Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
mercoledi 18 luglio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it Farina Enartis Tebaldi wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it
mercoledi 08 novembre

Vini italiani in America: il segreto è nelle storie

Alder Yarrow, famoso scrittore e pioniere del wineblogging, ci racconta l’immagine che hanno i nostri prodotti agli occhi dei consumatori americani


Vini italiani in America: il segreto è nelle storie

Alder Yarrow


È stato recentemente definito la più brillante webstar nel mondo del vino in territorio americano, entrato di diritto nel 2013 nella Wine Media Guild of New York’s Wine Writer’s Hall of Fame, posto d’onore che condivide con solamente 22 scrittori del settore viventi.
Lui è Alder Yarrow, “pionere del wineblogging”. Nato nel cuore della costa occidentale di Sonoma e attualmente residente a San Francisco, Alder Yarrow è l’autore dal 2004 del sito Vinography.com, ha scritto per testate di vario genere come World Fine Wine e Fine Cooking Magazine, ed è attualmente contributor del sito Jancis Robinson.
Il suo libro illustrato sui sapori e gli aromi del vino, “The Essence of Wine”, è stato nominato uno dei migliori libri dell’anno 2014 da The New York Times, da Wine & Spirits Magazine.

Lei è un pioniere del wine blogging. Quando ha iniziato e perché?
Ho iniziato con il mio wine blog nel 2004. Mentre ancora imparavo in cosa consistessero i blog e in che modo funzionassero, sviluppavo questo progetto personale, che avrebbe contenuto i miei appunti e le mie opinioni riguardo al mondo del vino e del cibo.

Cosa rappresenta, per Lei, la figura del wine blogger/wine influencer? Qual è il ruolo delle guide e dei critici nell’influenzare le decisioni dei consumatori, rispetto a quello degli influencer?
Un tempo, un wine blogger era diverso da un giornalista, perché nessun giornalista possedeva un blog. Adesso, quasi tutti i giornalisti di rilievo hanno un blog di qualche genere, e così anche la maggior parte dei critici; per questo, per me, blogger è diventato un termine irrilevante. Anche il termine influencer ha perso di significato, soprattutto perché è molto difficile determinare chi veramente ha potere di influenza sul consumatore. Secondo la mia opinione, gli unici termini riferiti al vino che ancora vogliono dire qualcosa sono wine writer e wine critic. Essere uno dei due, non esclude l’essere entrambi. Uno scrittore racconta, un critico valuta i prodotti e classifica i migliori e i peggiori (solitamente con un punteggio).
Una cosa è certa, non tutti i consumatori prestano attenzione a queste figure.

Dal suo personale osservatorio, qual è l’immagine dei vini Italiani in America?
L’America adora qualsiasi cosa provenga dall’Italia. Per gli americani, il cibo italiano rimane l’alternativa, diciamo “etnica”, più comune e popolare. Inoltre, in America si beve molto più vino di origine italiana piuttosto che vini di qualsiasi altro paese al mondo. Nonostante questo, credo che la maggior parte della popolazione americana non sappia molto riguardo ai vini italiani, salvo quelli che si sono già affermati come brand, nella concezione americana. Chianti e, probabilmente, Brunello ed Amarone, sono quelli più conosciuti dal consumatore medio, insieme, forse, a qualche altro vino famoso proveniente da Bolgheri. Barolo è diventato più conosciuto di recente, ma vini come Etna rosso, Tocai Friulano o Negroamaro rimangono conosciuti solo dagli intenditori o da chi lavora nel settore.

Che consiglio darebbe ai produttori di vino italiani, per comunicare e vendere i loro prodotti nel Suo paese?
L’America si è sempre più concentrata sull’autenticità dell’artigianato, il che significa che alle persone importa realmente delle storie che ci sono dietro alla nascita dei prodotti che comprano, desiderano che quei prodotti siano una rappresentazione unica della gente e dei posti da cui provengono. Specialmente alla generazione più giovane di consumatori, piace provare diversi tipi di vino, provenienti dai posti più disparati.

