Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
venerdi 19 luglio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere
giovedi 09 maggio 2019

Storica Nera e Secolo: DOMENIS1898 si racconta

Intervista a Cristina Domenis, Maître de chai, la quarta generazione dell'azienda


Storica Nera e Secolo: DOMENIS1898 si racconta

Da sinistra: Paolo Cogliati, Resp. Vendite Italia, Cristina Domenis e Alain Rubeli, Amministratore Unico di DOMENIS1898


A Cividale del Friuli, la famiglia Domenis distilla dal 1898 vinacce e frutta per produrre nel solco di una tradizione consolidata qualcosa di unico. In questo dato momento storico in cui gli Spirits e la Mixology rapiscono per il loro sensuale fascino e la velata seduzione, cerchiamo di capire insieme a Cristina Domenis, Maître de chai che rappresenta la quarta generazione, cosa significhi ad oggi produrre grappa, quali siano i mercati e quale l’interesse nazionale e internazionale per un brand italiano di lunga tradizione. Infine, quali le novità.
Cristina Domenis, la vostra storia e soprattutto la filosofia del vostro lavoro la possiamo sintetizzare in due parole: qualità e tradizione evolutiva. Ci può raccontare, per chi ancora non vi conoscesse, chi siete e cosa fate?
Siamo innanzitutto un’azienda a misura d’uomo, il nostro lavoro rimane quello misurato di un artigiano, manualità e tanta arguzia del mastro distillatore nel valutare le vinacce e nel sapere distillarle. I principi fondamentali con cui lavoriamo sono esattamente quelli di 120 anni fa, a partire dall’alambicco fatto su nostro apposito disegno e realizzato in rame direttamente all’interno dell’azienda. A tutto questo dobbiamo aggiungere ulteriori valori irrinunciabili quali: “fare selezione”, “scegliere il meglio”, “produrre solo quello che si può”.
Ad oggi abbiamo comunque ampliato la nostra offerta, siamo in continua evoluzione per incontrare mercati differenti e soddisfare i clienti più curiosi. Ci siamo, per certi versi, reinventati, diversificando l’offerta e il legame profondo che ci unisce alla grappa, il nostro vero e proprio DNA.

Cosa intendete con il termine “reinventati”, quali le novità?

Abbiamo capitalizzato il nostro sapere e la nostra esperienza arrivando a creare prodotti differenti, diversi e unici. Questo nostro saper trattare l’alcol e la grappa, ci ha permesso di sperimentare ad esempio il Gin: Cividate, che definirei un Gin locale. Grazie alla cessione della tintura delle erbe utilizzate, si caratterizza per il colore giallo paglierino e l’intensa aromaticità. Siamo costantemente attenti alla ricerca del prodotto, del contenitore, del packaging, lavoriamo anche a distillati facili da comprendere ma di assoluto pregio. Amari, Sambuca, Gin ma non solo sono stati affiancati al nostro filone storico; circa quindici differenti prodotti tra cui spicca il Bio e, da quest’anno, anche il Vegan. Un iter importante di Certificazioni durate lunghi mesi, ci permette di soddisfare tutte le esigenze, anche quelle del consumatore vegano. Denominatore comune e imprescindibile rimane sempre la qualità e l’artigianalità.

Siete presenti sul mercato internazionale? Quali i mercati più interessati al vostro Brand?
I mercati internazionali stanno giorno dopo giorno indirizzandosi ai nostri prodotti; non è affatto semplice, ci aiuta in parte anche il “Made in Italy”. Siamo orientati principalmente a Svizzera, Austria e Germania; abbiamo concluso proprio in questi giorni un’interessante partnership con la Russia. Siamo presenti in Australia, in Asia e prossimamente vorremmo sbarcare negli Stati Uniti. La legislazione in materia di distillati è complessa e molto differente per ogni singolo stato, un elemento che spesso richiede da parte nostra investimenti importanti. Si pensi semplicemente al problema del packaging e di alcuni formati non vendibili in determinati paesi.

Qual’è il prodotto più richiesto dal mercato estero?
Vendiamo molto bene la Storica Nera, mentre sono sempre più richieste la Grappa Riserva, Secolo e il Gin.

Chi è il vostro consumatore?
Chi degusta, ama e sceglie DOMENIS1898, è sempre di più un consumatore consapevole di volere qualità e di volere “bere bene”. Il nostro target spazia dal business man al libero professionista, sino al giovane appassionato. Uno spaccato di società che guarda anche alla grappa come un prodotto che valorizza un territorio e che, la Mixology, ha permesso di riscoprire.

