi margini.
“È un’illusione pericolosa " hanno spiegato un po’ tutti gli intervenuti " e per questo è molto più efficace pianificare una strategia di almeno un triennio dove si è disponibili a partire anche con piccoli numeri e di verificare strada facendo la validità delle azioni realizzate”.

“Gli importatori " ha detto Brian Rosen a questo riguardo " sono ben felici se voi siete disponibili ad accompagnarli (anche fisicamente) nel processo di costruzione del vostro brand nel loro mercato. Per questa ragione meglio gestire bene 40-50 account piuttosto che averne 400-500 ma non essere in grado di seguirli in maniera adeguata”.

Anche il noto presidente di Bevology, Steve Raye, uno dei maggiori esperti di distribuzione del vino negli Usa, consulente di molte aziende e molto spesso in Italia, ha ricordato a tutti i presenti, qualora ce ne fosse ancora bisogno: ”Non aspettatevi che sia l’importatore a costruire il vostro brand negli Usa, lo dovete fare prima voi anche attraverso un piano di investimento economico chiaro. Che non significa investire un mare di soldi ma farlo in maniera mirata, in relazione a quale target si vuole intercettare”. “Ad esempio " ha proseguito Raye " anche sul fronte dell’advertising è probabilmente meglio investire nel trade media piuttosto che illudersi che una campagna social vi rende visibili e autorevoli a basso prezzo. Tutti ormai sanno che anche una “semplice” campagna adv facebook può diventare efficace se si fa un investimento economico importante”.

Altro elemento emerso durante il seminario, la crescita dei cosiddetti secondi e terzi mercati, cioè lo sviluppo del wine business negli Stati e città “minori” degli Usa. “Ma vanno conosciuti bene " hanno detto sia Steve che Brian " perché hanno target molto diversificati, ma potrebbero essere anche più ricettivi a novità che escono dal mainstream classico dei brand del vino più noti. L’audience è più ridotta normalmente ma questo non significa che sia meno interessata e questo può essere un gran vantaggio anche per quei produttori provenienti da territori meno noti. Vi sono poi cosiddetti Control State, come la Pennsylvania dove non è facile entrare (come negli altri mercati monopolistici), ma poi potrebbe essere più facile rimanerci in maniera efficace e remunerativa”.
Tutti comunque hanno manifestato ottimismo riguardo al possibile sviluppo futuro del mercato del vino negli Usa.
In particolare, Gabe Barkley, general manager di MKW ltd, una delle più note società nazionali di importazione e distribuzione di bevande alcoliche, ha sottolineato come “dalla crisi finanziaria del 2008 gli Usa hanno perso circa 15 milioni di casse di vino consumate che oggi, alla luce di una situazione economica decisamente migliorata è possibile andarle a recuperare”.

Ma per recuperare consumi sarà necessario un grande sforzo sia da parte delle aziende che dei sistemi Paese. Vinexpo New York ancora una volta dimostra come l’Italia faccia a fare sistema e la nostra frammentazione nelle manifestazioni internazionali continua a rappresentare un grave limite.
Le aspettative in questa due giorni di New York sono elevate e gli organizzatori hanno esortato gli espositori a non “limitarsi” a raccontare i propri prodotti ma a fare le domande giuste per capire bene i fabbisogni dei diversi interlocutori che incontreranno.


Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 was awarded with the gold medal at Mondial des Vins extrêmes 2018
tuesday 11 december

Azienda Agricola Accordini Stefano awarded at the Mondial des Vins Extrêmes wine competition

Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 was awarded with the gold medal at Mondial des Vins extrêmes 2018

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro martedi 11 dicembre

L'azienda agricola Accordini Stefano premiata al Mondial des Vins extrêmes 2018

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild
martedi 11 dicembre

Vino italiano nel mondo: educare partendo dal principio

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild

Noemi Mengo
  Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona martedi 11 dicembre

Informazione pubblicitaria
AVVISO DI SOLLECITAZIONE OFFERTE

Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Giganti in un popolo di nani

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Andrea Pozzan
We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014 saturday 08 december

Italian wines in the world: Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro sabato 08 dicembre

Italian wines in the world: Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis
venerdi 07 dicembre

Il coraggio di puntare sull’identità del Collio

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis

Agnese Ceschi
L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino. venerdi 07 dicembre

Winebel debutta a wine2wine 2018

L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino.

