Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
domenica 19 maggio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy http://www.varramista.it/it/ http://www.palazzoroccabruna.it/it/Eventi/Pages/2019Roccabruna/2019MostraVini.aspx Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/

Vorrei ma non posso: quando si chiede senza dare [abbastanza]

Quando anche i candidati devono partire da una autoconsapevolezza


Vorrei ma non posso: quando si chiede senza dare [abbastanza]
“Do ut des”… “chiedi e ti sarà dato”… “domandare è lecito, rispondere è cortesia”. Tanti sono i modi per definire la dialettica dello scambio nella comunità umana, quasi tutti imperniati sull’equità e sulla libertà.

Chi come noi si occupa di recruiting nel mondo del vino si trova quotidianamente a gestire la fase forse più delicata di tutto il processo di assunzione di un manager: la trattativa finale. Non abbiamo usato il termine “trattativa economica”, perché di fatto la negoziazione che precede l’accordo finale tra azienda e candidato è ad ampio spettro. Si discute di inquadramento, di mansioni e responsabilità, di quantità delle trasferte, di orari, di tempi di preavviso e... di benefit (non parliamo di telefono e PC… parliamo di auto, assicurazioni integrative, alloggio in foresteria e compagnia bella!).
Se dovessimo però usare un’altra espressione idiomatica per descrivere un fenomeno che spesso osserviamo durante le trattative è “vorrei ma non posso”. E -si badi bene- il detto si applica sia alle aziende che ai candidati.

Partiamo da lato “forte” della trattativa: l’impresa. In questo caso il “vorrei ma non posso” si traduce nell’aspettativa di trovare un professionista con la bacchetta magica del fatturato, con grande esperienza specifica e talento da vendere, senza però mettere in campo le risorse necessarie per affrontare questo tipo di campagna acquisti. E’ un po’ come se la squadra del Benevento puntasse a Cristiano Ronaldo, con un budget da squadra provinciale. Che poi non siamo neanche sicuri che Ronaldo gioverebbe al team campano, ma questa è un’altra storia.
Il fenomeno è risaputo e non riguarda solo il mondo del vino, ma diventa un po’ paradossale in una situazione di mercato dove le risorse umane qualificate sono più scarse rispetto alla domanda delle aziende. Nella competizione per l’acquisizione dei migliori talenti, le aziende del vino devono essere in grado di mettere in campo progetti professionali interessanti, percorsi di crescita, pacchetti retributivi e benefits adeguati: altrimenti gli alti potenziali sceglieranno di lavorare altrove (sia in termini di settore, sia in termini geografici). Durante il nostro ultimo Wine Export Manager Day, noi di WinePeople abbiamo mostrato a tutti i partecipanti un esempio di come le grandi multinazionali del beverage si stanno muovendo per diventare sempre più attraenti nei confronti di chi vuole crescere ed emergere nel mondo del lavoro. Se le aziende del vino -pur nel rispetto delle loro peculiarità- non faranno qualcosa di più e di meglio in ambito di employer branding, ci dovremo accontentare delle seconde scelte, seppur con la patacca di un corso per sommelier o del più prestigioso Wset.

E lato candidato? Crescite retributive del 30% per il semplice passaggio da un’azienda all’altra, con le mani avanti per dire che non sarà facile spostare i propri clienti da un’azienda all’altra dovrebbero parlare da sole. Ma la cosa non si ferma qui: persone senza esperienza specifica nel settore, che a 45 anni decidono di “coniugare passione e lavoro” cercando di entrare nel mondo del vino, senza però perdere neppure un euro della retribuzione faticosamente conquistata in tutt’altro ambito di mercato o senza investire (pagando di tasca propria) in un percorso formativo specialistico che metta le basi di una credibilità professionale e tecnica.

Chiedere senza prima dare o dimostrare sembra essere divenuto un approccio naturale e scontato, ma le cose nel mondo del lavoro (e in tutti gli altri mondi) non funzionano proprio così.
Viene in mente la canzone di Irene Grandi:
“Prima di pretendere qualcosa
Prova a pensare a quello che... dai tu
Non è facile però
È tutto qui.”

Andrea Pozzan

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
We have tasted for you DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio saturday 18 may

Italian wines in the world: DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio

We have tasted for you DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio

Giovanna Romeo
Abbiamo degustato per voi la Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898 sabato 18 maggio

Italian wines in the world: Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898

Abbiamo degustato per voi la Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898

Giovanna Romeo
Wine Meridian sarà presente a Vinexpo Shanghai, che si svolgerà il prossimo ottobre, con una nuova area collettiva di aziende italiane sabato 18 maggio

Vinexpo apre le porte ad una nuova fiera a Shanghai

Wine Meridian sarà presente a Vinexpo Shanghai, che si svolgerà il prossimo ottobre, con una nuova area collettiva di aziende italiane

La collaborazione con venerdi 17 maggio

Signorvino e le nuove etichette personalizzate

La collaborazione con "Cibo" contro i simboli nazifascisti

Lunedì 20 maggio a Stoccolma e mercoledì 22 maggio ad Helsinki per valorizzare le aziende biologiche italiane e connetterle a due dei mercati più attratti dai prodotti organic venerdi 17 maggio

