Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
venerdi 18 ottobre 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


WINE2WINE La Torraccia Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ cantamessa vini www.prosecco.wine
giovedi 03 ottobre 2019

Neuromarketing: cosa c'è dietro ad una scelta di acquisto?

Le potenzialità del neuromarketing applicato al mondo del vino, per costruire strategie commerciali vincenti. I consumatori acquistano davvero in maniera razionale?


Se quarant’anni fa vi avessero detto che un giorno sarebbe stato possibile misurare emozioni, desideri e sentimenti per vendere più vino, ci avreste creduto?
Il mondo del vino si è evoluto così tanto in queste ultime decadi che se ci soffermiamo a pensare a quanto davvero tutto sia cambiato e quanto siamo cambiati noi, consumatori e produttori, possiamo quasi sentire un brivido dietro la schiena. Quanto ancora potrà evolvere?
Dì sicuro, il tema di cui trattiamo in questo articolo può dirci tanto sul nostro futuro e su quanto la scienza applicata alla vendita possa fare cose, prima, inimmaginabili.

Parliamo quindi di Neuromarketing, una branchia della neuroeconomia legata alle neuroscienze di cui ci ha parlato il
Prof. Vincenzo Russo, docente associato di Psicologia dei consumi e neuromarketing dello Iulm di Milano, durante Wine Manager Day, lo scorso lunedì 16 settembre.

Il neuromarketing, per chi già non ne fosse a conoscenza, è una disciplina relativamente giovane, diremmo “adolescente”. Il primo a darle una forma e una definizione fu Ale Smidts, professore di Marketing Research della Rotterdam School of Management, che nel 2002 inventò una fusione tra marketing tradizionale, neurologia e psicologia, che consentì di osservare i cambiamenti cerebrali durante l’esposizione di un soggetto con un determinato prodotto, brand, campagna pubblicitaria, individuando quelli che sono i meccanismi che guidano il comportamento di acquisto. Si è rilevato infatti che una grande percentuale delle nostre decisioni di acquisto siano mosse da una pura componente emozionale non conscia, fatta di ricordi, sensazioni, percezioni, donateci dai nostri cari, preistorici, 5 sensi.

Ma le potenzialità del neuromarketing calzano a pennello anche nel mondo del vino, un settore che sta trasformando la vendita in qualcosa di sempre più complesso, e vista la grande offerta disponibile, emergere rispetto alla concorrenza può diventare davvero difficile, specie se non si sa bene su quale target di consumatori puntare. Il neuromarketing viene incontro proprio a questo problema, misurando ciò che davvero piace ai consumatori, aiutando le aziende vinicole a migliorare o specializzare la propria offerta.

A proposito di consumatori, Vincenzo Russo, durante Wemday 2019, ci ha introdotto la materia dei propri studi con una frase particolarmente incisiva:
“consumers don’t think how they feel, they don’t say what they think, and they don’t do what they say.” Letteralmente, i consumatori non pensano a come si sentono, non dicono ciò che pensano e non fanno ciò che dicono. Può sembrare un pò drammatico ma è effettivamente così.

“Per anni abbiamo pensato che le decisioni di acquisto fossero mosse da una componente razionale (un concetto stabilito nel 1957 dal modello della razionalità limitata dello studioso Herbert A. Simon), ma non è cosi: il 64% dei consumatori compie le proprie scelte di acquisto di un prodotto sulla base di quanto esso attira l’attenzione, attraverso gli elementi superficiali, come prezzo, convenienza, visibilità, consiglio, etc.” ha sostenuto Russo.

Per concludere questo primo esame sulle potenzialità del neuromarketing, abbiamo deciso di soffermarci sulle vie decisionali che spingono il consumatore all’acquisto e sulle loro conseguenze.

