Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
domenica 16 giugno 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


http://www.varramista.it/it/ http://events.editricetemi.com/events/WorkshopFood&Beverage/registrazione.html?idpg=497 Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/

Ristorante “La Vita” dove la carta vini nasce dal cuore

Uno dei migliori ristoranti italiani in Germania dove le scelte, a partire dalla carta vini, nascono dalla competenza e passioni del titolare Salvatore Luca


Ristorante “La Vita” dove la carta vini nasce dal cuore
Per il secondo anno di fila abbiamo scelto per una serata dopo una giornata impegnativa al Prowein, il ristorante “La Vita” di Colonia, oggi riconosciuto come tra i migliori rappresentanti della ristorazione italiana in Germania.
Un ristorante dove il concetto del “vivere un’esperienza” è efficacemente applicato grazie allo spirito che il titolare Salvatore è riuscito a trasmettere a tutti i suoi collaboratori.
Prima, infatti, di parlare di piatti e, soprattutto, di vini, è fondamentale evidenziare come in questo ristorante si “sta bene”. Un presupposto che si sta troppe volte per scontato ma che invece è alla base per poter vivere un’esperienza poi positiva dal punto di vista enogastronomico.
E il benessere che si sperimenta al “La Vita” è fortemente legato non solo all’eleganza (senza però inutili sfarzi) del locale ma soprattutto alla disponibilità e alla serenità di tutti coloro che operano in sala e probabilmente anche in cucina.
Un’atmosfera di pace dove anche la musica, ottima e realizzata sempre dal vivo da un bravissimo pianista, rimane sempre uno straordinario sottofondo per una serata dove sono le parole, le relazione tra gli ospiti a dover essere assolute protagoniste.
L’anima del ristorante “La Vita” è sicuramente Salvatore, di origine siciliana, precisamente di Bronte, la capitale mondiale dello straordinario Pistacchio. Nonostante i molti anni in Germania Salvatore non ha perso nulla della sua sicilianità caratterizzata da una incredibile naturale eleganza, affabilità e, soprattutto, disponibilità.
In maniera discreta, senza mai essere invadente, riesce sempre ad essere vicino ai suoi clienti e a percepirne fabbisogni e aspettative.
Una sensibilità che l’ha portato a raggiungere un livello di fidelizzazione straordinaria con la sua clientela.
Un successo che l’ha portato anche in questi mesi ad acquisire uno straordinario castello nella vicina Bonn dove realizzare un altro ristorante annesso ad alcune suite di altissimo livello.
Ma il successo non ha certo dato, come si suol dire, “alla testa” al bravo Salvatore e la sua filosofia la si può sintetizzare nella risposta che ci ha dato rispetto alla scelta del nome “La Vita”: è molto semplice, ho scelto questo nome perché la vita è bella.
Ed è veramente una vita bella quella che si riesce a vivere nel suo ristorante grazie anche ad un menù dove le materie prime, tutte rigorosamente italiane e di primissima qualità sono proposte attraverso un menù scritto su una lavagna che si muove, quasi come una ballerina di danza classica, tra le due sale del locale.
Un menù senza gli eccessi stilistici di alcuni modelli di cucina modaiola, ma non per questo meno ricercati e gustosi. Noi abbiamo scelto delle costine d’agnello e delle sogliole alla griglia che difficilmente dimenticheremo.
Ma anche nella carta vini si vede lo spirito del bravo sommelier Mario Albertino. Gli abbiamo chiesto con quali criteri costruiva la sua offerta enologica:”Innanzitutto devono essere vini che mi piacciono. Non sono mai riuscito a proporre vini che non incontravano il mio gusto. Devono essere vini che abbiano come principale caratteristica la piacevolezza e la bevibilità. E poi per me è anche molto importante conoscere i produttori. Gran parte dei produttori di cui propongo i vini sono venuti spesso nel mio ristorante. Con loro ho costruito un rapporto diretto e franco. Potrei quindi dire che scelgo i vini attraverso il cuore e le relazioni di amicizia”.

Lavinia Furlani

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Abbiamo degustato per voi il Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina sabato 15 giugno 2019

Italian wines in the world: Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina

Abbiamo degustato per voi il Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina

Il rosato in Italia, una moda o puro marketing? Ne discutono i produttori venerdi 14 giugno 2019

Torna Roséxpo il Salone Internazionale dei Vini Rosati

Il rosato in Italia, una moda o puro marketing? Ne discutono i produttori

Tenuta di Angoris, la degustazione di spumanti metodo classico: 8 etichette, tra italiane, francesi e spagnole. venerdi 14 giugno 2019

Un percorso attraverso il tempo e lo spazio degli spumanti metodo classico

Tenuta di Angoris, la degustazione di spumanti metodo classico: 8 etichette, tra italiane, francesi e spagnole.

