Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
domenica 22 settembre 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ cantamessa vini www.prosecco.wine Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri
giovedi 14 marzo 2019

Svezia, la terra dove il biologico ha preso il volo

Intervista a Debora Bonora, fondatrice di Organic Value, sul mercato svedese e la prossima tappa dell’OV Tour a Stoccolma


Svezia, la terra dove il biologico ha preso il volo
La seconda tappa dell’Organic Value tour, il network nato per il supporto delle aziende biologiche nei mercati internazionali, è alle porte e dopo Copenhagen sarà la volta della Svezia e più precisamente di Stoccolma, il 20 maggio 2019.
Per sondare le ragioni che hanno portato le fondatrici Elisa Spada e Debora Bonora alla scelta di questo strategico mercato del Nord Europa, abbiamo pensato di intervistare quest’ultima che ci conduce per mano tra considerazioni legate al mercato, in cui è forte la presenza del Monopolio, e nuove e “scalpitanti” necessità espresse dal consumatore. Nel mezzo: l’esplosione del biologico.

Perché avete scelto questo mercato come seconda meta per il tour di Organic Value?
Perché la Svezia è innanzitutto un Paese con un profondo rispetto per l’ambiente, perché il consumatore promuove un consumo di prodotti equi e sostenibili e per lui il biologico è sinonimo di qualità. C’è uno sfondo etico importante: il biologico è percepito come un prodotto di qualità perché all’interno di normative precise e attente nei confronti della salute e dell’ambiente.

Qual è il profilo del consumatore svedese medio?
Il consumatore medio è un bevitore consapevole e maturo in fatto di conoscenza del vino; non giovanissimo per età, la fascia media di consumo è tra i 25 e i 40 anni, mentre al di sotto di quella fascia bevono mediamente alcolici generici.
Una caratteristica interessante è che il consumatore medio di vino è curioso ed aperto alle novità.
Non dobbiamo dimenticare però in Svezia c’è un Monopolio del Governo che gestisce le bevande alcoliche ed è ancora molto importante ed influente per le scelte del consumatore.

In che modo il trend del bio si inserisce nella panoramica dei consumi mondiali?
Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un calo sensibile dei consumi mondiali e di conseguenza anche scandinavi. Questo calo causa l’aumento del consumo in valore: meno vino, ma con un attenzione maggiore al valore e alla qualità. Il vino di qualità per gli svedesi è eco, o eko vin, come i numeri ci dimostrano. Qualche anno fa il Monopolio svedese aveva stimato di arrivare all’anno 2020 con almeno una fetta del 10% di importazioni di vino biologico. Ebbene, già nel 2016 è stato raggiunto tale target.
Ad oggi le importazioni di vino bio occupano circa il 20% del mercato. L’escalation è stata incredibile: nel 2012 il segmento di questi vini era del 2%, a fine 2014 dell’8% e a fine 2016 del 18%.

Che implicazioni ha tutto ciò sul mondo del food&wine?
Il trend del biologico riguarda naturalmente entrambe le categorie, food e wine. Anzi, l’import di vino bio è secondaria all’importazione del cibo bio, che ha avuto una grandissima ascesa negli ultimi 10 anni. Per quanto riguarda il consumo del vino bio italiano, posso dire che l’offerta del Belpaese è stata supportata molto dalla ristorazione e gastronomia italiana, facendo sì che i nostri prodotti superassero i francesi, perché noi offriamo un’offerta territoriale molto variegata. E l’enoturismo fa la sua parte in tutta questa dinamica di conoscenza del territorio.

In che senso?
Gli svedesi adorano la biodiversità e la possibilità di trovare vini con denominazioni diverse all’interno della stessa provincia.

Come si può muoversi autonomamente in un sistema rigido come quello del Monopolio?
I wine lovers svedesi hanno trovato un modo per aggirare legalmente questo schema rigido.
È vero che può solo acquistare dal Monopolio per legge, ma si sta muovendo per cercare soluzioni parallele per importare legalmente.
Si stanno aprendo nuove porte di importazione attraverso gli importatori che fanno il
distant selling e che si appoggiano ai wine clubs. I wine clubs rivestono una grande importanza in Svezia: raccolgono le tendenze del consumatore e fanno degustare i vini al consumatore finale con educational ed eventi. Se il consumatore non trova quei vini nei negozi del Monopolio, partecipa ai percorsi enogastronomici organizzati nei Paesi limitrofi (ad esempio Danimarca e Germania) e acquista il vino dagli importatori. Sostanzialmente l’azienda vinicola vende il vino ad un’azienda danese o tedesca e l’importatore svedese acquista il vino da loro. Si crea così un ponte commerciale tra l’Italia e la Svezia, ma è indispensabile che qualcuno in Svezia sdogani la merce prima di vendere il prodotto.

