Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
venerdi 19 gennaio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Tommasi WineNet Bixio Ceccheto Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3 IWSC www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace vinojobs wbwe Wine Monitor
mercoledi 20 luglio

Visual Social Media: il potere dell’immagine che convince gli utenti

Comunicare per immagini è un trend in ascesa anche in Italia e le aziende devono capire come sfruttarlo


Visual Social Media: il potere dell’immagine che convince gli utenti
Le immagini sono un linguaggio semplice ed efficace che assicura il massimo effetto comunicativo nel minor tempo possibile. Perché? Perché le persone sono "visive", il nostro occhio è richiamato da colori e movimento molto di più che da un testo scritto e le immagini sono più semplici e veloci da ‘leggere’ e interpretare. Esse attirano l’attenzione dell’utente/lettore e trasmettono messaggi che si imprimono più a fondo nella sua mente: la memoria visiva è più potente, reagisce allo stimolo della curiosità e della sensibilità e ci permette di ricordare più facilmente un’immagine di un pezzo di testo.
Le immagini coinvolgono, stimolano la produzione di emozioni, sentimenti e azioni istintive come la condivisione, sono contenuti di facile consumo che impegnano poco a livello cognitivo e sono in grado di creare un alto tasso di engagement e coinvolgimento.
Ecco perché sempre di più, anche in Italia, si assiste alla scalata dei cosiddetti ‘visual social media’. Instagram, Pinterest, Youtube stanno prendendo sempre più piede: basta osservare l’indagine "Digital in 2016" di We Are Social che, confrontata con quella dell’anno precedente, mostra un incremento nel numero di utenti attivi su Instagram di circa 100 milioni, mentre Pinterest fa la sua comparsa nel report 2016 con 100 milioni di utenti (mentre nel report precedente non compariva nemmeno). In Italia, in particolare, nell’ultimo anno Instagram ha visto un incremento del 6% nella classifica delle piattaforme social più utilizzate. Questi numeri dimostrano una tendenza, anche nel nostro paese, a mettere la fotografia al centro del processo comunicativo e di condivisione, pratica che viene intercalata anche su altre piattaforme come Facebook o Twitter, dove la condivisone di immagini e video rispetto a quella di solo testo è sempre più comune.
Associare il proprio brand ad immagini d’effetto è una strategia, quindi, che presenta grandi potenzialità: il linguaggio visivo è d’impatto, evocativo e,come detto sopra, una componente fondamentale del web e dei social media. Esso costituisce una risorsa comunicativa da non sottovalutare, in quanto dotato di un fattore emozionale non indifferente e quindi capace di sfruttare il bagaglio personale di esperienze di ogni destinatario. Ognuno ‘legge’ le immagini a seconda dei propri ricordi e del proprio background culturale, motivo per cui è consigliabile attenersi alle regole di semplicità e immediatezza.
L’impatto immediato ed emozionale delle immagini spesso fa sì che il messaggio visivo sia preponderante rispetto a quello concettuale e influenzi non poco la riflessione critica del destinatario. E’ importante, per questo motivo, adottare uno stile coerente e facilmente comprensibile anche nel testo (sempre in accordo con il target a cui ci si riferisce). La fotografia deve essere intuitiva ed usata per attrarre l’utente in una fase iniziale ma non oscurare il contenuto testuale che, se c’è, deve risultare altrettanto interessante.
Un consiglio finale: nei social network utilizzare foto amatoriali può essere percepito come più coinvolgente da parte degli utenti (ad esempio facendo posting live da un evento), ma non deve essere una strategia esclusiva. Dotarsi di immagini fatte professionalmente (che siano fotografie, infografiche o video), pensate e costruite con attenzione, è fondamentale per dimostrare attenzione ai dettagli e cura dei propri profili aziendali. 
Paolo Errico, SocialMeter Analysis

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Prosecco pedina di scambio nell’accordo tra UE e Australia?

Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Francesco Piccoli
Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Pochi giorni al meeting per gli export manager di Wineout

Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters giovedi 18 gennaio

Importare vini italiani in America: non ci si improvvisa

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters

Noemi Mengo
Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons giovedi 18 gennaio

Wine influencer: quanto valore portano alla wine community e quanto accrescono la conoscenza comune del vino?

Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons

Noemi Mengo
Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Cosa significa essere oggi un imprenditore del vino?

Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo? martedi 16 gennaio

Danimarca: dove la felicità è di casa

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo?

Agnese Ceschi
Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta? lunedi 15 gennaio

120 cm ² per raccontare la propria storia

Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta?

La più importante hub del commercio asiatico venerdi 12 gennaio

Inserirsi nel mercato cinese: perché dovreste usare Hong Kong come tramite

La più importante hub del commercio asiatico

Noemi Mengo
Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme… giovedi 11 gennaio

Come essere influenti in Cina

Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme…

Redazione Wine Meridian
Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Il primo corso per imparare a vendere vino nel mondo e in Italia

Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Diventare imprenditori del vino consapevoli

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Fabio Piccoli
Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

In onore di Gualtiero Marchesi

Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

Vincenzo Ercolino


WineMeridian