Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
lunedi 25 giugno 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

valdoca pertinace wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3 Tebaldi
lunedi 12 ottobre

Per sfondare il rigido modello americano è necessario un grande lavoro di marciapiede

10 cose da sapere sul mercato americano emerse durante l'ultimo Focus USA


Per sfondare il rigido modello americano è necessario un grande lavoro di marciapiede
Uno dei tre mercati al mondo in maggiore crescita negli ultimi anni, gli Stati Uniti sono sicuramente l’obiettivo del momento per il business del vino, specialmente per quello italiano. Quali sono le informazioni da sapere assolutamente sugli USA? Le hanno scoperte i partecipanti del Focus USA, organizzato da Wine Meridian in collaborazione con Wine Monitor, l’Osservatorio di Nomisma sul mercato del vino. Denis Pantini ed Emanuele di Faustino di Wine Monitor assieme a Fabio Piccoli, direttore di Wine Meridian, ci hanno raccontato cosa si deve assolutamente sapere ed ecco il mercato Usa in 10 semplici punti:

1 Gli Usa sono il primo mercato per consumi e importazione al mondo con un valore di 4 miliardi di euro di importazione, seguito da Gran Bretagna, Canada, Germania e Cina (che ha registrato un +2.600% dal 2004 al 2014). Confrontando Cina e Usa, il mercato americano è sicuramente molto più facile da approcciare rispetto al Paese asiatico. 

2 Vini californiani a parte, l’Italia è il Paese straniero leader per l’importazione di vini in USA con una quota del 32%. Gli altri Paesi in cui l’Italia è leader sono Germania, Svizzera e Russia, mentre in altri come Cina (6° posto), Giappone (3° posto) e Uk (2° posto) è follower della Francia.

3 Il dato più recente del primo semestre 2015 fa vedere come gli Stati Uniti stiano ancora crescendo. Ma l’informazione che ci interessa in modo particolare è che l’Italia sta tenendo il passo della richiesta: se l’importazione totale sta crescendo del 21% in valore, l’Italia è allineata sul 21%. 

4 Il competitor principale per l’Italia è il vino locale. "Cosa si produce negli Usa? Attualmente ci sono circa 228.000 ettari vitati e il vitigno più coltivato è lo Chardonnay. L’85% della produzione è naturalmente in California. A differenza di quello che accade in Italia la produzione è fortemente concentrata in quest’area" ha detto Denis Pantini.

5 Gli aggettivi che caratterizzano il mercato americano sono maturo, curioso ed interessato ai vini internazionali. Mentre in Italia la crisi si fa ancora sentire, negli Usa dopo il crollo del 2009 si sono ripresi e per i prossimi 5 anni ci sarà un aumento della ripresa con tassi di disoccupazione sotto il 5%. Inoltre il rafforzamento del dollaro significa maggiore competitività dei nostri vini rispetto a quelli del sud del mondo. 

6 "Un’interessante indagine realizzata sui Millennials (tra i 20 e i 40 anni) americani racconta come questa generazione sostituirà in futuro i principali consumatori di oggi, i Baby Boomers tra i 50 e 60 anni (38% dei consumi). I Millennials svolgono un ruolo fondamentale nelle dinamiche dei consumi" ha descritto l’indagine Emanuele di Faustino.

7 Il sistema distributivo è fortemente regolamentato: è il 3-tier system. I tre anelli della catena sono gli importatori, i distributori (100 circa, ma il sistema è dominato da pochi) e i retailer (Gdo, liquor store e il canale horeca). In base a questo sistema teoricamente il produttore può vendere solo all’importatore, ma attualmente in 42 Stati si bypassa il sistema e il produttore può vendere direttamente al consumatore. "Il futuro del modello rigido americano non è facile da prevedere. Questo modello impone alle aziende di essere però più presenti sul mercato, nei contatti con importatori e distributori" ha detto Fabio Piccoli.

8 A fronte di una grande frammentazione dell’offerta, c’è segmentazione della domanda. Il consumatore americano ricerca diversità ed è tendenzialmente infedele. Ciò amplifica le possibilità, si stanno diffondendo sempre più importatori specializzati in modelli di consumo, Paesi di provenienza. 