Un conclusione?
La Svezia è un mercato che scalpita e che aspetta a braccia aperte il vino biologico italiano. Noi saremo presto a Stoccolma, il 20 maggio, con una delegazione di aziende italiane per un evento b2b e b2c.

Per aderire alla tappa a Stoccolma: http://www.organicvalue.it/tour/stoccolma/
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Wine Spectator, Robert Parker Wine Advocate e Falstaff premiano la storica realtà della Valpolicella con punteggi eccellenti sabato 21 settembre 2019

Importanti riscontri a livello internazionale per Tedeschi

Wine Spectator, Robert Parker Wine Advocate e Falstaff premiano la storica realtà della Valpolicella con punteggi eccellenti

Abbiamo degustato per voi il Muller Thurgau DOC superiore 2017 “Cembra” di Mezzacorona S.c.a.
sabato 21 settembre 2019

Italian wines in the world: Muller Thurgau DOC superiore 2017 “Cembra” di Mezzacorona S.c.a.

Abbiamo degustato per voi il Muller Thurgau DOC superiore 2017 “Cembra” di Mezzacorona S.c.a.

The dynamic international wine industry forum organized by Veronafiere, now in its 6th edition, this year will be held on November 25th and 26th in Verona, Italy. friday 20 september 2019

Mobilising New Technologies for Wine Producers at wine2wine 2019

The dynamic international wine industry forum organized by Veronafiere, now in its 6th edition, this year will be held on November 25th and 26th in Verona, Italy.

Lunedì 28 ottobre a Officine Farneto di Roma la competizione degli chef emergenti con show cooking e la parallela di Migliore Emergente Pizza venerdi 20 settembre 2019

Torna il Festival della Gastronomia a Roma ed è tutto per i professionisti dell’Ho.re.ca quest’anno

Lunedì 28 ottobre a Officine Farneto di Roma la competizione degli chef emergenti con show cooking e la parallela di Migliore Emergente Pizza

Presentato a Milano il nuovo Merlot in purezza, etichetta rinnovata nel solco dell’identità e dell’evoluzione. venerdi 20 settembre 2019

Il nuovo Montiano della Famiglia Cotarella

Presentato a Milano il nuovo Merlot in purezza, etichetta rinnovata nel solco dell’identità e dell’evoluzione.

Giovanna Romeo
Il nostro Wine Manager Day ha testimoniato ancora una volta che nelle relazioni tra i manager si possono individuare gran parte delle soluzioni alle problematiche del nostro settore vitivinicolo
venerdi 20 settembre 2019

Manager del vino: nel network le risposte e le opportunità

Il nostro Wine Manager Day ha testimoniato ancora una volta che nelle relazioni tra i manager si possono individuare gran parte delle soluzioni alle problematiche del nostro settore vitivinicolo

Fabio Piccoli
Ernesto Abbona di Unione Italiana Vini: “Serve azione diplomatica per scongiurare sanzioni”. venerdi 20 settembre 2019

Dazi USA: UIV si appella al premier Conte per risparmiare le aziende italiane

Ernesto Abbona di Unione Italiana Vini: “Serve azione diplomatica per scongiurare sanzioni”.

Nomisma Wine Monitor ci aggiorna su questi ultimi 30 anni di export italiano nel mondo 
giovedi 19 settembre 2019

I 30 anni che hanno cambiato l’export italiano

Nomisma Wine Monitor ci aggiorna su questi ultimi 30 anni di export italiano nel mondo

Noemi Mengo
Intervista a Jay Whiteley, esperto del mercato di Toronto, in particolare del monopolio LCBO, che ci espone la sua visione sulle potenzialità del vino italiano in Canada.  
mercoledi 18 settembre 2019

Toronto: là dove scegliere il canale giusto fa la differenza

Intervista a Jay Whiteley, esperto del mercato di Toronto, in particolare del monopolio LCBO, che ci espone la sua visione sulle potenzialità del vino italiano in Canada.