Secondo Lei, cosa dovrebbero fare, in termini di azioni concrete e attività, i produttori italiani per vendere i loro vini in America?
Credo che, a tutti gli effetti, gli eventi organizzati da associazioni regionali di vino, siano più interessanti ed efficaci, che gli eventi più grandi che tentano di proporre tutti i tipi di vino italiano. Sebbene mi renda conto di quanto costoso potrebbe essere, ritengo che, ad esempio, le cantine del Salento, potrebbero unirsi e organizzare delle degustazioni in città come San Francisco, Chicago e New York: sicuramente avrebbe un notevole impatto.
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
È  la consapevolezza a fare la differenza tra un buon e un ottimo manager, tra un imprenditore capace e un imprenditore di successo

Cosa ci rende buoni manager o buoni imprenditori?

È la consapevolezza a fare la differenza tra un buon e un ottimo manager, tra un imprenditore capace e un imprenditore di successo

Roberta Zantedeschi
Ecco un aggiornamento sulla tendenza in atto del consumo di vino o bevande a basso contenuto alcolico martedi 17 luglio

Low- o No-alcohol wines, sì o no?

Ecco un aggiornamento sulla tendenza in atto del consumo di vino o bevande a basso contenuto alcolico

Agnese Ceschi
La competizione, porta d’ingresso per entrare nel mercato e portavoce dei gusti dei consumatori asiatici, lancia la “call to entries” per i produttori italiani, con scadenza al 22 luglio 2018. Affrettatevi!
lunedi 16 luglio

WM rinnova la mediapartnership con l’Hong Kong International Wine and Spirits Competition

La competizione, porta d’ingresso per entrare nel mercato e portavoce dei gusti dei consumatori asiatici, lancia la “call to entries” per i produttori italiani, con scadenza al 22 luglio 2018. Affrettatevi!

Wine Export Manager Senior e Junior lunedi 16 luglio

Offerta di Lavoro

Wine Export Manager Senior e Junior

Il parere di Andrzej Sajniak, importatore polacco e titolare di Caterteam Sp.zo.o e dei punti vendita lunedi 16 luglio

Vino italiano in Polonia: quando l'alta qualità non basta

Il parere di Andrzej Sajniak, importatore polacco e titolare di Caterteam Sp.zo.o e dei punti vendita "Piccola Italia & Mediterraneo" di Varsavia

Noemi Mengo
La freschezza del Chiaretto incontra la pizza contemporanea di Renato Bosco nella terrazza estiva di Monte Zovo venerdì 20 luglio 2018. 
lunedi 16 luglio

Chiaretto&Pizza: l’aperitivo gourmet firmato Monte Zovo e Renato Bosco

La freschezza del Chiaretto incontra la pizza contemporanea di Renato Bosco nella terrazza estiva di Monte Zovo venerdì 20 luglio 2018.

Domenica 8 luglio, luna e stelle hanno fatto luce sui vigneti di Monte Gorna, a Treccastagni, ai piedi dell'Etna per un evento speciale: Notturno in Vigna. domenica 15 luglio

Nasce sull'Etna una nuova narrazione del vino

Domenica 8 luglio, luna e stelle hanno fatto luce sui vigneti di Monte Gorna, a Treccastagni, ai piedi dell'Etna per un evento speciale: Notturno in Vigna.

Lisa Sanfilippo
We have tasted for you Siddùra's Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016 saturday 14 july

Italian wines in the world: Siddùra's Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016

We have tasted for you Siddùra's Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016

Abbiamo degustato per voi il Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016 di Siddùra sabato 14 luglio

Italian wines in the world: Maìa Vermentino di Gallura docg Superiore 2016 di Siddùra

Abbiamo degustato per voi il Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016 di Siddùra

All'attrice inglese Helen Mirren il Premio che è diventato negli anni uno degli appuntamenti più importanti nel panorama degli eventi culturali organizzati da un’azienda vitivinicola

Premio Apollonio per gli ulivi del Salento

All'attrice inglese Helen Mirren il Premio che è diventato negli anni uno degli appuntamenti più importanti nel panorama degli eventi culturali organizzati da un’azienda vitivinicola

Il nostro sistema vitivinicolo continua ad essere refrattario ad accettare una maggiore trasparenza e gestione dei prezzi delle denominazioni, anche di quelle più importanti e in crescita. Questo determina una costante fragilità del nostro sistema e il rischio di presidiare in maniera migliore il posizionamento dei vini italiani

