Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
venerdi 23 febbraio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Azienda Agricola Coali Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3 www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace vinojobs wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet Bixio Ceccheto
lunedi 05 febbraio

VPE annuncia i primi Wine Specialist della Valpolicella

A conclusione della prima edizione del Valpolicella Education Program (VPE), il Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella presenta i nomi dei primi Valpolicella Wine Specialist


VPE annuncia i primi Wine Specialist della Valpolicella
Sono ufficiali i nomi dei nuovi Wine Specialist della Valpolicella. Si è infatti conclusa la prima edizione del Valpolicella Education Program (VEP), il corso di formazione di altissimo livello sulla Valpolicella, il suo territorio e i suoi vini organizzato dal Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella in occasione dei 50 anni della DOC.

Tre intense giornate di studio, lezione e, ovviamente, degustazione, quelle che hanno visto 21 esperti del mondo del vino provenienti da tutti i continenti vivere a 360° il territorio che porta alto il nome del vino italiano nel mondo. Sui banchi di Villa Lebrecht, nel cuore della Valpolicella, sommelier, giornalisti e specialisti del settore hanno analizzato e approfondito aspetti territoriali, legali, economici ed enologici della patria dell’Amarone.

“L’Amarone è il vino italiano più venduto all’estero. Oltre il 65% delle bottiglie supera i confini nazionali” spiega Olga Bussinello, Direttore del Consorzio “Questi specialisti dei vini della Valpolicella saranno una grande opportunità per il Consorzio e per le aziende. Essi rappresenteranno una fondamentale risorsa nelle attività di comunicazione e promozione estera dei vini, permettendo di raggiungere in maniera più efficace il consumatore finale. Abbiamo richiesto a questi professionisti del vino un grande impegno nel prepararsi a superare questa selezione perché le nostre aspettative sulla nuova community sono molte ed elevate”

I 21 candidati hanno sostenuto l’esame finale del corso, iniziando con una degustazione a bottiglie coperte di tutti i vini della DOC. Dopo la correzione dei compiti da parte della commissione di esperti, sono stati nominati Valpolicella Wine Specialist:

FELIX ZHANG
, China, Head Sommeler at the Hakkasan Shanghai
DEBORAH PARKER WONG, USA, Global Wine Editor for SOMM Journal, The Tasting e Clever Root
DAENNA VAN MULLIGAN, Canada, contributor at Montecristo, Taste, Vines Magazines e publisher WineDiva e WineScores
JENNIFER ROSSBERG, Germania, WSET Certified Educator
SZYMON MILONAS, Polonia, owner of Wine School Wine rePublic
WAI XIN CHAN, Singapore, Wine Communicator at Wine Xin
WEI ZHOU, Cina, Managing Director at Vine Hoo

“Sono stati tre giorni veramente impegnativi” commenta Sofia Ander, svedese, giornalista della DinVinguide “e posso decisamente dire di avere imparato tanto, molto più di quel che mi aspettassi. È stata un’esperienza estremamente utile per futuri articoli, attività di comunicazione e, ovviamente, per i contatti che si sono creati”.

“A Shanghai sempre più consumatori stanno cominciando ad apprezzare i vini della Valpolicella.” aggiunge Carmen Lim, Wine Director della Moon’s Steakhouse del Swissotel di Shangai “La Valpolicella può essere un nome d’eccellenza all’estero non solo per l’Amarone, già molto conosciuto, ma anche per la qualità degli altri suoi prodotti, per i quali bisogna ancora investire nell’educazione”

“Ho intrapreso questa avventura con grande passione.” racconta entusiasta Deborah Parker Wong, Global Wine Editor per SOMM Journal, The Tasting e Clever Root “Ero già stata in Valpolicella diverse volte, ma questa è stata un’occasione unica per scoprire cosa c’è dietro le quinte dell’Amarone e per capirlo fino in fondo. Ho trovato molto interessante il modulo sulle regolamentazioni, tematiche complicate che difficilmente vengono approfondite. Torno negli Stati Uniti dai miei studenti con un nuovo entusiasmo nell’insegnamento dei vini della Valpolicella”.


Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Analisi delle rassegne stampa delle Anteprime in corso nelle principali denominazioni del vino italiane

Ma le Anteprime a cosa dovrebbero servire?

Analisi delle rassegne stampa delle Anteprime in corso nelle principali denominazioni del vino italiane

Fabio Piccoli
Il mercato statunitense ribalta gli stereotipi: in crescita il consumo dei rosati, soprattutto tra i più giovani giovedi 22 febbraio

Un futuro più “roseo” è all'orizzonte?

