Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
domenica 19 maggio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy http://www.varramista.it/it/ http://www.palazzoroccabruna.it/it/Eventi/Pages/2019Roccabruna/2019MostraVini.aspx Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it
giovedi 14 marzo

Svezia, la terra dove il biologico ha preso il volo

Intervista a Debora Bonora, fondatrice di Organic Value, sul mercato svedese e la prossima tappa dell’OV Tour a Stoccolma


Svezia, la terra dove il biologico ha preso il volo
La seconda tappa dell’Organic Value tour, il network nato per il supporto delle aziende biologiche nei mercati internazionali, è alle porte e dopo Copenhagen sarà la volta della Svezia e più precisamente di Stoccolma, il 20 maggio 2019.
Per sondare le ragioni che hanno portato le fondatrici Elisa Spada e Debora Bonora alla scelta di questo strategico mercato del Nord Europa, abbiamo pensato di intervistare quest’ultima che ci conduce per mano tra considerazioni legate al mercato, in cui è forte la presenza del Monopolio, e nuove e “scalpitanti” necessità espresse dal consumatore. Nel mezzo: l’esplosione del biologico.

Perché avete scelto questo mercato come seconda meta per il tour di Organic Value?
Perché la Svezia è innanzitutto un Paese con un profondo rispetto per l’ambiente, perché il consumatore promuove un consumo di prodotti equi e sostenibili e per lui il biologico è sinonimo di qualità. C’è uno sfondo etico importante: il biologico è percepito come un prodotto di qualità perché all’interno di normative precise e attente nei confronti della salute e dell’ambiente.

Qual è il profilo del consumatore svedese medio?
Il consumatore medio è un bevitore consapevole e maturo in fatto di conoscenza del vino; non giovanissimo per età, la fascia media di consumo è tra i 25 e i 40 anni, mentre al di sotto di quella fascia bevono mediamente alcolici generici.
Una caratteristica interessante è che il consumatore medio di vino è curioso ed aperto alle novità.
Non dobbiamo dimenticare però in Svezia c’è un Monopolio del Governo che gestisce le bevande alcoliche ed è ancora molto importante ed influente per le scelte del consumatore.

In che modo il trend del bio si inserisce nella panoramica dei consumi mondiali?
Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un calo sensibile dei consumi mondiali e di conseguenza anche scandinavi. Questo calo causa l’aumento del consumo in valore: meno vino, ma con un attenzione maggiore al valore e alla qualità. Il vino di qualità per gli svedesi è eco, o eko vin, come i numeri ci dimostrano. Qualche anno fa il Monopolio svedese aveva stimato di arrivare all’anno 2020 con almeno una fetta del 10% di importazioni di vino biologico. Ebbene, già nel 2016 è stato raggiunto tale target.
Ad oggi le importazioni di vino bio occupano circa il 20% del mercato. L’escalation è stata incredibile: nel 2012 il segmento di questi vini era del 2%, a fine 2014 dell’8% e a fine 2016 del 18%.

Che implicazioni ha tutto ciò sul mondo del food&wine?
Il trend del biologico riguarda naturalmente entrambe le categorie, food e wine. Anzi, l’import di vino bio è secondaria all’importazione del cibo bio, che ha avuto una grandissima ascesa negli ultimi 10 anni. Per quanto riguarda il consumo del vino bio italiano, posso dire che l’offerta del Belpaese è stata supportata molto dalla ristorazione e gastronomia italiana, facendo sì che i nostri prodotti superassero i francesi, perché noi offriamo un’offerta territoriale molto variegata. E l’enoturismo fa la sua parte in tutta questa dinamica di conoscenza del territorio.

In che senso?
Gli svedesi adorano la biodiversità e la possibilità di trovare vini con denominazioni diverse all’interno della stessa provincia.

