Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

http://www.winemeridian.com/
domenica 20 gennaio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Siddura WineNet CVA Canicatti https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/  http://acquesi.it/ wm Vyno Dienos Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/
martedi 05 gennaio

Visual storytelling: non giudicare dall'immagine, ma cura meticolosamente la tua

I consigli dell'esperto di social media marketing Paolo Errico


Visual storytelling: non giudicare dall'immagine, ma cura meticolosamente la tua
«Non giudicare mai un libro dalla copertina!». In altre parole: non lasciare che l’apparenza delle immagini ti tragga in inganno distogliendoti dalla sostanza. Evidentemente colui che per primo ha pronunciato queste parole doveva conoscere bene le tentazioni a cui la nostra psicologia cognitiva della percezione è più suscettibile. E dal momento che il lupo perde il pelo ma non il vizio, l’importanza dell’aspetto visuale delle varie forme di comunicazione ha subìto, negli ultimi anni, una crescita esponenziale, finendo per soppiantare, e di gran lunga, la componente testuale.
La veloce panoramica del mese scorso sullo storytelling si concludeva con delle riflessioni che lasciavano intuire una moltitudine di sviluppi: "[…] Ma è nel contesto digital che lo storytelling trova la sua massima applicazione ed efficacia comunicativa. Gli strumenti offerti dalla rete sono infatti degli ottimi e irrinunciabili trampolini di lancio per espandere le narrazioni e portarle a un livello successivo, quello della transmedialità […]". 

Tra le (neanche tanto) recenti tendenze in fatto di comunicazione, un concetto che sta prendendo sempre più piede è quello di visual storytelling. Visual è soltanto uno dei tanti attributi che si possono accompagnare allo storytelling, ma apparentemente è anche uno dei più efficaci. È un termine che fa riferimento alla dimensione visiva e iconografica. Nell’ambito dello storytelling, va a indicare il racconto di una storia, di un prodotto, di un brand, di una persona, di un viaggio (e chi più ne ha più ne metta) condotto attraverso le immagini, i video e tutti quegli strumenti e forme di comunicazione visiva che, come accennato, trovano terreno fertile nei social network.

Se vi state domandando a cosa sia dovuta l’importanza delle immagini, una risposta esaustiva sarebbe senza dubbio poco adatta e scarsamente attinente a questo spazio ma, per comprenderne il ruolo all’interno dei social, è sufficiente metterci nei nostri stessi panni e analizzare le nostre abitudini. Generalmente, il tempo che passiamo sui social network è dedicato o al lavoro o allo svago. Al di là dell’utilizzo dei social in ambito lavorativo, nella maggior parte dei casi in cui il nostro accesso a questi portali rientra nella sfera dello svago, noi non prestiamo particolare attenzione alla lettura attenta ed estensiva dei contenuti. Le informazioni presenti in rete sono così tante che, per non impazzire, il nostro approccio nei confronti delle informazioni è più di tipo selettivo. Si tratta quindi di una lettura a balzi, spesso molto grandi, in cui a farci soffermare sono soltanto informazioni di grande portata, o dal grande appeal. Ed ecco che, in una situazione simile, l’appeal è dato innanzitutto dalla forza visiva.

Non è un caso che, nel 2011, Facebook si sia convertito alla timeline, dedicando il 170% di spazio in più alle immagini e ai video, piuttosto che al testo. Un simile discorso vale anche per Google+, per non parlare poi di quei social che delle immagini hanno da sempre fatto il loro soggetto privilegiato, come Flickr, Pinterest e Instagram, soltanto per citare i più famosi. Inoltre, qualche anno fa, Tumblr ha dichiarato che il 42% dei post pubblicati all’interno del social erano costituiti da sole immagini o video, quindi senza testo (dato in netto aumento, tra l’altro), e forse è stata proprio la peculiarità di avere una predisposizione orientata al futuro (alla visualità) che ha consentito a Tumblr di sopravvivere nel tempo senza neanche rinnovarsi più di tanto.

Le immagini sono più efficaci ed esperienziali di un testo scritto, e un racconto fatto di immagini (visual storytelling) finisce conseguentemente con l’avere più engagement, generare più condivisioni, aumentare il traffico e, non meno importante, facilitare la memorizzazione di informazioni.

