Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
giovedi 28 maggio 2020 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers



cantina settesoli mossi 1558 perdomini vidra.com Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza Masciarelli WineNet CVA Canicatti https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go www.unexpecteditalian.it Vigna Belvedere CIR http://www.grafical.it/it/  www.cantinatollo.it
mercoledi 03 luglio 2019

Sentenza epocale dagli Stati Uniti?

La recente decisione della Corte Suprema USA potrebbe mettere in discussione un intero sistema di limitazioni statali alla vendita al dettaglio


Sentenza epocale dagli Stati Uniti?

La giuria della Corte Suprema che ha emesso la sentenza (Chip Somodevilla/Getty Images)


Sentenza epocale negli Stati Uniti, che potrebbe cambiare le sorti della vendita al dettaglio.
Qualche giorno fa la Corte Suprema degli Stati Uniti, confermando una decisione del tribunale di grado inferiore nella causa che contrapponeva la Tennessee Wine and Spirits Retailers Association contro Russell F. Thomas, abbatte un requisito di residenza duratura (di almeno due anni) per i rivenditori di liquori nel Tennessee. L'opinione della maggioranza della corte guidata da Samuel Alito, ha preso una netta posizione in difesa della clausola sul commercio della Costituzione, sostenendo che la legge del Tennessee esiste solo per il protezionismo economico ed è quindi incostituzionale. Come tutte le sentenze epocali negli Stati Uniti, questa potrebbe aprire le porte ad interpretazioni contro le leggi discriminatorie sugli alcolici, in particolare per quanto riguarda la spedizione diretta al dettaglio.

Facciamo un passo indietro e raccontiamo le vicende. Il caso è nato nel 2016, quando Total Wine & More, il gigante del commercio al dettaglio, e Affluere Investments, di proprietà di Doug e Mary Ketchum, hanno entrambi fatto domanda per una licenza di liquori al dettaglio nel Tennessee. La Tennessee Wine and Spirits Retailers Association (TWSRA) ha segnalato alla Tennessee Alcoholic Beverage Commission (TABC)  che nessuno dei due ha soddisfatto un requisito di residenza di due anni per ottenere una licenza per alcolici.
La TWSRA, il firmatario, ha affermato che la legge è protetta dal 21° emendamento (che offre agli Stati ampia libertà di strutturare le loro leggi sui liquori) perché favorisce un mercato e consumo di alcolici controllato. La maggioranza della Corte Suprema, nonostante qualche contrarietà, ha invece contestato che il requisito di due anni della residenza nello Stato del Tennessee per i richiedenti di licenze al dettaglio favorisce in modo plateale i residenti dello Stato e ha pochi rapporti con la salute e la sicurezza pubblica perciò è incostituzionale.

Mentre il destino della legge sulla residenza di lunga durata in Tennessee è ora fermo, l’opinione pubblica ha fatto leva su questa decisione per sollevare nuove domande su altre leggi statali sull'alcol potenzialmente incostituzionali. Questa infatti è stata la sentenza più eclatante sul vino da quella del 2005 Granholm v. Heald, che ha proibito le leggi sulla spedizione del vino che discriminavano le cantine residenti fuori dallo Stato.

Al centro delle principali argomentazioni della Tennessee Retailers l’affermazione che la sentenza Granholm del 2005 si applicasse solo a produttori e prodotti. L'opinione della maggioranza della Corte invece ha statuito che in disaccordo anche su questo punto che Granholm non ha mai detto che la sua lettura della causa fosse limitata alla discriminazione di prodotti o produttori, al contrario, la Corte ha dichiarato che la clausola proibisce la discriminazione statale contro" tutti gli interessi economici fuori dallo stato”.
Questo è un punto cruciale per i sostenitori della vendita diretta al dettaglio, che hanno atteso una sentenza simile a Granholm che si applicasse ai rivenditori, non solo ai produttori.

