Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
lunedi 25 giugno 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

valdoca pertinace wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3 Tebaldi
giovedi 18 maggio

Sui social siate sinceri, interessanti, riconoscibili e fedeli a voi stessi

I consigli di Randall Grahm, produttore di vino californiano e wine influencer su Twitter. Lo abbiamo intervistato per capire meglio qual è il segreto della sua popolarità


Sui social siate sinceri, interessanti, riconoscibili e fedeli a voi stessi
Fin dall'inizio della nostra intervista abbiamo capito che Randall Grahm è una persona a cui piace scherzare. Stando al suo racconto, si è appassionato al vino per caso, è diventato produttore, fondando la sua azienda “Bonny Doon Vineyard” a Santa Cruz in California, per caso ed altrettanto per caso è diventato un wine influencer su Twitter. Più che per caso, crediamo invece che il suo seguito di oltre 320.000 follower sia il risultato di un mix di innato sense of humour, competenza e curiosità.  
Chi è il wine influencer? In cosa consiste il tuo lavoro?
Non credo che possiamo definire quello di “wine influencer” un lavoro. Penso che ci si possa ritrovare ad esserlo per caso e ci si arrivi seguendo percorsi anche molto diversi. La mia opinione è che la qualità più importante del “wine Influencer” sia possedere un modo di porsi alternativo, che in qualche modo lo faccia emergere. In altre parole, questa persona deve essere qualcuno che diffonde informazioni sul vino in modo diverso dagli altri e idealmente in una forma che sia al contempo utile e divertente.

Come è nata la tua passione per il vino?
La mia passione per il vino è nata un po' per caso. Ho cominciato ad aggirarmi per le enoteche quando ero giovane e non avevo ancora l'età legale per bere. Successivamente, compiuti i 21 anni, ho trovato la mia enoteca di fiducia e lì ho aperto un conto. Non molto tempo dopo, sono finito a lavorare per quell'enoteca e ho avuto la grande fortuna di entrare a contatto con vini pregiati che mi hanno dato la motivazione per entrare nel mondo enologico in prima persona, fondando nel 1981 la mia azienda “Bonny Doon Vineyard”. I vini mi hanno sempre affascinato in un modo unico e questa esperienza è stata fondamentale per me, all'epoca giovane uomo in cerca di capire cosa fare della mia vita. 
 
Perché hai iniziato a postare contenuti sul vino sui social network?
Forse perché la mia solitudine interiore mi ha spinto a comunicare con gli altri esseri umani. Più probabilmente solo per curiosità di provare cose nuove e condividerle.

Qual è il motivo per cui hai così tanti follower? Qual è il tuo segreto?
È un mistero! In realtà penso che sia stato in gran parte un fortuito incidente. Mi è stato chiesto da un dirigente di Twitter, che casualmente è un appassionato di vini, se potevo fare una degustazione speciale per i dirigenti esecutivi di Twitter, e condividere con loro alcune delle cose folli a cui sono interessato. Ho organizzato la più eccentrica degustazione tecnica che io abbia mai ideato, ed è stata molto apprezzata. Poco tempo dopo Twitter mi ha “raccomandato” ai loro follower e in breve ho acquisito moltissimi seguaci, molti dei quali, ne sono abbastanza sicuro, non conoscono l'inglese e magari non hanno alcun interesse per il vino. Così, di fronte a tante persone che mi seguivano, ho capito che non avevo altra scelta, e che per tener fronte alla loro (forse mal riposta) fiducia in me, ho gradualmente imparato ad essere un Twitterer abbastanza divertente e interessante. 