Come si può muoversi autonomamente in un sistema rigido come quello del Monopolio?
I wine lovers svedesi hanno trovato un modo per aggirare legalmente questo schema rigido.
È vero che può solo acquistare dal Monopolio per legge, ma si sta muovendo per cercare soluzioni parallele per importare legalmente.
Si stanno aprendo nuove porte di importazione attraverso gli importatori che fanno il
distant selling e che si appoggiano ai wine clubs. I wine clubs rivestono una grande importanza in Svezia: raccolgono le tendenze del consumatore e fanno degustare i vini al consumatore finale con educational ed eventi. Se il consumatore non trova quei vini nei negozi del Monopolio, partecipa ai percorsi enogastronomici organizzati nei Paesi limitrofi (ad esempio Danimarca e Germania) e acquista il vino dagli importatori. Sostanzialmente l’azienda vinicola vende il vino ad un’azienda danese o tedesca e l’importatore svedese acquista il vino da loro. Si crea così un ponte commerciale tra l’Italia e la Svezia, ma è indispensabile che qualcuno in Svezia sdogani la merce prima di vendere il prodotto.

Un conclusione?
La Svezia è un mercato che scalpita e che aspetta a braccia aperte il vino biologico italiano. Noi saremo presto a Stoccolma, il 20 maggio, con una delegazione di aziende italiane per un evento b2b e b2c.

Per aderire alla tappa a Stoccolma: http://www.organicvalue.it/tour/stoccolma/
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
We have tasted for you DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio saturday 18 may

Italian wines in the world: DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio

We have tasted for you DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio

Giovanna Romeo
Abbiamo degustato per voi la Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898 sabato 18 maggio

Italian wines in the world: Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898

Abbiamo degustato per voi la Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898

Giovanna Romeo
Wine Meridian sarà presente a Vinexpo Shanghai, che si svolgerà il prossimo ottobre, con una nuova area collettiva di aziende italiane sabato 18 maggio

Vinexpo apre le porte ad una nuova fiera a Shanghai

Wine Meridian sarà presente a Vinexpo Shanghai, che si svolgerà il prossimo ottobre, con una nuova area collettiva di aziende italiane

La collaborazione con venerdi 17 maggio

Signorvino e le nuove etichette personalizzate

La collaborazione con "Cibo" contro i simboli nazifascisti

Lunedì 20 maggio a Stoccolma e mercoledì 22 maggio ad Helsinki per valorizzare le aziende biologiche italiane e connetterle a due dei mercati più attratti dai prodotti organic venerdi 17 maggio

Stoccolma ed Helsinki per le aziende bio, con Organic Value

Lunedì 20 maggio a Stoccolma e mercoledì 22 maggio ad Helsinki per valorizzare le aziende biologiche italiane e connetterle a due dei mercati più attratti dai prodotti organic

Due mondi che faticano ancora a confrontarsi eppure sia i produttori che i distributori hanno sempre più bisogno l’uno dell’altro

Alleanza produttori e distributori cercasi

Due mondi che faticano ancora a confrontarsi eppure sia i produttori che i distributori hanno sempre più bisogno l’uno dell’altro

Fabio Piccoli
Si riconferma con voto unanime la presidenza di Francesco Cavazza Isolani per il Consorzio Pignoletto Emilia Romagna venerdi 17 maggio

Francesco Cavazza Isolani presidente in terzo mandato del Consorzio Pignoletto Emilia Romagna

Si riconferma con voto unanime la presidenza di Francesco Cavazza Isolani per il Consorzio Pignoletto Emilia Romagna

Conosciamo una realtà storica, che ha avuto il coraggio di ri-lanciarsi nel mercato vitivinicolo di oggi, contando solo sulle proprie forze. 
giovedi 16 maggio

Vigna Belvedere: una storia di famiglia, radici e ambizione

Conosciamo una realtà storica, che ha avuto il coraggio di ri-lanciarsi nel mercato vitivinicolo di oggi, contando solo sulle proprie forze.

