Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
mercoledi 26 giugno 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://events.editricetemi.com/events/WorkshopFood&Beverage/registrazione.html?idpg=497 Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy
martedi 08 gennaio 2019

Multi-Brand Export manager: per un export più accessibile

L’opportunità di affidarsi a un multi brand export manager per la vendita e la promozione delle proprie bottiglie riduce i costi, incrementa le vendite e amplia il raggio d’azione aziendale a nuovi mercati internazionali.


Multi-Brand Export manager: per un export più accessibile
Il Multi-brand Export Manager è la figura professionale che nel mercato del vino italiano corrisponde all’agente plurimandatario che segue diverse realtà aziendali e promuove la vendita dei loro prodotti contemporaneamente.
Le caratteristiche che legano queste professioni è che, in entrambi i casi, si tratta di liberi professionisti che lavorano su mandato per più realtà aziendali non concorrenti.
Il MBEM è imprenditore di se stesso e coltiva con accuratezza aree di mercato specifiche che gestisce pressoché in esclusiva. L’autonomia è la parola chiave che contraddistingue questa figura professionale e che gli permette di dedicarsi completamente alla propria mission: incrementare i volumi di vendita delle aziende che rappresenta sincronizzandole in un’atmosfera di completa sintonia.
Le differenze che intercorrono tra il MBEM e l’agente plurimandatario sono sostanziali, ovvero il multi-brand export manager svolge le tipiche funzioni di un export manager occupandosi dell’analisi di mercato che intende approfondire, ricerca e valuta i diversi partner importatori ed esportatori più affini ai suoi piani di vendita e di espansione ed individua le strategie di approccio più idonee e funzionali ad ogni mercato.

La domanda sorge spontanea: quali sono i parametri per la valutazione di un MBEM?
Lavorando per più cantine contemporaneamente è importante identificare il posizionamento che questa figura occupa, valutando il target dei prodotti che vende e i brand che rappresenta.
Dopo aver riscontrato un allineamento dal punto di vista dei prodotti e della tipologia d’azienda, è importante che il MBEM sia ambasciatore di una serie di prodotti enologici che seguano un target di qualità, prezzo e realtà aziendale affini. In questo modo può garantire un reciproco interesse nell’ottimizzazione dei contatti e nella proposta dei prodotti enologici al network di importatori, che il MBEM ha da tempo costruito nel tempo. Risulterebbe anti-economico per entrambe le parti che il multi brand export manager proponesse un carnet di prodotti diversi per prezzo e per qualità alla sua rete di contatti creando confusione e indebolendo la copertura dei mercati nei quali opera.

Quale tipologia di trattamento economico spetta al MBEM?
Tendenzialmente il trattamento economico del multi brand export manager varia rispetto ogni singola situazione.
Il MBEM richiede una quota fissa di base che utilizza per far fronte alle spese di viaggio e per la partecipazione alle fiere del settore enologico. Questa quota viene suddivisa proporzionalmente tra le aziende che questa figura rappresenta e, nel caso una cantina chieda una missione aziendale esclusiva, i costi affrontati saranno esclusivamente a carico di quest’ultima.
Essendo l’obiettivo del MBEM quello di massimizzare le vendite, ciò che richiede è una percentuale sugli incassi precedentemente concordata con l’azienda vinicola.

Noi di Wine People stiamo caldamente proponendo questa figura professionale a coloro che presentano esigenze di internazionalizzazione e di maggiore visibilità sia che si tratti di cantine di piccole/ medie dimensioni oppure a conduzione familiare.
L’opportunità di affidarsi a un multi brand export manager per la vendita e la promozione delle proprie bottiglie riduce i costi, incrementa le vendite e amplia il raggio d’azione aziendale a nuovi mercati internazionali.


Se sei una azienda e cerchi un export manager scrivici a risorseumane@winepeople-network.com
Se sei un export manager multi brand mettiti in contatto con noi scrivendo a risorseumane@winepeople-network.com








Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Crescita economica, socio-culturale e turistica alla base dell’aumento delle opportunità del nostro export vitivinicolo in Asia Centrale, a partire dai Paesi come il Kazakistan e l’Uzbekistan

Asia Centrale, area strategica per il futuro del vino italiano

Crescita economica, socio-culturale e turistica alla base dell’aumento delle opportunità del nostro export vitivinicolo in Asia Centrale, a partire dai Paesi come il Kazakistan e l’Uzbekistan

Fabio Piccoli
Quando nella fase di vendita non basta solo raccontare il prodotto e l’azienda.

