Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

http://www.winemeridian.com/
venerdi 22 marzo 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ italian wine academy Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it
martedi 08 gennaio

Multi-Brand Export manager: per un export più accessibile

L’opportunità di affidarsi a un multi brand export manager per la vendita e la promozione delle proprie bottiglie riduce i costi, incrementa le vendite e amplia il raggio d’azione aziendale a nuovi mercati internazionali.


Multi-Brand Export manager: per un export più accessibile
Il Multi-brand Export Manager è la figura professionale che nel mercato del vino italiano corrisponde all’agente plurimandatario che segue diverse realtà aziendali e promuove la vendita dei loro prodotti contemporaneamente.
Le caratteristiche che legano queste professioni è che, in entrambi i casi, si tratta di liberi professionisti che lavorano su mandato per più realtà aziendali non concorrenti.
Il MBEM è imprenditore di se stesso e coltiva con accuratezza aree di mercato specifiche che gestisce pressoché in esclusiva. L’autonomia è la parola chiave che contraddistingue questa figura professionale e che gli permette di dedicarsi completamente alla propria mission: incrementare i volumi di vendita delle aziende che rappresenta sincronizzandole in un’atmosfera di completa sintonia.
Le differenze che intercorrono tra il MBEM e l’agente plurimandatario sono sostanziali, ovvero il multi-brand export manager svolge le tipiche funzioni di un export manager occupandosi dell’analisi di mercato che intende approfondire, ricerca e valuta i diversi partner importatori ed esportatori più affini ai suoi piani di vendita e di espansione ed individua le strategie di approccio più idonee e funzionali ad ogni mercato.

La domanda sorge spontanea: quali sono i parametri per la valutazione di un MBEM?
Lavorando per più cantine contemporaneamente è importante identificare il posizionamento che questa figura occupa, valutando il target dei prodotti che vende e i brand che rappresenta.
Dopo aver riscontrato un allineamento dal punto di vista dei prodotti e della tipologia d’azienda, è importante che il MBEM sia ambasciatore di una serie di prodotti enologici che seguano un target di qualità, prezzo e realtà aziendale affini. In questo modo può garantire un reciproco interesse nell’ottimizzazione dei contatti e nella proposta dei prodotti enologici al network di importatori, che il MBEM ha da tempo costruito nel tempo. Risulterebbe anti-economico per entrambe le parti che il multi brand export manager proponesse un carnet di prodotti diversi per prezzo e per qualità alla sua rete di contatti creando confusione e indebolendo la copertura dei mercati nei quali opera.

Quale tipologia di trattamento economico spetta al MBEM?
Tendenzialmente il trattamento economico del multi brand export manager varia rispetto ogni singola situazione.
Il MBEM richiede una quota fissa di base che utilizza per far fronte alle spese di viaggio e per la partecipazione alle fiere del settore enologico. Questa quota viene suddivisa proporzionalmente tra le aziende che questa figura rappresenta e, nel caso una cantina chieda una missione aziendale esclusiva, i costi affrontati saranno esclusivamente a carico di quest’ultima.
Essendo l’obiettivo del MBEM quello di massimizzare le vendite, ciò che richiede è una percentuale sugli incassi precedentemente concordata con l’azienda vinicola.

Noi di Wine People stiamo caldamente proponendo questa figura professionale a coloro che presentano esigenze di internazionalizzazione e di maggiore visibilità sia che si tratti di cantine di piccole/ medie dimensioni oppure a conduzione familiare.
L’opportunità di affidarsi a un multi brand export manager per la vendita e la promozione delle proprie bottiglie riduce i costi, incrementa le vendite e amplia il raggio d’azione aziendale a nuovi mercati internazionali.


Se sei una azienda e cerchi un export manager scrivici a risorseumane@winepeople-network.com
Se sei un export manager multi brand mettiti in contatto con noi scrivendo a risorseumane@winepeople-network.com








Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
In occasione di ProWein, svelato a Düsseldorf il concept dell’edizione 2019
venerdi 22 marzo

Milano Wine Week punta all'internazionalità

In occasione di ProWein, svelato a Düsseldorf il concept dell’edizione 2019

On March 10th, 2019, the Italian Wine Podcast celebrated its second anniversary since its first weekly episodes were launched on dedicated digital platforms. friday 22 march

Italian Wine Podcast: two years of “cin cin” with Italian wine people

On March 10th, 2019, the Italian Wine Podcast celebrated its second anniversary since its first weekly episodes were launched on dedicated digital platforms.

Climate change is a huge subject that touches everyone. Many of us cannot even conceive the dangers inflicted on our planet by climate change. Time is running out, we need to take charge now! friday 22 march

World's Leading Wine Experts Share Tried and Tested Solutions to Mitigate Climate Change

Climate change is a huge subject that touches everyone. Many of us cannot even conceive the dangers inflicted on our planet by climate change. Time is running out, we need to take charge now!