In base alla tua esperienza, che consigli daresti alle aziende del vino che vorrebbero migliorare la loro visibilità sui social network?
Quattro cose sono fondamentali per me: siate sempre sinceri, interessanti, riconoscibili e rimanete sempre voi stessi. Non sopravvalutate il vostro parere e non diventate tediosi. Mescolate vari argomenti, cosi la gente non si annoierà e rimarrà sintonizzata con voi.
Credo di aver sentito dire da qualche parte che il vero segreto per avere successo nei social media è lo stesso che per aver successo nella vita reale. Questa frase mi ha fatto molto riflettere e sono arrivato alla conclusione che su Twitter sono anche più spiritoso che nella vita reale, visto che ho l’opportunità di ragionare su quello che scrivo.

www.bonnydoonvineyard.com/blog/

twitter.com/RandallGrahm

Alice Alberti

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Non lasciatevi spaventare dai consumi decrescenti degli scorsi anni, il mercato della Thailandia ritorna a vivere
lunedi 25 giugno

La grande ripresa del mercato Thailandese: spazio all’export italiano

Non lasciatevi spaventare dai consumi decrescenti degli scorsi anni, il mercato della Thailandia ritorna a vivere

Noemi Mengo
La campagna di promozione del vino italiano negli Usa, coordinata dall’Italian Trade Agency, attraverso le pagine pubblicitarie

Eleganza, passione e gusto, le tre parole per convincere gli americani a scegliere vino italiano

La campagna di promozione del vino italiano negli Usa, coordinata dall’Italian Trade Agency, attraverso le pagine pubblicitarie

Fabio Piccoli
Intervista a Marco Martini, CEO di Mondodelvino SpA, una delle realtà più interessanti ed innovative del panorama vitivinicolo italiano. 
venerdi 22 giugno

Mondo del Vino: una realtà, tanti territori

Intervista a Marco Martini, CEO di Mondodelvino SpA, una delle realtà più interessanti ed innovative del panorama vitivinicolo italiano.

Agnese Ceschi
Stipulato un accordo fra Tenute Piccini e Banca IFIS per una migliore gestione dei pagamenti per la consegna dell'uva e una facilitazione all'accesso del credito per le imprese agricole fornitrici coinvolte

giovedi 21 giugno

Tenute Piccini e Banca IFIS insieme per la crescita della filiera vitivinicola in Italia

Stipulato un accordo fra Tenute Piccini e Banca IFIS per una migliore gestione dei pagamenti per la consegna dell'uva e una facilitazione all'accesso del credito per le imprese agricole fornitrici coinvolte

Vini fermi accolti a braccia aperte dal mercato di Singapore, meno margine di crescita per gli sparkling, ma le previsioni per il 2021 vedono buono spazio di consolidamento per i brand italiani
giovedi 21 giugno

Il solido mercato di Singapore, vecchio amico con il quale sperimentare

Vini fermi accolti a braccia aperte dal mercato di Singapore, meno margine di crescita per gli sparkling, ma le previsioni per il 2021 vedono buono spazio di consolidamento per i brand italiani

Noemi Mengo
La presentazione dei nuovi Campus Vendita, Impresa ed Export Manager di Wine People mercoledi 20 giugno

Open Day Wine People Campus: il 12 ottobre presenteremo i nuovi corsi pensati per voi!

La presentazione dei nuovi Campus Vendita, Impresa ed Export Manager di Wine People

A version of Sicily inside Castelluccimiano’s glass 

wednesday 20 june

Catarratto and Perricone: mountain natives

A version of Sicily inside Castelluccimiano’s glass

Oltre venti espositori, tra aziende vitivinicole e produttori artigianali di specialità gastronomiche, si sono riuniti nel cuore del centro storico di Vicenza all'interno del Palazzo delle Opere Sociali in piazza Duomo in occasione di Garganica 2018 dal 9 all'11 giugno mercoledi 20 giugno

GARGANICA 2018: un evento per scoprire il Gambellara Doc

Oltre venti espositori, tra aziende vitivinicole e produttori artigianali di specialità gastronomiche, si sono riuniti nel cuore del centro storico di Vicenza all'interno del Palazzo delle Opere Sociali in piazza Duomo in occasione di Garganica 2018 dal 9 all'11 giugno

