Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
martedi 26 settembre 2017 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Siddura winethics Vini Cina WineNet Bixio Farina http://www.principedicorleone.it/ mackenzie Iron3 Consorzio Soave InternationalWineTraders IWSC www.farinatransparency.com Tebaldi MIB valdoca pertinace vinojobs Cortemoschina wbwe IWSC registration

Nuovo trend: i lifestyle brands

Cos’è questo nuovo trend in crescente affermazione negli USA e in fase di decollo in UK, Australia e Nuova Zelanda?


Nuovo trend: i lifestyle brands

Most Wanted wines (fonte: http://mostwantedwines.co.uk/range/)


Molto popolari negli USA, in fase di decollo in Inghilterra, Australia e Nuova Zelanda: sono i lifestyle brands. Curiosando tra i media e gli operatori del settore stranieri abbiamo scoperto che viene dedicata una graduale attenzione ad uno dei nuovi trend di consumo del momento (che non riguarda solo il vino) soprattutto dei mercati nordamericano, nordeuropeo e oceanico (abbiamo accennato l’argomento parlando di Nuova Zelanda di recente).
Abbiamo pensato così di abbozzare un’analisi sul fenomeno che sembra essere in crescente ascesa. Questo concetto pare essere ancora molto lontano dal panorama italiano, in cui si inizia a parlare di tematiche correlate, come vini eco-sostenibili o vegani, ma dove ancora non si comprende quanto sia importante analizzare le aspettative e i gusti del consumatore. Dunque l’interesse dei produttori di lifestyle wines non è il punto di arrivo, ma il punto di partenza. Chi è il consumatore? Cosa ama bere?
Che cosa sono dunque questi famigerati lifestyle brands? Secondo il giornalista britannico Richard Siddle, in un interessante articolo uscito su Grapevine, i lifestyle brand sono "un modo astuto di descrivere un nuovo tipo di brand di vino che è indirizzato ad uno specifico gruppo demografico, sesso (maschio-femmina) o target di consumatore". Questa categoria si sta diffondendo sempre di più tra i retailer e i fornitori britannici dal momento che nei supermercati stanno cercando di organizzare gli scaffali in maniera meno confusionaria per il consumatore.
I brand lifestyle stanno sicuramente guadagnando più spazio sugli scaffali della GDO perché i retailers stanno cercando il modo più efficace di attrarre i gruppi chiave di consumatori.
I fornitori di vini "brandizzati", sia che siano grandi o piccoli, stanno investendo sempre di più in ricerche di mercato e in base a queste ricerche propongono i vini ai supermercati spiegando loro a quali vini o gusti corrispondono le diverse categorie di consumatori.
La questione pare essere dunque di tipo identitario ancora una volta: chi sono? Che vini produco e a chi mi rivolgo? Per comprendere a chi mi voglio rivolgere sicuramente un’indagine accurata di chi sono i consumatori in un determinato Paese è cruciale per il successo dell’azienda. 

Degli esempi interessanti di lifestyle brands sono "Apothic Red" dell’americano Gallo o "Most Wanted Wines" dell’inglese Off Piste Wines. Secondo Siddle queste aziende stanno andando molto forti in UK grazie alla costruzione di una buona relazione con i clienti attraverso attività social media con precisi target, eventi e contest. Dunque un’attenzione specifica al consumatore per riuscire ad interpretarne le esigenze e i gusti al fine di indirizzarlo nella scelta del vino.
Ad esempio uno dei brand più impattanti del 2015 è stato Echo Falls Fruit Fusion, realizzato per portare giovani consumatori, specialmente donne, nel mondo del vino per la prima volta con vini fruttati e profumati in alternativa ai cocktail fruttati e al sidro.
Man mano che i retailer e i fornitori diventano più sicuri di queste dinamiche che hanno un forte impatto sul consumatore, più pretendono dalle aziende vini lifestyle sempre più innovativi e coraggiosi fino a spingersi sui vini salutari e a basso contenuto alcolico. Un esempio estremo? I non-alcoholic wines come Barrels and Drums, che sta andando molto bene in Europa ed è rivolto alle donne in dolce attesa. 

