Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
martedi 11 dicembre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

https://www.vinica.it/it/  http://acquesi.it/ https://www.borgolacaccia.it/ https://www.carusoeminini.it/ http://www.cantinadicustoza.it/ https://tenutadelpriore.it/linea-col-del-mondo/ http://www.tenutastellacollio.it/en/ https://www.tenutedigiulio.it/site/ http://www.tenutamontemagno.it/ http://giannitessari.wine/ Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet CVA Canicatti https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it info@larchetipo.it http://www.tenutaviglione.com/ http://www.fattorialamagia.it/ https://www.accordinistefano.it/ https://www.rigoloccio.it/ http://www.cantinapedres.it/ http://www.cantinavicobarone.com/
lunedi 05 marzo

Vinexpo New York, il buono e il meno buono della prima giornata

La prima giornata di Vinexpo di New York ci porta a varie riflessioni, alcune positive altre meno a partire da una logistica che ha limitato la visibilità dell’area italiana


Vinexpo New York, il buono e il meno buono della prima giornata
Siamo ormai ad un’ora dalla chiusura di questa prima giornata del Vinexpo di New York. Le aspettative, come abbiamo scritto in queste settimana erano e rimangono tante perché per la prima volta (ci fu un tentativo ancora di Vinexpo nel 2002) una grande fiera internazionale cerca di attrarre buyer nel più grande mercato del vino al mondo.

Una prima riflessione va fatta sulla logistica. Il Jacob K Javits Convention Center è una struttura moderna e molto funzionale, in una posizione strategica di New York, facilmente raggiungibile anche a piedi (nella Grande Mela camminare è la cosa più bella e positiva che si possa fare) dai centri nevralgici della città come Times Square, il Trade Center, tanto per citare i più noti.

La scelta degli organizzatori francesi, però, è stata quella di mettere nel suggestivo ultimo piano, quello che sembra un enorme voliera che si affaccia sul fiume Hudson (uno spettacolo veramente suggestivo), solo i padroni di casa (i francese ca va sans dire), gli spagnoli, l’Austria e la piccola (dal punto di vista vitivinicolo) Grecia.
Tutti gli altri, a partire da noi italiani, ma anche Australia, Argentina, Cile nel cosiddetto basement, quello che negli ascensori è indicato con un triste -1. La differenza dal punto di vista dell’immagine, ma anche della funzionalità, è abissale, inutile negarlo. Non ci piace fare le vittime ma siamo nella classica situazione della serie A e forse della serie C. La giustificazione non ufficiale di questa scelta la contemporaneità di altre due fiere (una dedicata al benessere e una all’estetica) che hanno occupato il piano sottostante al principale pavillon di Vinexpo.
La domanda che esce spontanea è come mai scegliere questi giorni se si sapeva della contemporaneità con altre manifestazioni e l’impossibilità di scegliere un’area che avrebbe messo tutti nelle medesime condizioni espositive.

Gli organizzatori, probabilmente consapevoli di questo “sgarbo” hanno pensato di rimediare mettendo un fitto programma di masterclass interessanti al nostro piano meno nobile. Già oggi sono passati davanti a noi autorevoli master of wine, prestigiosi sommelier americani e un buon numero di wine journalist.
Si percepisce in questa prima giornata
l’impegno degli organizzatori di portare alla manifestazione soprattutto importatori e distributori che notoriamente non sono facili da “spostare” dai loro uffici. Difficile dire oggi quanto questo sforzo sia stato premiato. Abbiamo incontrato qualche rappresentante della ristorazione che ci ha dichiarato di essere giunto in fiera quasi per caso perché sembra che Vinexpo non abbia diffuso molti inviti alla ristorazione newyorkese. Appureremo meglio a breve.

Va detto, però, ma non sembri una giustificazione per gli organizzatori, che invitare tanta ristorazione quando sono presenti molte imprese in cerca di importatori e distributori rischia di essere un boomerang. La ristorazione, infatti, cerca inevitabilmente realtà già importate. Ma al tempo stesso è il trade che può stimolare importatori e distributori ad aumentare il loro portfolio prodotti con le novità che hanno incontrato in fiera.
Ultima osservazione quotidiana: nel nostro padiglione oggi, seppur meno nobile di quello dei francesi, vi sono stati numerosi visitatori. Ma come spesso accade questi hanno presidiato di più alcuni stand e molto meno altri. Quali le ragioni di quest’atteggiamento a macchia di leopardo? È una domanda che tutti i produttori devono porsi per capire se c’è qualche azione, comportamento che potrebbero attivare anche direttamente in fiera per aumentare il loro appeal nei confronti dei visitatori.

Noi qualche idea ce l’abbiamo ma ve la spiegheremo domani, nel secondo e ultimo giorno che speriamo porti l’incontro giusto alle aziende italiane presenti qui alla prima edizione di Vinexpo New York.



Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 was awarded with the gold medal at Mondial des Vins extrêmes 2018
tuesday 11 december

Azienda Agricola Accordini Stefano awarded at the Mondial des Vins Extrêmes wine competition

Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 was awarded with the gold medal at Mondial des Vins extrêmes 2018

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro martedi 11 dicembre

L'azienda agricola Accordini Stefano premiata al Mondial des Vins extrêmes 2018

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild
martedi 11 dicembre

Vino italiano nel mondo: educare partendo dal principio

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild

Noemi Mengo
  Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona martedi 11 dicembre

Informazione pubblicitaria
AVVISO DI SOLLECITAZIONE OFFERTE

Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Giganti in un popolo di nani

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Andrea Pozzan
We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014 saturday 08 december

Italian wines in the world: Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro sabato 08 dicembre

Italian wines in the world: Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis
venerdi 07 dicembre

Il coraggio di puntare sull’identità del Collio

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis

Agnese Ceschi
L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino. venerdi 07 dicembre

Winebel debutta a wine2wine 2018

L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino.

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Si chiama trasparenza la svolta comunicativa dello Champagne

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Fabio Piccoli
Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani! giovedi 06 dicembre

Anna Spinato: focus sui Millenials

Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani!

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice 
giovedi 06 dicembre

Brasile: il mercato di chi ama le sfide

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice

Noemi Mengo
Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi? mercoledi 05 dicembre

Vinexpo New York: i 10 motivi per cui non mancare!

Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi?

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017 mercoledi 05 dicembre

Il restyling di Rigoloccio

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017

Il territorio veneto riconosciuto il 30 novembre dal comitato scientifico dalla FAO mercoledi 05 dicembre

Soave sito mondiale patrimonio dell’umanità per l’agricoltura

Il territorio veneto riconosciuto il 30 novembre dal comitato scientifico dalla FAO

La nuova avventura del famoso sommelier americano Jeff Porter celebra la cultura del nostro paese in America
mercoledi 05 dicembre

"Sip Trip": parte il viaggio on the road di Jeff Porter alla scoperta del vino italiano

La nuova avventura del famoso sommelier americano Jeff Porter celebra la cultura del nostro paese in America

Gestione della burocrazia e promozione, avvicinamento ai gusti europei ed esperienze degustative in prima persona mercoledi 05 dicembre

Le quattro chiavi per superare i limiti della Russia

Gestione della burocrazia e promozione, avvicinamento ai gusti europei ed esperienze degustative in prima persona

Agnese Ceschi
Intervista all’esperto Wai Xin Chang, Wine Communicator e Vinitaly International Italian Wine Expert
martedi 04 dicembre

Singapore: un mercato fertile e curioso

Intervista all’esperto Wai Xin Chang, Wine Communicator e Vinitaly International Italian Wine Expert

Noemi Mengo
Quando anche i candidati devono partire da una autoconsapevolezza

Vorrei ma non posso: quando si chiede senza dare [abbastanza]

Quando anche i candidati devono partire da una autoconsapevolezza

Andrea Pozzan
We have tasted for you Coali Tenuta Savoia's I Simieri Rosso Verona Igt 2015 saturday 01 december

Italian wines in the world: Coali Tenuta Savoia's I Simieri Rosso Verona Igt 2015

We have tasted for you Coali Tenuta Savoia's I Simieri Rosso Verona Igt 2015

Abbiamo degustato per voi il I Simieri Rosso Verona Igt 2015 di Coali Tenuta Savoia
sabato 01 dicembre

Italian wines in the world: I Simieri Rosso Verona Igt 2015 di Coali Tenuta Savoia

Abbiamo degustato per voi il I Simieri Rosso Verona Igt 2015 di Coali Tenuta Savoia

Lo straordinario e istruttivo intervento di Margareth Henriquez, presidente e ceo di Krug, alla quinta edizione di Wine2Wine

La preziosa lezione di Madame Krug

Lo straordinario e istruttivo intervento di Margareth Henriquez, presidente e ceo di Krug, alla quinta edizione di Wine2Wine

Fabio Piccoli
Karen MacKenzie's wineries tour in Piemonte friday 30 november

Persistently Premier Piemonte

Karen MacKenzie's wineries tour in Piemonte

Karen MacKenzie
Partecipa al tour Simply Italian Great Wine a Fort Lauderdale e Città del Messico
venerdi 30 novembre

Partecipa con noi al tour Miami e Mexico febbraio 2019

Partecipa al tour Simply Italian Great Wine a Fort Lauderdale e Città del Messico

La rivoluzione Enosocial® e Clicknbuy™ è appena iniziata e non sembra fermarsi. Ecco i dettagli e un video di spiegazione dell’applicazione smartphone dedicata a produttori e wine lovers
giovedi 29 novembre

Degustare e acquistare in un battito di ciglia: è possibile?

La rivoluzione Enosocial® e Clicknbuy™ è appena iniziata e non sembra fermarsi. Ecco i dettagli e un video di spiegazione dell’applicazione smartphone dedicata a produttori e wine lovers