Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
lunedi 25 giugno 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Tommasi WineNet https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3 Tebaldi valdoca pertinace wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah

Primo corso in Italia su come comunicare i brand Territoriali e sui Consorzi di Tutela

il 22 giugno a Firenze imprenditori e Imprenditrici insieme per valorizzare i loro brand territoriali e aziendali


Primo corso in Italia su come comunicare i brand Territoriali e sui Consorzi di Tutela
L’Associazione Nazionale delle Donne del Vino e Wine People si attivano nell’organizzazione dei corsi sui Consorzi di tutela.
Prima data il 22 giugno in Toscana, presso Tenuta il Corno a San Casciano Val di Pesa (Firenze) e seconda data in Puglia il 30 novembre a Bari.

Il corso è rivolto a produttori associati ai Consorzi e, data l’importanza dell’argomento, e le implicazioni strategiche che comporta, sarà un percorso formativo aperto a tutti, uomini e donne, per dare la possibilità agli imprenditori di entrambi i sessi di essere coinvolti attivamente nella partecipazione diretta ai cda dei Consorzi.

“Si tratta della prima volta che in Italia si realizza un corso di questa natura " spiega Donatella Cinelli Colombini, presidente dell’Associazione Nazionale delle Donne del Vino " e per noi è un progetto molto importante perché vuole dare un contributo utile ad imprenditrici ed imprenditori del vino per dare loro competenze sia sul fronte del marketing territoriale (valorizzazione delle denominazioni) sia sulla gestione e ruolo dei Consorzi di tutela”.

“Il brand territoriale, infatti " prosegue la presidente delle Donne del Vino " riveste un ruolo fondamentale nella valorizzazione dei nostri vini e delle nostre imprese. La forza dei brand aziendali è in relazione alla reputazione e notorietà dei brand territoriali. Esiste pertanto una costante correlazione tra le due tipologie di brand. Investire pertanto oggi nella competenza su questi fronti significa dare un contributo molto importante alla valorizzazione dei nostri territori produttivi e delle nostre aziende”.

Per conseguire tali obiettivi il corso avrà un taglio decisamente operativo e concreto, verranno infatti affrontate tematiche come l’organizzazione di eventi all’estero e nel proprio territorio di produzione; come pianificare campagne pubblicitarie (individuando i media più adeguati e i messaggi più idonei); l’organizzazione di incoming per giornalisti e buyer internazionali; la redazione di contenuti corretti per un sito o una brochure promozionale del territorio di produzione.

Con l’obiettivo di rendere sempre più forti e autorevoli i brand territoriali è fondamentale che i Consorzi di tutela, principali responsabili della loro promozione, siano gestiti e coordinati da imprenditrici e imprenditori competenti anche sul tema della valorizzazione territoriale, della tutela delle denominazioni e, più in generale, sulla gestione consortile.

“E’ bene ricordare " evidenzia la presidente delle Donne del Vino " che i board dei Consorzi di tutela decide dove, come e quanto investire, per questo è fondamentale che nei cda consortili vi siano produttrici e produttori competenti e che possano dare un contributo utile alla promozione delle proprie denominazioni”.
“Per questa ragione " sottolinea Lavinia Furlani, responsabile di Wine People " una parte molto importante del corso è dedicata al ruolo attuale dei Consorzi di tutela al fine di dare un supporto utile a tutte quelle produttrici e produttori che già sono o sono intenzionati ad entrare nei Consigli di amministrazione per dare un contributo fondamentale per la promozione delle loro denominazioni”.
“Ma il marketing territoriale " prosegue la Furlani " è un tema strategico fondamentale per il vino italiano sia sul mercato interno che su quelli internazionali. La riconoscibilità dei nostri vini nel mondo, infatti, passa dalla costruzione di una forte identità di territorio, capace di evocare chiaramente i valori di una denominazione e dei suoi produttori. Per questa ragione ci aspettiamo un’ampia adesione a questo progetto formativo”.

