Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
giovedi 09 aprile 2020 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


mossi 1558 perdomini Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go Vigna Belvedere https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ www.prosecco.wine  www.cantinatollo.it pradellaluna.com cantina settesoli
martedi 24 marzo 2020

Perché la Cina non ci insegna mai nulla?

Anche l’emergenza del Coronavirus ha messo in evidenza come quasi tutto il resto del mondo guarda a questo Paese solo come un grande mercato e non come un esempio da cui imparare molte cose.


Perché la Cina non ci insegna mai nulla?
Riflettevamo in questi giorni di come la Cina non è riuscita ad esserci da esempio nemmeno nell’emergenza del Coronavirus. Eppure loro hanno iniziato a “convivere” con il Covid-19 già verso la fine di dicembre (con i primi contagiati tra gli addetti del mercato del pesce della città di Wuhan) e l’11 gennaio di quest’anno hanno denunciato la prima vittima.
Anche da loro, probabilmente già in troppo ritardo, sono iniziate tutte le azioni di “protezione” al fine di ridurre al massimo il numero di contagiati e il relativo impatto sulle strutture ospedaliere. Misure che in breve si sono di fatto trasformate nella chiusura totale di un Paese da 1,4 miliardi di persone.
Guardavamo le immagini alla televisione delle grandi megalopoli cinesi deserte. Anche collaboratori che vivevano in Cina ci inviavano immagini di centri commerciali vuoti, e che avevamo visto gremiti all’inverosimile nei nostri viaggi di lavoro del recente passato (che ora ci sembra così lontano).
Eravamo convinti che fosse un problema sostanzialmente cinese, legato al loro stile di vita, al loro livello igienico-sanitario, qualcuno magari ipotizzando anche teorie complottiste contro il colosso cinese.
Abbiamo fatto gli spettatori senza capire subito che dovevamo applicare immediatamente le restrizioni adottate in Cina.
Ma ancora una volta la Cina ci è apparsa lontana, troppo lontana. Come sempre d’altro canto.
Per quanto ci sforziamo gran parte del mondo fuori dalla Cina vede questo grande Paese come un enorme mercato da conquistare. Ma di fatto la stessa parte del mondo lo considera ancora un Paese “arretrato”, che non può insegnare nulla al resto del pianeta, se non la capacità produttiva.
E allora abbiamo sempre guardato la Cina solo attraverso i numeri del Pil e ci siamo distratti anche quando il virus ha fatto la sua comparsa.
Anche questa drammatica esperienza ci deve insegnare che la Cina è molto di più di un “semplice” mercato.
È’ un Paese avanzato, certo pieno di contraddizioni, ma che deve essere guardato anche come uno straordinario laboratorio che anticipa spesso sia le “problematiche” ma anche le “soluzioni”.
Quante volte abbiamo sentito dire che per fare business in Cina dobbiamo prima capire l’anima di questo Paese, la sua vera essenza, le sue autentiche peculiarità.
L’abbiamo detto, certo, ma alla fine ce ne siamo quasi sempre fregati. Abbiamo preferito evidenziare solo gli aspetti più di colore (cosa mangiano, sputano per terra, non si fermano mai, eccetera) ma raramente siamo andati in profondità.
Detengono gran parte del debito americano, abbiamo sentito dire un mare di volte. E’ vero, ma detengono anche molte più informazioni di quanto possiamo immaginare.
Adesso, però, è arrivato il tempo anche per guardare alla Cina con occhi diversi. Sentirla veramente più vicina. Non guardarla con la spocchia dell’europeo culturalmente evoluto o dell’arricchito americano ma quelli normali di chi è alla ricerca di un mondo normale e giusto, dove tutti vengono considerati alla pari.
Solo così, a nostro parere, la Cina potrà anche diventare un mercato molto più interessante e non solo, come spesso avviene, un luogo dove fare speculazioni in un verso o nell’altro.
Oggi la Cina, seppur lentamente sta ripartendo, cerchiamo allora di osservare bene cosa stanno facendo per tornare alla normalità.
Cerchiamo almeno di aprire gli occhi adesso.
Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Sarà presto tempo di ripartire, tempo di rinascita, un fase strategica che dovrà essere gestita al meglio. Preparatevi “indossando” il vostro “abito” migliore, quello più adatto a voi, chiedete la nostra consulenza su misura per voi.  giovedi 09 aprile 2020

“Wine Meridian Exclusive”, consulenza a misura d'azienda

Sarà presto tempo di ripartire, tempo di rinascita, un fase strategica che dovrà essere gestita al meglio. Preparatevi “indossando” il vostro “abito” migliore, quello più adatto a voi, chiedete la nostra consulenza su misura per voi. 

Cristian Fanzolato
Le scelte chiare e responsabili verso una maggiore sostenibilità a 360 gradi del gruppo Viventions. giovedi 09 aprile 2020

Quando il tappo diventa sostenibile

Le scelte chiare e responsabili verso una maggiore sostenibilità a 360 gradi del gruppo Viventions.

Agnese Ceschi
Le dichiarazioni del patron di Bottega Spa hanno suscitato polemiche ma servono come spunto di riflessione per comprendere come alleviare la crisi, grazie a supporto e cooperazione. giovedi 09 aprile 2020

Sandro Bottega al Governo cinese: ridurre dazi, semplificare procedure, implementare accordi

Le dichiarazioni del patron di Bottega Spa hanno suscitato polemiche ma servono come spunto di riflessione per comprendere come alleviare la crisi, grazie a supporto e cooperazione.