9 "Le aziende dovrebbero fare uno sforzo in più alla ricerca di nuovi importatori, andarli ad incontrare, fare anche indagini personali… è necessario un grande lavoro di marciapiede. Esistono importatori specializzati anche per piccole realtà che ti dicono "we make business together". Non sono strutture grandi, per questo hanno esigenza di trovare aziende con forte identità, persone con grande carisma e capacità relazionale che renderà vincente il business" ha continuato Fabio Piccoli.

10 "Per andare ad intercettare opportunità in un mercato dinamico, vivace, importante come gli Stati Uniti ci vogliono modelli organizzativi diversi. Ciò significa mantenere la propria identità, ma riuscire ad investire in professionalità che possano viaggiare e soffermarsi un giorno in più. Il mordi e fuggi è un’operazione destinata a morire" ha concluso Fabio Piccoli.

 

Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Non lasciatevi spaventare dai consumi decrescenti degli scorsi anni, il mercato della Thailandia ritorna a vivere
lunedi 25 giugno

La grande ripresa del mercato Thailandese: spazio all’export italiano

Non lasciatevi spaventare dai consumi decrescenti degli scorsi anni, il mercato della Thailandia ritorna a vivere

Noemi Mengo
Il 10 luglio al Complesso Monumentale di Abbadia Isola Monteriggioni in Toscana, una giornata dedicata alle imprese vitivinicole lunedi 25 giugno

Management DiVino, un progetto per le imprese vitivinicole che vogliono eccellere

Il 10 luglio al Complesso Monumentale di Abbadia Isola Monteriggioni in Toscana, una giornata dedicata alle imprese vitivinicole

Vediamo la delicata ed ambigua questione sui Paesi in cui sono state già svolte azioni di promozione finanziate 
domenica 24 giugno

L’Italia rischia di vedere drasticamente diminuiti i fondi OCM?

Vediamo la delicata ed ambigua questione sui Paesi in cui sono state già svolte azioni di promozione finanziate

La campagna di promozione del vino italiano negli Usa, coordinata dall’Italian Trade Agency, attraverso le pagine pubblicitarie

Eleganza, passione e gusto, le tre parole per convincere gli americani a scegliere vino italiano

La campagna di promozione del vino italiano negli Usa, coordinata dall’Italian Trade Agency, attraverso le pagine pubblicitarie

Fabio Piccoli
Intervista a Marco Martini, CEO di Mondodelvino SpA, una delle realtà più interessanti ed innovative del panorama vitivinicolo italiano. 
venerdi 22 giugno

Mondo del Vino: una realtà, tanti territori

Intervista a Marco Martini, CEO di Mondodelvino SpA, una delle realtà più interessanti ed innovative del panorama vitivinicolo italiano.

Agnese Ceschi
Stipulato un accordo fra Tenute Piccini e Banca IFIS per una migliore gestione dei pagamenti per la consegna dell'uva e una facilitazione all'accesso del credito per le imprese agricole fornitrici coinvolte

giovedi 21 giugno

Tenute Piccini e Banca IFIS insieme per la crescita della filiera vitivinicola in Italia

Stipulato un accordo fra Tenute Piccini e Banca IFIS per una migliore gestione dei pagamenti per la consegna dell'uva e una facilitazione all'accesso del credito per le imprese agricole fornitrici coinvolte

Vini fermi accolti a braccia aperte dal mercato di Singapore, meno margine di crescita per gli sparkling, ma le previsioni per il 2021 vedono buono spazio di consolidamento per i brand italiani
giovedi 21 giugno

Il solido mercato di Singapore, vecchio amico con il quale sperimentare

Vini fermi accolti a braccia aperte dal mercato di Singapore, meno margine di crescita per gli sparkling, ma le previsioni per il 2021 vedono buono spazio di consolidamento per i brand italiani

Noemi Mengo
La presentazione dei nuovi Campus Vendita, Impresa ed Export Manager di Wine People mercoledi 20 giugno

Open Day Wine People Campus: il 12 ottobre presenteremo i nuovi corsi pensati per voi!

