Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
venerdi 19 luglio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace
mercoledi 06 febbraio 2019

Norvegia: nonostante la flessione, l'Italia è ancora lassù

Le proiezioni tracciano una flessione nei consumi, da monitorare ma non ancora così preoccupante


Norvegia: nonostante la flessione, l'Italia è ancora lassù
La Norvegia è terra di grande fascino, di mare e terra che si mescolano nei lunghi fiordi che solcano il territorio freddo e a tratti impervio, ma capace di paesaggi unici. Paese del Nord Europa che ha sempre dimostrato grande interesse per i vini italiani, specialmente i rossi, questo mercato sembra sperimentare negli ultimi tempi un cambiamento dei trend di consumo. Come il resto del mondo, ci viene da pensare.
Il mercato norvegese è interessante e decisamente in salute e la predisposizione al consumo media è elevata, data anche da un mix di redditi alti e importante consumo medio di alcolici (quasi 844.000 ettolitri nel 2017 solo di vino importato). Questa situazione premia sicuramente i vini premium - secondo il report IWRS di Vinexpo - e la ricerca di un consumo più attento e curioso, che mira ad una premiumisation, soprattutto nel settore dell’on-trade.
Il 2017 è stato poi un anno di crescita (4% in euro e 5% in valuta locale), nonostante i volumi importati siano leggermente calati (-3%).
Pare secondo il recente report di Wine Intelligence che la cultura del vino stia decrescendo, infatti la Norvegia ha vissuto negli ultimi 4 anni la caduta più alta di consumo di vini fermi tra tutti i Paesi nordici. 
Nonostante ciò un dato ci rassicura: nell’ultimo anno, nonostante il calo in volumi, la frequenza complessiva di consumo di vino tra i norvegesi è rimasta stabile.
Per questo non sorprende che l’indagine di Wine Intelligence registri un aumento di coloro che percepiscono il vino come una bevanda costosa.
In linea con questa situazione generale i nuovi trend di consumo dipingono i norvegesi come un popolo di consumatori di vino meno avventurosi (a differenza ad esempio degli americani) con una percentuale di bevitori regolari predisposti a provare qualcosa di nuovo più bassa del passato.
A dispetto di ciò, comunque, quando i consumatori acquistano vino sembrano dare priorità al rapporto qualità-prezzo e cercano sempre la migliore qualità possibile con il budget a disposizione.

La buona notizia è però che in un mercato dominato dal Monopolio (Vinmonopolet), i vini del Vecchio Continente, in primis quelli italiani, la fanno da padroni sulla scena, anche se anche quelli del Nuovo Mondo, Cile e Australia fra tutti, stanno avendo crescenti performances.
L’Italia resta il leader nel mercato, sia dal punto di vista dei volumi, con 274mila ettolitri (-3%, il 32% del mercato) e 125 milioni di euro di valore (il 34%, rispetto al 35% del 2016).
Secondo IWSR il report di Vinexpo, la proiezione al 2022 non è purtroppo di crescita per i vini italiani, sia sul fronte dei fermi che sul fronte degli sparkling, anche se il Belpaese conserverà la posizione di leader di mercato rispetto ai vini francesi e spagnoli. Il calo più sensibile sarà nei vini fermi (da 2 a 1.6 milioni di casse) ed in particolar modo i vini rossi vedranno un declino maggiore rispetto ai bianchi ed ai rosè. Sul fronte degli sparking il calo non sarò significativo, anche se in contrasto con la crescita importante di questo settore nei prossimi 5 anni. Il Prosecco subirà un forte rallentamento, a favore di Cava e Champagne. 



La panoramica che ci dipingono gli ultimi report sembra all'apparenza scoraggiante, ma ciò che emerge da una visione complessiva è che, nonostante la flessione del mercato, l'avventura italiana in Norvegia restituisce ancora quell'emozione che si prova quando da un alto fiordo si guarda nel vuoto del mare del Nord. La vertigine, che nonostante la paura ti fa pensare che un tale paesaggio valga ancora la pena di essere ammirato, da lassù. 




Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
In queste settimane alcuni Consorzi si stanno muovendo per ridurre le produzioni con lo stop di nuovi impianti e, come per la Valpolicella, diminuire la percentuale di uve per l'Amarone. Ma è giusto che a pagare le eccedenze produttive e i bassi posizionamenti siano anche i produttori virtuosi? venerdi 19 luglio 2019

E se la miglior regola fosse la libertà e il controllo?

In queste settimane alcuni Consorzi si stanno muovendo per ridurre le produzioni con lo stop di nuovi impianti e, come per la Valpolicella, diminuire la percentuale di uve per l'Amarone. Ma è giusto che a pagare le eccedenze produttive e i bassi posizionamenti siano anche i produttori virtuosi?

Fabio Piccoli
Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino. giovedi 18 luglio 2019

L’Italia nominata miglior Paese mondiale per il vino dai wine lovers internazionali

Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino.

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere. giovedi 18 luglio 2019

Cina: dati Istat in contrasto con le dogane cinesi

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere.

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo giovedi 18 luglio 2019

Marchesi di Barolo: una storia dalle nobili origini e un grande futuro avanti a sé

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo

Noemi Mengo
L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume
giovedi 18 luglio 2019

La nuova meta delle bollicine italiane è il Canada

L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume

Noemi Mengo
Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto mercoledi 17 luglio 2019

Colline di Conegliano Valdobbiadene Unesco: ben oltre il fenomeno Prosecco

Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli. mercoledi 17 luglio 2019

Annunciati i vincitori del trentottesimo Premio Masi

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli.

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci mercoledi 17 luglio 2019

Italian wines in the world: Venere di Azienda Agricola Nenci

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero
mercoledi 17 luglio 2019

Vino italiano in Svizzera: bisogna osservare con gli occhi del consumatore

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero

Noemi Mengo
Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione. 
martedi 16 luglio 2019

Consorzio della Valpolicella: pubblicata dalla Regione Veneto la richiesta di blocco totale degli impianti

Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione.

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo martedi 16 luglio 2019

Simone Masè è il nuovo Direttore Generale del Gruppo Lunelli

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini
martedi 16 luglio 2019

Degustare il vino da un’altra prospettiva, la propria

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini

Noemi Mengo
We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca tuesday 16 july 2019

Italian wines in the world: Fattoria Varramista's Frasca

We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo martedi 16 luglio 2019

Simply Italian Great Wines, l’Italia del vino vola in Norvegia

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani
lunedi 15 luglio 2019

Il successo a stelle e strisce della Sicilia

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani

Agnese Ceschi
Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino. 
lunedi 15 luglio 2019

La ricetta di un brand di successo? Pochi (ma buoni) ingredienti, tra questi uno scopo

Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino.

Noemi Mengo


sfondo_wm