Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
giovedi 28 maggio 2020 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers



CVA Canicatti https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go www.unexpecteditalian.it Vigna Belvedere CIR http://www.grafical.it/it/  www.cantinatollo.it cantina settesoli mossi 1558 perdomini vidra.com Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza Masciarelli WineNet
mercoledi 20 maggio 2020

Nuovi scenari: Cardebat su globalizzazione, dazi, packaging e vino sfuso

Mutamenti dell'industria, globalizzazione e protezionismo, strategie anti-crisi, mercato del vino sfuso: la testimonianza dell’economista Cardebat.


Nuovi scenari: Cardebat su globalizzazione, dazi, packaging e vino sfuso
Jean-Marie Cardebat, professore di Economia all'Università di Bordeaux, dirige il centro di ricerca LAREFI, ed è professore affiliato alla INSEEC School of Business and Economics.
Il suo ultimo libro (in qualità di editore), "The Palgrave Handbook of Wine Industry Economics", ha ricevuto il premio 2019 come miglior libro in Economia dall'International Organisation of Vine and Wine (OIV).

Il commercio globale viene sempre più limitato da dazi e restrizioni all'import/export, parrebbe che
l’idea e la stessa prassi della globalizzazione siano in una fase di crisi storica.
Cardebat, intervistato da The Bulk Wine Club, conferma questa tesi, i segnali di un bisogno sempre maggiore di protezione sono presenti da molto tempo. Il vino è sempre stato una vittima delle guerre commerciali, è uno dei prodotti più tassati del pianeta per motivi di salute. È anche un prodotto simbolico per paesi come la Francia e l'Italia, il che significa che è un bersaglio perfetto quando i leader delle nazioni sono in conflitto.
La Cina in questa crisi globale ha un posto di massimo rilievo, la dipendenza dell’industria globale dalla produzione cinese ha aggravato ulteriormente le conseguenze dovute alla pandemia ed ha aumentato il bisogno di protezione: “ci muoveremo verso un commercio internazionale molto più regionalizzato” ha affermato Cardebat “e i produttori di vino europei sono tra i grandi perdenti. Il consumo locale di vino è in calo da decenni e solo le esportazioni ci hanno permesso di trovare una crescita, in particolare verso la Cina e gli Stati Uniti”.

Le modalità per contrastare la crisi e minimizzare i rischi commerciali dipendono dalle scelte strategiche elaborate e messe in pratica prima dell’emergenza Covid-19, secondo Cardebat: “chi ha costruito una comunità di consumatori, si è impegnato nella fidelizzazione dei clienti ed ha organizzato rapidamente la vendita diretta, vivrà questa crisi meglio di altri. Tuttavia, questa svolta strategica era necessaria anche prima della crisi Covid-19”.
Inoltre il bisogno dei consumatori di ritrovare la vicinanza ed il contatto e il timore - di cui parlavamo precedentemente - verso i processi difficilmente comprensibili e controllabili della globalizzazione porteranno i consumatori a rivolgersi sempre più verso proposte locali e autentiche. Di questo devono tenere conto tutti gli operatori del comparto.

Ci saranno cambiamenti ed evoluzioni anche per quanto riguarda il packaging e proprio la crisi che stiamo vivendo darà slancio allo sviluppo di contenitori più grandi e riutilizzabili e all'idea dell'acquisto all'ingrosso, più rispettoso dell'ambiente. Il vino sfuso sta aumentando il suo appeal lo dimostra la crescita anche in paesi simbolo della tradizione dell’imbottigliamento come la Francia.

Per questo Bordeaux, secondo Cardebat, deve porsi importanti obiettivi strategici attraverso una pianificazione collettiva del vino sfuso per strutturare un forte marchio di fascia media, creando un vero e proprio mercato finanziario: “se i prodotti sono relativamente omogenei nella qualità ed i volumi scambiati sono grandi, con molti operatori, allora le condizioni per il successo in questo mercato ci sono. Se Bordeaux non diventerà il referente mondiale di questo mercato, emergerà altrove e Bordeaux avrà perso una grande occasione”.
Emanuele Fiorio

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
La grande enocatena italiana arriva on line e completa la Wine Experience proposta con circa 1500 referenze, selezionate dagli esperti di Signorvino fra le aziende più rappresentative di ogni zona a vocazione vinicola. giovedi 28 maggio 2020

Signorvino apre il canale e-commerce

La grande enocatena italiana arriva on line e completa la Wine Experience proposta con circa 1500 referenze, selezionate dagli esperti di Signorvino fra le aziende più rappresentative di ogni zona a vocazione vinicola.

Le prime anticipazioni della ricerca “Enoturismo: I Consorzi del vino e il territorio”, commissionata dal Consorzio Tutela del Gavi all’Università Bocconi, che verrà presentata all’assegnazione del Premio Gavi giovedi 28 maggio 2020

I Consorzi di Tutela del vino protagonisti del nuovo enoturismo

Le prime anticipazioni della ricerca “Enoturismo: I Consorzi del vino e il territorio”, commissionata dal Consorzio Tutela del Gavi all’Università Bocconi, che verrà presentata all’assegnazione del Premio Gavi "La Buona Italia 2020".

Partecipa al formato innovativo di Speedtasting digital il prossimo 7 e 8 luglio per incontrare e fare assaggiare i tuoi vini ad almeno 10 importatori di più di 10 Paesi europei. giovedi 28 maggio 2020

SPEEDTASTING B2B DIGITAL: la nuova frontiera per intercettare importatori

Partecipa al formato innovativo di Speedtasting digital il prossimo 7 e 8 luglio per incontrare e fare assaggiare i tuoi vini ad almeno 10 importatori di più di 10 Paesi europei.

