Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
sabato 20 gennaio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Bixio Ceccheto Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3 IWSC www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace vinojobs wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Tommasi WineNet
venerdi 13 febbraio

Russia: per ora il vino resiste nonostante la crisi

Abbiamo intervistato Alexander Sidorov, giornalista ed influencer russo per capire meglio quanto il vino sia a rischio e che prospettive ci sono nel prossimo futuro per i produttori italiani in Russia


Russia: per ora il vino resiste nonostante la crisi

Alexander Sidorov


Mosca. La preoccupazione è latente. Riuscirà il mercato russo a resistere ai contraccolpi della recente crisi economica? E soprattutto che ne sarà del vino? Certamente la crisi in cui è entrata la Russia da qualche tempo toccherà anche il mercato del vino. Gli esperti prevedono una riduzione di questo settore tra il 10 e il 30% in primavera. Della crisi ne risentiranno principalmente il settore Horeca, che subirà danni a causa dell’abbassamento della spesa media, e le boutique del vino o negozi specializzati. Al contrario chi prima preferiva andare al ristorante, è probabile che compri più vino nei supermercati nel prossimo futuro, facendo assestare il settore della Gdo nonostante la crisi. Dunque il consumatore russo medio non rinuncerà al vino, nonostante il consistente aumento dei prezzi a causa della svalutazione del rublo.
Finché il governo russo deciderà di lasciare aperte le frontiere all’importazione di vini stranieri…
Abbiamo chiesto ad Alexander Sidorov, giornalista del vino, membro dell’Unione russa dei Sommelier ed Esperti del Vino e caporedattore di Enoteka (www.enoteka.ru) e Drinktime (www.drinktime.rbc.ru), di spiegarci meglio questa situazione e i gusti dei russi in fatto di vino…


Il mercato russo è visto dai produttori italiani con grande interesse e aspettativa. Alla luce delle difficoltà del momento cosa possiamo aspettarci nel prossimo futuro dalla Russia?
Ci sarà un calo del consumo del vino nel segmento del prezzo medio. L’Italia è tra i tre importatori in testa alla classifica russa. Pertanto il calo dei consumi toccherà anche i produttori italiani.
Ovviamente molti importatori lasceranno il mercato, mentre quelli che rimangono dovranno rivedere il loro portfolio. Molti produttori italiani devono cercare di mantenere la loro presenza sul mercato.

Come si sta evolvendo lo stile di consumo dei Russi?
Lo stile di consumo si sta progressivamente spostando da vodka e birra nella direzione del vino. A gennaio, per la prima volta in questo Paese, il declino della produzione di vodka ha registrato il -20%. Per quanto riguarda il vino, i Russi continuano a preferire i vini dolci o semi-dolci in linea con le abitudini nordiche. Anche se il consumo dei vini secchi sta costantemente aumentando.

Qual è il canale di comunicazione più efficace per sviluppare una cultura del vino italiano in Russia?
Il canale migliore per far conoscere la cultura del vino italiano in Russia sono i ristoranti. Promuovere la gastronomia italiana fa muovere anche il mercato del vino. Un’altra condizione importante per migliorare l’approccio al consumatore russo è la presenza del produttore alle degustazioni. Lui può dare un apporto importante.

Che consigli pratici darebbe ad un produttore italiano che vuole esportare nel vostro Paese?
In primo luogo dev’essere flessibile in termini di prezzo, essere disposto a negoziare con gli importatori sui pagamenti posticipato e infine investire di più sul marketing.



Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Prosecco pedina di scambio nell’accordo tra UE e Australia?

Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Francesco Piccoli
Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Pochi giorni al meeting per gli export manager di Wineout

Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters giovedi 18 gennaio

Importare vini italiani in America: non ci si improvvisa

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters

Noemi Mengo
Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons giovedi 18 gennaio

Wine influencer: quanto valore portano alla wine community e quanto accrescono la conoscenza comune del vino?

Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons

Noemi Mengo
Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Cosa significa essere oggi un imprenditore del vino?

Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo? martedi 16 gennaio

Danimarca: dove la felicità è di casa

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo?

Agnese Ceschi
Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta? lunedi 15 gennaio

120 cm ² per raccontare la propria storia

Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta?

La più importante hub del commercio asiatico venerdi 12 gennaio

Inserirsi nel mercato cinese: perché dovreste usare Hong Kong come tramite

La più importante hub del commercio asiatico

Noemi Mengo
Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme… giovedi 11 gennaio

Come essere influenti in Cina

Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme…

Redazione Wine Meridian
Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Il primo corso per imparare a vendere vino nel mondo e in Italia

Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Diventare imprenditori del vino consapevoli

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Fabio Piccoli
Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

In onore di Gualtiero Marchesi

Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

Vincenzo Ercolino


WineMeridian