Inoltre, l'opinione della maggioranza si rivolgeva ad un'altra preoccupazione del firmatario, secondo cui l'invalidare la legge del Tennessee avrebbe a sua volta vanificato il sistema di distribuzione a tre livelli. Una linea citata nell'opinione di Granholm secondo cui "il sistema a tre livelli è indubbiamente legittimo" è stata spesso citata come argomento contro il commercio interstatale di alcol. I giudici nella maggioranza non erano d’accordo, aggiungendo che la sezione 2 del 21° Emendamento non consente "ogni caratteristica discriminatoria che uno Stato può incorporare nel suo schema a tre livelli. "

Altre domande, tra cui la costituzionalità dei divieti sulla spedizione diretta al dettaglio da rivenditori fuori dallo stato, possono derivare da questa ampia opinione. Il giudice Gorsuch si è chiesto durante le discussioni orali quale sarebbe il prossimo caso dopo questo, chiedendo se una sfida ai requisiti di residenza potrebbe portare a un modello di business "Amazon of liquor" in base al quale un rivenditore potrebbe non avere nemmeno bisogno di essere fisicamente presente all'interno di uno Stato.
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Il Covid-19 ha cambiato le scelte dei consumatori britannici e americani sia in termini di modalità di acquisto, ma anche di prodotto acquistato. giovedi 28 maggio 2020

Usa e Regno Unito: le abitudini di consumo tra nuovi e vecchi trend

Il Covid-19 ha cambiato le scelte dei consumatori britannici e americani sia in termini di modalità di acquisto, ma anche di prodotto acquistato.

Agnese Ceschi
Assoenologi ha organizzato una nuova diretta per parlare del difficile momento per l'industria del vino. giovedi 28 maggio 2020

Le risposte delle Istituzioni e l'analisi degli enologi del mondo

Assoenologi ha organizzato una nuova diretta per parlare del difficile momento per l'industria del vino.

Astrid Panizza
Due terzi degli italiani disposti a pagare 20% in più per garantirsi l’italianità del prodotto. Bandiera italiana e claim “100% italiano” fanno crescere le vendite. giovedi 28 maggio 2020

Voglia di Made in Italy: il packaging “tricolore” paga

Due terzi degli italiani disposti a pagare 20% in più per garantirsi l’italianità del prodotto. Bandiera italiana e claim “100% italiano” fanno crescere le vendite.

Emanuele Fiorio
L'indagine di Global Web Index traccia i profili di alcuni comportamenti ricorrenti del consumatori mondiali. Diventeranno questi i paradigmi del panorama della Nuova Normalità? giovedi 28 maggio 2020

Il ventaglio di alternative della Nuova Normalità

L'indagine di Global Web Index traccia i profili di alcuni comportamenti ricorrenti del consumatori mondiali. Diventeranno questi i paradigmi del panorama della Nuova Normalità?

Agnese Ceschi
Per la cantina altoatesina la vendita di vino nel commercio al dettaglio di generi alimentari raggiunge il 45% e si apre la Norvegia come nuovo mercato. mercoledi 27 maggio 2020

Cantina Bolzano: strategie anti-crisi

Per la cantina altoatesina la vendita di vino nel commercio al dettaglio di generi alimentari raggiunge il 45% e si apre la Norvegia come nuovo mercato.

Siamo alla ricerca di nuove idee, testimonianze di successo per raccontare un'Italia che non si ferma. mercoledi 27 maggio 2020

Wine Meridian recruiter di storie vincenti: aspettiamo te!

Siamo alla ricerca di nuove idee, testimonianze di successo per raccontare un'Italia che non si ferma.

Astrid Panizza
Per le aziende statunitensi è una fase cruciale, rimangono le vendite online e gli happy hour virtuali ma molti puntano sulle degustazioni all’aperto. mercoledi 27 maggio 2020

Usa: i produttori affrontano la riapertura

Per le aziende statunitensi è una fase cruciale, rimangono le vendite online e gli happy hour virtuali ma molti puntano sulle degustazioni all’aperto.