Quali gli argomenti saranno trattati nel corso?
La valorizzazione di un brand territoriale (il ruolo delle denominazioni nei mercati internazionali del vino).
Modelli innovativi per la promozione di una denominazione (dall’organizzazione di eventi in Italia e all’estero, agli incoming di giornalisti e buyer).
La comunicazione di un brand territoriale (dalla redazione dei contenuti di un sito e di brochure promozionali alle campagne pubblicitarie, dalla gestione dei social media all’individuazione dei nuovi influencer del vino).
Come costruire un’identità territoriale e come comunicarla.
Le normative nazionali e comunitarie per la produzione dei vini italiani.
Il funzionamento dei Consorzi dei vini italiani.
La valorizzazione e la protezione dei marchi collettivi dei vini italiani.

Costo dei corsi:
Il costo per associate è di 150 euro più iva.
Il costo per la seconda persona della stessa azienda è di 100 euro più iva.

E’ inoltre richiesto un contributo di 15 euro per il pranzo.
I corsi verranno attivati solo al raggiungimento di un minino di partecipanti

Siete pronti ad accettare la sfida?

Dare il proprio contributo, significa acquisire una conoscenza specifica in fatto di marketing e valorizzazione del brand territoriale, per questo l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino e Wine People hanno messo a punto queste date di formazione, sul territorio nazionale, per garantire una formazione mirata. Un’occasione da non perdere!
Per informazioni scrivere a formazione@winepeople-network.com




Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Non lasciatevi spaventare dai consumi decrescenti degli scorsi anni, il mercato della Thailandia ritorna a vivere
lunedi 25 giugno

La grande ripresa del mercato Thailandese: spazio all’export italiano

Non lasciatevi spaventare dai consumi decrescenti degli scorsi anni, il mercato della Thailandia ritorna a vivere

Noemi Mengo
Il 10 luglio al Complesso Monumentale di Abbadia Isola Monteriggioni in Toscana, una giornata dedicata alle imprese vitivinicole lunedi 25 giugno

Management DiVino, un progetto per le imprese vitivinicole che vogliono eccellere

Il 10 luglio al Complesso Monumentale di Abbadia Isola Monteriggioni in Toscana, una giornata dedicata alle imprese vitivinicole

Vediamo la delicata ed ambigua questione sui Paesi in cui sono state già svolte azioni di promozione finanziate 
domenica 24 giugno

L’Italia rischia di vedere drasticamente diminuiti i fondi OCM?

Vediamo la delicata ed ambigua questione sui Paesi in cui sono state già svolte azioni di promozione finanziate

La campagna di promozione del vino italiano negli Usa, coordinata dall’Italian Trade Agency, attraverso le pagine pubblicitarie

Eleganza, passione e gusto, le tre parole per convincere gli americani a scegliere vino italiano

La campagna di promozione del vino italiano negli Usa, coordinata dall’Italian Trade Agency, attraverso le pagine pubblicitarie

Fabio Piccoli
Intervista a Marco Martini, CEO di Mondodelvino SpA, una delle realtà più interessanti ed innovative del panorama vitivinicolo italiano. 
venerdi 22 giugno

Mondo del Vino: una realtà, tanti territori

Intervista a Marco Martini, CEO di Mondodelvino SpA, una delle realtà più interessanti ed innovative del panorama vitivinicolo italiano.

Agnese Ceschi
Stipulato un accordo fra Tenute Piccini e Banca IFIS per una migliore gestione dei pagamenti per la consegna dell'uva e una facilitazione all'accesso del credito per le imprese agricole fornitrici coinvolte

giovedi 21 giugno

Tenute Piccini e Banca IFIS insieme per la crescita della filiera vitivinicola in Italia

Stipulato un accordo fra Tenute Piccini e Banca IFIS per una migliore gestione dei pagamenti per la consegna dell'uva e una facilitazione all'accesso del credito per le imprese agricole fornitrici coinvolte

Vini fermi accolti a braccia aperte dal mercato di Singapore, meno margine di crescita per gli sparkling, ma le previsioni per il 2021 vedono buono spazio di consolidamento per i brand italiani
giovedi 21 giugno

Il solido mercato di Singapore, vecchio amico con il quale sperimentare

Vini fermi accolti a braccia aperte dal mercato di Singapore, meno margine di crescita per gli sparkling, ma le previsioni per il 2021 vedono buono spazio di consolidamento per i brand italiani

Noemi Mengo
La presentazione dei nuovi Campus Vendita, Impresa ed Export Manager di Wine People mercoledi 20 giugno

Open Day Wine People Campus: il 12 ottobre presenteremo i nuovi corsi pensati per voi!