Il tabù dei prezzi dei vini in Italia

Il nostro sistema vitivinicolo continua ad essere refrattario ad accettare una maggiore trasparenza e gestione dei prezzi delle denominazioni, anche di quelle più importanti e in crescita. Questo determina una costante fragilità del nostro sistema e il rischio di presidiare in maniera migliore il posizionamento dei vini italiani

Fabio Piccoli
Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!
venerdi 13 luglio

Partecipa al Tour Vietnam 2018 con Unexpected Italian

Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!

Interview with Marco Martini, CEO of Mondodelvino SpA CEO, one of the most interesting and innovative Italian wine groups of Italy and ranked 17 among Italian wine companies in terms of sales in 2017. giovedi 12 luglio

Mondodelvino: one entity, many territories

Interview with Marco Martini, CEO of Mondodelvino SpA CEO, one of the most interesting and innovative Italian wine groups of Italy and ranked 17 among Italian wine companies in terms of sales in 2017.

L'intervista ad uno dei massimi sommelier vietnamiti Alex Thinh giovedi 12 luglio

Giovane ed orientabile: il Vietnam è una delle promesse asiatiche

L'intervista ad uno dei massimi sommelier vietnamiti Alex Thinh

Agnese Ceschi
Scopri la promozione estiva pensata per supportarti nell’internazionalizzazione e comunicazione dei tuoi prodotti nel mondo
mercoledi 11 luglio

Scegli Wine Meridian come Media partner e cambia la tua comunicazione

Scopri la promozione estiva pensata per supportarti nell’internazionalizzazione e comunicazione dei tuoi prodotti nel mondo

Aggiungetevi a noi il 4 e 5 marzo 2019 in occasione di Vinexpo New York, la Fiera Internazionale del vino e degli spirits, nella sua seconda edizione americana! mercoledi 11 luglio

Wine Meridian torna a Vinexpo New York

Aggiungetevi a noi il 4 e 5 marzo 2019 in occasione di Vinexpo New York, la Fiera Internazionale del vino e degli spirits, nella sua seconda edizione americana!

Azienda italiana specializzata nella vendita di vino online cerca una figura da inserire nel proprio ufficio acquisti con ottima padronanza nell’uso del PC e dei pacchetti base e buona conoscenza della lingua inglese.

Offerta di Lavoro: Buyer

Azienda italiana specializzata nella vendita di vino online cerca una figura da inserire nel proprio ufficio acquisti con ottima padronanza nell’uso del PC e dei pacchetti base e buona conoscenza della lingua inglese.

Il mercato del lavoro nel mondo vino si muove con le stesse dinamiche del marcato del pesce fresco: non si può tergiversare troppo nella decisione, perché c'è il rischio che qualcun altro si porti via i pezzi migliori

La tempestività nel recruiting: l'importanza di arrivare in tempo

Il mercato del lavoro nel mondo vino si muove con le stesse dinamiche del marcato del pesce fresco: non si può tergiversare troppo nella decisione, perché c'è il rischio che qualcun altro si porti via i pezzi migliori

Lavinia Furlani
La storia di un’azienda secolare nel settore dei distillati che si rinnova nell’immagine e nella gamma di prodotti
mercoledi 11 luglio

DOMENIS1898: quando la tradizione dei distillati incontra il restyling

La storia di un’azienda secolare nel settore dei distillati che si rinnova nell’immagine e nella gamma di prodotti

Una missione perseguita da oltre un secolo, quella di Cielo e Terra, che quest’anno festeggia una storia imprenditoriale e famigliare che guarda costantemente al domani, con un occhio di riguardo all’interpretazione dei mutamenti sociali ed economici. martedi 10 luglio

1908-2018: Cielo e Terra celebra 110 anni di storicità proiettata al futuro.

Una missione perseguita da oltre un secolo, quella di Cielo e Terra, che quest’anno festeggia una storia imprenditoriale e famigliare che guarda costantemente al domani, con un occhio di riguardo all’interpretazione dei mutamenti sociali ed economici.