Michele Shah
Dall’indagine di Wine Intelligence emerge il ruolo delle donne nel consumo dei vini, sempre più vicino a quello dei maschi. Negli Usa preoccupante calo di consumatori abituali tra i più giovani

Donne e vino: più sensibili alla sostenibilità ma meno disposte a spendere

Dall’indagine di Wine Intelligence emerge il ruolo delle donne nel consumo dei vini, sempre più vicino a quello dei maschi. Negli Usa preoccupante calo di consumatori abituali tra i più giovani

Fabio Piccoli
Drink less, but drink better: il nuovo mantra del consumatore inglese giovedi 21 marzo

L'esplosione del biologico nel Regno Unito

Drink less, but drink better: il nuovo mantra del consumatore inglese

Agnese Ceschi
General Manager mercoledi 20 marzo

Offerta di Lavoro

General Manager

La manifestazione di Düsseldorf non solo rappresenta oggi la miglior “piazza” commerciale del vino nel mondo ma anche uno straordinario osservatorio per capire come si è evoluto e si sta evolvendo il settore vitivinicolo a livello mondiale

mercoledi 20 marzo

Prowein 2019, una fiera didattica

La manifestazione di Düsseldorf non solo rappresenta oggi la miglior “piazza” commerciale del vino nel mondo ma anche uno straordinario osservatorio per capire come si è evoluto e si sta evolvendo il settore vitivinicolo a livello mondiale

Fabio Piccoli
L’organizzazione aziendale ha spesso bisogno di un professionista esterno per valorizzare le proprie risorse mercoledi 20 marzo

La figura del Business Coach nel mondo del vino: Chi è? A cosa serve?

L’organizzazione aziendale ha spesso bisogno di un professionista esterno per valorizzare le proprie risorse

Massimo Benedetti, Marketing and communication specialist
Abbiamo girato per i padiglioni italiani alla ricerca delle impressioni dei produttori su questa edizione della nota kermesse tedesca martedi 19 marzo

ProWein 2019: buona la seconda (giornata)!

Abbiamo girato per i padiglioni italiani alla ricerca delle impressioni dei produttori su questa edizione della nota kermesse tedesca

Agnese Ceschi e Noemi Mengo
Report dalla prima giornata di ProWein. Dal Business Report della fiera di Düsseldorf grande crescita in attrattività del mercato cinese 
lunedi 18 marzo

ProWein 2019: deboli piogge, ma previste schiarite

Report dalla prima giornata di ProWein. Dal Business Report della fiera di Düsseldorf grande crescita in attrattività del mercato cinese

Noemi Mengo e Agnese Ceschi
L'intervista a Marius Berlemann, Global Head Wine & Spirits e direttore di ProWein domenica 17 marzo

ProWein here we go!

L'intervista a Marius Berlemann, Global Head Wine & Spirits e direttore di ProWein

Agnese Ceschi
Ci prepariamo all’edizione 2019 della kermesse più attesa in Europa 
sabato 16 marzo

ProWein: 3 punti chiave per fare il giusto ingresso in fiera

Ci prepariamo all’edizione 2019 della kermesse più attesa in Europa

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso saturday 16 march

Italian wines in the world: Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso

Abbiamo degustato per voi Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno sabato 16 marzo

Italian wines in the world: Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno

Abbiamo degustato per voi Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno

Sembrava stata cancellata dal vocabolario del vino e invece mai come oggi si continua a parlare di tipicità e di quel legame straordinario tra il vino e la sua origine. Ma perché?

venerdi 15 marzo

Il ritorno “silenzioso” ma prezioso della tipicità

Sembrava stata cancellata dal vocabolario del vino e invece mai come oggi si continua a parlare di tipicità e di quel legame straordinario tra il vino e la sua origine. Ma perché?

Fabio Piccoli
Ettore Nicoletto, dal 2008 Amministratore Delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, è il nuovo Presidente del Consorzio di Tutela del Lugana DOC, una delle denominazioni emergenti del panorama vitivinicolo nazionale. giovedi 14 marzo

Ettore Nicoletto, Amministratore Delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, è il nuovo Presidente del Consorzio di Tutela del Lugana DOC.

Ettore Nicoletto, dal 2008 Amministratore Delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, è il nuovo Presidente del Consorzio di Tutela del Lugana DOC, una delle denominazioni emergenti del panorama vitivinicolo nazionale.

Salvato dal fallimento uno dei marchi storici del Chianti, salvaguardato anche il futuro dei soci conferitori del soci di una delle più importanti cooperative giovedi 14 marzo

Tenute Piccini rilanciano il Geografico

Salvato dal fallimento uno dei marchi storici del Chianti, salvaguardato anche il futuro dei soci conferitori del soci di una delle più importanti cooperative

Fabio Piccoli


http://www.winemeridian.com/