Il Covid-19 ha cambiato le scelte dei consumatori britannici e americani sia in termini di modalità di acquisto, ma anche di prodotto acquistato. giovedi 28 maggio 2020

Usa e Regno Unito: le abitudini di consumo tra nuovi e vecchi trend

Il Covid-19 ha cambiato le scelte dei consumatori britannici e americani sia in termini di modalità di acquisto, ma anche di prodotto acquistato.

Agnese Ceschi
Assoenologi ha organizzato una nuova diretta per parlare del difficile momento per l'industria del vino. giovedi 28 maggio 2020

Le risposte delle Istituzioni e l'analisi degli enologi del mondo

Assoenologi ha organizzato una nuova diretta per parlare del difficile momento per l'industria del vino.

Astrid Panizza
Due terzi degli italiani disposti a pagare 20% in più per garantirsi l’italianità del prodotto. Bandiera italiana e claim “100% italiano” fanno crescere le vendite. giovedi 28 maggio 2020

Voglia di Made in Italy: il packaging “tricolore” paga

Due terzi degli italiani disposti a pagare 20% in più per garantirsi l’italianità del prodotto. Bandiera italiana e claim “100% italiano” fanno crescere le vendite.

Emanuele Fiorio
L'indagine di Global Web Index traccia i profili di alcuni comportamenti ricorrenti del consumatori mondiali. Diventeranno questi i paradigmi del panorama della Nuova Normalità? giovedi 28 maggio 2020

Il ventaglio di alternative della Nuova Normalità

L'indagine di Global Web Index traccia i profili di alcuni comportamenti ricorrenti del consumatori mondiali. Diventeranno questi i paradigmi del panorama della Nuova Normalità?

Agnese Ceschi
Per la cantina altoatesina la vendita di vino nel commercio al dettaglio di generi alimentari raggiunge il 45% e si apre la Norvegia come nuovo mercato. mercoledi 27 maggio 2020

Cantina Bolzano: strategie anti-crisi

Per la cantina altoatesina la vendita di vino nel commercio al dettaglio di generi alimentari raggiunge il 45% e si apre la Norvegia come nuovo mercato.

Siamo alla ricerca di nuove idee, testimonianze di successo per raccontare un'Italia che non si ferma. mercoledi 27 maggio 2020

Wine Meridian recruiter di storie vincenti: aspettiamo te!

Siamo alla ricerca di nuove idee, testimonianze di successo per raccontare un'Italia che non si ferma.

Astrid Panizza
Per le aziende statunitensi è una fase cruciale, rimangono le vendite online e gli happy hour virtuali ma molti puntano sulle degustazioni all’aperto. mercoledi 27 maggio 2020

Usa: i produttori affrontano la riapertura

Per le aziende statunitensi è una fase cruciale, rimangono le vendite online e gli happy hour virtuali ma molti puntano sulle degustazioni all’aperto.

Emanuele Fiorio
Slancio positivo per gli spumanti italiani che si assicurano il 35% del mercato totale, il Prosecco sta diventando un “every day wine”, un’abitudine di consumo degli americani. mercoledi 27 maggio 2020

Usa: gli spumanti italiani non perdono un colpo

Slancio positivo per gli spumanti italiani che si assicurano il 35% del mercato totale, il Prosecco sta diventando un “every day wine”, un’abitudine di consumo degli americani.

Emanuele Fiorio
We have tasted for you Masot’s Colfondo igt Colli Trevigiani 2017 wednesday 27 may 2020

Italian wines in the world: Masot’s Colfondo igt Colli Trevigiani 2017

We have tasted for you Masot’s Colfondo igt Colli Trevigiani 2017

Ottimo periodo pre-pandemia, i principali fornitori europei di vini sfusi sono cresciuti a 2 cifre in volume, ma l’emergenza globale produrrà perdite sostanziali. mercoledi 27 maggio 2020

Export vini sfusi: la “Belle Èpoque” prima del Covid-19

Ottimo periodo pre-pandemia, i principali fornitori europei di vini sfusi sono cresciuti a 2 cifre in volume, ma l’emergenza globale produrrà perdite sostanziali.

Emanuele Fiorio
In attesa dello sblocco del canale Horeca negli Usa, aziende, distributori e importatori si confrontano per pianificare lo sviluppo dell’agroalimentare italiano nel post Covid-19
mercoledi 27 maggio 2020

Prepararsi al rilancio del vino italiano negli Usa

In attesa dello sblocco del canale Horeca negli Usa, aziende, distributori e importatori si confrontano per pianificare lo sviluppo dell’agroalimentare italiano nel post Covid-19

Astrid Panizza
Un sistema di finanziamento alternativo e innovativo che crea l’incontro tra produttori vitivinicoli italiani di qualità e wine lovers trasformando l’acquisto in un’esperienza con l’inedita possibilità di acquistare anche En Primeur. martedi 26 maggio 2020

Nasce CrowdWine: la prima piattaforma di crowdfunding dedicata al vino italiano

Un sistema di finanziamento alternativo e innovativo che crea l’incontro tra produttori vitivinicoli italiani di qualità e wine lovers trasformando l’acquisto in un’esperienza con l’inedita possibilità di acquistare anche En Primeur.