La grappa è ancora considerata un prodotto maschile e per un pubblico maturo?
No, non è più così. Oggi abbiamo sempre di più sia un pubblico femminile, sia un pubblico più giovane. Proprio per questo, qualche anno fa, abbiamo creato diversi prodotti; poi basterebbe guardare ai numerosi riconoscimenti ottenuti al Women’s Wine and Spirits Award 2019, la più importante competition in ambito wine & spirits, la cui giuria è composta dalle più influenti professioniste, esclusivamente donne, del settore. Questo a dimostrazione del netto cambiamento.

Un’ultima curiosità: è pensabile un abbinamento a tutto pasto della grappa e in particolar modo della Storica Nera?

Ci piace sperimentare anche in questo ambito: abbiamo recentemente organizzato una serata dove a una degustazione guidata di quattro nostre grappe abbiamo abbinato una cena di quattro portate che prevedevano Crudo di baccalà con finocchi, Fusilli con fonduta di caciocavallo, capitone e cipolla rossa, Uovo pochè e Bavarese allo zafferano. Ebbene, con la grappa si può cenare! Un food pairing che stravolge letteralmente i criteri delle più classiche degustazioni portando all’attenzione la sua diversa funzione: la grappa non per dissetare ma per arricchire il piatto. Se guardiamo alla Russia e alla sua vodka si possono leggere dei parallelismi.
Giovanna Romeo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
In queste settimane alcuni Consorzi si stanno muovendo per ridurre le produzioni con lo stop di nuovi impianti e, come per la Valpolicella, diminuire la percentuale di uve per l'Amarone. Ma è giusto che a pagare le eccedenze produttive e i bassi posizionamenti siano anche i produttori virtuosi? venerdi 19 luglio 2019

E se la miglior regola fosse la libertà e il controllo?

In queste settimane alcuni Consorzi si stanno muovendo per ridurre le produzioni con lo stop di nuovi impianti e, come per la Valpolicella, diminuire la percentuale di uve per l'Amarone. Ma è giusto che a pagare le eccedenze produttive e i bassi posizionamenti siano anche i produttori virtuosi?

Fabio Piccoli
Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino. giovedi 18 luglio 2019

L’Italia nominata miglior Paese mondiale per il vino dai wine lovers internazionali

Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino.

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere. giovedi 18 luglio 2019

Cina: dati Istat in contrasto con le dogane cinesi

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere.

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo giovedi 18 luglio 2019

Marchesi di Barolo: una storia dalle nobili origini e un grande futuro avanti a sé

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo

Noemi Mengo
L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume
giovedi 18 luglio 2019

La nuova meta delle bollicine italiane è il Canada

L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume

Noemi Mengo
Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto mercoledi 17 luglio 2019

Colline di Conegliano Valdobbiadene Unesco: ben oltre il fenomeno Prosecco

Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli. mercoledi 17 luglio 2019

Annunciati i vincitori del trentottesimo Premio Masi

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli.

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci mercoledi 17 luglio 2019

Italian wines in the world: Venere di Azienda Agricola Nenci

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero
mercoledi 17 luglio 2019

Vino italiano in Svizzera: bisogna osservare con gli occhi del consumatore

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero

Noemi Mengo
Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione. 
martedi 16 luglio 2019

Consorzio della Valpolicella: pubblicata dalla Regione Veneto la richiesta di blocco totale degli impianti

Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione.

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo martedi 16 luglio 2019

Simone Masè è il nuovo Direttore Generale del Gruppo Lunelli

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini
martedi 16 luglio 2019

Degustare il vino da un’altra prospettiva, la propria

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini

Noemi Mengo
We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca tuesday 16 july 2019

Italian wines in the world: Fattoria Varramista's Frasca

We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo martedi 16 luglio 2019

Simply Italian Great Wines, l’Italia del vino vola in Norvegia

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani
lunedi 15 luglio 2019

Il successo a stelle e strisce della Sicilia

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani

Agnese Ceschi
Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino. 
lunedi 15 luglio 2019

La ricetta di un brand di successo? Pochi (ma buoni) ingredienti, tra questi uno scopo

Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino.

Noemi Mengo


sfondo_wm