Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
martedi 17 settembre 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ STUDIO GIURI http://www.grafical.it/it/ www.prosecco.wine Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri

Quando Export e logistica vanno a pari passo

Intervista a Andrea Payaro, esperto e docente di Logistica e Supply Chain Management


Quando Export e logistica vanno a pari passo

Fonte foto: Milano Finanza


Tra i tanti aspetti da considerare per diventare un buon Export Manager non manca la logistica:, ciò significa che essere in grado di progettare reti distributive a livello mondiale è parte integrante del bagaglio culturale richiesto ad un competente professionista dell’export. Oltre a confrontarsi con i diversi mercati internazionali e con le diverse culture, ci sono molte nozioni da approfondire, come la conoscenza delle norme sull'esportazione, soprattutto al giorno d'oggi in un panorama in cui l'e-commerce del vino sta avendo sempre più successo. Il docente di Logistica e Supply Management, Andrea Payaro, che ha tenuto un corso al Master in Export Management della Fondazione Mach,
ci ha raccontato quali sono le principali problematiche della logistica nel settore vinicolo e in che modo un buon Export Manager può affrontare le complesse dinamiche legate alla logistica internazionale del vino.

Qual è la Sua esperienza professionale nel settore della logistica?
Da oltre 15 anni mi occupo di Supply Chain Management. Lavoro in diversi settori industriali, dal food al metalmeccanico. In particolare sono molto specializzato in alcuni Paesi dell’Est Europa con i quali lavoro a vari progetti da tempo. In questi Paesi vi è molto interesse per i nostri processi produttivi e per la nostra organizzazione, tanto che si stanno evolvendo molto rapidamente facendo tesoro degli errori che le aziende italiane hanno commesso.

A suo parere, quali sono le maggiori difficoltà nel formare dei futuri export manager?
Un export manager è un professionista che deve confrontarsi con diversi mercati e culture. Diviene difficile riuscire a fornire indicazioni sufficienti per fare fronte alle esigenze di diversi Paesi nel mondo.


Secondo lei quali sono le caratteristiche ideali per un export manager oggi?
Un export manager deve essere ben orientato alle relazioni interpersonali. Deve avere grande sensibilità nel riuscire a capire le diverse culture con cui si dovrà confrontare e dovrà essere in grado di conoscere almeno due tra le principali lingue per essere autonomo nelle trattative con i potenziali clienti. L'elemento che fa la differenza è una forte predisposizione per l’internazionalizzazione. A questo si deve affiancare una corretta conoscenza degli strumenti che le tecnologie dell’informazione e della comunicazione mettono a disposizione per semplificare i flussi dei materiali.

Durante le lezioni alla Fondazione Mach è riuscito a percepire quali sono le maggiori aspettative dei partecipanti?
Mi sono reso conto che spesso vorrebbero delle risposte a situazioni specifiche. Io ho rispondo che non esistono soluzioni di tipo "copia e incolla". Nella progettazione di un sistema distributivo è necessario conoscere il DNA dell’azienda per cui si lavora, per cui non è possibile dare soluzioni se non si conosce in dettaglio la realtà aziendale.

Quale è stato l'argomento delle sue lezioni?
Mi occupo di logistica e supply chain management, perciò mi sono concentrato sull’esigenza di essere in grado di progettare reti distributive mondiali. Durante le lezioni, ad esempio, ho presentato l’incidenza dei costi logistici per ogni bottiglia di vino nel caso in cui vengano scelte alcune tipologie di bottiglie e di scatole per contenerle. Se un export manager non fa queste valutazioni può arrivare ad avere un incidenza di costi logistici molto alti che potrebbero rendere il prodotto non competitivo in un mercato.

Logistica e adempimenti per l’export oggi: qual è la difficoltà più grande da superare?
Più che progettare la rete distributiva, il problema è riuscire a conoscere tutte le norme necessarie per l’esportazione. Con l’avvento dell’e-commerce, poi, questo diventerà sempre più complesso in quanto si hanno tempi sempre minori per riuscire a progettare la giusta distribuzione con la giusta documentazione.