Sono questi, quindi, i motivi che hanno spinto e continuano a spingere sempre più aziende ad abbracciare il visual storytelling, cioè a inserire nella propria strategia di marketing un approccio visivo che col tempo si è fatto dominante. Inutile dire che, per loro, i frutti raccolti sono stati cospicui. Molte altre, purtroppo, sembrano non aver ancora afferrato la portata di questa tendenza, ormai stabilizzatasi a tal punto da dar vita a una strategia che è piuttosto una macchina da guerra. E sono molte (troppe) le aziende che, ad esempio, si ostinano ad avere pagine Twitter fatte di solo testo, o a pubblicare su Facebook foto amatoriali che, oltre a risultare poco efficaci al livello estetico, non comunicano alcunché.

Quindi ricordate: proprio come un libro, la vostra azienda può avere della sostanza, ma non si può più fare a meno di curarne anche la copertina.


SocialMeter Analysis
Paolo Errico, SocialMeter Analysis

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Presentato il 14 gennaio il primo master al mondo dedicato alla formazione di manager per i patrimoni agricoli dell’umanità venerdi 18 gennaio

Patrimonio dell’umanità: il Soave fa scuola

Presentato il 14 gennaio il primo master al mondo dedicato alla formazione di manager per i patrimoni agricoli dell’umanità

Quale scegliere? La parola a Nicola Dal Maso
venerdi 18 gennaio

Durello Metodo Classico o Durello Charmat?

Quale scegliere? La parola a Nicola Dal Maso

Il 30 gennaio la presentazione del primo progetto di rete per le piccole e medie imprese del vino italiano. Un progetto per condividere azioni di comunicazione, di commercializzazione in Italia e all’estero e di gestione comune di risorse umane

Wine Meridian presenta il progetto Rete di Impresa per le pmi del vino italiane

Il 30 gennaio la presentazione del primo progetto di rete per le piccole e medie imprese del vino italiano. Un progetto per condividere azioni di comunicazione, di commercializzazione in Italia e all’estero e di gestione comune di risorse umane

Fabio Piccoli
Produzione sostenibile e territorio incontaminato sono gli ingredienti base dell’azienda piemontese che punta a sposare i mercati del mondo. Come? Grazie al rapporto con la cucina italiana all’estero
venerdi 18 gennaio

Oltre il Bio, la visione di Tenuta Montemagno che esalta i vitigni autoctoni

Produzione sostenibile e territorio incontaminato sono gli ingredienti base dell’azienda piemontese che punta a sposare i mercati del mondo. Come? Grazie al rapporto con la cucina italiana all’estero

Ecco le nostre tappe internazionali previste per il 2019
venerdi 18 gennaio

Wine Meridian around the world

Ecco le nostre tappe internazionali previste per il 2019

Preparati a mettere in agenda i prossimi appuntamenti internazionali del progetto che promuove il biologico nel mondo giovedi 17 gennaio

Organic Value: il calendario del 2019 è pronto!

Preparati a mettere in agenda i prossimi appuntamenti internazionali del progetto che promuove il biologico nel mondo

Sono in tanti a chiedere da anni la riforma delle Anteprime delle nostre principali denominazioni ma poi non viene mai presentato un progetto concreto. Se questo è vero quali le ragioni di questa difficoltà a rinnovare un format che a noi appare da tempo obsoleto?

Ma quali nuove Anteprime?

Sono in tanti a chiedere da anni la riforma delle Anteprime delle nostre principali denominazioni ma poi non viene mai presentato un progetto concreto. Se questo è vero quali le ragioni di questa difficoltà a rinnovare un format che a noi appare da tempo obsoleto?

Fabio Piccoli
Il nuovo anno di Vinventions: tappi all’insegna dello sviluppo sostenibile dalla A alla Z
giovedi 17 gennaio

Quando la sostenibilità passa anche per il tappo

Il nuovo anno di Vinventions: tappi all’insegna dello sviluppo sostenibile dalla A alla Z

La testata americana premia la regione gardesana grazie al suo vino e al paesaggio e il Chiaretto di Bardolino è indicato come “uno dei migliori rosati d’Italia” giovedi 17 gennaio

Il Garda: unica area italiana tra le Top 10 destinazioni vinicole al mondo, secondo Wine Enthusiast

La testata americana premia la regione gardesana grazie al suo vino e al paesaggio e il Chiaretto di Bardolino è indicato come “uno dei migliori rosati d’Italia”

Imprenditrice del vino toscana, resterà in carica per il triennio 2019 - 2022 mercoledi 16 gennaio

Donatella Cinelli Colombini confermata Presidente Nazionale delle Donne Del Vino

Imprenditrice del vino toscana, resterà in carica per il triennio 2019 - 2022

Quando ascoltiamo la versione dell’azienda e la versione del manager e ci domandiamo chi dei due ha ragione...

