Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
mercoledi 18 luglio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Farina Enartis Tebaldi wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it

Piccoli consigli per giudicare una fiera

Riflessioni dall’Hong Kong International Wine & Spirits Fair su come costruire un giudizio obiettivo su una fiera del vino


Piccoli consigli per giudicare una fiera
Frequentiamo fiere del vino ormai da oltre due decenni e abbiamo rivolto per migliaia di volte la stessa domanda a migliaia di espositori (produttori o export manager):”come è andata?”.
Possiamo sintetizzare le risposte in tre diversi blocchi:

- “Molto bene, ho avuto numerosi contatti di ottimo profilo e sono ottimista sui possibili sviluppi commerciali”;
- “I contatti sono stati numerosi ma faccio fatica al momento a capire se erano i profili adeguati per la mia azienda, i miei prodotti, il mio posizionamento”;
- “E’ andata male, pochi operatori interessanti, organizzazione scadente, stand inadeguato”.

Si tratta di tre risposte diverse tra loro che ci possono però aiutare a costruire da un lato un giudizio più obiettivo di una manifestazione fieristica, dall’altro, o di conseguenza, di pianificare una strategia della nostra presenza a questo tipo di eventi in maniera più adeguata, meno improvvisata e più razionale.
Innanzitutto, non appaia una provocazione o una banalità, è impossibile avere un giudizio univoco, unanime di una medesima fiera, o almeno a noi non è mai capitato.
Anche all’ultimo giorno dell’Hong Kong International Wine & Spirits Fair, abbiamo raccolto i giudizi di gran parte dei 120 espositori italiani presenti e le risposte sopra riportate sono state quelle più utilizzate con una prevalenza della seconda (quasi sempre succede così), una buona incidenza della prima e l’inevitabile percentuale di insoddisfatti.
Sarebbe quindi facile liquidare la questione sottolineando come alla fine una fiera genera quasi sempre espositori molto soddisfatti, qualcuno abbastanza e anche lo “zoccolo duro” degli insoddisfatti.
Riteniamo però utile, siccome partecipare ad fiera è una cosa seria e non può essere un “gratta e vinci” (intanto vado e poi vediamo), cercare di dare alcuni consigli pratici che speriamo possano essere di utilità alle aziende quando devono definire una strategia di partecipazione alle fiere di settore.

Innanzitutto il primo elemento, lo si può definire un pre-requisito, deve essere quello della capacità dell’azienda di poter gestire una relazione durante e, soprattutto, dopo la fiera. Non ci potrà mai essere un incontro con buyer utili se poi non si è in grado da un lato di saperli identificare in maniera adeguata e dall’altro di non riuscire a dare seguito ad un contatto positivo (il cosiddetto follow up).
Superato il primo test, si va al secondo, altrettanto importante: si devono aver chiari obiettivi e fabbisogni. Tradotto in parole povere significa che se la mia azienda è ben felice di poter vendere anche una sola “paletta”, o il “mezzo container misto” in quel mercato sarà inevitabilmente soddisfatta se in quella fiera arrivano i piccoli o i medi importatori.
Hong Kong è un bell’esempio in tal senso. Si tratta, infatti, di una fiera fortemente attrattiva per piccole realtà di importazione che sono anche lo specchio dell’impostazione di questo mercato asiatico. Non a caso, pertanto, la gran parte delle aziende intervistate che non hanno fabbisogni dei grandi numeri sono quelle che ci hanno dichiarato il maggior grado di soddisfazione di questa fiera.
Su questo fronte, quindi, è molto importante che gli organizzatori di queste tipologie di manifestazioni siano trasparenti ed in grado di evidenziare la profilazione dei loro visitatori per facilitare la scelta dei potenziali espositori.