Andrea Payaro ha una laurea in Ingegneria Informatica, un dottorato di ricerca in Ingegneria Gestionale presso l’Università di Padova e ha frequentato un corso di specializzazione post-dottorato in Ingegneria Gestionale. È consulente certificato da ELA (European Logistics Association) al massimo livello di competenza. Dal 2000 sviluppa attività di consulenza direzionale nell’ambito delle strategie, operations aziendali, logistica e organizzazione dei magazzini. È vice presidente di SCM Academy (Supply Chain Management Academy). Dal 2009 è docente Esperto del Comitato Centrale dell'Albo dell'AutoTrasporto - Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dal 2013 è formatore di corsi sul Warehouse management presso ONU " United Nations Logistics Base Brindisi. Da Gennaio 2015 è responsabile scientifico del Master in Supply Chain Management organizzato presso MIIT, Politecnico di Mosca. Da Settembre 2015 è membro del comitato scientifico de International Conference of Contemporary Marketing Issues (ICCMI 2016).


Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Si è conclusa la terza edizione di Wine Manager Day, da quest’anno aperto a molte più figure del comparto. Momenti di formazione ed uno spazio per fare network, eccovi raccontata la giornata dei manager del vino. 
martedi 17 settembre 2019

Wine Manager Day 2019: in gioco le emozioni

Si è conclusa la terza edizione di Wine Manager Day, da quest’anno aperto a molte più figure del comparto. Momenti di formazione ed uno spazio per fare network, eccovi raccontata la giornata dei manager del vino.

We have tasted for you Bosco Viticultori's Canal Grando Rosso Venezia DOC tuesday 17 september 2019

Italian wines in the world: Bosco Viticultori's Canal Grando Rosso Venezia DOC

We have tasted for you Bosco Viticultori's Canal Grando Rosso Venezia DOC

Un rapido sguardo al report Drinks Market Analysis Global di IWSR. Oltre al vino, i dati relativi alle principali categorie del settore Beverage mondiale
lunedi 16 settembre 2019

Diminuiscono i consumi ma aumenta il valore del prodotto

Un rapido sguardo al report Drinks Market Analysis Global di IWSR. Oltre al vino, i dati relativi alle principali categorie del settore Beverage mondiale

Noemi Mengo
Abbiamo degustato per voi Canal Grando Rosso Venezia DOC di Bosco Viticultori sabato 14 settembre 2019

Italian wines in the world: Canal Grando Rosso Venezia DOC di Bosco Viticultori

Abbiamo degustato per voi Canal Grando Rosso Venezia DOC di Bosco Viticultori

La rivista britannica World of fine Wine premia l'eccellenza della carta vini de La Bottega del Vino venerdi 13 settembre 2019

La Bottega del Vino eletta "Miglior Carta Vini del Mondo per i Vini da Dessert 2019"

La rivista britannica World of fine Wine premia l'eccellenza della carta vini de La Bottega del Vino

Tante novità in questa seconda edizione, ed uno sguardo più attento alle nuove generazioni venerdi 13 settembre 2019

Dal 6 al 13 ottobre torna "Milano Wine Week", palcoscenico del vino nella città meneghina

Tante novità in questa seconda edizione, ed uno sguardo più attento alle nuove generazioni

Che il mercato del vino stia attraversando una fase non facile alla luce soprattutto di numerose incognite è sempre più evidente, ma talvolta la paura di alcuni imprenditori e manager rischia di peggiorare notevolmente la situazione
venerdi 13 settembre 2019

Quando la paura fa più danni dei problemi reali

Che il mercato del vino stia attraversando una fase non facile alla luce soprattutto di numerose incognite è sempre più evidente, ma talvolta la paura di alcuni imprenditori e manager rischia di peggiorare notevolmente la situazione

Fabio Piccoli
Il parere degli esperti influenza gli acquisti dei consumatori, ma ottenere un rating alto non starà diventando un’ossessione per i produttori?
giovedi 12 settembre 2019

96/100? Ma dove ho sbagliato?

Il parere degli esperti influenza gli acquisti dei consumatori, ma ottenere un rating alto non starà diventando un’ossessione per i produttori?

Noemi Mengo
Wine Export Manager Day è l’evento che non ti aspetti. Non perdertelo il 16 settembre a FICO Eataly World (Bologna), rimangono ancora pochi posti!
mercoledi 11 settembre 2019

5 motivi per non perdere il WEMDAY 2019 se non ti sei ancora iscritto

Wine Export Manager Day è l’evento che non ti aspetti. Non perdertelo il 16 settembre a FICO Eataly World (Bologna), rimangono ancora pochi posti!

