Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
giovedi 04 giugno 2020 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers



https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go www.unexpecteditalian.it Vigna Belvedere CIR http://www.grafical.it/it/  www.cantinatollo.it cantina settesoli mossi 1558 perdomini vidra.com Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza Masciarelli WineNet CVA Canicatti vinojobs
venerdi 06 ottobre 2017

Quando il cinema fa bene al vino

Abbiamo visto in anteprima “Ritorno in Borgogna” del regista Cédric Klapish, un esempio eccellente di come si può costruire una storia dove il vino è sempre presente senza essere il protagonista, come nella vita reale


Quando il cinema fa bene al vino
Abbiamo avuto la fortuna di vedere in anteprima “Ritorno in Borgogna”, l’ultimo film del regista Cédric Klapish (diventato famoso in particolare con il film “L’appartamento spagnolo”).
Il film (che uscirà nelle sale in Italia il prossimo 19 ottobre) ci è piaciuto molto, abbiamo riso e pianto, ma non è di questo che vogliamo scrivere, anche perché non siamo critici cinematografici e lo abbiamo voluto guardare anche con l’occhio del “comunicatore di vino”.
E’ un film che, dal nostro punto di vista, è riuscito a non cadere, come spesso è accaduto nel passato, nei soliti stereotipi legati al mondo del vino. Il vino, la vigna, il territorio di produzione (la mitica Borgogna) sono presenti, ovviamente, ma mai in maniera invadente, banale.
Sono un sottofondo costante ma che consente ai tre fratelli protagonisti del film di parlarsi e, soprattutto, di ascoltarsi.
Di ascoltare la propria terra, innanzitutto. Una terra ereditata da genitori che non ci sono più, che avevano visioni diverse dalle loro ma che hanno lasciato loro un qualcosa che va ben aldilà di una proprietà, di semplice denaro.
Uno straordinario riferimento quello che Kaplish fa al complesso tema del cambio generazionale nel mondo del vino. Lo fa con leggerezza ma senza mai cadere nella superficialità.
Non è facile ereditare la terra, la vigna, la cantina e tutto ciò che ne consegue. Lo sanno bene quei numerosi giovani che incontriamo spesso nel nostro vagare per cantine e che si trovano oggi alle prese con aziende che non hanno costruito loro ma alle quali vorrebbero dare la propria impronta.
Ma la terra, la vigna nel film di Kaplish rappresenta anche una straordinaria metafora della vita:”Solo lavorando la terra ti rendi conto di appartenerle”, così pensa Jean, il fratello maggiore, rientrato in Borgogna dopo dieci anni di lontananza.
Ma quello di Kaplish è anche un film sulla riappacificazione rispetto al passato e nulla meglio del vino consente di parlare di “tempo” e del “tempo”.
A questo riguardo molto indicativo quello che dice il fratello maggiore alla propria compagna con la quale condivide la proprietà di un’azienda vitivinicola in Australia: “Qui (in Borgogna ndr) non si fa vino per i prossimi due anni, ma per dieci, vent’anni. In Australia, invece, tutto deve essere giovane”.
Ma ancor più paradigmatica la risposta del vecchio collaboratore al possibile rischio di vedere l’azienda per la quale ha lavorato per decenni venduta ad altri:”Non guardo il meteo oltre i tre giorni”.
Una eccellente esemplificazione di come la terra ti costringa a vivere sempre il presente.
C’è poi il vino, questo straordinario liquido capace di raccontare storie e di avvicinare le persone come poche altre bevande, anzi come nessun’altra.
Il vino riunisce i tre fratelli (a questo proposito forse più corretto il titolo originale “Ce qui nous lie”, ciò che ci unisce), li obbliga a confrontarsi tra loro, li costringe a crescere, ad essere onesti e realisti. Li spinge ad esprimere le proprie visioni, di fare i conti con le visioni di chi li ha preceduti ma anche con i competitor del proprio territorio.
Su quest’ultimo aspetto Kaplish fa una scelta molto precisa enfatizzando la scelta “biodinamica” dei tre fratelli, ma lo fa senza esasperazioni ideologiche ma semplicemente come una inevitabile espressione di chi vuole una terra più pulita, migliore di quella che hanno ereditato.
“Guarda che anche tuo padre spruzzava il Cimoxanil quando il rischio della muffa era elevato come quest’anno”, dice un vicino produttore a Jean. “Ma io non sono mio padre”, l’inevitabile risposta.
Ma il vino è presente anche come espressione della personalità di chi lo produce. E Juliet, la sorella enologa, sceglie la propria via per esprimersi nei suoi vini e dopo la prima annata tutta sua i due fratelli commentano “Sono vini come lei, come il suo carattere…”.
Anche questa è una grande verità del vino e bravo a Kaplish per averla fatta emergere senza retorica.
Ma alla fine è l’amore il vero filo conduttore.
“Ma l’amore" - dice Jean alla sua compagna per farle capire come lui sia cambiato nel tempo - " è come il vino, serve tempo. Deve fermentare”.
Il film si conclude così come è iniziato, in mezzo ad un vigneto, tre fratelli ad assaggiare l’uva per capire quando è il giorno giusto per iniziare la vendemmia.
“Martedì?”, i tre fratelli si guardano, sorridono e annuiscono.

Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Da aprile 2020 Mandrarossa propone sul mercato due vini a denominazione Etna DOC, pura espressione di autenticità, sostenibilità ed eccellenza. giovedi 04 giugno 2020

Etna Mandrarossa: territorio in purezza

Da aprile 2020 Mandrarossa propone sul mercato due vini a denominazione Etna DOC, pura espressione di autenticità, sostenibilità ed eccellenza.