Andando a vedere cosa accade dall’altra parte del mondo il recente caso Nuova Zelanda sta incuriosendo gli operatori del settore. La Nuova Zelanda è un paese produttore di vino che cerca di farsi largo nel mercato mondiale riservando particolare attenzione alle richieste dei consumatori. Questo Paese si è chiesto: cosa vorrebbe chi beve vino oggi, che ancora non trova? La risposta è stata "un prodotto buono e corposo, fatto con metodi tradizionali, ma con meno alcol e meno calorie".
E così il ministero per le Industrie primarie del Paese, insieme a NZ Winegrowers, l’associazione nazionale dei produttori di vino, e a 15 cantine private ha messo in piedi un progetto imponente per creare i Lifestyle wines. Nome ancora provvisorio per indicare una serie di vini profumati e buoni al palato, come i tradizionali, ma con meno contenuto di alcol. Ottenuti non chimicamente, ma attraverso un cambiamento di coltivazione, raccolta e vinificazione. Naturali, insomma.
Cosa sta accadendo invece in Italia? I produttori stanno considerando questi nuovi trend nell’approcciarsi a questi mercati? Approfondiremo questa tematica prossimamente, ma soprattutto siamo pronti a raccogliere le testimonianze di chi in questo settore si ritiene pioniere. 
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Il 3 e 4 ottobre a Milano i grandi della Ristorazione si confrontano sul tema della Ragionevolezza
martedi 26 settembre

Follow Artù, the content is King

Il 3 e 4 ottobre a Milano i grandi della Ristorazione si confrontano sul tema della Ragionevolezza

Sempre più necessario un approccio scientifico alla vigna, come dichiara il dg ed enologo di Cantina Valpolicella Negrar, Daniele Accordini lunedi 25 settembre

Dalla gestione dell'appassimento alla gestione del vigneto, il futuro della viticoltura di qualità in Valpolicella va in questa direzione

Sempre più necessario un approccio scientifico alla vigna, come dichiara il dg ed enologo di Cantina Valpolicella Negrar, Daniele Accordini

Intervista a Riccardo Tedeschi, uno dei proprietari della nota azienda della Valpolicella, tra prospettive su Amarone e Valpolicella  lunedi 25 settembre

Il coraggio di essere sempre sé stessi: Tedeschi, un’azienda autentica

Intervista a Riccardo Tedeschi, uno dei proprietari della nota azienda della Valpolicella, tra prospettive su Amarone e Valpolicella

Agnese Ceschi
Una guida con un taglio prêt-à-porter per raccontare alle persone i migliori vini di Verona con un linguaggio nuovo sabato 23 settembre

I 3 migliori sommelier del Veneto presentano la Guida dei Vini di Verona

Una guida con un taglio prêt-à-porter per raccontare alle persone i migliori vini di Verona con un linguaggio nuovo

Agnese Ceschi
Domenica 24 settembre tra le colline del Prosecco in sella a motociclette classiche o d’epoca, un gruppo di distinti signori sosterrà la ricerca contro il cancro alla prostata e il suicidio maschile sabato 23 settembre

Bellenda aderisce al charity event The Distinguished Gentleman's Ride

Domenica 24 settembre tra le colline del Prosecco in sella a motociclette classiche o d’epoca, un gruppo di distinti signori sosterrà la ricerca contro il cancro alla prostata e il suicidio maschile

Recentemente si è aperto nuovamente il dibattito sui punti di forza e di debolezza di una doc regionale come quella della Sicilia. Una storia che testimonia anche gli inevitabili rischi di certi compromessi