Emanuele Fiorio
Abbiamo visto su Netflix il film “Il Sommelier”, dove il mondo del vino viene visto dagli occhi dell’America di colore, con tanti luoghi comuni ma anche qualche spunto interessante di riflessione giovedi 09 aprile 2020

Quando il vino si fa black

Abbiamo visto su Netflix il film “Il Sommelier”, dove il mondo del vino viene visto dagli occhi dell’America di colore, con tanti luoghi comuni ma anche qualche spunto interessante di riflessione

Fabio Piccoli
Numeri da capogiro per l’e-commerce, impennata di nuovi consumatori online. In Italia crescita a 3 cifre. giovedi 09 aprile 2020

Pandemia, vendite online alle stelle

Numeri da capogiro per l’e-commerce, impennata di nuovi consumatori online. In Italia crescita a 3 cifre.

Emanuele Fiorio
A marzo 2020 i numeri di certificazioni e imbottigliamenti del Pinot grigio delle Venezie si attestano su valori in linea con le previsioni stagionali. Le incognite arriveranno il prossimo trimestre, ma il Consorzio vigila sul mercato a tutela del valore della filiera. Bene le misure governative per il supporto finanziario alle imprese. mercoledi 08 aprile 2020

Tiene la doc Pinot Grigio delle Venezie, ma i prossimi mesi restano un'incognita

A marzo 2020 i numeri di certificazioni e imbottigliamenti del Pinot grigio delle Venezie si attestano su valori in linea con le previsioni stagionali. Le incognite arriveranno il prossimo trimestre, ma il Consorzio vigila sul mercato a tutela del valore della filiera. Bene le misure governative per il supporto finanziario alle imprese.

Tradizione, storicità, autenticità ed un’attenzione particolare per prodotti unici, frutto di ricerche su vitigni dimenticati. mercoledi 08 aprile 2020

Vino & Design: alla ricerca dell’esclusività

Tradizione, storicità, autenticità ed un’attenzione particolare per prodotti unici, frutto di ricerche su vitigni dimenticati.

Emanuele Fiorio
We have tasted for you Col Vetoraz's Valdobbiadene DOCG Brut wednesday 08 april 2020

Italian wines in the world: Col Vetoraz's Valdobbiadene DOCG Brut

We have tasted for you Col Vetoraz's Valdobbiadene DOCG Brut

I consumatori richiedono sempre di più un ritorno a ciò che è naturale e alla trasparenza nell’indicare cosa c’è nella bottiglia. mercoledi 08 aprile 2020

Vini naturali: un fenomeno destinato a resistere anche nel futuro?

I consumatori richiedono sempre di più un ritorno a ciò che è naturale e alla trasparenza nell’indicare cosa c’è nella bottiglia.

Agnese Ceschi
Ne abbiamo parlato con Filippo Galanti, Co-Founder & Business Development Manager di Divinea, portale “made in Italy” di enoturismo e partner tecnologico per circa 200 cantine. “La risorsa è lo Smart Tasting”. mercoledi 08 aprile 2020

Enoturismo e Smart Tasting. Potrà il digitale contenere gli effetti pandemia?

Ne abbiamo parlato con Filippo Galanti, Co-Founder & Business Development Manager di Divinea, portale “made in Italy” di enoturismo e partner tecnologico per circa 200 cantine. “La risorsa è lo Smart Tasting”.

Giovanna Romeo
Prospettive, canali, turismo, dati e strumenti: ecco come e perchè prepararsi sin d’ora al post coronavirus. mercoledi 08 aprile 2020

Cosa fare adesso? Ripartire dalla Cina

Prospettive, canali, turismo, dati e strumenti: ecco come e perchè prepararsi sin d’ora al post coronavirus.

Emanuele Fiorio
L’Associazione chiede al Ministro di far parte dei tavoli di consultazione per collaborare attivamente alla ripresa economica del Paese. martedi 07 aprile 2020

Crisi coronavirus: Vinarius scrive al Ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli

L’Associazione chiede al Ministro di far parte dei tavoli di consultazione per collaborare attivamente alla ripresa economica del Paese.

A scriverlo in una lettera ai soci, presidente e direttore di Cantina Valpolicella Negrar, che fa un'azione solidale verso l'ospedale del territorio martedi 07 aprile 2020

Sostenibilità patrimoniale, diversificazione canali e mercati e un'agenda visionaria: punti di forza contro la crisi

A scriverlo in una lettera ai soci, presidente e direttore di Cantina Valpolicella Negrar, che fa un'azione solidale verso l'ospedale del territorio

La filosofia della famiglia Abbona, proprietaria della nota azienda piemontese Marchesi di Barolo, spiegata da Valentina Abbona, export manager dell’azienda, tra le migliori espressioni della nuova generazione del vino italiano. martedi 07 aprile 2020

Think locally, act globally

La filosofia della famiglia Abbona, proprietaria della nota azienda piemontese Marchesi di Barolo, spiegata da Valentina Abbona, export manager dell’azienda, tra le migliori espressioni della nuova generazione del vino italiano.

Agnese Ceschi
Selezione e ricerca costanti, identità e radicamento territoriale, aroma, eleganza e sapidità, uve raccolte a mano per produrre esclusivamente Valdobbiadene e Cartizze DOCG. Col Vetoraz è il fedele ritratto di un territorio ineguagliabile. martedi 07 aprile 2020

Col Vetoraz: in ogni calice, tutta la perfezione di un territorio

Selezione e ricerca costanti, identità e radicamento territoriale, aroma, eleganza e sapidità, uve raccolte a mano per produrre esclusivamente Valdobbiadene e Cartizze DOCG. Col Vetoraz è il fedele ritratto di un territorio ineguagliabile.