Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

http://www.winemeridian.com/
mercoledi 20 febbraio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Tommasi WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/  http://acquesi.it/ wm Vyno Dienos italian wine academy Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura
lunedi 11 febbraio

Uno sguardo all’interno di Italian Wine Academy

Intervista ad Andrea Fioratti, coordinatore del WSET Approved Programme Provider di Verona Italian Wine Academy


Uno sguardo all’interno di Italian Wine Academy
Tra i professionisti del mondo del vino, il WSET è una realtà conosciuta, consolidata e autorevole. Cosa significa esserne Approved Programme Provider?
Per Italian Wine Academy, essere un provider ufficiale di corsi WSET significa diverse cose. Innanzitutto essere partner di un istituto illustre, che ha mezzo secolo di esperienza alle spalle e che rappresenta oggi l’ente inglese leader nella formazione internazionale sul vino e i distillati.
Erogare corsi WSET ci dà la possibilità di offrire ai professionisti del vino delle certificazioni spendibili e riconosciute in tutto il mondo. E, anche a chi si avvicina a questo mondo in qualità di appassionato, forniamo una terminologia e un linguaggio condivisi che crea le condizioni per poter comunicare il vino in ogni contesto. La formula WSET funziona e i numeri lo dimostrano. L’anno accademico 2017/2018 si è chiuso in positivo per il Wine and Spirits Education Trust, con una crescita dell’11% rispetto all’anno precedente e un totale di 95.000 nuovi candidati. Il crescente numero degli iscritti è un segnale significativo, che testimonia come questo tipo di formazione sia richiesto e apprezzato.

Spiegaci qualcosa in più di questa formula: come sono organizzati i corsi WSET e dell’Italian Wine Academy?
Il percorso WSET è articolato su 4 livelli, con lezioni in lingua inglese. Ciascuna certificazione del corso WSET offre una conoscenza complessiva sul mondo del vino, ma con un grado progressivo di approfondimento. A Verona, per Italian Wine Academy abbiamo scelto di attivare i corsi a partire dal livello 2.
La ragione è che chiunque faccia già parte del settore non ha bisogno di frequentare il WSET Livello 1: questo è infatti un corso estremamente basilare, con poche nozioni non sufficienti a chi sta perseguendo una carriera nel vino o una seria preparazione in materia. In sostanza, il corso WSET Livello 2 pone le solide basi che il Livello 3 trasformerà poi in possibilità di carriera. Per il futuro, abbiamo previsto la possibilità di aggiungere il corso di quarto e ultimo livello.

A proposito di carriera: qual è secondo te l’aspetto che, più di tutti, può dare una marcia in più ai professionisti che scelgono di intraprendere un percorso formativo presso l’Italian Wine Academy?
Come ho accennato prima, la formula dei corsi WSET prevede che le lezioni siano tenute in lingua inglese, dunque con un focus internazionale che si rispecchia poi anche nel programma. Questo è esattamente ciò che serve ai professionisti italiani del settore oggi. Avere una visione internazionale del settore vino è infatti fondamentale. L’Italia deve stare al passo con una cultura del vino in espansione e un panorama import/export sempre più competitivo.
Se, da una parte, una conoscenza approfondita dei prodotti nostrani è ovviamente indispensabile, dall’altra non è più sufficiente in un mercato del vino ormai completamente internazionalizzato. Il settore vinicolo italiano necessita di operatori capaci di comunicare i propri prodotti al mondo intero. Italian Wine Academy lavora proprio per introdurre più persone possibili al mondo del vino estero.
Vogliamo formare professionisti competenti su vini provenienti da qualsiasi parte del mondo: South Africa, New Zeland, USA, Australia. Vogliamo che gli stili e la qualità del vino internazionale siano ben chiari a tutti, in modo da rendere poi più facile il confronto con i prodotti nostrani.

Quindi i corsi WSET dell’Italian Wine Academy sono pensati esclusivamente per i professionisti del settore vino?
No. Chiaramente, per gli addetti ai lavori i corsi costituiscono un perfezionamento della professionalità e, in sostanza, la via per acquisire nuovi strumenti di guadagno. Tuttavia, ogni livello WSET attivato presso Italian Wine Academy è indicato per chiunque sia interessato al mondo del vino e voglia conoscerlo in maniera consapevole, professionale e precisa: dagli appassionati, agli operatori dell’hospitality e agli export manager, da chi il vino lo comunica, a chi il vino lo produce.
Diverse le possibili tipologie di studenti, ma uguali i risultati alla fine delle lezioni: un diploma riconosciuto a livello internazionale, una conoscenza delle dinamiche che regolano i diversi mercati, un titolo che garantisce credibilità e un lessico specifico del settore vino condiviso.
Al momento, il 95% dei nostri studenti passa il Livello 2, e addirittura il 60% di questi riesce ad ottenere una distinction, il voto più alto. Riteniamo di essere sulla buona strada; ovviamente, il nostro obiettivo è di lavorare ancora sui margini di miglioramento.