Secondo uno studio del 1981 (ELM, Elaboration Likelihood Model Petty e Cacioppo) ci sono due possibili percorsi decisionali, guidati da motivazione e abilità cognitiva. Se motivazione e abilità cognitiva sono alte, e permettono quindi una raccolta di informazioni razionali, la scelta avverrà attraverso una maggiore componente razionale. Ma se motivazione e abilità cognitiva sono basse, prevarranno le sensazioni inconsce, che traggono le prime informazioni disponibili, ricordi dall’abitudine, semplificazioni, brand e loghi più suggestivi, implicando quindi una scelta non per percorso “centrale” (quindi razionale e convinto) ma “periferico” (inconscio), ovvero quello che guida la gran parte delle scelte di questo tipo (anche se ci piace pensare di avere sempre decisioni razionali su tutto).

Ma l’approfondimento non termina qui, ci sarebbe ancora molto da dire e prossimamente ci addentreremo più nel dettaglio all’interno di questo mondo che, ormai, non è più tanto “futuristico”, bensì alla portata dei più. 

Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
L’intervento del Direttore Fabio Piccoli ad un incontro dedicato al futuro dei giovani nel mondo del vino, promosso da Univerò, il Ferstival del Placement dell’Università degli Studi di Verona
venerdi 18 ottobre 2019

L’epoca delle contaminazioni

L’intervento del Direttore Fabio Piccoli ad un incontro dedicato al futuro dei giovani nel mondo del vino, promosso da Univerò, il Ferstival del Placement dell’Università degli Studi di Verona

Noemi Mengo
La salvaguardia del successo del Pinot Grigio passa anche attraverso una maggiore reputazione e diffusione sul mercato del nostro Paese venerdi 18 ottobre 2019

Ora il Pinot Grigio deve parlare anche italiano

La salvaguardia del successo del Pinot Grigio passa anche attraverso una maggiore reputazione e diffusione sul mercato del nostro Paese

Fabio Piccoli
Un quadro composito, ricco di sfumature, armonie e contrasti. Jancis Robinson racconta così a Modena Champagne Experience la lenta rivoluzione in atto. 
giovedi 17 ottobre 2019

Lo Champagne e i suoi trend: facciamo il punto

Un quadro composito, ricco di sfumature, armonie e contrasti. Jancis Robinson racconta così a Modena Champagne Experience la lenta rivoluzione in atto.

Giovanna Romeo
Oltre 100 professionisti del mondo del vino riuniti per il Wine Generation Forum (WGF) a Milano Wine Week giovedi 17 ottobre 2019

Milano Wine Week: nuove generazioni del vino italiano protagoniste al Wine Generation Forum

Oltre 100 professionisti del mondo del vino riuniti per il Wine Generation Forum (WGF) a Milano Wine Week

Secondo Wine Intelligence, ci sono 10 fattori d’impatto sullo scenario mondiale del settore vitivinicolo. Abbiamo selezionato per voi i nostri Top 5. 
giovedi 17 ottobre 2019

5 punti per osservare il mondo del vino che cambia

Secondo Wine Intelligence, ci sono 10 fattori d’impatto sullo scenario mondiale del settore vitivinicolo. Abbiamo selezionato per voi i nostri Top 5.

Noemi Mengo
Una guida dedicata agli enoturisti che vogliono mettere al centro della loro esperienza l’incontro diretto con il vino, i luoghi, e le persone che lo producono mercoledi 16 ottobre 2019

La meraviglia del vino, nasce la "Guida alle Cantine" Made in Piedmont

Una guida dedicata agli enoturisti che vogliono mettere al centro della loro esperienza l’incontro diretto con il vino, i luoghi, e le persone che lo producono

Il Consorzio di Tutela della DOC Prosecco sblocca la quota bio della riserva vendemmiale mercoledi 16 ottobre 2019

Cresce la domanda di Prosecco biologico

Il Consorzio di Tutela della DOC Prosecco sblocca la quota bio della riserva vendemmiale

Abbiamo degustato per voi il Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene DOCG Extra Dry dell'Azienda Agricola Tomasi
mercoledi 16 ottobre 2019

Italian wines in the world: Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene DOCG Extra Dry dell'Azienda Agricola Tomasi

Abbiamo degustato per voi il Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene DOCG Extra Dry dell'Azienda Agricola Tomasi

A circa dieci anni dalla crisi finanziaria che ha messo in ginocchio l’Unione Europea, IWSR ci aggiorna sul cambiamento delle abitudini di consumo del vino dei Paesi europei.  
mercoledi 16 ottobre 2019

10 anni dalla crisi: come è cambiata l’Europa del vino?