Emanuele Fiorio
In alcuni Stati ripartono locali, bar e ristoranti. Aspettative, piani e desideri dei consumatori Usa. giovedi 04 giugno 2020

Horeca Usa: tendenze post-lockdown

In alcuni Stati ripartono locali, bar e ristoranti. Aspettative, piani e desideri dei consumatori Usa.

Emanuele Fiorio
Come Vendere nel B2B con Alibaba, interessanti informazioni e spunti per valutare questa opportunità online, presente in 190 mercati nel mondo. giovedi 04 giugno 2020

Alibaba: opportunità B2B per il vino italiano

Come Vendere nel B2B con Alibaba, interessanti informazioni e spunti per valutare questa opportunità online, presente in 190 mercati nel mondo.

Emanuele Fiorio
Il Circolo Wine Meridian ti aiuta a trovare quello adatto a te! Ti stiamo aspettando.
mercoledi 03 giugno 2020

Qual è il giusto metodo per affrontare la ripresa post Covid?

Il Circolo Wine Meridian ti aiuta a trovare quello adatto a te! Ti stiamo aspettando.

Non perdere l’11 giugno alle ore 17 il webinar con Mario di Paolo - fondatore e direttore creativo di Spazio di Paolo e attualmente il wine designer più apprezzato a livello internazionale.  Mario rivelerà i segreti per come creare delle vere e proprie tendenze nel settore wine e spirits, ottenendo il consenso più importante: quello del consumatore. mercoledi 03 giugno 2020

“UNICI PER DISTINGUERSI”, primo webinar di Mario Di Paolo, il wine designer più premiato al mondo

Non perdere l’11 giugno alle ore 17 il webinar con Mario di Paolo - fondatore e direttore creativo di Spazio di Paolo e attualmente il wine designer più apprezzato a livello internazionale. Mario rivelerà i segreti per come creare delle vere e proprie tendenze nel settore wine e spirits, ottenendo il consenso più importante: quello del consumatore.

Calano frequenza, consumi e spesa media. Crisi enoteche ma crescono online, supermercati e negozi locali. mercoledi 03 giugno 2020

Lockdown in Portogallo: frequenza e consumi di vino in calo

Calano frequenza, consumi e spesa media. Crisi enoteche ma crescono online, supermercati e negozi locali.

Emanuele Fiorio
We have tasted for you Cantina Tollo’s Biologico Terre di Chieti IGP Passerina
wednesday 03 june 2020

Italian wines in the world: Cantina Tollo’s Biologico Terre di Chieti IGP Passerina

We have tasted for you Cantina Tollo’s Biologico Terre di Chieti IGP Passerina

We have tasted for you Baglio del Cristo di Campobello’s Adènzia Bianco Sicilia Doc wednesday 03 june 2020

Italian wines in the world: Baglio del Cristo di Campobello’s Adènzia Bianco Sicilia Doc

We have tasted for you Baglio del Cristo di Campobello’s Adènzia Bianco Sicilia Doc

A dispetto di ogni aspettativa negativa, in Cina i consumatori hanno dimostrato di adattare il consumo del vino alla vita domestica e di utilizzare sempre di più canali online per acquistarlo. mercoledi 03 giugno 2020

La Cina verso un cambiamento di stili di consumo?

A dispetto di ogni aspettativa negativa, in Cina i consumatori hanno dimostrato di adattare il consumo del vino alla vita domestica e di utilizzare sempre di più canali online per acquistarlo.

Agnese Ceschi
We have tasted for you Le Morette's Lugana DOC Mandolara 
wednesday 03 june 2020

Italian wines in the world: Le Morette's Lugana DOC Mandolara

We have tasted for you Le Morette's Lugana DOC Mandolara

Direttore Tecnico di cantina - Plant Manager martedi 02 giugno 2020

Candidati TOP di WinePeople Talent per le aziende del vino

Direttore Tecnico di cantina - Plant Manager

Redazione WinePeople
È venuto il momento di applicare i principi che i migliori leader al mondo ci hanno insegnato: donare ascolto, promuovere fiducia e apertura e creare un ambiente psicologicamente sicuro. martedi 02 giugno 2020

La "servant leadership" al servizio degli imprenditori

È venuto il momento di applicare i principi che i migliori leader al mondo ci hanno insegnato: donare ascolto, promuovere fiducia e apertura e creare un ambiente psicologicamente sicuro.

Agnese Ceschi
Il futuro è tecnologia, e-commerce e pagamenti contactless. Cambiamenti nella supply chain e nelle modalità di acquisto, grandi affari per i retailer di beni alimentari e di prima necessità. lunedi 01 giugno 2020

Impatto Covid-19 sul settore retail

Il futuro è tecnologia, e-commerce e pagamenti contactless. Cambiamenti nella supply chain e nelle modalità di acquisto, grandi affari per i retailer di beni alimentari e di prima necessità.

Emanuele Fiorio
La decisione giusta forse si può anche improvvisare, con un po’ di fortuna. Pensare di farlo sempre è molto rischioso e, da un punto di vista imprenditoriale, impensabile. L’importanza dell’autocheck-up:  noi vi possiamo aiutare. lunedi 01 giugno 2020

Prendere decisioni efficaci in condizioni di incertezza

La decisione giusta forse si può anche improvvisare, con un po’ di fortuna. Pensare di farlo sempre è molto rischioso e, da un punto di vista imprenditoriale, impensabile. L’importanza dell’autocheck-up: noi vi possiamo aiutare.

Claudia Meo