Secondo IWSR il vino biologico raggiungerà 87,5 milioni a livello globale entro il 2022. I mercati europei guidano la domanda.
mercoledi 11 settembre 2019

Vino biologico in crescita in 5 mercati del mondo

Secondo IWSR il vino biologico raggiungerà 87,5 milioni a livello globale entro il 2022. I mercati europei guidano la domanda.

Noemi Mengo
We have tasted for you Marchesi di Barolo's Barbera d'Alba DOC Peiragal 2017 wednesday 11 september 2019

Italian wines in the world: Marchesi di Barolo's Barbera d'Alba DOC Peiragal 2017

We have tasted for you Marchesi di Barolo's Barbera d'Alba DOC Peiragal 2017

Abbiamo degustato per voi il Rosé Brut Le Torri 2018 dell'azienda Le Torri mercoledi 11 settembre 2019

Italian wines in the world: Rosé Brut Le Torri 2018 dell'azienda Le Torri

Abbiamo degustato per voi il Rosé Brut Le Torri 2018 dell'azienda Le Torri

Giovanna Romeo
Nel mese delle previsioni, a vendemmia in corso, i tecnici viticoltori del territorio raccontano una stagione produttiva ricca di aspettative. martedi 10 settembre 2019

Pinot grigio delle Venezie DOC sulla Vendemmia 2019: quando la viticoltura crea valore

Nel mese delle previsioni, a vendemmia in corso, i tecnici viticoltori del territorio raccontano una stagione produttiva ricca di aspettative.

L'azienda trevigiana rinuncia definitivamente al termine prosecco prediligendo invece “Valdobbiadene DOCG” in tutti i canali comunicativi e sulle etichette martedi 10 settembre 2019

La coraggiosa scelta di Col Vetoraz: produrre solo "Valdobbiadene Docg"

L'azienda trevigiana rinuncia definitivamente al termine prosecco prediligendo invece “Valdobbiadene DOCG” in tutti i canali comunicativi e sulle etichette

A WEMDAY 2019 uno degli interventi sarà presidiato da Vincenzo Russo, docente di psicologia e neuromarketing all’Università IULM
martedi 10 settembre 2019

Vino e Neuromarketing: ce ne parla Vincenzo Russo

A WEMDAY 2019 uno degli interventi sarà presidiato da Vincenzo Russo, docente di psicologia e neuromarketing all’Università IULM

Noemi Mengo
A WEMDay 2019, lunedì 16 settembre, 5 interventi per diventare manager consapevoli
martedi 10 settembre 2019

Wine Export Manager Day: gli speaker vi aspettano

A WEMDay 2019, lunedì 16 settembre, 5 interventi per diventare manager consapevoli

Il vino realizzato congiuntamente da Masi e Vespa ha fatto scaturire un mare di polemiche per aver “sfruttato” in maniera scorretta il prestigio di due denominazioni come quella dell’Amarone della Valpolicella e del Primitivo di Manduria. Ma se la questione vera non fosse nella comunicazione sbagliata?
lunedi 09 settembre 2019

Terregiunte, le polemiche nascondono la “rivoluzione”

Il vino realizzato congiuntamente da Masi e Vespa ha fatto scaturire un mare di polemiche per aver “sfruttato” in maniera scorretta il prestigio di due denominazioni come quella dell’Amarone della Valpolicella e del Primitivo di Manduria. Ma se la questione vera non fosse nella comunicazione sbagliata?

Fabio Piccoli
Un’azienda legata alla nobile storia italiana, in varie sfaccettature, che oggi vuole crescere e rinnovarsi, senza dimenticare le proprie origini
lunedi 09 settembre 2019

Fattoria Varramista: una sfida per il futuro, che cresce su radici antiche

Un’azienda legata alla nobile storia italiana, in varie sfaccettature, che oggi vuole crescere e rinnovarsi, senza dimenticare le proprie origini

Noemi Mengo
La Mosella, il mercato americano e non solo: ecco cosa ci raccontano i produttori. 
domenica 08 settembre 2019

Il Riesling renano ama gli Stati Uniti

La Mosella, il mercato americano e non solo: ecco cosa ci raccontano i produttori.

Giovanna Romeo


sfondo_wm