A circa dieci anni dalla crisi finanziaria che ha messo in ginocchio l’Unione Europea, IWSR ci aggiorna sul cambiamento delle abitudini di consumo del vino dei Paesi europei.

Noemi Mengo
Risorse Umane: chi decide la retribuzione corretta per un manager? martedi 15 ottobre 2019

Chi più spende più guadagna

Risorse Umane: chi decide la retribuzione corretta per un manager?

We have tasted for you Azienda Agricola Vigna Belvedere's Najma Prosecco Doc Extra Dry tuesday 15 october 2019

Italian wines in the world: Azienda Agricola Vigna Belvedere's Najma Prosecco Doc Extra Dry

We have tasted for you Azienda Agricola Vigna Belvedere's Najma Prosecco Doc Extra Dry

Giovanna Romeo
Viaggiare in Moldavia alla scoperta di piccole cantine e produttori che con cura e attitudine lavorano vitigni autoctoni, varietà caucasiche e internazionali perfettamente adattate al terroir locale. lunedi 14 ottobre 2019

Sognando di fare vino. Noroc!

Viaggiare in Moldavia alla scoperta di piccole cantine e produttori che con cura e attitudine lavorano vitigni autoctoni, varietà caucasiche e internazionali perfettamente adattate al terroir locale.

Giovanna Romeo
All'alba della sentenza WTO che autorizza gli USA ad applicare dazi per 7,5 miliardi di dollari sull'import UE, quali saranno le sorti del vino italiano ed europeo? lunedi 14 ottobre 2019

Il vino italiano sarà il meno colpito dai dazi USA

All'alba della sentenza WTO che autorizza gli USA ad applicare dazi per 7,5 miliardi di dollari sull'import UE, quali saranno le sorti del vino italiano ed europeo?

Agnese Ceschi
Abbiamo degustato per voi il Najma Prosecco Doc Extra Dry dell'Azienda Agricola Vigna Belvedere sabato 12 ottobre 2019

Italian wines in the world: Najma Prosecco Doc Extra Dry dell'Azienda Agricola Vigna Belvedere

Abbiamo degustato per voi il Najma Prosecco Doc Extra Dry dell'Azienda Agricola Vigna Belvedere

Giovanna Romeo
Le infinite possibilità del neuromarketing abbracciano i nostri 5 sensi, preziosi indicatori di cosa ci piace e di come scegliamo cosa acquistare. La vista, fra tutti, è quello da soddisfare per primo. sabato 12 ottobre 2019

Neuromarketing: anche l'occhio vuole la sua parte

Le infinite possibilità del neuromarketing abbracciano i nostri 5 sensi, preziosi indicatori di cosa ci piace e di come scegliamo cosa acquistare. La vista, fra tutti, è quello da soddisfare per primo.

Noemi Mengo
La terza edizione della Scuola degli Imprenditori

Campus Impresa: come gestire una azienda del vino?

La terza edizione della Scuola degli Imprenditori

Riflessioni finali sulle nostre recenti tappe in Corea del Sud e Vietnam, due mercati emergenti che per essere “sfruttati” devono essere affrontati con dei precisi requisiti
venerdi 11 ottobre 2019

Le sfide difficili dei mercati emergenti

Riflessioni finali sulle nostre recenti tappe in Corea del Sud e Vietnam, due mercati emergenti che per essere “sfruttati” devono essere affrontati con dei precisi requisiti

Fabio Piccoli


sfondo_wm