Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
venerdi 23 febbraio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace vinojobs wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet Bixio Ceccheto Azienda Agricola Coali Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3
giovedi 16 marzo

ProWein e il mercato tedesco, uno snodo cruciale per il vino italiano

A pochi giorni dall'inizio della manifestazione di Düsseldorf, diamo brevemente uno sguardo all'importanza che ricopre il mercato tedesco nell'export italiano di vino


ProWein e il mercato tedesco, uno snodo cruciale per il vino italiano
ProWein è ormai alle porte. Parte infatti domenica 19 marzo, fino a martedì 21, la fiera del vino di Düsseldorf, che negli anni si è conquistata un posto d'elite nel panorama delle manifestazioni enologiche internazionali. Nel 2016 il numero degli espositori è stato di 6.257 e quello di visitatori oltre 55.000, un'edizione record che punta ad essere superata nel 2017.

Non stupisce che tra gli espositori la rappresentanza più corposa, esclusa quella dei padroni di casa, sia stata proprio quella italiana (29% degli espositori non tedeschi). Il mercato tedesco è tradizionalmente uno dei più importanti per il vino Made in Italy: in base ai dati più recenti a nostra disposizione è il secondo mercato per il nostro export, con una quota di valore delle esportazioni del 18%, dietro solo agli Stati Uniti, saldamente al comando con il 24%. Inoltre il vino italiano è per volume il più importato in Germania, con quasi 6mln di ettolitri, contro i quasi 4mln spagnoli e i poco più di 2 mln francesi (dati 2015).

Nonostante una buona produzione interna, in media di poco superiore agli 8 mln di ettolitri quasi interamente destinati al mercato domestico, una caratteristica positiva del mercato tedesco è la sua grande apertura verso i vini stranieri ed un atteggiamento del tutto liberale verso i prodotti d'importazione.

Anche qui possiamo ritrovare quei trend che caratterizzano il mercato globale del vino, come ad esempio l'exploit degli sparkling, consumati soprattutto dalle generazioni più giovani. Mentre l'aspetto più peculiare del mercato del vino in Germania è sicuramente legato alla distribuzione, soprattutto l'on trade che vede tra i principali player alcune delle catene discount più grandi d'Europa, Aldi e Lidl su tutti, ed anche alcune realtà cooperative di grandi dimensioni come Edeka.

Tra discount e supermercati, il settore retail vale dal 50 al 60 per cento delle vendite di vino, dato che incide inevitabilmente sul valore delle vendite, dal momento che il prezzo medio in questi canali di vendita non raggiunge i 3 euro al litro. Invece il restante 50/40 per cento si divide tra Ho.re.ca (15% ca), enoteche e negozi specializzati (10% ca) e vendite dirette in cantina, che si attestano intorno al 20% circa. Quest'ultimo dato sottolinea come il trend crescente delle vendite direct-to-consumer non riguarda solo il mercato statunitense (come evidenziato nel recente articolo Community e direct-to-consumer: il mercato del vino USA secondo Mark Norman), ma è una realtà che si sta affermano in molti dei mercati più maturi che presentino una produzione interna interessante.
Alice Alberti

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Analisi delle rassegne stampa delle Anteprime in corso nelle principali denominazioni del vino italiane

Ma le Anteprime a cosa dovrebbero servire?

Analisi delle rassegne stampa delle Anteprime in corso nelle principali denominazioni del vino italiane

Fabio Piccoli
Il mercato statunitense ribalta gli stereotipi: in crescita il consumo dei rosati, soprattutto tra i più giovani giovedi 22 febbraio

Un futuro più “roseo” è all'orizzonte?