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Si chiama trasparenza la svolta comunicativa dello Champagne

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Fabio Piccoli
Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani! giovedi 06 dicembre

Anna Spinato: focus sui Millenials

Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani!

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice 
giovedi 06 dicembre

Brasile: il mercato di chi ama le sfide

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice

Noemi Mengo
Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi? mercoledi 05 dicembre

Vinexpo New York: i 10 motivi per cui non mancare!

Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi?

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017 mercoledi 05 dicembre

Il restyling di Rigoloccio

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017

Il territorio veneto riconosciuto il 30 novembre dal comitato scientifico dalla FAO mercoledi 05 dicembre

Soave sito mondiale patrimonio dell’umanità per l’agricoltura

Il territorio veneto riconosciuto il 30 novembre dal comitato scientifico dalla FAO

La nuova avventura del famoso sommelier americano Jeff Porter celebra la cultura del nostro paese in America
mercoledi 05 dicembre

"Sip Trip": parte il viaggio on the road di Jeff Porter alla scoperta del vino italiano

La nuova avventura del famoso sommelier americano Jeff Porter celebra la cultura del nostro paese in America

Gestione della burocrazia e promozione, avvicinamento ai gusti europei ed esperienze degustative in prima persona mercoledi 05 dicembre

Le quattro chiavi per superare i limiti della Russia

Gestione della burocrazia e promozione, avvicinamento ai gusti europei ed esperienze degustative in prima persona

Agnese Ceschi
Intervista all’esperto Wai Xin Chang, Wine Communicator e Vinitaly International Italian Wine Expert
martedi 04 dicembre

Singapore: un mercato fertile e curioso

Intervista all’esperto Wai Xin Chang, Wine Communicator e Vinitaly International Italian Wine Expert

Noemi Mengo
Quando anche i candidati devono partire da una autoconsapevolezza

Vorrei ma non posso: quando si chiede senza dare [abbastanza]

Quando anche i candidati devono partire da una autoconsapevolezza

Andrea Pozzan
We have tasted for you Coali Tenuta Savoia's I Simieri Rosso Verona Igt 2015 saturday 01 december

Italian wines in the world: Coali Tenuta Savoia's I Simieri Rosso Verona Igt 2015

We have tasted for you Coali Tenuta Savoia's I Simieri Rosso Verona Igt 2015

Abbiamo degustato per voi il I Simieri Rosso Verona Igt 2015 di Coali Tenuta Savoia
sabato 01 dicembre

Italian wines in the world: I Simieri Rosso Verona Igt 2015 di Coali Tenuta Savoia

Abbiamo degustato per voi il I Simieri Rosso Verona Igt 2015 di Coali Tenuta Savoia

Lo straordinario e istruttivo intervento di Margareth Henriquez, presidente e ceo di Krug, alla quinta edizione di Wine2Wine

La preziosa lezione di Madame Krug

Lo straordinario e istruttivo intervento di Margareth Henriquez, presidente e ceo di Krug, alla quinta edizione di Wine2Wine

Fabio Piccoli
Karen MacKenzie's wineries tour in Piemonte friday 30 november

Persistently Premier Piemonte

Karen MacKenzie's wineries tour in Piemonte

Karen MacKenzie
Partecipa al tour Simply Italian Great Wine a Fort Lauderdale e Città del Messico
venerdi 30 novembre

Partecipa con noi al tour Miami e Mexico febbraio 2019

Partecipa al tour Simply Italian Great Wine a Fort Lauderdale e Città del Messico

La rivoluzione Enosocial® e Clicknbuy™ è appena iniziata e non sembra fermarsi. Ecco i dettagli e un video di spiegazione dell’applicazione smartphone dedicata a produttori e wine lovers
giovedi 29 novembre

Degustare e acquistare in un battito di ciglia: è possibile?

La rivoluzione Enosocial® e Clicknbuy™ è appena iniziata e non sembra fermarsi. Ecco i dettagli e un video di spiegazione dell’applicazione smartphone dedicata a produttori e wine lovers