Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
sabato 20 ottobre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

CVA Canicatti https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it www.wine2wine.net https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it info@larchetipo.it http://www.tenutaviglione.com/ http://www.fattorialamagia.it/ https://www.rigoloccio.it/ http://www.cantinapedres.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ https://www.vinica.it/it/ Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet
lunedi 20 novembre

Vini sardi: tra longevità, terroir e il concetto di "autoctono"

Una chiacchierata con Massimo Ruggero, ad di Siddùra, su export, Sardegna, nuove tecnologie e gusti del consumatore odierno.


Vini sardi: tra longevità, terroir e il concetto di

Massimo Ruggero


“Non dobbiamo mai dimenticare che siamo agricoltori, ma abbiamo bisogno di uscire dal guscio e comunicare bene i nostri prodotti, all’estero come in Italia”. Esordisce così, Massimo Ruggero, amministratore delegato di Siddùra, cantina gallurese, che si è recentemente fatta notare per i numerosi riconoscimenti internazionali, come quello attribuito al Tìros, blend di Sangiovese e Cabernet Sauvignon, entrato nella graduatoria della World Rankings of Wines & Spirits report.
Con lui abbiamo parlato di comunicazione ed export del vino e di come affrontare le sfide di oggi e del concetto di autoctono.

Come è il percepito del vino sardo nel mondo?
L’esportazione è sembrata fino ad oggi qualcosa di grande, ma in realtà c’è posto per tutti. Esportare un vino significa esportare una terra e per farlo bisogna metterci emozione e credere nel potenziale del proprio territorio. La Sardegna per anni ha avuto molte possibilità ma non le ha sapute sfruttare. È vero che rispetto ad altre regioni abbiamo una produzione più ridotta e siamo poco presenti all’estero: ora è il momento per accelerare. C’è curiosità verso i nostri vini, verso il nostro popolo e la sua longevità.

Cosa significa?
Spesso usiamo questo concetto come volano della comunicazione.
Noi sardi ne sappiamo qualcosa in fatto di qualità della vita e questo è certamente un riflesso dell’alimentazione e degli stili di vita. Il vino ha certamente un ruolo importante in tutto ciò: basti pensare che gli antichi bevevano Cannonau.

Recentemente il vostro vino Tìros è entrato nel pantheon riservato alle produzioni enologiche più apprezzate nel panorama mondiale, classificandosi all’84esimo posto nella speciale graduatoria della “World Rankings of Wines & Spirits report” 2017…
Tìros è il vino che ha messo in discussione il concetto di autoctono. Infatti è l’unico dei nostri vini ad essere stato creato con Sangiovese e Cabernet Sauvignon.
Perché? Perché credo che proprio qui risieda la forza di questa terra. La Sardegna sa allevare questi vitigni internazionali e ne cambia l’espressione fino a farli diventare degli autoctoni.
Autoctono, infatti, è per me tutto quello che è allevato dalla terra. Chi ha stilato questa classifica ha capito nel profondo questo vino.

Qual è il valore aggiunto di oggi rispetto al passato?
Il valore aggiunto dell’agricoltura oggi è la tecnologia: va sperimentata e implementata. E’ una delle sfide del momento.
Siddura è la prima azienda in Sardegna che utilizza il monitoraggio della Nefatim che noi chiamiamo “piante che parlano”. Mi spiego meglio: abbiamo un sistema in vigna che, attraverso il controllo continuo del terreno attuato con l’ausilio di alcune sondine, collegate ad un sistema centrale di rilevazione, ci permette di comprendere le esigenze della pianta. In parole semplici: è la pianta che comunica il suo bisogno di acqua. Il “cervellone” capta il segnale e lo trasferisce all’agronomo che, in caso di necessità, mette in atto il sistema di irrigazione.

Che annata è stata questa per voi?
Parto dal presupposto che i vigneti, posizionati in una vallata circondata dai boschi, godono di un microclima ideale, con sbalzi termici ottimali.
Diciamo che, al netto del calo di resa che si è verificato in tutto il Paese, la vendemmia ha consegnato una bellissima annata. Rispetto a questo argomento ci tengo ad esprimere la mia idea che va contro il catastrofismo generale: le avversità, come quelle meteorologiche dell’ultimo anno, sono valori aggiunti perché solo dalla sfida nasce la qualità. Nell’enologia non ci sono formule chimiche: tutto è diverso ogni anno.