Stoccolma ed Helsinki per le aziende bio, con Organic Value

Lunedì 20 maggio a Stoccolma e mercoledì 22 maggio ad Helsinki per valorizzare le aziende biologiche italiane e connetterle a due dei mercati più attratti dai prodotti organic

Due mondi che faticano ancora a confrontarsi eppure sia i produttori che i distributori hanno sempre più bisogno l’uno dell’altro

Alleanza produttori e distributori cercasi

Due mondi che faticano ancora a confrontarsi eppure sia i produttori che i distributori hanno sempre più bisogno l’uno dell’altro

Fabio Piccoli
Si riconferma con voto unanime la presidenza di Francesco Cavazza Isolani per il Consorzio Pignoletto Emilia Romagna venerdi 17 maggio

Francesco Cavazza Isolani presidente in terzo mandato del Consorzio Pignoletto Emilia Romagna

Si riconferma con voto unanime la presidenza di Francesco Cavazza Isolani per il Consorzio Pignoletto Emilia Romagna

Conosciamo una realtà storica, che ha avuto il coraggio di ri-lanciarsi nel mercato vitivinicolo di oggi, contando solo sulle proprie forze. 
giovedi 16 maggio

Vigna Belvedere: una storia di famiglia, radici e ambizione

Conosciamo una realtà storica, che ha avuto il coraggio di ri-lanciarsi nel mercato vitivinicolo di oggi, contando solo sulle proprie forze.

Horeca, Prosecco, Pinot Grigio: dopo la crisi del 2015 in Russia, questi i tre moschettieri chiamati a difendere i segnali di crescita economica nel settore del vino
giovedi 16 maggio

Russia: tra crisi e rinascita

Horeca, Prosecco, Pinot Grigio: dopo la crisi del 2015 in Russia, questi i tre moschettieri chiamati a difendere i segnali di crescita economica nel settore del vino

Giulia Tartaglione
Il 16 settembre 2019, presso FICO EATALYWORLD di Bologna, la 3° edizione della giornata dedicata agli export manager del vino con delle grandi novità
giovedi 16 maggio

Save the date: torna il Wine Export Manager Day!

Il 16 settembre 2019, presso FICO EATALYWORLD di Bologna, la 3° edizione della giornata dedicata agli export manager del vino con delle grandi novità

WinePeople presenta il suo nuovo percorso di 25 lezioni e-learning sulle modalità di vendita del vino 
giovedi 16 maggio

Vendita, marketing e comunicazione del vino: formazione a distanza

WinePeople presenta il suo nuovo percorso di 25 lezioni e-learning sulle modalità di vendita del vino

Maria Bandolin
Lunedì 20 maggio la seconda giornata di incontri e degustazioni dedicata alla prima rete di cooperative dell'eccellenza italiana presso l'azienda Val d'Oca mercoledi 15 maggio

Alla scoperta di The Wine Net

Lunedì 20 maggio la seconda giornata di incontri e degustazioni dedicata alla prima rete di cooperative dell'eccellenza italiana presso l'azienda Val d'Oca

Abbiamo degustato per voi il Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna mercoledi 15 maggio

Italian wines in the world: Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna

Abbiamo degustato per voi il Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna

Parte la nostra analisi sul mercato del vino italiano attraverso gli “occhi” e le “esperienze” degli agenti e delle agenzie commerciali italiane. Obiettivo è capire da un lato le evoluzioni del mercato, i fabbisogni del trade, dei canali di distribuzione e dall’altro le competenze necessarie oggi per essere una risorsa umana adeguata allo sviluppo del wine business sul mercato nazionale

Indagine sul mercato del vino in Italia visto dall’Osservatorio Agenti

Parte la nostra analisi sul mercato del vino italiano attraverso gli “occhi” e le “esperienze” degli agenti e delle agenzie commerciali italiane. Obiettivo è capire da un lato le evoluzioni del mercato, i fabbisogni del trade, dei canali di distribuzione e dall’altro le competenze necessarie oggi per essere una risorsa umana adeguata allo sviluppo del wine business sul mercato nazionale

Intervista a Graziano Molon, Direttore del Consorzio Vini del Trentino mercoledi 15 maggio

Consorzio Vini del Trentino: una realtà che parla di unione e valorizzazione del territorio

Intervista a Graziano Molon, Direttore del Consorzio Vini del Trentino

Essere Junior (area manager) in un mondo che vuole solo Senior

Vengo anch'io? No, tu no!

Essere Junior (area manager) in un mondo che vuole solo Senior

Andrea Pozzan
Partito il progetto di formazione frutto della collaborazione tra WinePeople e Assoenologi con lo scopo di migliorare le competenze comunicative di una delle figure più strategiche anche nello sviluppo dell’immagine del vino italiano nel mondo

WinePeople e Assoenologi uniti nella comunicazione del vino

Partito il progetto di formazione frutto della collaborazione tra WinePeople e Assoenologi con lo scopo di migliorare le competenze comunicative di una delle figure più strategiche anche nello sviluppo dell’immagine del vino italiano nel mondo

Dai premi internazionali uno slancio per l’isola, puntando su nuovi flussi in arrivo grazie all’enoturismo lunedi 13 maggio

Siddùra ambasciatrice della Sardegna nel mondo: quattro ori e cinque argenti al World Wine Contest

Dai premi internazionali uno slancio per l’isola, puntando su nuovi flussi in arrivo grazie all’enoturismo



sfondo_wm