Infine vi è un ultimo test da superare per arrivare ad un giudizio più obiettivo: quale è il tuo livello attrattivo in fiera? Anche lo scorso anno avevamo scritto qualcosa al proposito ( link) perché sempre di più ci rendiamo conto di come alcune aziende, per ragioni talvolta difficili da comprendere, si “nascondono” in fiera. Sembra un paradosso ma è proprio così. Si nascondono nei loro stand con un atteggiamento talvolta repulsivo, lontani dai propri vini, assorti nei propri smartphone (a proposito vorremmo proporre il ritiro degli smartphone fuori dai padiglioni come ai ragazzi delle scuole medie e superiori). Ma a volte nascosti nel loro atteggiamento negativo fin dal primo giorno di fiera come se tutto fosse già scritto, in negativo appunto.
Ma nascosti, anche, spesso purtroppo, da packaging che sono poco attrattivi e scarsamente in sintonia con il mercato in cui si è presenti in quel momento.
A questo riguardo inutile negare che nel mercato asiatico, cinese in particolare, il packaging, dall’etichetta al formato e peso della bottiglia, hanno un ruolo fondamentale.
Ultimo consiglio. Ricordatevi sempre che, in Asia in modo particolare, ma questo ormai vale ovunque (l’Italia è rimasta forse l’ultima eccezione), l’”abito non fa il monaco”. Attenti, quindi, a sottovalutare interlocutori che al primo sguardo appaiono ben lontani dall’essere buyer professionisti, potreste perdere occasioni importanti.
Per questo risulta essenziale, quando si decide di investire in una fiera, capitalizzare tutto al massimo delle possibilità, cercando di non perdere nessuna occasione e di essere quindi vigili costantemente, magari con il sorriso e il cellulare almeno per qualche ora spento.
Arrivederci alla prossima fiera.


Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
È  la consapevolezza a fare la differenza tra un buon e un ottimo manager, tra un imprenditore capace e un imprenditore di successo

Cosa ci rende buoni manager o buoni imprenditori?

È la consapevolezza a fare la differenza tra un buon e un ottimo manager, tra un imprenditore capace e un imprenditore di successo

Roberta Zantedeschi
Ecco un aggiornamento sulla tendenza in atto del consumo di vino o bevande a basso contenuto alcolico martedi 17 luglio

Low- o No-alcohol wines, sì o no?

Ecco un aggiornamento sulla tendenza in atto del consumo di vino o bevande a basso contenuto alcolico

Agnese Ceschi
La competizione, porta d’ingresso per entrare nel mercato e portavoce dei gusti dei consumatori asiatici, lancia la “call to entries” per i produttori italiani, con scadenza al 22 luglio 2018. Affrettatevi!
lunedi 16 luglio

WM rinnova la mediapartnership con l’Hong Kong International Wine and Spirits Competition

La competizione, porta d’ingresso per entrare nel mercato e portavoce dei gusti dei consumatori asiatici, lancia la “call to entries” per i produttori italiani, con scadenza al 22 luglio 2018. Affrettatevi!

Wine Export Manager Senior e Junior lunedi 16 luglio

Offerta di Lavoro

Wine Export Manager Senior e Junior

Il parere di Andrzej Sajniak, importatore polacco e titolare di Caterteam Sp.zo.o e dei punti vendita lunedi 16 luglio

Vino italiano in Polonia: quando l'alta qualità non basta

Il parere di Andrzej Sajniak, importatore polacco e titolare di Caterteam Sp.zo.o e dei punti vendita "Piccola Italia & Mediterraneo" di Varsavia

Noemi Mengo
La freschezza del Chiaretto incontra la pizza contemporanea di Renato Bosco nella terrazza estiva di Monte Zovo venerdì 20 luglio 2018. 
lunedi 16 luglio

Chiaretto&Pizza: l’aperitivo gourmet firmato Monte Zovo e Renato Bosco

La freschezza del Chiaretto incontra la pizza contemporanea di Renato Bosco nella terrazza estiva di Monte Zovo venerdì 20 luglio 2018.

Domenica 8 luglio, luna e stelle hanno fatto luce sui vigneti di Monte Gorna, a Treccastagni, ai piedi dell'Etna per un evento speciale: Notturno in Vigna. domenica 15 luglio

Nasce sull'Etna una nuova narrazione del vino

Domenica 8 luglio, luna e stelle hanno fatto luce sui vigneti di Monte Gorna, a Treccastagni, ai piedi dell'Etna per un evento speciale: Notturno in Vigna.

Lisa Sanfilippo
We have tasted for you Siddùra's Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016 saturday 14 july

Italian wines in the world: Siddùra's Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016

We have tasted for you Siddùra's Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016

Abbiamo degustato per voi il Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016 di Siddùra sabato 14 luglio

Italian wines in the world: Maìa Vermentino di Gallura docg Superiore 2016 di Siddùra

Abbiamo degustato per voi il Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016 di Siddùra

All'attrice inglese Helen Mirren il Premio che è diventato negli anni uno degli appuntamenti più importanti nel panorama degli eventi culturali organizzati da un’azienda vitivinicola

