Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
venerdi 24 novembre 2017 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


IWSC registration Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Siddura winethics Vini Cina WineNet Bixio Ceccheto Farina http://www.principedicorleone.it/ mackenzie Iron3 Consorzio Soave InternationalWineTraders IWSC www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Cortemoschina wbwe
giovedi 16 marzo

ProWein e il mercato tedesco, uno snodo cruciale per il vino italiano

A pochi giorni dall'inizio della manifestazione di Düsseldorf, diamo brevemente uno sguardo all'importanza che ricopre il mercato tedesco nell'export italiano di vino


ProWein e il mercato tedesco, uno snodo cruciale per il vino italiano
ProWein è ormai alle porte. Parte infatti domenica 19 marzo, fino a martedì 21, la fiera del vino di Düsseldorf, che negli anni si è conquistata un posto d'elite nel panorama delle manifestazioni enologiche internazionali. Nel 2016 il numero degli espositori è stato di 6.257 e quello di visitatori oltre 55.000, un'edizione record che punta ad essere superata nel 2017.

Non stupisce che tra gli espositori la rappresentanza più corposa, esclusa quella dei padroni di casa, sia stata proprio quella italiana (29% degli espositori non tedeschi). Il mercato tedesco è tradizionalmente uno dei più importanti per il vino Made in Italy: in base ai dati più recenti a nostra disposizione è il secondo mercato per il nostro export, con una quota di valore delle esportazioni del 18%, dietro solo agli Stati Uniti, saldamente al comando con il 24%. Inoltre il vino italiano è per volume il più importato in Germania, con quasi 6mln di ettolitri, contro i quasi 4mln spagnoli e i poco più di 2 mln francesi (dati 2015).

Nonostante una buona produzione interna, in media di poco superiore agli 8 mln di ettolitri quasi interamente destinati al mercato domestico, una caratteristica positiva del mercato tedesco è la sua grande apertura verso i vini stranieri ed un atteggiamento del tutto liberale verso i prodotti d'importazione.

Anche qui possiamo ritrovare quei trend che caratterizzano il mercato globale del vino, come ad esempio l'exploit degli sparkling, consumati soprattutto dalle generazioni più giovani. Mentre l'aspetto più peculiare del mercato del vino in Germania è sicuramente legato alla distribuzione, soprattutto l'on trade che vede tra i principali player alcune delle catene discount più grandi d'Europa, Aldi e Lidl su tutti, ed anche alcune realtà cooperative di grandi dimensioni come Edeka.

Tra discount e supermercati, il settore retail vale dal 50 al 60 per cento delle vendite di vino, dato che incide inevitabilmente sul valore delle vendite, dal momento che il prezzo medio in questi canali di vendita non raggiunge i 3 euro al litro. Invece il restante 50/40 per cento si divide tra Ho.re.ca (15% ca), enoteche e negozi specializzati (10% ca) e vendite dirette in cantina, che si attestano intorno al 20% circa. Quest'ultimo dato sottolinea come il trend crescente delle vendite direct-to-consumer non riguarda solo il mercato statunitense (come evidenziato nel recente articolo Community e direct-to-consumer: il mercato del vino USA secondo Mark Norman), ma è una realtà che si sta affermano in molti dei mercati più maturi che presentino una produzione interna interessante.
Alice Alberti

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
A febbraio inizio il nostro nuovo progetto formativo per imprenditori basato totalmente sulle esperienze, i fabbisogni degli imprenditori del vino italiani

Wine People Campus, quando la formazione parla il linguaggio degli imprenditori

A febbraio inizio il nostro nuovo progetto formativo per imprenditori basato totalmente sulle esperienze, i fabbisogni degli imprenditori del vino italiani

Arte e buona tavola protagonisti di UP!ART il 5 dicembre 2017 @ Cucina Madre, Treviso giovedi 23 novembre

L’arte è di casa a Cucina Madre

Arte e buona tavola protagonisti di UP!ART il 5 dicembre 2017 @ Cucina Madre, Treviso

Un importante gruppo vitivinicolo abruzzese ricerca WINE SALES AND MARKETING MANAGER giovedi 23 novembre

Offerta di lavoro

Un importante gruppo vitivinicolo abruzzese ricerca WINE SALES AND MARKETING MANAGER

Intervista a Jacqueline Pirolo, General Manager e Beverage Director del ristorante Macchialina giovedi 23 novembre