La presentazione dei nuovi Campus Vendita, Impresa ed Export Manager di Wine People

A version of Sicily inside Castelluccimiano’s glass 

wednesday 20 june

Catarratto and Perricone: mountain natives

A version of Sicily inside Castelluccimiano’s glass

Oltre venti espositori, tra aziende vitivinicole e produttori artigianali di specialità gastronomiche, si sono riuniti nel cuore del centro storico di Vicenza all'interno del Palazzo delle Opere Sociali in piazza Duomo in occasione di Garganica 2018 dal 9 all'11 giugno mercoledi 20 giugno

GARGANICA 2018: un evento per scoprire il Gambellara Doc

Oltre venti espositori, tra aziende vitivinicole e produttori artigianali di specialità gastronomiche, si sono riuniti nel cuore del centro storico di Vicenza all'interno del Palazzo delle Opere Sociali in piazza Duomo in occasione di Garganica 2018 dal 9 all'11 giugno

Una versione della Sicilia nel calice dell’azienda Castelluccimiano martedi 19 giugno

Catarratto e Perricone: gli indigeni di montagna

Una versione della Sicilia nel calice dell’azienda Castelluccimiano

Agnese Ceschi
I danni delle gravi grandinate che hanno coinvolto recentemente importanti territori produttivi della Francia sono stati comunicati in una maniera molto più chiara, dettagliata e trasparente rispetto alla modalità con cui questi eventi vengono raccontati nel nostro Paese

martedi 19 giugno

Danni da grandine, cosa ci insegna la Francia

I danni delle gravi grandinate che hanno coinvolto recentemente importanti territori produttivi della Francia sono stati comunicati in una maniera molto più chiara, dettagliata e trasparente rispetto alla modalità con cui questi eventi vengono raccontati nel nostro Paese

Fabio Piccoli
Interview with Pierangelo Tommasi, executive director of Tommasi Family Estates
monday 18 june

Tommasi: a history of family values and resourcefulness

Interview with Pierangelo Tommasi, executive director of Tommasi Family Estates

Il mercato cinese rappresenta una straordinaria opportunità anche per dimostrare finalmente la nostra capacità di coordinare attività di promozione, di selezionare i progetti con un criterio meritocratico e di monitorare con attenzione e trasparenza i risultati e l’efficacia delle iniziative

Il nostro pensiero sulla promozione del vino in Cina

Il mercato cinese rappresenta una straordinaria opportunità anche per dimostrare finalmente la nostra capacità di coordinare attività di promozione, di selezionare i progetti con un criterio meritocratico e di monitorare con attenzione e trasparenza i risultati e l’efficacia delle iniziative

Fabio Piccoli
Il Tai Rosso dei Colli Berici raccontato da Nicola Dal Maso venerdi 15 giugno

Focus sugli autoctoni: il Tai Rosso

Il Tai Rosso dei Colli Berici raccontato da Nicola Dal Maso

Medaglie importanti per i vini di Cantina di Soave al Decanter World Wine Awards 2018
venerdi 15 giugno

Best in show all’Amarone e Platino al Ripasso di Cantina Soave

Medaglie importanti per i vini di Cantina di Soave al Decanter World Wine Awards 2018

Negli Stati Uniti attualmente si consuma il 20% della produzione mondiale di vini rosé, dietro solo alla Francia. Sono la tipologia di vini dalla maggior crescita anche nel 2017 con un +59% rispetto all’anno precedente. La Francia con il 51% di quota di mercato è la leader seguita da Usa (37%) e Italia (5%). Ma quanto durerà questa evoluzione? giovedi 14 giugno

Non si arresta la crescita dei rosè negli Usa

Negli Stati Uniti attualmente si consuma il 20% della produzione mondiale di vini rosé, dietro solo alla Francia. Sono la tipologia di vini dalla maggior crescita anche nel 2017 con un +59% rispetto all’anno precedente. La Francia con il 51% di quota di mercato è la leader seguita da Usa (37%) e Italia (5%). Ma quanto durerà questa evoluzione?

Fabio Piccoli
Una panoramica sui fattori che rendono l’India un mercato potenziale giovedi 14 giugno

La nuova sfida futura in Asia passa dall’India

Una panoramica sui fattori che rendono l’India un mercato potenziale

Noemi Mengo