Il mercato statunitense ribalta gli stereotipi: in crescita il consumo dei rosati, soprattutto tra i più giovani

Noemi Mengo
L’importanza di essere riconosciuti per il proprio valore unico

Perchè investire nella costruzione dell' identità aziendale

L’importanza di essere riconosciuti per il proprio valore unico

Scopriamolo assieme ai partecipanti del Campus Impresa, la scuola degli imprenditori lunedi 19 febbraio

Come costruire una vision aziendale

Scopriamolo assieme ai partecipanti del Campus Impresa, la scuola degli imprenditori

La novità del 2018: le tasse degli Stati Uniti diminuiscono per l'esportazione di vino e alcolici lunedi 19 febbraio

Tax down negli Stati Uniti

La novità del 2018: le tasse degli Stati Uniti diminuiscono per l'esportazione di vino e alcolici

Steve Raye/ Bevology Inc.
Secondo l'analisi dell'Osservatorio Paesi Terzi/Wine Monitor il gap con la Francia su Cina e Giappone sale a 1,4mld di euro. Serve regia promozione. lunedi 19 febbraio

Italia superpotenza a bassi regimi nel 2017, mentre la Francia vola

Secondo l'analisi dell'Osservatorio Paesi Terzi/Wine Monitor il gap con la Francia su Cina e Giappone sale a 1,4mld di euro. Serve regia promozione.

Lo scorso anno l’Australia ha aumentato il suo export enologico del 15% raggiungendo un  valore di quasi 1,7 miliardi di euro grazie ad un volume esportato di 8,1 milioni di ettolitri (+8%). Una crescita dovuta quasi esclusivamente alle vendite sul mercato cinese

Grazie alla Cina record del vino australiano nel 2017

Lo scorso anno l’Australia ha aumentato il suo export enologico del 15% raggiungendo un valore di quasi 1,7 miliardi di euro grazie ad un volume esportato di 8,1 milioni di ettolitri (+8%). Una crescita dovuta quasi esclusivamente alle vendite sul mercato cinese

Fabio Piccoli
Da venerdì 16 a lunedì 19 Febbraio a Montalcino si presentano le nuove annate della prestigiosa denominazione toscana venerdi 16 febbraio

Casisano a Benvenuto Brunello 2018

Da venerdì 16 a lunedì 19 Febbraio a Montalcino si presentano le nuove annate della prestigiosa denominazione toscana

L'evento di degustazione proclamerà i vini migliori provenienti da tutto il mondo pochi giorni prima di Vinitaly 2018 giovedi 15 febbraio

Aperte le iscrizioni per l’evento internazionale di degustazione alle cieca 5StarWines

L'evento di degustazione proclamerà i vini migliori provenienti da tutto il mondo pochi giorni prima di Vinitaly 2018

I vini alternativi cambieranno le sorte della viticoltura di domani? giovedi 15 febbraio

3 ragioni per essere "alternativi"

I vini alternativi cambieranno le sorte della viticoltura di domani?

Agnese Ceschi
L’intervista a Lorenzo Zunino, fondatore di XVX Italia mercoledi 14 febbraio

Vendere Vino: produttori e intermediari insieme per vendere in Italia e all’estero

L’intervista a Lorenzo Zunino, fondatore di XVX Italia

Quando vendiamo non stiamo proponendo solo un prodotto mercoledi 14 febbraio

Personal Branding e vino: cosa dicono di te quando tu non ci sei?

Quando vendiamo non stiamo proponendo solo un prodotto

Lavinia Furlani
L’Italia del vino anche nel 2017 conferma la sua posizione di mezza classifica sul mercato cinese con un volume di importazioni pari a 29,4 milioni di litri per un valore totale di 111,8 milioni di euro, entrambi molto vicini a quanto ottenuto nel 2016. La fetta di mercato è stabile al 6% da molti anni

Anche il 2017 conferma le debolezze del vino italiano in Cina

L’Italia del vino anche nel 2017 conferma la sua posizione di mezza classifica sul mercato cinese con un volume di importazioni pari a 29,4 milioni di litri per un valore totale di 111,8 milioni di euro, entrambi molto vicini a quanto ottenuto nel 2016. La fetta di mercato è stabile al 6% da molti anni

Francesco Piccoli
Vivino in cima alla classifica, con la nuova sezione Market lunedi 12 febbraio

Un viaggio nel mondo delle Wine apps

Vivino in cima alla classifica, con la nuova sezione Market

Noemi Mengo


WineMeridian