Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
venerdi 19 gennaio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Ceccheto Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3 IWSC www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace vinojobs wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Tommasi WineNet Bixio
mercoledi 16 dicembre

Le nuove frontiere della comunicazione integrata

Storytelling, native advertising e social media: 5 consigli su come approcciare i media nel mercato americano (e non solo)


Le nuove frontiere della comunicazione integrata
Una volta bastava avere il proprio vino in prima pagina su Wine Spectator, oggi non basta più! Diverse discussioni sono in atto su come il mondo dei media nel settore vinicolo stia cambiando. Oggi, con l’avvento del digitale e dei social media, le tradizionali pubblicazioni o gli scrittori e critici del vino non sono più considerati gli unici detentori di informazioni. La domanda dunque è: le pubbliche relazioni tradizionali sono sufficienti oggi per coinvolgere i nuovi veicoli di comunicazione? Durante il seminario "Il mutevole panorama dei media negli USA: come comunicare il proprio brand attraverso una comunicazione integrata", che si è svolto durante Wine2wine, si è parlato di un nuovo modello di brand marketing che utilizza l’integrazione dei vari media come forma di investimento sicuro per il brand: il PESO Model (in allegato).
In che modo è dunque possibile comunicare in maniera efficace nel complesso panorama statunitense? Ma la domanda potrebbe essere generalizzata a tutti i mercati…
Ecco alcuni consigli molto utili:

1
Create contenuti validi e diffondeteli
"Lo storytelling è una tecnica che piace molto agli americani" ha detto Gino Colangelo, presidente e fondatore di Colangelo &Partners, agenzia di comunicazione e di marketing con sede a New York. "Gli americani vogliono comprare una storia, per questo quello che facciamo ogni giorno per i nostri clienti è diffondere attraverso vari canali (Pr, Adv, social media…) le loro storie" ha continuato. La giornalista Leslie Gevirtz ha confermato: "I am looking for stories, not for wines".

2 Usate canali multipli per massimizzare il ROI (return of investment)
Scegliere il canale giusto, o la giusta combinazione dei canali, è molto importante. Molte sono le vie possibili anche grazie all’avvento del digitale: pr, advertising, digital marketing, social media, eventi… "Per esempio non è pensabile di andare a proporre un vino più economico a Wine Spectator, bisogna essere coerenti con il proprio target e finalità commerciali, senza investire a vuoto su canali che non portano a nulla" ha sottolineato Colangelo.

3 Il Native advertising sta sostituendo la tradizionale forma di pubblicità
Che cos’è dunque un native content? Questo messaggio pubblicitario travestito da redazionale è un nuovo modo di raccontare il brand in modo più coinvolgente e impattante, raccontando anche una storia, perché la forma è quella di un articolo e non di una pagina pubblicitaria. Molto criticato dalla stampa tradizionalista questo nuovo modello è molto utilizzato nell’era del digitale.

4 Colpite diversi audiance
Nella scelta del pubblico a cui indirizzare il messaggio è importante essere flessibili.
I social media ci permettono sicuramente di selezionare l’audiance facendo un investimento intelligente e smart. "In questo momento storico io suggerirei al mondo del vino di investire di più su Facebook e Instagram, perché sono due canali molto potenti e raccolgono i lifestyle influencers" ha raccontato Patrick Bouquet, fondatore di ABLE, agenzia di marketing specializzata sul digitale.

5 Mantenete il vostro messaggio coerente
Sicuramente la coerenza del messaggio è fondamentale per dare una certa credibilità al brand e sancirne lo stile. Più sono numerose le forme di comunicazioni coinvolte (ricordate, usate canali multipli!) più il rischio di sbagliare è grande, anche perché ogni canale di comunicazione richiede un linguaggio specifico. 
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Prosecco pedina di scambio nell’accordo tra UE e Australia?

Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Francesco Piccoli
Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Pochi giorni al meeting per gli export manager di Wineout

Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters giovedi 18 gennaio

Importare vini italiani in America: non ci si improvvisa

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters

Noemi Mengo
Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons giovedi 18 gennaio

Wine influencer: quanto valore portano alla wine community e quanto accrescono la conoscenza comune del vino?

Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons

Noemi Mengo
Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Cosa significa essere oggi un imprenditore del vino?

Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo? martedi 16 gennaio

Danimarca: dove la felicità è di casa

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo?

Agnese Ceschi
Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta? lunedi 15 gennaio

120 cm ² per raccontare la propria storia

Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta?

La più importante hub del commercio asiatico venerdi 12 gennaio

Inserirsi nel mercato cinese: perché dovreste usare Hong Kong come tramite

La più importante hub del commercio asiatico

Noemi Mengo
Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme… giovedi 11 gennaio

Come essere influenti in Cina

Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme…

Redazione Wine Meridian
Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Il primo corso per imparare a vendere vino nel mondo e in Italia

Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Diventare imprenditori del vino consapevoli

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Fabio Piccoli
Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

In onore di Gualtiero Marchesi

Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

Vincenzo Ercolino


WineMeridian