Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
mercoledi 03 giugno 2020 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers



https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go www.unexpecteditalian.it Vigna Belvedere CIR http://www.grafical.it/it/  www.cantinatollo.it cantina settesoli mossi 1558 perdomini vidra.com Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza Masciarelli WineNet CVA Canicatti

Vorrei ma non posso: quando si chiede senza dare [abbastanza]

Quando anche i candidati devono partire da una autoconsapevolezza


Vorrei ma non posso: quando si chiede senza dare [abbastanza]
“Do ut des”… “chiedi e ti sarà dato”… “domandare è lecito, rispondere è cortesia”. Tanti sono i modi per definire la dialettica dello scambio nella comunità umana, quasi tutti imperniati sull’equità e sulla libertà.

Chi come noi si occupa di recruiting nel mondo del vino si trova quotidianamente a gestire la fase forse più delicata di tutto il processo di assunzione di un manager: la trattativa finale. Non abbiamo usato il termine “trattativa economica”, perché di fatto la negoziazione che precede l’accordo finale tra azienda e candidato è ad ampio spettro. Si discute di inquadramento, di mansioni e responsabilità, di quantità delle trasferte, di orari, di tempi di preavviso e... di benefit (non parliamo di telefono e PC… parliamo di auto, assicurazioni integrative, alloggio in foresteria e compagnia bella!).
Se dovessimo però usare un’altra espressione idiomatica per descrivere un fenomeno che spesso osserviamo durante le trattative è “vorrei ma non posso”. E -si badi bene- il detto si applica sia alle aziende che ai candidati.

Partiamo da lato “forte” della trattativa: l’impresa. In questo caso il “vorrei ma non posso” si traduce nell’aspettativa di trovare un professionista con la bacchetta magica del fatturato, con grande esperienza specifica e talento da vendere, senza però mettere in campo le risorse necessarie per affrontare questo tipo di campagna acquisti. E’ un po’ come se la squadra del Benevento puntasse a Cristiano Ronaldo, con un budget da squadra provinciale. Che poi non siamo neanche sicuri che Ronaldo gioverebbe al team campano, ma questa è un’altra storia.
Il fenomeno è risaputo e non riguarda solo il mondo del vino, ma diventa un po’ paradossale in una situazione di mercato dove le risorse umane qualificate sono più scarse rispetto alla domanda delle aziende. Nella competizione per l’acquisizione dei migliori talenti, le aziende del vino devono essere in grado di mettere in campo progetti professionali interessanti, percorsi di crescita, pacchetti retributivi e benefits adeguati: altrimenti gli alti potenziali sceglieranno di lavorare altrove (sia in termini di settore, sia in termini geografici). Durante il nostro ultimo Wine Export Manager Day, noi di WinePeople abbiamo mostrato a tutti i partecipanti un esempio di come le grandi multinazionali del beverage si stanno muovendo per diventare sempre più attraenti nei confronti di chi vuole crescere ed emergere nel mondo del lavoro. Se le aziende del vino -pur nel rispetto delle loro peculiarità- non faranno qualcosa di più e di meglio in ambito di employer branding, ci dovremo accontentare delle seconde scelte, seppur con la patacca di un corso per sommelier o del più prestigioso Wset.

E lato candidato? Crescite retributive del 30% per il semplice passaggio da un’azienda all’altra, con le mani avanti per dire che non sarà facile spostare i propri clienti da un’azienda all’altra dovrebbero parlare da sole. Ma la cosa non si ferma qui: persone senza esperienza specifica nel settore, che a 45 anni decidono di “coniugare passione e lavoro” cercando di entrare nel mondo del vino, senza però perdere neppure un euro della retribuzione faticosamente conquistata in tutt’altro ambito di mercato o senza investire (pagando di tasca propria) in un percorso formativo specialistico che metta le basi di una credibilità professionale e tecnica.

Chiedere senza prima dare o dimostrare sembra essere divenuto un approccio naturale e scontato, ma le cose nel mondo del lavoro (e in tutti gli altri mondi) non funzionano proprio così.
Viene in mente la canzone di Irene Grandi:
“Prima di pretendere qualcosa
Prova a pensare a quello che... dai tu
Non è facile però
È tutto qui.”

Andrea Pozzan

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Non perdere l’11 giugno alle ore 17 il webinar con Mario di Paolo - fondatore e direttore creativo di Spazio di Paolo e attualmente il wine designer più apprezzato a livello internazionale.  Mario rivelerà i segreti per come creare delle vere e proprie tendenze nel settore wine e spirits, ottenendo il consenso più importante: quello del consumatore. mercoledi 03 giugno 2020

“UNICI PER DISTINGUERSI”, primo webinar di Mario Di Paolo, il wine designer più premiato al mondo

Non perdere l’11 giugno alle ore 17 il webinar con Mario di Paolo - fondatore e direttore creativo di Spazio di Paolo e attualmente il wine designer più apprezzato a livello internazionale. Mario rivelerà i segreti per come creare delle vere e proprie tendenze nel settore wine e spirits, ottenendo il consenso più importante: quello del consumatore.