Horeca, Prosecco, Pinot Grigio: dopo la crisi del 2015 in Russia, questi i tre moschettieri chiamati a difendere i segnali di crescita economica nel settore del vino
giovedi 16 maggio

Russia: tra crisi e rinascita

Horeca, Prosecco, Pinot Grigio: dopo la crisi del 2015 in Russia, questi i tre moschettieri chiamati a difendere i segnali di crescita economica nel settore del vino

Giulia Tartaglione
Il 16 settembre 2019, presso FICO EATALYWORLD di Bologna, la 3° edizione della giornata dedicata agli export manager del vino con delle grandi novità
giovedi 16 maggio

Save the date: torna il Wine Export Manager Day!

Il 16 settembre 2019, presso FICO EATALYWORLD di Bologna, la 3° edizione della giornata dedicata agli export manager del vino con delle grandi novità

WinePeople presenta il suo nuovo percorso di 25 lezioni e-learning sulle modalità di vendita del vino 
giovedi 16 maggio

Vendita, marketing e comunicazione del vino: formazione a distanza

WinePeople presenta il suo nuovo percorso di 25 lezioni e-learning sulle modalità di vendita del vino

Maria Bandolin
Lunedì 20 maggio la seconda giornata di incontri e degustazioni dedicata alla prima rete di cooperative dell'eccellenza italiana presso l'azienda Val d'Oca mercoledi 15 maggio

Alla scoperta di The Wine Net

Lunedì 20 maggio la seconda giornata di incontri e degustazioni dedicata alla prima rete di cooperative dell'eccellenza italiana presso l'azienda Val d'Oca

Abbiamo degustato per voi il Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna mercoledi 15 maggio

Italian wines in the world: Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna

Abbiamo degustato per voi il Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna

Parte la nostra analisi sul mercato del vino italiano attraverso gli “occhi” e le “esperienze” degli agenti e delle agenzie commerciali italiane. Obiettivo è capire da un lato le evoluzioni del mercato, i fabbisogni del trade, dei canali di distribuzione e dall’altro le competenze necessarie oggi per essere una risorsa umana adeguata allo sviluppo del wine business sul mercato nazionale

Indagine sul mercato del vino in Italia visto dall’Osservatorio Agenti

Parte la nostra analisi sul mercato del vino italiano attraverso gli “occhi” e le “esperienze” degli agenti e delle agenzie commerciali italiane. Obiettivo è capire da un lato le evoluzioni del mercato, i fabbisogni del trade, dei canali di distribuzione e dall’altro le competenze necessarie oggi per essere una risorsa umana adeguata allo sviluppo del wine business sul mercato nazionale

Intervista a Graziano Molon, Direttore del Consorzio Vini del Trentino mercoledi 15 maggio

Consorzio Vini del Trentino: una realtà che parla di unione e valorizzazione del territorio

Intervista a Graziano Molon, Direttore del Consorzio Vini del Trentino

Essere Junior (area manager) in un mondo che vuole solo Senior

Vengo anch'io? No, tu no!

Essere Junior (area manager) in un mondo che vuole solo Senior

Andrea Pozzan
Partito il progetto di formazione frutto della collaborazione tra WinePeople e Assoenologi con lo scopo di migliorare le competenze comunicative di una delle figure più strategiche anche nello sviluppo dell’immagine del vino italiano nel mondo

WinePeople e Assoenologi uniti nella comunicazione del vino

Partito il progetto di formazione frutto della collaborazione tra WinePeople e Assoenologi con lo scopo di migliorare le competenze comunicative di una delle figure più strategiche anche nello sviluppo dell’immagine del vino italiano nel mondo

Dai premi internazionali uno slancio per l’isola, puntando su nuovi flussi in arrivo grazie all’enoturismo lunedi 13 maggio

Siddùra ambasciatrice della Sardegna nel mondo: quattro ori e cinque argenti al World Wine Contest

Dai premi internazionali uno slancio per l’isola, puntando su nuovi flussi in arrivo grazie all’enoturismo



sfondo_wm