Premio Apollonio per gli ulivi del Salento

All'attrice inglese Helen Mirren il Premio che è diventato negli anni uno degli appuntamenti più importanti nel panorama degli eventi culturali organizzati da un’azienda vitivinicola

Il nostro sistema vitivinicolo continua ad essere refrattario ad accettare una maggiore trasparenza e gestione dei prezzi delle denominazioni, anche di quelle più importanti e in crescita. Questo determina una costante fragilità del nostro sistema e il rischio di presidiare in maniera migliore il posizionamento dei vini italiani

Il tabù dei prezzi dei vini in Italia

Il nostro sistema vitivinicolo continua ad essere refrattario ad accettare una maggiore trasparenza e gestione dei prezzi delle denominazioni, anche di quelle più importanti e in crescita. Questo determina una costante fragilità del nostro sistema e il rischio di presidiare in maniera migliore il posizionamento dei vini italiani

Fabio Piccoli
Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!
venerdi 13 luglio

Partecipa al Tour Vietnam 2018 con Unexpected Italian

Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!

Interview with Marco Martini, CEO of Mondodelvino SpA CEO, one of the most interesting and innovative Italian wine groups of Italy and ranked 17 among Italian wine companies in terms of sales in 2017. giovedi 12 luglio

Mondodelvino: one entity, many territories

Interview with Marco Martini, CEO of Mondodelvino SpA CEO, one of the most interesting and innovative Italian wine groups of Italy and ranked 17 among Italian wine companies in terms of sales in 2017.

L'intervista ad uno dei massimi sommelier vietnamiti Alex Thinh giovedi 12 luglio

Giovane ed orientabile: il Vietnam è una delle promesse asiatiche

L'intervista ad uno dei massimi sommelier vietnamiti Alex Thinh

Agnese Ceschi
Scopri la promozione estiva pensata per supportarti nell’internazionalizzazione e comunicazione dei tuoi prodotti nel mondo
mercoledi 11 luglio

Scegli Wine Meridian come Media partner e cambia la tua comunicazione

Scopri la promozione estiva pensata per supportarti nell’internazionalizzazione e comunicazione dei tuoi prodotti nel mondo

Aggiungetevi a noi il 4 e 5 marzo 2019 in occasione di Vinexpo New York, la Fiera Internazionale del vino e degli spirits, nella sua seconda edizione americana! mercoledi 11 luglio

Wine Meridian torna a Vinexpo New York

Aggiungetevi a noi il 4 e 5 marzo 2019 in occasione di Vinexpo New York, la Fiera Internazionale del vino e degli spirits, nella sua seconda edizione americana!

Azienda italiana specializzata nella vendita di vino online cerca una figura da inserire nel proprio ufficio acquisti con ottima padronanza nell’uso del PC e dei pacchetti base e buona conoscenza della lingua inglese.

Offerta di Lavoro: Buyer

Azienda italiana specializzata nella vendita di vino online cerca una figura da inserire nel proprio ufficio acquisti con ottima padronanza nell’uso del PC e dei pacchetti base e buona conoscenza della lingua inglese.

Il mercato del lavoro nel mondo vino si muove con le stesse dinamiche del marcato del pesce fresco: non si può tergiversare troppo nella decisione, perché c'è il rischio che qualcun altro si porti via i pezzi migliori

La tempestività nel recruiting: l'importanza di arrivare in tempo

Il mercato del lavoro nel mondo vino si muove con le stesse dinamiche del marcato del pesce fresco: non si può tergiversare troppo nella decisione, perché c'è il rischio che qualcun altro si porti via i pezzi migliori

Lavinia Furlani
La storia di un’azienda secolare nel settore dei distillati che si rinnova nell’immagine e nella gamma di prodotti
mercoledi 11 luglio

DOMENIS1898: quando la tradizione dei distillati incontra il restyling

La storia di un’azienda secolare nel settore dei distillati che si rinnova nell’immagine e nella gamma di prodotti

Una missione perseguita da oltre un secolo, quella di Cielo e Terra, che quest’anno festeggia una storia imprenditoriale e famigliare che guarda costantemente al domani, con un occhio di riguardo all’interpretazione dei mutamenti sociali ed economici. martedi 10 luglio

1908-2018: Cielo e Terra celebra 110 anni di storicità proiettata al futuro.

Una missione perseguita da oltre un secolo, quella di Cielo e Terra, che quest’anno festeggia una storia imprenditoriale e famigliare che guarda costantemente al domani, con un occhio di riguardo all’interpretazione dei mutamenti sociali ed economici.