Molte aziende del vino italiano sono alle prese con il passaggio di consegne tra la “vecchia” e la “nuova” generazione all’insegna di un cambiamento che per certi aspetti è più complesso rispetto al precedente. Il ruolo chiave della formazione della nuova classe dirigente del vino italiano venerdi 14 giugno 2019

Più che cambio è rivoluzione generazionale

Molte aziende del vino italiano sono alle prese con il passaggio di consegne tra la “vecchia” e la “nuova” generazione all’insegna di un cambiamento che per certi aspetti è più complesso rispetto al precedente. Il ruolo chiave della formazione della nuova classe dirigente del vino italiano

Fabio Piccoli
Una collezione di risultati che non può non essere raccontata 
venerdi 14 giugno 2019

Cantina di Soave, un 2019 da record

Una collezione di risultati che non può non essere raccontata

Abbiamo intervistato il master sommelier John Szabo su una delle categorie più affascinanti ed emergenti oggi venerdi 14 giugno 2019

Le potenzialità del "vulcano"

Abbiamo intervistato il master sommelier John Szabo su una delle categorie più affascinanti ed emergenti oggi

Agnese Ceschi
Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 
giovedi 13 giugno 2019

Hong Kong International Wine and Spirits Fair, unisciti a noi!

Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 

L'ondata di consumo di vini SOLA (sostenibile, biologico, a bassa gradazione alcolica e altri prodotti alternativi) è in aumento secondo l’ultimo rapporto Wine Intelligence giovedi 13 giugno 2019

SOLA: cosa ci dice il nuovo report di Wine Intelligence?

L'ondata di consumo di vini SOLA (sostenibile, biologico, a bassa gradazione alcolica e altri prodotti alternativi) è in aumento secondo l’ultimo rapporto Wine Intelligence

Agnese Ceschi
Analizziamo una recente tendenza di consumo che arriva da Oltreoceano mercoledi 12 giugno 2019

Il vino in lattina? È arrivato il suo momento...

Analizziamo una recente tendenza di consumo che arriva da Oltreoceano

Agnese Ceschi
Migliaia di persone, tra ospiti, appassionati e operatori del settore, hanno partecipato alle numerose iniziative in programma per il Conegliano Valdobbiadene Festival martedi 11 giugno 2019

Grande successo del Conegliano Valdobbiadene Festival per i 50 anni della Denominazione

Migliaia di persone, tra ospiti, appassionati e operatori del settore, hanno partecipato alle numerose iniziative in programma per il Conegliano Valdobbiadene Festival

Unico vino sardo premiato, primo vermentino di Gallura nella storia martedi 11 giugno 2019

Bèru di Siddùra conquista il Platino al Decanter World Wine Awards

Unico vino sardo premiato, primo vermentino di Gallura nella storia

Come è cambiato il ruolo dell'agente nel corso degli ultimi 20 anni? Perché nonostante questi cambiamenti è ancora fondamentale? martedi 11 giugno 2019

L'importanza degli agenti ieri e oggi

Come è cambiato il ruolo dell'agente nel corso degli ultimi 20 anni? Perché nonostante questi cambiamenti è ancora fondamentale?

Lorenzo Righi
I consumatori tedeschi si evolvono ed i loro acquisti si orientano su scelte diverse rispetto al passato. lunedi 10 giugno 2019

In Germania c’è poco spazio per la “brand awareness”, vincono qualità e regione d'origine

I consumatori tedeschi si evolvono ed i loro acquisti si orientano su scelte diverse rispetto al passato.

Noemi Mengo
Abbiamo degustato per voi Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo sabato 08 giugno 2019

Italian wines in the world: Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo

Abbiamo degustato per voi Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo

Vantaggi del digitale in campo, nuove strategie di difesa della vite e analisi del quadro normativo che regola l’utilizzo di rame: Image Line e Donne della Vite fanno il punto a Enovitis in Campo 2019 venerdi 07 giugno 2019

Viticoltura sostenibile: la gestione dei vigneti è sempre più smart

Vantaggi del digitale in campo, nuove strategie di difesa della vite e analisi del quadro normativo che regola l’utilizzo di rame: Image Line e Donne della Vite fanno il punto a Enovitis in Campo 2019

Oggi si discute molto sul ruolo dei cosiddetti influencer del vino ma nella realtà spesso sono molti meno di quelli che immaginiamo, ma è solo questione di tempo e di qualcos'altro…

venerdi 07 giugno 2019

Si fa presto a dire influencer

Oggi si discute molto sul ruolo dei cosiddetti influencer del vino ma nella realtà spesso sono molti meno di quelli che immaginiamo, ma è solo questione di tempo e di qualcos'altro…

Fabio Piccoli


sfondo_wm