La sfida più grande per un produttore di vino oggi…
La sfida perenne è la possibilità di metterti in gioco ogni volta in modo diverso.

Il consumatore oggi cerca…
Il terroir. Vuole assaggiare il tuo vino di casa.

Strategie per l’export…
Secondo, anche se parliamo lingue diverse, abbiamo esigenze e gusti uguali. Cambiare le strategie in base al mercato che si vuole conquistare non è funzionale. A mio avviso, nel vendere il vino all’estero dobbiamo ricordare che siamo tutti mossi dalle stesse cose: le emozioni che ci suscita questa bevanda.

La critica enologica in che direzione sta andando?
I critici sono i consulenti del consumatore, danno una grossa mano nell’alzare il livello di conoscenza del prodotto. Mi rendo conto però che non sempre il consumatore ha bisogno di tecnicismi; spesso predilige lasciarsi andare alle sensazioni, alle emozioni e ai ricordi che un vino può suscitare. Da questo dipende l’apprezzamento finale. Le migliori degustazioni che faccio sono alla cieca. Succede più o meno questo: quando mi ritrovo con degli amici, appassionati, faccio assaggiare loro i vini che stiamo per introdurre sul mercato. E’ una sorta di “prova del nove”: superarla significa essere sulla buona strada.

Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Abbiamo degustato per voi il Montemitorio Colli Berici DOC Tai Rosso 2016 di Dal Maso sabato 20 ottobre

Italian wines in the world: Montemitorio Colli Berici DOC Tai Rosso 2016 di Dal Maso

Abbiamo degustato per voi il Montemitorio Colli Berici DOC Tai Rosso 2016 di Dal Maso

We have tasted for you Dal Maso's Montemitorio Colli Berici DOC Tai Rosso 2016 saturday 20 october

Italian wines in the world: Dal Maso's Montemitorio Colli Berici DOC Tai Rosso 2016

We have tasted for you Dal Maso's Montemitorio Colli Berici DOC Tai Rosso 2016

La cantina friulana presenta un'edizione limitata di una magnum di rosso con un uvaggio di Refosco e Pignolo. venerdi 19 ottobre

Zorzettig rosso fuoco: la forza e la passione degli autoctoni

La cantina friulana presenta un'edizione limitata di una magnum di rosso con un uvaggio di Refosco e Pignolo.

La manifestazione, organizzata dal Consorzio Tutela Vini Valpolicella, si svolgerà dal 20 al 21 ottobre a Sant’Ambrogio di Valpolicella. venerdi 19 ottobre

Nasce Valpolitech, fiera espositiva dedicata alla viticoltura sostenibile

La manifestazione, organizzata dal Consorzio Tutela Vini Valpolicella, si svolgerà dal 20 al 21 ottobre a Sant’Ambrogio di Valpolicella.

Siamo veramente convinti che il problema dello sviluppo del nostro export sia che è troppo legato alle cosiddette nicchie?

Vino italiano nel mondo: può vivere di sole nicchie?

Siamo veramente convinti che il problema dello sviluppo del nostro export sia che è troppo legato alle cosiddette nicchie?

Fabio Piccoli
Al Bassano Expo oltre 400 vini in degustazione da tutta Italia da sabato 20 a lunedì 22 ottobre giovedi 18 ottobre

Al via il Bassano Wine Festival 2018: tre giorni per scoprire, degustare a acquistare

Al Bassano Expo oltre 400 vini in degustazione da tutta Italia da sabato 20 a lunedì 22 ottobre

Sono sempre di più, grazie alle nuove tecnologie, le innovazioni che si possono realizzare sul packaging ed il settore vitivinicolo ha ancora molti margini di crescita per sfruttare al meglio una serie di opportunità già oggi a disposizione

