Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
mercoledi 26 giugno 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://events.editricetemi.com/events/WorkshopFood&Beverage/registrazione.html?idpg=497 Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach
lunedi 19 settembre 2016

Soave Next Generation: Fornaro, il coraggio di osare

In soli sei anni, partendo da zero, Damiano Fornaro ha costruito una giovane azienda che rappresenta in pieno non solo il valore qualitativo del Soave ma anche il coraggio e l’intraprendenza dei suoi produttori.


Soave Next Generation: Fornaro, il coraggio di osare

La famiglia Fornaro


Damiano Fornaro ha 31 anni e non solo rappresenta in pieno la nuova generazione del Soave ma in qualche misura va oltre. Damiano, infatti, non ha alle spalle generazioni di produttori di vino ma solo nel 2010, a soli 25 anni, ha deciso di sposare un sogno e di iniziare a produrre il vino.
Conoscenze all’inizio, come ci ha raccontato, molto poche. L’Istituto tecnico agrario non terminato, un futuro difficile da decifrare ma nel cassetto un sogno, per quanto difficile, da almeno provare a realizzare.
Nel 2010 la crisi economica era già entrata nella sua fase più importante e quindi Damiano non aveva nemmeno questo vantaggio competitivo da sfruttare, ma non si è perso d’animo e ha ugualmente accettato la sfida che a molti sembrava impossibile.
“Più di qualcuno mi ha dato del pazzo" spiega Damiano " ma io sentivo dentro di me che potevo farcela. A scuola non ero stato particolarmente bravo e riuscivo ad eccellere solo in matematica ma questo mi ha aiutato moltissimo a fare i conti, base fondamentale (l’ho capito presto), per fare impresa”.
Oltre dalla matematica Damiano è stato aiutato nella sua impresa dalla sua esperienza professionale in bar e ristoranti ed, infine, il proficuo corso per diventare sommelier. “Magari non sapevo bene come produrre i vini " racconta Damiano " ma mi era abbastanza chiaro come presentarli, capire le preferenze dei consumatori, avere un’idea precisa sulle caratteristiche dei vini che avrei voluto produrre”.

Ma la scuola vera per Damiano è stato il campo, non solo le sue vigne ma anche l’esempio degli altri produttori. “Ho visitato decine e decine di cantine, ho parlato con un numero impressionate di enologi, agronomi" sottolinea Damiano "e ho cercato di carpire da ognuno di essi un’informazione, un pensiero, un suggerimento, una filosofia produttiva”.
Oggi l’azienda Fornaro è di 4 ettari (quelli che vengono vinificati), ma complessivamente il vigneto e di circa 13 ettari.
La produzione si attesta attualmente sulle 35.000 bottiglie “non tante" spiega Damiano "ma in numero comunque sufficiente per essere obbligato anche a imparare a vendere, a gestire trattative commerciale, in qualche modo anche ad individuare strategie di marketing e di posizionamento. Devo ammettere che ho imparato più in fretta a produrre che a vendere”.
Damiano ha le idee chiare sul Soave che “per me deve esprimere la sua natura più vera e autentica per questo mi sono concentrato su due Soave, uno Classico, 100% Garganega dove ho cercato di privilegiare la freschezza e la bevibilità, ed un altro Soave Classico, il Capitel del Tenda dove ho voluto esaltare le caratteristiche di un singolo vigneto, con un vino sempre autentico e fedele al territorio e solo leggermente più complesso”.
E il futuro visto da Damiano Fornaro?
“Certo vendere il Soave oggi " risponde Damiano "non è la cosa più semplice al mondo ma io continuo a credere fortemente in questa denominazione. Penso che dovremmo stare molto più attenti al posizionamento dei prodotti con prezzi che non dovrebbero mai scendere oltre certi livelli anche perché, per noi piccoli produttori, i costi di produzione sono ingenti”.
“E poi penso" aggiunge Damiano "che non dobbiamo preoccuparci solo di sviluppare i mercati internazionali ma ritornare a guardare meglio al mercato di sotto casa. A questo riguardo il mio obiettivo a breve è di arrivare ad un 50% di vendite dirette, a casa. E a questo proposito il mio sogno finale è di riuscire a chiudere la filiera realizzando un ristorante aziendale perché penso che le potenzialità enoturistiche di questo territorio siano enormi e ancora oggi poco sfruttate”.
Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Crescita economica, socio-culturale e turistica alla base dell’aumento delle opportunità del nostro export vitivinicolo in Asia Centrale, a partire dai Paesi come il Kazakistan e l’Uzbekistan

Asia Centrale, area strategica per il futuro del vino italiano

Crescita economica, socio-culturale e turistica alla base dell’aumento delle opportunità del nostro export vitivinicolo in Asia Centrale, a partire dai Paesi come il Kazakistan e l’Uzbekistan

Fabio Piccoli
Quando nella fase di vendita non basta solo raccontare il prodotto e l’azienda.