Emanuele Fiorio
Slancio positivo per gli spumanti italiani che si assicurano il 35% del mercato totale, il Prosecco sta diventando un “every day wine”, un’abitudine di consumo degli americani. mercoledi 27 maggio 2020

Usa: gli spumanti italiani non perdono un colpo

Slancio positivo per gli spumanti italiani che si assicurano il 35% del mercato totale, il Prosecco sta diventando un “every day wine”, un’abitudine di consumo degli americani.

Emanuele Fiorio
We have tasted for you Masot’s Colfondo igt Colli Trevigiani 2017 wednesday 27 may 2020

Italian wines in the world: Masot’s Colfondo igt Colli Trevigiani 2017

We have tasted for you Masot’s Colfondo igt Colli Trevigiani 2017

Ottimo periodo pre-pandemia, i principali fornitori europei di vini sfusi sono cresciuti a 2 cifre in volume, ma l’emergenza globale produrrà perdite sostanziali. mercoledi 27 maggio 2020

Export vini sfusi: la “Belle Èpoque” prima del Covid-19

Ottimo periodo pre-pandemia, i principali fornitori europei di vini sfusi sono cresciuti a 2 cifre in volume, ma l’emergenza globale produrrà perdite sostanziali.

Emanuele Fiorio
In attesa dello sblocco del canale Horeca negli Usa, aziende, distributori e importatori si confrontano per pianificare lo sviluppo dell’agroalimentare italiano nel post Covid-19
mercoledi 27 maggio 2020

Prepararsi al rilancio del vino italiano negli Usa

In attesa dello sblocco del canale Horeca negli Usa, aziende, distributori e importatori si confrontano per pianificare lo sviluppo dell’agroalimentare italiano nel post Covid-19

Astrid Panizza
Un sistema di finanziamento alternativo e innovativo che crea l’incontro tra produttori vitivinicoli italiani di qualità e wine lovers trasformando l’acquisto in un’esperienza con l’inedita possibilità di acquistare anche En Primeur. martedi 26 maggio 2020

Nasce CrowdWine: la prima piattaforma di crowdfunding dedicata al vino italiano

Un sistema di finanziamento alternativo e innovativo che crea l’incontro tra produttori vitivinicoli italiani di qualità e wine lovers trasformando l’acquisto in un’esperienza con l’inedita possibilità di acquistare anche En Primeur.

Il business media britannico, premiato dalla UK Press Gazette come migliore iniziativa giornalistica durante la pandemia del Coronavirus, ci accompagna in uno dei principali mercati del vino mondiale in una delle crisi più complesse della storia moderna. martedi 26 maggio 2020

Con “The Buyer” nel Regno Unito in epoca Covid-19

Il business media britannico, premiato dalla UK Press Gazette come migliore iniziativa giornalistica durante la pandemia del Coronavirus, ci accompagna in uno dei principali mercati del vino mondiale in una delle crisi più complesse della storia moderna.

Federica Mataluna
Come convertire il paradosso di Cenerentola nella vita aziendale. martedi 26 maggio 2020

Prepararsi alla ripresa: la gestione del capitale umano

Come convertire il paradosso di Cenerentola nella vita aziendale.

Astrid Panizza
Il parere di Emilio Pedron, uno dei più autorevoli manager del vino italiano, che auspica l’affermarsi di una nuova élite manageriale ed una rinascita del mercato domestico e delle denominazioni, non dimenticando gli errori del passato. martedi 26 maggio 2020

Puntare sull’Italia con nuovi dirigenti capaci di fare rete

Il parere di Emilio Pedron, uno dei più autorevoli manager del vino italiano, che auspica l’affermarsi di una nuova élite manageriale ed una rinascita del mercato domestico e delle denominazioni, non dimenticando gli errori del passato.

Emanuele Fiorio