Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
martedi 20 febbraio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

valdoca pertinace vinojobs wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Siddura Tommasi WineNet Bixio Ceccheto Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3 www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi
giovedi 18 maggio

Scriani: a young company that loves to surprise

The story of a unique winery in the landscape of Classic Valpolicella


Scriani: a young company that loves to surprise

Scriani family


To start talking about Scriani, we need to go back in time, not that long ago actually. We are in Verona, in the municipality of Fumane, part of that area known as Valpolicella Classica (Classic Valpolicella); the year is 1998 and Italy was still recovering from the devastating methanol scandal. Stefano Cottini, owner and founder of Scriani, manages to buy out his father's little vineyard, and starts producing his own wine. This is how Scriani was born, starting with a little over an hectare vineyard and a production of 20.000 bottles, in less than twenty years it has grown into a renowned company in Valpolicella landscape, with a property of 30 hectares and a production of 110.000 bottles, but potentially it could be a lot more than that.

Scriani is a young company, even though the hands that work in it carry the wisdom of a long tradition in viticulture. Young in the most genuine and positive meaning of the word: the Cottini family is driven by the will to surprise clients, understand the market's requests and meet them for as much as possible, always paying attention to quality first. Rule number one is never stop, and why should they, one would say, if they got so far in such a short time.

Following the principle of meeting market's requests and enlarging their selection of wines, in 2014 they added 15 hectares of vineyards in the morainic hills of Lake Garda area to the 15 hectares they already possessed in Valpolicella, the core of their fine reds production. The lower side of Lake Garda is particularly suited for white wines, so they can produce the typical Custoza and Lugana, but also Pinot Grigio. This extension is particularly challenging, bringing along a change of mentality. Yes, because the traditional Scriani's structured red wines require long aging, while the world of white wines is a lot faster, because freshness and easiness of drink are key factors.

So which wine best represents Scriani's identity? “Amarone is definitely the wine that has grown more in recent years and allowed us to become well known both in Italy and abroad” Stefano Cottini told us “However, the wine that embodies our identity is Carpanè, 100% Corvina grapes”. Stefano recalls how very few people knew Corvina back in early 2000 and that meant a lot of tastings and explanations were needed. All the efforts put into the promotion of this wine “turned Carpanè into a son to me, and now that it has grown up, I remember the time it was little and needed assistance” Stefano continued. “The best quality of Carpanè is the bond with its own territory. Drinking a glass of Carpanè is like drinking a glass of Valpolicella”.

That small winery from Fumane is not small anymore. It has become a dynamic company with a fresh touch to the business, that always wants to grow and surprise.


www.scriani.it
Scriani: a young company that loves to surprise

Vineyards




Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
L’importanza di essere riconosciuti per il proprio valore unico

Perchè investire nella costruzione dell' identità aziendale

L’importanza di essere riconosciuti per il proprio valore unico

Scopriamolo assieme ai partecipanti del Campus Impresa, la scuola degli imprenditori lunedi 19 febbraio

Come costruire una vision aziendale

Scopriamolo assieme ai partecipanti del Campus Impresa, la scuola degli imprenditori

La novità del 2018: le tasse degli Stati Uniti diminuiscono per l'esportazione di vino e alcolici lunedi 19 febbraio

Tax down negli Stati Uniti

La novità del 2018: le tasse degli Stati Uniti diminuiscono per l'esportazione di vino e alcolici

Steve Raye/ Bevology Inc.
Secondo l'analisi dell'Osservatorio Paesi Terzi/Wine Monitor il gap con la Francia su Cina e Giappone sale a 1,4mld di euro. Serve regia promozione. lunedi 19 febbraio

Italia superpotenza a bassi regimi nel 2017, mentre la Francia vola

Secondo l'analisi dell'Osservatorio Paesi Terzi/Wine Monitor il gap con la Francia su Cina e Giappone sale a 1,4mld di euro. Serve regia promozione.