Italian Wine Academy non è l’unico Approved Programme Provider d’Italia: sapresti individuare una caratteristica che lo distingue da tutti gli altri?
È vero: in Italia ci sono altri provider di corsi WSET. Italian Wine Academy si distingue però dalle altre scuole per il proprio metodo educativo. In primo luogo perché ha messo a conduzione dei corsi Jean-Charles Viens (in arte JC), abile comunicatore che definisce sé stesso “gourmand e storyteller”.
Diplomato WSET e Italian Wine Ambassador di Vinitaly International Academy, JC è un wine educator certificato con esperienza nell’imprenditoria, nell’export, nella comunicazione e nell’organizzazione di eventi sul vino. È stato vice-redattore della rivista Spirito diVino Asia e ricopre spesso il ruolo di giudice per concorsi del calibro Decanter Asia Wine Awards e 5StarWines - the Book (Vinitaly).
Oltre a questo, l’approccio didattico di Italian Wine Academy è unico in tutta Italia anche per un altro motivo. Normalmente, l’esame finale per l’ottenimento del certificato WSET deve essere sostenuto subito dopo la fine delle lezioni. Ai propri studenti, invece, Italian Wine Academy dà la possibilità di dare l’esame durante una delle sessioni di corso successive.
In questo modo, ciascun candidato ha più tempo per assimilare le nozioni apprese, mettendo in pratica i molti suggerimenti su come affrontare lo studio che vengono dati durante il corso: una delle caratteristiche più particolari di JC è proprio la sua attenzione nel trasferire non solo nozioni, ma anche un efficace metodo di apprendimento. Il risultato è che gli allievi arrivano all’esame più preparati e più sereni.

Per finire, quindi: quando sono i corsi WSET e come è possibile iscriversi presso Italian Wine Academy?
Per il primo semestre dell’anno 2019 sono previste tre sessioni dei corsi WSET Level 2 - Award in Wines and Spirits e WSET Level 3 - Award in Wines: una in Febbraio, una in Aprile e un’altra in Giugno. Per il semestre successivo e per il calendario con le date precise è possibile consultare il sito di Italian Wine Academy (italianwineacademy.org).
L’iscrizione può essere effettuata tramite lo stesso sito o, per chi avesse bisogno di supporto o chiarimenti, scrivendo a info@italianwineacademy.org. Aggiungo che abbiamo attivato alcune convenzioni speciali, ad esempio per i professionisti di Wine People o i sommelier AIS, che danno accesso a tariffe agevolate per le iscrizioni. Insomma: è il caso di approfittarne!



Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
8 punti chiave per descrivere il mercato polacco e i suoi consumatori mercoledi 20 febbraio

Polonia: da mercato emergente ad economia in crescita

8 punti chiave per descrivere il mercato polacco e i suoi consumatori

Noemi Mengo
Partecipa con noi a Vyno Dienos, la fiera più importante per il mercato dei paesi Baltici, il 3 e 4 maggio
mercoledi 20 febbraio

Wine Meridian vola in Lituania, il mercato driver dei paesi Baltici

Partecipa con noi a Vyno Dienos, la fiera più importante per il mercato dei paesi Baltici, il 3 e 4 maggio

AGENTI VINO province Como, Varese, Milano martedi 19 febbraio

Offerta di Lavoro

AGENTI VINO province Como, Varese, Milano

I numeri di Nomisma-Wine Monitor, presentati a Benvenuto Brunello, confermano scenari importanti e unici per questo grande rosso toscano martedi 19 febbraio

Benvenuto Brunello, la grande sfida tra passato e futuro

I numeri di Nomisma-Wine Monitor, presentati a Benvenuto Brunello, confermano scenari importanti e unici per questo grande rosso toscano

Giovanna Romeo
Domenica 3 e lunedì 4 marzo torna l’appuntamento con le produzioni artigianali di qualità con centocinquanta cantine italiane e estere
martedi 19 febbraio

Live Wine 2019: a Milano la quinta edizione del Salone Internazionale del Vino Artigianale

Domenica 3 e lunedì 4 marzo torna l’appuntamento con le produzioni artigianali di qualità con centocinquanta cantine italiane e estere

Intervista a Sergio Bucci, Direttore della Cantina Vignaioli del Morellino di Scansano 
martedi 19 febbraio

Viaggio nel mondo della cooperazione e delle denominazioni

Intervista a Sergio Bucci, Direttore della Cantina Vignaioli del Morellino di Scansano

I problemi nascono perché ogni persona è differente, così come lo sono i mercati, i vini e i canali distributivi, mentre noi tendiamo a trattare tutti nello stesso modo. martedi 19 febbraio

Perchè è cosi difficile vendere vino?