Ultimi sviluppi nella corsa al packaging intelligente

Sono sempre di più, grazie alle nuove tecnologie, le innovazioni che si possono realizzare sul packaging ed il settore vitivinicolo ha ancora molti margini di crescita per sfruttare al meglio una serie di opportunità già oggi a disposizione

Francesco Piccoli
L'azienda veneta conferma l'impegno ecosostenibile con il progetto RafCycle giovedi 18 ottobre

Cantina di Soave ricicla 62.000 kg di supporti per etichette in 3 anni

L'azienda veneta conferma l'impegno ecosostenibile con il progetto RafCycle

Lynne Sherriff MW and Daniele Cernilli will lead the cohort of 80+ judges for 5StarWines 2019 the international wine selection that will take place in Verona from the 3rd to the 5th of April 2019. wednesday 17 october

Lynne Sherriff MW and Daniele Cernilli join Vinitaly International Grand Tasting 5StarWines 2019

Lynne Sherriff MW and Daniele Cernilli will lead the cohort of 80+ judges for 5StarWines 2019 the international wine selection that will take place in Verona from the 3rd to the 5th of April 2019.

The speed-dating interview format created by Wine People and Vinitaly International for the fourth time at the Hong Kong International Wine and Spirits Fair (HKIWSF) on 10th November 2018. wednesday 17 october

Are you expert in Asian markets? #HireMeVinitaly returns to Hong Kong to select Asian market professionals

The speed-dating interview format created by Wine People and Vinitaly International for the fourth time at the Hong Kong International Wine and Spirits Fair (HKIWSF) on 10th November 2018.

Wine Export Manager - GDO o Key Account 

mercoledi 17 ottobre

Offerta di lavoro

Wine Export Manager - GDO o Key Account

Cerchiamo un Wine Export Manager mercoledi 17 ottobre

Offerta di lavoro

Cerchiamo un Wine Export Manager

Agrifood Monitor, Nomisma e Crif rilasciano un aggiornamento importante in merito alle condizioni dell'export italiano all'interno del mercato del Regno Unito mercoledi 17 ottobre

Brexit ed export italiano: ci sono aggiornamenti?

Agrifood Monitor, Nomisma e Crif rilasciano un aggiornamento importante in merito alle condizioni dell'export italiano all'interno del mercato del Regno Unito

Focus conclusivo sui risultati emersi dalle indagini presentate a Wine Export Manager Day
mercoledi 17 ottobre

Una lobby degli export manager è possibile, ma come?

Focus conclusivo sui risultati emersi dalle indagini presentate a Wine Export Manager Day

Noemi Mengo
Un pericoloso concorrente si prepara ad avanzare nella produzione di rosé di alta qualità, il mercato italiano dovrà prepararsi ad affrontare un’ondata di successo made in Germany nei prossimi anni 
mercoledi 17 ottobre

Nel mercato tedesco impazza la moda del rosé di produzione locale

Un pericoloso concorrente si prepara ad avanzare nella produzione di rosé di alta qualità, il mercato italiano dovrà prepararsi ad affrontare un’ondata di successo made in Germany nei prossimi anni

Noemi Mengo
Un nuovo Amarone e un progetto di recupero storico martedi 16 ottobre

Tommasi lancia il nuovo brand De Buris

Un nuovo Amarone e un progetto di recupero storico

Le tipologie di consumatori si stanno evolvendo sempre di più e a velocità imprevedibili. Per capire il potenziale sviluppo dei mercati internazionali del vino sarà sempre più importante conoscere in profondità le diverse tipologie di target

I consigli di Euromonitor su come raggiungere le nuove 8 categorie di consumatori

Le tipologie di consumatori si stanno evolvendo sempre di più e a velocità imprevedibili. Per capire il potenziale sviluppo dei mercati internazionali del vino sarà sempre più importante conoscere in profondità le diverse tipologie di target

Francesco Piccoli
Se hai un passaggio generazionale in atto, scopri come formare al meglio nuovi imprenditori del vino, preparati, aggiornati e produttivi. lunedi 15 ottobre

Campus Impresa: la scelta degli imprenditori consapevoli

Se hai un passaggio generazionale in atto, scopri come formare al meglio nuovi imprenditori del vino, preparati, aggiornati e produttivi.