La doc Sicilia e i rischi dei compromessi

Recentemente si è aperto nuovamente il dibattito sui punti di forza e di debolezza di una doc regionale come quella della Sicilia. Una storia che testimonia anche gli inevitabili rischi di certi compromessi

Fabio Piccoli
L’attività di promozione della più nota casa spumantistica italiana testimonia cosa significa riuscire a coniugare in maniera mirabile un brand vitienologico ai valori più forti del nostro made in Italy

Comunicare il vino italiano nel mondo, lo straordinario esempio Ferrari

L’attività di promozione della più nota casa spumantistica italiana testimonia cosa significa riuscire a coniugare in maniera mirabile un brand vitienologico ai valori più forti del nostro made in Italy

Fabio Piccoli
La Giuria-stampa ha decretato la vincitrice assoluta dell’evento durante la Serata di Gala svoltasi domenica 17 settembre nella prestigiosa cantina in Franciacorta. mercoledi 20 settembre

Sparkling Menu Villa Franciacorta: vince Lara Pasquarelli del Ristorante Claudio di Bergeggi (Sv)

La Giuria-stampa ha decretato la vincitrice assoluta dell’evento durante la Serata di Gala svoltasi domenica 17 settembre nella prestigiosa cantina in Franciacorta.

Italia del Vino-Consorzio presenterà, a fine settembre, a Shangai ed a Pechino il meglio della produzione nazionale in due distinti momenti guidati dai migliori professionisti cinesi del mondo del vino mercoledi 20 settembre

Italia del Vino in Cina: a Shangai e a Pechino due grandi eventi per Italia del Vino-Consorzio

Italia del Vino-Consorzio presenterà, a fine settembre, a Shangai ed a Pechino il meglio della produzione nazionale in due distinti momenti guidati dai migliori professionisti cinesi del mondo del vino

Evento degustazione con banchi d’assaggio dei vini di Venezia sabato 23 settembre con protagonista il Raboso mercoledi 20 settembre

#FeelVenice: il (vin) moro di Venezia

Evento degustazione con banchi d’assaggio dei vini di Venezia sabato 23 settembre con protagonista il Raboso

Lunedì 9 ottobre il grande evento dedicato alla cucina delle Marche mercoledi 20 settembre

Meet in Cucina Marche: la prima edizione marchigiana dell'evento ehe ospita grandi cuochi e il meglio della ristorazione regionale

Lunedì 9 ottobre il grande evento dedicato alla cucina delle Marche

Quello del Soave è l’unico consorzio vitivinicolo italiano ad essere stato selezionato per la CATF, China International Agricultural Trade Fair, per testimoniare il percorso di ricerca in vista della candidatura al GIAHS-FAO. mercoledi 20 settembre

Il Soave vola a Pechino per raccontare il GIAHS-FAO

Quello del Soave è l’unico consorzio vitivinicolo italiano ad essere stato selezionato per la CATF, China International Agricultural Trade Fair, per testimoniare il percorso di ricerca in vista della candidatura al GIAHS-FAO.

Il gusto dei consumatori di Hong Kong stia evolvendo a velocità esponenziale verso stili di consumo sempre più globali mercoledi 20 settembre

Le 10 tendenze odierne nel mercato di Hong Kong

Il gusto dei consumatori di Hong Kong stia evolvendo a velocità esponenziale verso stili di consumo sempre più globali

Agnese Ceschi
Vinitaly International Academy (VIA) successfully launched its first ever Certification Course in Beijing, China. After a week of training followed by a final exam held on September 14th, VIA welcomed its 9 new Italian Wine Ambassadors (IWAs). wednesday 20 september

Vinitaly International Academy breaks through into the ‘Forbidden City’ proclaiming 9 new Italian Wine Ambassadors

Vinitaly International Academy (VIA) successfully launched its first ever Certification Course in Beijing, China. After a week of training followed by a final exam held on September 14th, VIA welcomed its 9 new Italian Wine Ambassadors (IWAs).



WineMeridian