Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
venerdi 19 gennaio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


IWSC www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace vinojobs wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Tommasi WineNet Bixio Ceccheto Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3
lunedi 11 dicembre

Una community attiva è una community che converte!

Il community management, in italiano la gestione della community, è il passo successivo per coloro che hanno deciso di essere presenti online.


Una community attiva è una community che converte!
Facebook, twitter oppure instagram poco importa perchè ci sarà sempre qualcuno, cliente potenziale o fidelizzato, interessato alla vostra attività e desideroso di sapere come prenotare la visita in cantina, se è possibile partecipare alla vendemmia o più semplicemente scriverà una recensione negativa alla fine della visita. Dobbiamo sempre tenere a mente un aspetto: che cosa si porta a casa il nostro visitatore? L’esperienza!

Il condividere fotografie della produzione, delle persone che vivono l’azienda, di oggetti ma anche di video e articoli di giornale dove il giornalista cita il nostro enologo è importante.. hai notato anche tu il risultato positivo? bene! batti il chiodo ancora caldo e coinvolgi la community nella tua attività e soprattutto all’agire.
Ti faccio un esempio: se io partecipo a concorsi di enologia e ne parlo in modo insistente, ma educato, nelle mie instagram stories accade che qualcuno le osserva, interagisce con me tramite i commenti e arriva a dirmi che “grazie al tuo racconto ho scoperto questo concorso e sembra davvero interessante”. Ecco, lo racconto perchè è successo davvero e lui era, anzi è un giovane enotecario di Milano.

Tutto questo ti sembra un sogno? I tuoi canali social non vedono fan così attivi? Probabilmente qualcosa nella comunicazione e nella gestione della community non funziona. In particolare potresti trovarti n queste due situazioni: se la community non decolla e le persone interagiscono poco con i tuoi contenuti o sei una azienda piccola e poco conosciuta oppure non hai una strategia. In diverse occasioni ne ho scritto in Wine Merdian: la strategia è la tua direzione e se non sai dove andare… Huston abbiamo un problema!

Come puoi trovare il vento giusto, marinaio? Prova a seguire questi 2 consigli per far decollare la tua community e far interagire gli appassionati (in modo gratuito) che si sentono più vicini al brand:
  • Quiz: crea un sondaggio nelle stories di Instagram oppure produci un’immagine dove inserisci i due prodotti a tuo marchio e domanda nella call to action (CTA) “rosso o bollicine per una cena romantica? Clicca LIKE per dire ROSSO invece LOVE per dire BOLLICINE” ad esempio. 
  • Contest online: premetto subito di fare attenzione perchè i contest seguono regolamenti di legge ben precisi, da rispettare. Detto questo: il mettere in palio un premio immateriale come il repost oppure un oggetto materiale come il buono sconto possono essere due alternative. Quando decidi di attivare un concorso è bene fare un autocritica oggettiva. Seguimi: se io sono un brand di champagne e sono molto famoso posso dare una importanza maggiore se l’utente vede la sua foto pubblicata nella mia fanpage oppure nel mio account instagram da mille e mille seguaci.Se sono una realtà piccolina e sconosciuta, allora devo ancora conquistare l’utente e il buono sconto è ben apprezzato.
Infine ricordiamoci di un aspetto: le persone sui social amano mettersi in mostra per questo, più il contenuto è interattivo e divertente ma anche appassionante più i fan saranno invogliati a interagire. La CTA deve essere chiara!
Elena Mazzali, esperta di Social Media Marketing

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Prosecco pedina di scambio nell’accordo tra UE e Australia?

Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Francesco Piccoli
Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Pochi giorni al meeting per gli export manager di Wineout

Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters giovedi 18 gennaio

Importare vini italiani in America: non ci si improvvisa

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters

Noemi Mengo
Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons giovedi 18 gennaio

Wine influencer: quanto valore portano alla wine community e quanto accrescono la conoscenza comune del vino?

Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons

Noemi Mengo
Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Cosa significa essere oggi un imprenditore del vino?

Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo? martedi 16 gennaio

Danimarca: dove la felicità è di casa

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo?

Agnese Ceschi
Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta? lunedi 15 gennaio

120 cm ² per raccontare la propria storia

Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta?

La più importante hub del commercio asiatico venerdi 12 gennaio

Inserirsi nel mercato cinese: perché dovreste usare Hong Kong come tramite

La più importante hub del commercio asiatico

Noemi Mengo
Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme… giovedi 11 gennaio

Come essere influenti in Cina

Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme…

Redazione Wine Meridian
Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Il primo corso per imparare a vendere vino nel mondo e in Italia

Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Diventare imprenditori del vino consapevoli

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Fabio Piccoli
Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

In onore di Gualtiero Marchesi

Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

Vincenzo Ercolino


WineMeridian