Le due campane delle risorse umane

Quando ascoltiamo la versione dell’azienda e la versione del manager e ci domandiamo chi dei due ha ragione...

Andrea Pozzan
Scenari futuri e consigli degli esperti in un mercato in rapida e certa evoluzione come quello oltremanica martedi 15 gennaio

La grande B (come Brexit)

Scenari futuri e consigli degli esperti in un mercato in rapida e certa evoluzione come quello oltremanica

Agnese Ceschi
Focus su Slovacchia, Repubblica Ceca e Lettonia, mete ambite da molti esportatori, ma fonte di successo di pochi, ecco svelato il perché. lunedi 14 gennaio

Est Europa e Baltico: quali prospettive future?

Focus su Slovacchia, Repubblica Ceca e Lettonia, mete ambite da molti esportatori, ma fonte di successo di pochi, ecco svelato il perché.

Noemi Mengo
In aumento gli under 35 e le quote rosa che vogliono approfondire il mondo del vino venerdi 11 gennaio

AIS Veneto: più giovani e più donne tra i sommelier

In aumento gli under 35 e le quote rosa che vogliono approfondire il mondo del vino

Da alcuni anni ormai si parla di riformare le anteprime dei grandi vini italiani ma alla fine nulla cambia con il rischio sempre più evidente di trovarsi di fronte ad iniziative costose con un’efficacia sempre più limitata

Anteprime vini, una riforma che non si può più rimandare

Da alcuni anni ormai si parla di riformare le anteprime dei grandi vini italiani ma alla fine nulla cambia con il rischio sempre più evidente di trovarsi di fronte ad iniziative costose con un’efficacia sempre più limitata

Fabio Piccoli
La storica cantina sociale dei Castelli romani vuole andare oltre i preconcetti, per affermare la bontà e le potenzialità delle sue produzioni venerdi 11 gennaio

Gotto D’Oro: il Lazio che rivendica la qualità in Italia e all'estero

La storica cantina sociale dei Castelli romani vuole andare oltre i preconcetti, per affermare la bontà e le potenzialità delle sue produzioni

Nuova edizione ad aprile 2019: diventare export manager del vino

Campus Export Manager: entrare nel mondo del vino

Nuova edizione ad aprile 2019: diventare export manager del vino

Sarah Norell ci fa comprendere come la sostenibilità stia diventando un fattore sempre più di impatto nell’industria vinicola svedese.
giovedi 10 gennaio

Ekologiskt? Yes, please!

Sarah Norell ci fa comprendere come la sostenibilità stia diventando un fattore sempre più di impatto nell’industria vinicola svedese.

Agnese Ceschi
Responsabile Vendite Italia - Canale HORECA mercoledi 09 gennaio

Offerta di lavoro

Responsabile Vendite Italia - Canale HORECA

Punti di forza e di debolezza di un Paese storicamente interessante per i produttori italiani, che però mostra oggi qualche resistenza. Tre consigli chiave per ridare smalto al vino italiano 
mercoledi 09 gennaio

Come recuperare l'appeal del vino italiano in Svizzera

Punti di forza e di debolezza di un Paese storicamente interessante per i produttori italiani, che però mostra oggi qualche resistenza. Tre consigli chiave per ridare smalto al vino italiano

Federica Lago
Per il secondo anno Wine Meridian, in partnership con Unexpected Italian, ritorna in Vietnam: il 30 settembre ad Ho Chi Minh e il 3 ottobre ad Hanoi martedi 08 gennaio

Vietnam Wine Tour 2019: due tappe per presidiare uno dei più promettenti mercati asiatici

Per il secondo anno Wine Meridian, in partnership con Unexpected Italian, ritorna in Vietnam: il 30 settembre ad Ho Chi Minh e il 3 ottobre ad Hanoi



http://www.winemeridian.com/