Calano frequenza, consumi e spesa media. Crisi enoteche ma crescono online, supermercati e negozi locali. mercoledi 03 giugno 2020

Lockdown in Portogallo: frequenza e consumi di vino in calo

Calano frequenza, consumi e spesa media. Crisi enoteche ma crescono online, supermercati e negozi locali.

Emanuele Fiorio
We have tasted for you Cantina Tollo’s Biologico Terre di Chieti IGP Passerina
wednesday 03 june 2020

Italian wines in the world: Cantina Tollo’s Biologico Terre di Chieti IGP Passerina

We have tasted for you Cantina Tollo’s Biologico Terre di Chieti IGP Passerina

We have tasted for you Baglio del Cristo di Campobello’s Adènzia Bianco Sicilia Doc wednesday 03 june 2020

Italian wines in the world: Baglio del Cristo di Campobello’s Adènzia Bianco Sicilia Doc

We have tasted for you Baglio del Cristo di Campobello’s Adènzia Bianco Sicilia Doc

A dispetto di ogni aspettativa negativa, in Cina i consumatori hanno dimostrato di adattare il consumo del vino alla vita domestica e di utilizzare sempre di più canali online per acquistarlo. mercoledi 03 giugno 2020

La Cina verso un cambiamento di stili di consumo?

A dispetto di ogni aspettativa negativa, in Cina i consumatori hanno dimostrato di adattare il consumo del vino alla vita domestica e di utilizzare sempre di più canali online per acquistarlo.

Agnese Ceschi
We have tasted for you Le Morette's Lugana DOC Mandolara 
wednesday 03 june 2020

Italian wines in the world: Le Morette's Lugana DOC Mandolara

We have tasted for you Le Morette's Lugana DOC Mandolara

Direttore Tecnico di cantina - Plant Manager martedi 02 giugno 2020

Candidati TOP di WinePeople Talent per le aziende del vino

Direttore Tecnico di cantina - Plant Manager

Redazione WinePeople
È venuto il momento di applicare i principi che i migliori leader al mondo ci hanno insegnato: donare ascolto, promuovere fiducia e apertura e creare un ambiente psicologicamente sicuro. martedi 02 giugno 2020

La "servant leadership" al servizio degli imprenditori

È venuto il momento di applicare i principi che i migliori leader al mondo ci hanno insegnato: donare ascolto, promuovere fiducia e apertura e creare un ambiente psicologicamente sicuro.

Agnese Ceschi
Il futuro è tecnologia, e-commerce e pagamenti contactless. Cambiamenti nella supply chain e nelle modalità di acquisto, grandi affari per i retailer di beni alimentari e di prima necessità. lunedi 01 giugno 2020

Impatto Covid-19 sul settore retail

Il futuro è tecnologia, e-commerce e pagamenti contactless. Cambiamenti nella supply chain e nelle modalità di acquisto, grandi affari per i retailer di beni alimentari e di prima necessità.

Emanuele Fiorio
La decisione giusta forse si può anche improvvisare, con un po’ di fortuna. Pensare di farlo sempre è molto rischioso e, da un punto di vista imprenditoriale, impensabile. L’importanza dell’autocheck-up:  noi vi possiamo aiutare. lunedi 01 giugno 2020

Prendere decisioni efficaci in condizioni di incertezza

La decisione giusta forse si può anche improvvisare, con un po’ di fortuna. Pensare di farlo sempre è molto rischioso e, da un punto di vista imprenditoriale, impensabile. L’importanza dell’autocheck-up: noi vi possiamo aiutare.

Claudia Meo
Il Circolo degli scrittori di vino (Circle of Wine Writers), moderati  da Michele Shah  si sono confrontati sui possibili scenari dell'enoturismo nella fase di ripresa post emergenziale lunedi 01 giugno 2020

Il futuro dell'enoturismo nella fase post Covid-19

Il Circolo degli scrittori di vino (Circle of Wine Writers), moderati da Michele Shah si sono confrontati sui possibili scenari dell'enoturismo nella fase di ripresa post emergenziale

Abbiamo degustato per voi Biologico Terre di Chieti IGP Passerina di Cantina Tollo sabato 30 maggio 2020

Italian wines in the world: Biologico Terre di Chieti IGP Passerina di Cantina Tollo

Abbiamo degustato per voi Biologico Terre di Chieti IGP Passerina di Cantina Tollo

Abbiamo degustato per voi l’Adènzia Bianco Sicilia Doc di Baglio del Cristo di Campobello sabato 30 maggio 2020

Italian wines in the world: Adènzia Bianco Sicilia Doc di Baglio del Cristo di Campobello

Abbiamo degustato per voi l’Adènzia Bianco Sicilia Doc di Baglio del Cristo di Campobello

Abbiamo degustato per voi il Lugana DOC Mandolara dell'azienda Le Morette sabato 30 maggio 2020

Italian wines in the world: Lugana DOC Mandolara dell' azienda Le Morette

Abbiamo degustato per voi il Lugana DOC Mandolara dell'azienda Le Morette