La presentazione dei nuovi Campus Vendita, Impresa ed Export Manager di Wine People

A version of Sicily inside Castelluccimiano’s glass 

wednesday 20 june

Catarratto and Perricone: mountain natives

A version of Sicily inside Castelluccimiano’s glass

Oltre venti espositori, tra aziende vitivinicole e produttori artigianali di specialità gastronomiche, si sono riuniti nel cuore del centro storico di Vicenza all'interno del Palazzo delle Opere Sociali in piazza Duomo in occasione di Garganica 2018 dal 9 all'11 giugno mercoledi 20 giugno

GARGANICA 2018: un evento per scoprire il Gambellara Doc

Oltre venti espositori, tra aziende vitivinicole e produttori artigianali di specialità gastronomiche, si sono riuniti nel cuore del centro storico di Vicenza all'interno del Palazzo delle Opere Sociali in piazza Duomo in occasione di Garganica 2018 dal 9 all'11 giugno

Una versione della Sicilia nel calice dell’azienda Castelluccimiano martedi 19 giugno

Catarratto e Perricone: gli indigeni di montagna

Una versione della Sicilia nel calice dell’azienda Castelluccimiano

Agnese Ceschi
I danni delle gravi grandinate che hanno coinvolto recentemente importanti territori produttivi della Francia sono stati comunicati in una maniera molto più chiara, dettagliata e trasparente rispetto alla modalità con cui questi eventi vengono raccontati nel nostro Paese

martedi 19 giugno

Danni da grandine, cosa ci insegna la Francia

I danni delle gravi grandinate che hanno coinvolto recentemente importanti territori produttivi della Francia sono stati comunicati in una maniera molto più chiara, dettagliata e trasparente rispetto alla modalità con cui questi eventi vengono raccontati nel nostro Paese

Fabio Piccoli
Interview with Pierangelo Tommasi, executive director of Tommasi Family Estates
monday 18 june

Tommasi: a history of family values and resourcefulness

Interview with Pierangelo Tommasi, executive director of Tommasi Family Estates

Il mercato cinese rappresenta una straordinaria opportunità anche per dimostrare finalmente la nostra capacità di coordinare attività di promozione, di selezionare i progetti con un criterio meritocratico e di monitorare con attenzione e trasparenza i risultati e l’efficacia delle iniziative

Il nostro pensiero sulla promozione del vino in Cina

Il mercato cinese rappresenta una straordinaria opportunità anche per dimostrare finalmente la nostra capacità di coordinare attività di promozione, di selezionare i progetti con un criterio meritocratico e di monitorare con attenzione e trasparenza i risultati e l’efficacia delle iniziative

Fabio Piccoli
Il Tai Rosso dei Colli Berici raccontato da Nicola Dal Maso venerdi 15 giugno

Focus sugli autoctoni: il Tai Rosso

Il Tai Rosso dei Colli Berici raccontato da Nicola Dal Maso

Medaglie importanti per i vini di Cantina di Soave al Decanter World Wine Awards 2018
venerdi 15 giugno

Best in show all’Amarone e Platino al Ripasso di Cantina Soave

Medaglie importanti per i vini di Cantina di Soave al Decanter World Wine Awards 2018

Negli Stati Uniti attualmente si consuma il 20% della produzione mondiale di vini rosé, dietro solo alla Francia. Sono la tipologia di vini dalla maggior crescita anche nel 2017 con un +59% rispetto all’anno precedente. La Francia con il 51% di quota di mercato è la leader seguita da Usa (37%) e Italia (5%). Ma quanto durerà questa evoluzione? giovedi 14 giugno

Non si arresta la crescita dei rosè negli Usa

Negli Stati Uniti attualmente si consuma il 20% della produzione mondiale di vini rosé, dietro solo alla Francia. Sono la tipologia di vini dalla maggior crescita anche nel 2017 con un +59% rispetto all’anno precedente. La Francia con il 51% di quota di mercato è la leader seguita da Usa (37%) e Italia (5%). Ma quanto durerà questa evoluzione?

Fabio Piccoli
Una panoramica sui fattori che rendono l’India un mercato potenziale giovedi 14 giugno

La nuova sfida futura in Asia passa dall’India

Una panoramica sui fattori che rendono l’India un mercato potenziale

Noemi Mengo