Una versione della Sicilia nel calice dell’azienda Castelluccimiano martedi 19 giugno

Catarratto e Perricone: gli indigeni di montagna

Una versione della Sicilia nel calice dell’azienda Castelluccimiano

Agnese Ceschi
I danni delle gravi grandinate che hanno coinvolto recentemente importanti territori produttivi della Francia sono stati comunicati in una maniera molto più chiara, dettagliata e trasparente rispetto alla modalità con cui questi eventi vengono raccontati nel nostro Paese

martedi 19 giugno

Danni da grandine, cosa ci insegna la Francia

I danni delle gravi grandinate che hanno coinvolto recentemente importanti territori produttivi della Francia sono stati comunicati in una maniera molto più chiara, dettagliata e trasparente rispetto alla modalità con cui questi eventi vengono raccontati nel nostro Paese

Fabio Piccoli
Interview with Pierangelo Tommasi, executive director of Tommasi Family Estates
monday 18 june

Tommasi: a history of family values and resourcefulness

Interview with Pierangelo Tommasi, executive director of Tommasi Family Estates

Il mercato cinese rappresenta una straordinaria opportunità anche per dimostrare finalmente la nostra capacità di coordinare attività di promozione, di selezionare i progetti con un criterio meritocratico e di monitorare con attenzione e trasparenza i risultati e l’efficacia delle iniziative

Il nostro pensiero sulla promozione del vino in Cina

Il mercato cinese rappresenta una straordinaria opportunità anche per dimostrare finalmente la nostra capacità di coordinare attività di promozione, di selezionare i progetti con un criterio meritocratico e di monitorare con attenzione e trasparenza i risultati e l’efficacia delle iniziative

Fabio Piccoli
Il Tai Rosso dei Colli Berici raccontato da Nicola Dal Maso venerdi 15 giugno

Focus sugli autoctoni: il Tai Rosso

Il Tai Rosso dei Colli Berici raccontato da Nicola Dal Maso

Medaglie importanti per i vini di Cantina di Soave al Decanter World Wine Awards 2018
venerdi 15 giugno

Best in show all’Amarone e Platino al Ripasso di Cantina Soave

Medaglie importanti per i vini di Cantina di Soave al Decanter World Wine Awards 2018

Negli Stati Uniti attualmente si consuma il 20% della produzione mondiale di vini rosé, dietro solo alla Francia. Sono la tipologia di vini dalla maggior crescita anche nel 2017 con un +59% rispetto all’anno precedente. La Francia con il 51% di quota di mercato è la leader seguita da Usa (37%) e Italia (5%). Ma quanto durerà questa evoluzione? giovedi 14 giugno

Non si arresta la crescita dei rosè negli Usa

Negli Stati Uniti attualmente si consuma il 20% della produzione mondiale di vini rosé, dietro solo alla Francia. Sono la tipologia di vini dalla maggior crescita anche nel 2017 con un +59% rispetto all’anno precedente. La Francia con il 51% di quota di mercato è la leader seguita da Usa (37%) e Italia (5%). Ma quanto durerà questa evoluzione?

Fabio Piccoli
Una panoramica sui fattori che rendono l’India un mercato potenziale giovedi 14 giugno

La nuova sfida futura in Asia passa dall’India

Una panoramica sui fattori che rendono l’India un mercato potenziale

Noemi Mengo
Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!
mercoledi 13 giugno

Ultime possibilità per unirsi al Tour Vietnam 2018 con Unexpected Italian

Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!

Sembra strano, ma parlando di valore quello che è ovvio per i prodotti e i servizi viene completamente disatteso quando si parla del lavoro delle persone.

Chi decide la retribuzione corretta per un manager?

Sembra strano, ma parlando di valore quello che è ovvio per i prodotti e i servizi viene completamente disatteso quando si parla del lavoro delle persone.