Il personal branding: chi sei, cosa fai e perchè non puoi farne a meno

Quando nella fase di vendita non basta solo raccontare il prodotto e l’azienda.

Lavinia Furlani
We have tasted for you Cantina Santa Maria La Palma's Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015 tuesday 25 june 2019

Italian wines in the world: Cantina Santa Maria La Palma's Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015

We have tasted for you Cantina Santa Maria La Palma's Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015

Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 
martedi 25 giugno 2019

Partecipa all' Hong Kong International Wine and Spirits Fair!

Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 

Intervista ad Antonio Santarelli, alla guida di Casale Del Giglio martedi 25 giugno 2019

Casale del Giglio: gli autoctoni laziali e i mercati internazionali

Intervista ad Antonio Santarelli, alla guida di Casale Del Giglio

Giovanna Romeo
L’intervista allo chef pluristellato Bruno Barbieri in occasione della visita in Sicilia alle cantine Duca di Salaparuta di Casteldaccia lunedi 24 giugno 2019

Il vino non solo in abbinamento al piatto. Parola di Bruno Barbieri!

L’intervista allo chef pluristellato Bruno Barbieri in occasione della visita in Sicilia alle cantine Duca di Salaparuta di Casteldaccia

Lisa Sanfilippo
Novità e soluzioni di questa nuova tecnologia protagoniste a Conegliano Veneto il prossimo 4 luglio 
lunedi 24 giugno 2019

La Supply chain a servizio delle eccellenze alimentari

Novità e soluzioni di questa nuova tecnologia protagoniste a Conegliano Veneto il prossimo 4 luglio

Villa Quaranta Wine Hotel & SPA si aggiudica il prestigioso riconoscimento e concorrerà per il Global award lunedi 24 giugno 2019

Best of Wine Tourism 2020: premiata la ricettività della famiglia Tommasi

Villa Quaranta Wine Hotel & SPA si aggiudica il prestigioso riconoscimento e concorrerà per il Global award

Nonostante un decennio decisamente difficile, caratterizzato sia da crisi economiche che politiche, la Russia continua a rappresentare un mercato strategico per il vino italiano

lunedi 24 giugno 2019

La Russia continua ad amarci

Nonostante un decennio decisamente difficile, caratterizzato sia da crisi economiche che politiche, la Russia continua a rappresentare un mercato strategico per il vino italiano

Lavinia Furlani
Cosa sono i big data? Cosa significa oggi interpretare i dati provenienti dal mondo social? Quali opportunità e quali rischi comportano? lunedi 24 giugno 2019

Data has a better idea

Cosa sono i big data? Cosa significa oggi interpretare i dati provenienti dal mondo social? Quali opportunità e quali rischi comportano?

Agnese Ceschi
Abbiamo degustato per voi Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015 di Cantina Santa Maria La Palma sabato 22 giugno 2019

Italian wines in the world: Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015 di Cantina Santa Maria La Palma

Abbiamo degustato per voi Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015 di Cantina Santa Maria La Palma

Sono sempre di più i giovani che investono in formazione per lavorare nel mondo del vino, ma sono ancora poche le aziende che credono in loro
venerdi 21 giugno 2019

Italia del vino credi nei giovani

Sono sempre di più i giovani che investono in formazione per lavorare nel mondo del vino, ma sono ancora poche le aziende che credono in loro

Fabio Piccoli
Wine Meridian affianca le aziende del vino italiane sui mercati esteri venerdi 21 giugno 2019

Tour Internazionali: ecco il nostro calendario

Wine Meridian affianca le aziende del vino italiane sui mercati esteri

Il 27 settembre il nostro tour in partnership con Unexpected Italian proseguirà con una tappa a Seoul, Corea del Sud.
venerdi 21 giugno 2019

Viaggio alla scoperta dei mercati d'oriente: non perdetevi Seoul!

Il 27 settembre il nostro tour in partnership con Unexpected Italian proseguirà con una tappa a Seoul, Corea del Sud.

Addetto Visual Merchandising giovedi 20 giugno 2019

Offerta di lavoro

Addetto Visual Merchandising

Terzo focus sull’andamento della categoria sparkling sui mercati mondiali. Molto bene l’Asia, mentre Africa e Oceania viaggiano a giri di motore più bassi.
giovedi 20 giugno 2019

Asia, Africa e Oceania: termina qui il nostro viaggio fra le bollicine

Terzo focus sull’andamento della categoria sparkling sui mercati mondiali. Molto bene l’Asia, mentre Africa e Oceania viaggiano a giri di motore più bassi.

Noemi Mengo


sfondo_wm