Il personal branding: chi sei, cosa fai e perchè non puoi farne a meno

Quando nella fase di vendita non basta solo raccontare il prodotto e l’azienda.

Lavinia Furlani
We have tasted for you Cantina Santa Maria La Palma's Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015 tuesday 25 june 2019

Italian wines in the world: Cantina Santa Maria La Palma's Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015

We have tasted for you Cantina Santa Maria La Palma's Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015

Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 
martedi 25 giugno 2019

Partecipa all' Hong Kong International Wine and Spirits Fair!

Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 

Intervista ad Antonio Santarelli, alla guida di Casale Del Giglio martedi 25 giugno 2019

Casale del Giglio: gli autoctoni laziali e i mercati internazionali

Intervista ad Antonio Santarelli, alla guida di Casale Del Giglio

Giovanna Romeo
L’intervista allo chef pluristellato Bruno Barbieri in occasione della visita in Sicilia alle cantine Duca di Salaparuta di Casteldaccia lunedi 24 giugno 2019

Il vino non solo in abbinamento al piatto. Parola di Bruno Barbieri!

L’intervista allo chef pluristellato Bruno Barbieri in occasione della visita in Sicilia alle cantine Duca di Salaparuta di Casteldaccia

Lisa Sanfilippo
Novità e soluzioni di questa nuova tecnologia protagoniste a Conegliano Veneto il prossimo 4 luglio 
lunedi 24 giugno 2019

La Supply chain a servizio delle eccellenze alimentari

Novità e soluzioni di questa nuova tecnologia protagoniste a Conegliano Veneto il prossimo 4 luglio

Villa Quaranta Wine Hotel & SPA si aggiudica il prestigioso riconoscimento e concorrerà per il Global award lunedi 24 giugno 2019

Best of Wine Tourism 2020: premiata la ricettività della famiglia Tommasi

Villa Quaranta Wine Hotel & SPA si aggiudica il prestigioso riconoscimento e concorrerà per il Global award

Nonostante un decennio decisamente difficile, caratterizzato sia da crisi economiche che politiche, la Russia continua a rappresentare un mercato strategico per il vino italiano

lunedi 24 giugno 2019

La Russia continua ad amarci

Nonostante un decennio decisamente difficile, caratterizzato sia da crisi economiche che politiche, la Russia continua a rappresentare un mercato strategico per il vino italiano

Lavinia Furlani
Cosa sono i big data? Cosa significa oggi interpretare i dati provenienti dal mondo social? Quali opportunità e quali rischi comportano? lunedi 24 giugno 2019

Data has a better idea

Cosa sono i big data? Cosa significa oggi interpretare i dati provenienti dal mondo social? Quali opportunità e quali rischi comportano?

Agnese Ceschi
Abbiamo degustato per voi Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015 di Cantina Santa Maria La Palma sabato 22 giugno 2019

Italian wines in the world: Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015 di Cantina Santa Maria La Palma

Abbiamo degustato per voi Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015 di Cantina Santa Maria La Palma

Sono sempre di più i giovani che investono in formazione per lavorare nel mondo del vino, ma sono ancora poche le aziende che credono in loro
venerdi 21 giugno 2019

Italia del vino credi nei giovani

Sono sempre di più i giovani che investono in formazione per lavorare nel mondo del vino, ma sono ancora poche le aziende che credono in loro

Fabio Piccoli
Wine Meridian affianca le aziende del vino italiane sui mercati esteri venerdi 21 giugno 2019

Tour Internazionali: ecco il nostro calendario

Wine Meridian affianca le aziende del vino italiane sui mercati esteri

Il 27 settembre il nostro tour in partnership con Unexpected Italian proseguirà con una tappa a Seoul, Corea del Sud.
venerdi 21 giugno 2019

Viaggio alla scoperta dei mercati d'oriente: non perdetevi Seoul!

Il 27 settembre il nostro tour in partnership con Unexpected Italian proseguirà con una tappa a Seoul, Corea del Sud.

Addetto Visual Merchandising giovedi 20 giugno 2019

Offerta di lavoro

Addetto Visual Merchandising

Terzo focus sull’andamento della categoria sparkling sui mercati mondiali. Molto bene l’Asia, mentre Africa e Oceania viaggiano a giri di motore più bassi.
giovedi 20 giugno 2019

Asia, Africa e Oceania: termina qui il nostro viaggio fra le bollicine

Terzo focus sull’andamento della categoria sparkling sui mercati mondiali. Molto bene l’Asia, mentre Africa e Oceania viaggiano a giri di motore più bassi.

Noemi Mengo


sfondo_wm