Noemi Mengo
We have tasted for you Bosco Viticultori's Canal Grando Rosso Venezia DOC wednesday 18 september 2019

Italian wines in the world: Bosco Viticultori's Canal Grando Rosso Venezia DOC

We have tasted for you Bosco Viticultori's Canal Grando Rosso Venezia DOC

Si è conclusa la terza edizione di Wine Manager Day, da quest’anno aperto a molte più figure del comparto. Momenti di formazione ed uno spazio per fare network, eccovi raccontata la giornata dei manager del vino. 
martedi 17 settembre 2019

Wine Manager Day 2019: in gioco le emozioni

Si è conclusa la terza edizione di Wine Manager Day, da quest’anno aperto a molte più figure del comparto. Momenti di formazione ed uno spazio per fare network, eccovi raccontata la giornata dei manager del vino.

Un rapido sguardo al report Drinks Market Analysis Global di IWSR. Oltre al vino, i dati relativi alle principali categorie del settore Beverage mondiale
lunedi 16 settembre 2019

Diminuiscono i consumi ma aumenta il valore del prodotto

Un rapido sguardo al report Drinks Market Analysis Global di IWSR. Oltre al vino, i dati relativi alle principali categorie del settore Beverage mondiale

Noemi Mengo
Abbiamo degustato per voi Canal Grando Rosso Venezia DOC di Bosco Viticultori sabato 14 settembre 2019

Italian wines in the world: Canal Grando Rosso Venezia DOC di Bosco Viticultori

Abbiamo degustato per voi Canal Grando Rosso Venezia DOC di Bosco Viticultori

La rivista britannica World of fine Wine premia l'eccellenza della carta vini de La Bottega del Vino venerdi 13 settembre 2019

La Bottega del Vino eletta "Miglior Carta Vini del Mondo per i Vini da Dessert 2019"

La rivista britannica World of fine Wine premia l'eccellenza della carta vini de La Bottega del Vino

Tante novità in questa seconda edizione, ed uno sguardo più attento alle nuove generazioni venerdi 13 settembre 2019

Dal 6 al 13 ottobre torna "Milano Wine Week", palcoscenico del vino nella città meneghina

Tante novità in questa seconda edizione, ed uno sguardo più attento alle nuove generazioni

Che il mercato del vino stia attraversando una fase non facile alla luce soprattutto di numerose incognite è sempre più evidente, ma talvolta la paura di alcuni imprenditori e manager rischia di peggiorare notevolmente la situazione
venerdi 13 settembre 2019

Quando la paura fa più danni dei problemi reali

Che il mercato del vino stia attraversando una fase non facile alla luce soprattutto di numerose incognite è sempre più evidente, ma talvolta la paura di alcuni imprenditori e manager rischia di peggiorare notevolmente la situazione

Fabio Piccoli
Il parere degli esperti influenza gli acquisti dei consumatori, ma ottenere un rating alto non starà diventando un’ossessione per i produttori?
giovedi 12 settembre 2019

96/100? Ma dove ho sbagliato?

Il parere degli esperti influenza gli acquisti dei consumatori, ma ottenere un rating alto non starà diventando un’ossessione per i produttori?

Noemi Mengo
Wine Export Manager Day è l’evento che non ti aspetti. Non perdertelo il 16 settembre a FICO Eataly World (Bologna), rimangono ancora pochi posti!
mercoledi 11 settembre 2019

5 motivi per non perdere il WEMDAY 2019 se non ti sei ancora iscritto

Wine Export Manager Day è l’evento che non ti aspetti. Non perdertelo il 16 settembre a FICO Eataly World (Bologna), rimangono ancora pochi posti!

Secondo IWSR il vino biologico raggiungerà 87,5 milioni a livello globale entro il 2022. I mercati europei guidano la domanda.
mercoledi 11 settembre 2019

Vino biologico in crescita in 5 mercati del mondo

Secondo IWSR il vino biologico raggiungerà 87,5 milioni a livello globale entro il 2022. I mercati europei guidano la domanda.

Noemi Mengo


sfondo_wm