Lo scorso anno l’Australia ha aumentato il suo export enologico del 15% raggiungendo un  valore di quasi 1,7 miliardi di euro grazie ad un volume esportato di 8,1 milioni di ettolitri (+8%). Una crescita dovuta quasi esclusivamente alle vendite sul mercato cinese

Grazie alla Cina record del vino australiano nel 2017

Lo scorso anno l’Australia ha aumentato il suo export enologico del 15% raggiungendo un valore di quasi 1,7 miliardi di euro grazie ad un volume esportato di 8,1 milioni di ettolitri (+8%). Una crescita dovuta quasi esclusivamente alle vendite sul mercato cinese

Fabio Piccoli
Da venerdì 16 a lunedì 19 Febbraio a Montalcino si presentano le nuove annate della prestigiosa denominazione toscana venerdi 16 febbraio

Casisano a Benvenuto Brunello 2018

Da venerdì 16 a lunedì 19 Febbraio a Montalcino si presentano le nuove annate della prestigiosa denominazione toscana

L'evento di degustazione proclamerà i vini migliori provenienti da tutto il mondo pochi giorni prima di Vinitaly 2018 giovedi 15 febbraio

Aperte le iscrizioni per l’evento internazionale di degustazione alle cieca 5StarWines

L'evento di degustazione proclamerà i vini migliori provenienti da tutto il mondo pochi giorni prima di Vinitaly 2018

I vini alternativi cambieranno le sorte della viticoltura di domani? giovedi 15 febbraio

3 ragioni per essere "alternativi"

I vini alternativi cambieranno le sorte della viticoltura di domani?

Agnese Ceschi
L’intervista a Lorenzo Zunino, fondatore di XVX Italia mercoledi 14 febbraio

Vendere Vino: produttori e intermediari insieme per vendere in Italia e all’estero

L’intervista a Lorenzo Zunino, fondatore di XVX Italia

Quando vendiamo non stiamo proponendo solo un prodotto mercoledi 14 febbraio

Personal Branding e vino: cosa dicono di te quando tu non ci sei?

Quando vendiamo non stiamo proponendo solo un prodotto

Lavinia Furlani
L’Italia del vino anche nel 2017 conferma la sua posizione di mezza classifica sul mercato cinese con un volume di importazioni pari a 29,4 milioni di litri per un valore totale di 111,8 milioni di euro, entrambi molto vicini a quanto ottenuto nel 2016. La fetta di mercato è stabile al 6% da molti anni

Anche il 2017 conferma le debolezze del vino italiano in Cina

L’Italia del vino anche nel 2017 conferma la sua posizione di mezza classifica sul mercato cinese con un volume di importazioni pari a 29,4 milioni di litri per un valore totale di 111,8 milioni di euro, entrambi molto vicini a quanto ottenuto nel 2016. La fetta di mercato è stabile al 6% da molti anni

Francesco Piccoli
Vivino in cima alla classifica, con la nuova sezione Market lunedi 12 febbraio

Un viaggio nel mondo delle Wine apps

Vivino in cima alla classifica, con la nuova sezione Market

Noemi Mengo
Intervista a Daniele Balestriero di Metline, l'azienda produttrice di ENO Software lunedi 12 febbraio

Dinamicità e innovazione: quando il mercato richiede un salto di qualità

Intervista a Daniele Balestriero di Metline, l'azienda produttrice di ENO Software

Continua il lavoro di ricerca sul territorio di Cantina Valpolicella Negrar che, nel festeggiare gli 85 anni di attività, presenta tre nuovi cru Domìni Veneti prodotti nella vallata di Marano: l'Amarone, il Ripasso e il Valpolicella Superiore Pruviniano venerdi 09 febbraio

Domìni Veneti presenta Pruviniano, una collezione dal taglio femminile

Continua il lavoro di ricerca sul territorio di Cantina Valpolicella Negrar che, nel festeggiare gli 85 anni di attività, presenta tre nuovi cru Domìni Veneti prodotti nella vallata di Marano: l'Amarone, il Ripasso e il Valpolicella Superiore Pruviniano



WineMeridian