Miami: quando il vino diventa generoso e si fa conoscere a tutti…

Intervista a Jacqueline Pirolo, General Manager e Beverage Director del ristorante Macchialina

Prossima edizione 9-13 novembre 2018. The Wine Hunter, Helmuth Köcher, torna a caccia dei migliori vini e prodotti gastronomici
giovedi 23 novembre

Numeri e highlights del 26° Merano WineFestival

Prossima edizione 9-13 novembre 2018. The Wine Hunter, Helmuth Köcher, torna a caccia dei migliori vini e prodotti gastronomici

Un nuovo modo di comunicare, un nuovo modo di vendere...il giro d'Italia più gustoso dell'anno, giovedì 23 Novembre da Signorvino a Bologna mercoledi 22 novembre

"Il giro d'Italia del vino"

Un nuovo modo di comunicare, un nuovo modo di vendere...il giro d'Italia più gustoso dell'anno, giovedì 23 Novembre da Signorvino a Bologna

Lo speed date per le aziende alla ricerca di nuove figure per l'export del vino mercoledi 22 novembre

Sei alla ricerca di un Export Manager? HireMeVinitaly torna a Wine2wine 2017

Lo speed date per le aziende alla ricerca di nuove figure per l'export del vino

Vinitaly International e Wine People propongono il format di incontro domanda e offerta. Ecco quando, dove e come potrai partecipare il 5 dicembre a Verona mercoledi 22 novembre

Cerchi lavoro per l'export? #HireMeVinitaly ti presenta le migliori aziende in cerca di Export Manager durante Wine2wine a Verona

Vinitaly International e Wine People propongono il format di incontro domanda e offerta. Ecco quando, dove e come potrai partecipare il 5 dicembre a Verona

Parte a febbraio il primo corso, unico in Italia, dedicato alla vendita del vino.

Wine Campus, la scuola dei venditori del vino

Parte a febbraio il primo corso, unico in Italia, dedicato alla vendita del vino.

Una chiacchierata con Massimo Ruggero, ad di Siddùra, su export, Sardegna, nuove tecnologie e gusti del consumatore odierno. 
lunedi 20 novembre

Vini sardi: tra longevità, terroir e il concetto di "autoctono"

Una chiacchierata con Massimo Ruggero, ad di Siddùra, su export, Sardegna, nuove tecnologie e gusti del consumatore odierno.

Agnese Ceschi
Domenica 19 novembre, la presentazione del primo Panettone artigianale con perle di Amarone della Valpolicella DOCG realizzato da Faber Dulcis con l’azienda vinicola Farina venerdi 17 novembre

Il Panettone sposa l’Amarone

Domenica 19 novembre, la presentazione del primo Panettone artigianale con perle di Amarone della Valpolicella DOCG realizzato da Faber Dulcis con l’azienda vinicola Farina

Noemi Mengo
Tra vini locali e internazionali è il Pinot Grigio Doc Venezia che viene apprezzato dal palato estero venerdi 17 novembre

Consorzio Vini Venezia, cinque denominazioni con un solo obiettivo: raccontare il territorio.

Tra vini locali e internazionali è il Pinot Grigio Doc Venezia che viene apprezzato dal palato estero

Un viaggio alla scoperta di storie di vita, di vino, di produttori locali in giro per l'Italia

venerdi 17 novembre

Born to be wine. Persone oltre il vino

Un viaggio alla scoperta di storie di vita, di vino, di produttori locali in giro per l'Italia

World-renowned International Wine & Spirit Competition reveals the wine and spirit trends for the new year, following 2017 Awards Banquet friday 17 november

The 2018 tipples to watch

World-renowned International Wine & Spirit Competition reveals the wine and spirit trends for the new year, following 2017 Awards Banquet

Si può rimanere se stessi, autenticamente legati alla vocazionalità del proprio territorio e dei propri vitigni e garantirsi comunque un appeal adeguato sul mercato? Si se si accettano i limiti, a partire da quelli quantitativi

Quando la risposta è racchiusa nel limite

Si può rimanere se stessi, autenticamente legati alla vocazionalità del proprio territorio e dei propri vitigni e garantirsi comunque un appeal adeguato sul mercato? Si se si accettano i limiti, a partire da quelli quantitativi

Fabio Piccoli


WineMeridian