Il mercato statunitense ribalta gli stereotipi: in crescita il consumo dei rosati, soprattutto tra i più giovani

Noemi Mengo
L’importanza di essere riconosciuti per il proprio valore unico

Perchè investire nella costruzione dell' identità aziendale

L’importanza di essere riconosciuti per il proprio valore unico

Scopriamolo assieme ai partecipanti del Campus Impresa, la scuola degli imprenditori lunedi 19 febbraio

Come costruire una vision aziendale

Scopriamolo assieme ai partecipanti del Campus Impresa, la scuola degli imprenditori

La novità del 2018: le tasse degli Stati Uniti diminuiscono per l'esportazione di vino e alcolici lunedi 19 febbraio

Tax down negli Stati Uniti

La novità del 2018: le tasse degli Stati Uniti diminuiscono per l'esportazione di vino e alcolici

Steve Raye/ Bevology Inc.
Secondo l'analisi dell'Osservatorio Paesi Terzi/Wine Monitor il gap con la Francia su Cina e Giappone sale a 1,4mld di euro. Serve regia promozione. lunedi 19 febbraio

Italia superpotenza a bassi regimi nel 2017, mentre la Francia vola

Secondo l'analisi dell'Osservatorio Paesi Terzi/Wine Monitor il gap con la Francia su Cina e Giappone sale a 1,4mld di euro. Serve regia promozione.

Lo scorso anno l’Australia ha aumentato il suo export enologico del 15% raggiungendo un  valore di quasi 1,7 miliardi di euro grazie ad un volume esportato di 8,1 milioni di ettolitri (+8%). Una crescita dovuta quasi esclusivamente alle vendite sul mercato cinese

Grazie alla Cina record del vino australiano nel 2017

Lo scorso anno l’Australia ha aumentato il suo export enologico del 15% raggiungendo un valore di quasi 1,7 miliardi di euro grazie ad un volume esportato di 8,1 milioni di ettolitri (+8%). Una crescita dovuta quasi esclusivamente alle vendite sul mercato cinese

Fabio Piccoli
Da venerdì 16 a lunedì 19 Febbraio a Montalcino si presentano le nuove annate della prestigiosa denominazione toscana venerdi 16 febbraio

Casisano a Benvenuto Brunello 2018

Da venerdì 16 a lunedì 19 Febbraio a Montalcino si presentano le nuove annate della prestigiosa denominazione toscana

L'evento di degustazione proclamerà i vini migliori provenienti da tutto il mondo pochi giorni prima di Vinitaly 2018 giovedi 15 febbraio

Aperte le iscrizioni per l’evento internazionale di degustazione alle cieca 5StarWines

L'evento di degustazione proclamerà i vini migliori provenienti da tutto il mondo pochi giorni prima di Vinitaly 2018

I vini alternativi cambieranno le sorte della viticoltura di domani? giovedi 15 febbraio

3 ragioni per essere "alternativi"

I vini alternativi cambieranno le sorte della viticoltura di domani?

Agnese Ceschi
L’intervista a Lorenzo Zunino, fondatore di XVX Italia mercoledi 14 febbraio

Vendere Vino: produttori e intermediari insieme per vendere in Italia e all’estero

L’intervista a Lorenzo Zunino, fondatore di XVX Italia

Quando vendiamo non stiamo proponendo solo un prodotto mercoledi 14 febbraio

Personal Branding e vino: cosa dicono di te quando tu non ci sei?

Quando vendiamo non stiamo proponendo solo un prodotto

Lavinia Furlani
L’Italia del vino anche nel 2017 conferma la sua posizione di mezza classifica sul mercato cinese con un volume di importazioni pari a 29,4 milioni di litri per un valore totale di 111,8 milioni di euro, entrambi molto vicini a quanto ottenuto nel 2016. La fetta di mercato è stabile al 6% da molti anni

Anche il 2017 conferma le debolezze del vino italiano in Cina

L’Italia del vino anche nel 2017 conferma la sua posizione di mezza classifica sul mercato cinese con un volume di importazioni pari a 29,4 milioni di litri per un valore totale di 111,8 milioni di euro, entrambi molto vicini a quanto ottenuto nel 2016. La fetta di mercato è stabile al 6% da molti anni

Francesco Piccoli
Vivino in cima alla classifica, con la nuova sezione Market lunedi 12 febbraio

Un viaggio nel mondo delle Wine apps

Vivino in cima alla classifica, con la nuova sezione Market

Noemi Mengo


WineMeridian