I problemi nascono perché ogni persona è differente, così come lo sono i mercati, i vini e i canali distributivi, mentre noi tendiamo a trattare tutti nello stesso modo.

Roberta Zantedeschi
Intervista a Richard Alderson, appassionato ed esperto di vino in Nuova Zelanda, che ci svela i lunedi 18 febbraio

Nuova Zelanda: l’educazione al vino italiano partendo dalla GDO

Intervista a Richard Alderson, appassionato ed esperto di vino in Nuova Zelanda, che ci svela i "segreti" di questo piccolo ma interessante mercato del vino che presenta anche buone opportunità di sviluppo per le nostre imprese

Noemi Mengo
We have tasted for you Ronco Blanchis' Chardonnay Particella 3 saturday 16 february

Italian wines in the world: Ronco Blanchis' Chardonnay Particella 3

We have tasted for you Ronco Blanchis' Chardonnay Particella 3

Abbiamo degustato per voi Chardonnay Particella 3 di Ronco Blanchis 
sabato 16 febbraio

Italian wines in the world: Chardonnay Particella 3 di Ronco Blanchis

Abbiamo degustato per voi Chardonnay Particella 3 di Ronco Blanchis

Image Line raccoglie le testimonianze delle aziende vitivinicole che hanno adottato soluzioni digitali per la gestione dei loro vigneti e l’ottimizzazione del lavoro in campo.
venerdi 15 febbraio

Innovazione in vigneto: la parola a chi ha accolto la sfida

Image Line raccoglie le testimonianze delle aziende vitivinicole che hanno adottato soluzioni digitali per la gestione dei loro vigneti e l’ottimizzazione del lavoro in campo.

Anche le attuali difficoltà dei produttori di latte in Sardegna ci evidenziano il maggiore limite del nostro agroalimentare, la cultura di vendita, e anche nel settore vitivinicolo il problema è evidente

AAA cultura di vendita cercasi

Anche le attuali difficoltà dei produttori di latte in Sardegna ci evidenziano il maggiore limite del nostro agroalimentare, la cultura di vendita, e anche nel settore vitivinicolo il problema è evidente

Fabio Piccoli
Cerchiamo un Wine Sales Manager - Piemonte

Offerta di lavoro

Cerchiamo un Wine Sales Manager - Piemonte

In previsione del nostro tour a Singagore, il 22 e 23 maggio prossimi, presentiamo le previsioni al 2022 di IWSR su questo importante mercato del sud est asiatico dove l'Italia ha ampi margini di crescita
giovedi 14 febbraio

A Singapore dove il Prosecco fa recuperare quote all'Italia del vino

In previsione del nostro tour a Singagore, il 22 e 23 maggio prossimi, presentiamo le previsioni al 2022 di IWSR su questo importante mercato del sud est asiatico dove l'Italia ha ampi margini di crescita

Noemi Mengo
Basta vini a basso prezzo, solo Shiraz o vini dal medesimo stile, il cambio di rotta degli australiani negli Usa sta generando un nuovo rinascimento del vino made in Australia nel Paese a stelle e strisce
mercoledi 13 febbraio

Fascia premium e diversità le parole chiave della rinascita del vino australiano in Usa

Basta vini a basso prezzo, solo Shiraz o vini dal medesimo stile, il cambio di rotta degli australiani negli Usa sta generando un nuovo rinascimento del vino made in Australia nel Paese a stelle e strisce

Agnese Ceschi
Raccontaci cosa fai per promuovere e per comunicare il tuo vino. Siamo alla ricerca di progetti e di idee originali per valorizzarlo e comunicarlo. mercoledi 13 febbraio

Partecipa al concorso "Il Meridiano del vino": Wine Meridian premia le migliori idee di comunicazione e promozione del vino italiano

Raccontaci cosa fai per promuovere e per comunicare il tuo vino. Siamo alla ricerca di progetti e di idee originali per valorizzarlo e comunicarlo.

Un manuale per chi vuole fare impresa e non solo produrre buon vino

Un libro per gli imprenditori del mondo del vino di oggi

Un manuale per chi vuole fare impresa e non solo produrre buon vino

Roberta Zantedeschi
Intervista ad Andrea Fioratti, coordinatore del WSET Approved Programme Provider di Verona Italian Wine Academy

lunedi 11 febbraio

Uno sguardo all’interno di Italian Wine Academy

Intervista ad Andrea Fioratti, coordinatore del WSET Approved Programme Provider di Verona Italian Wine Academy



http://www.winemeridian.com/