Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
giovedi 23 gennaio 2020 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go https://www.accordinistefano.it/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ cantamessa vini www.prosecco.wine http://www.colmello.it/  www.cantinatollo.it pradellaluna.com Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor
lunedi 25 luglio 2016

Wine Meridian Goes West

Inauguriamo oggi una rubrica sul mercato Nord Americano con la nostra corrispondente dalla California Laura Donadoni


Wine Meridian Goes West
Wine Meridian Goes West vuole essere una finestra aperta a occidente, sul mercato Nord Americano, sulle tendenze, sui consumi e sull’export italiano di vino in Usa. La nostra inviata, Laura Donadoni, vice presidente della Wine Agency Vinomatica.com, di base a Los Angeles, è impegnata nella promozione dell’immagine delle cantine italiane in Nord America. Giornalista, wine blogger e sommelier certificata, Laura, offrirà con questa rubrica spunti di riflessione, di dibattito e osservazioni economico-sociali.

IL MOMENTO MAGICO DEGLI SPARKLING WINES

Inauguriamo questa rubrica con le bollicine, come da tradizione. Bollicine che pare siano, anno dopo anno, sempre più preferite dai consumatori americani: negli ultimi 6 anni il consumo di vini sparkling (frizzanti) è cresciuto costantemente negli Stati Uniti e nel 2015 le vendite di questo prodotto sono aumentate del 12,5% rispetto al 2014. Il dato aumenta se consideriamo soltanto i vini sparkling italiani: + 17.5%. E le proiezioni di "The Beverage Information Group" (ente statistico privato, ndr) per il 2016 confermano il trend positivo. Sempre secondo la stessa agenzia statistica gli Stati in cui si consumano più vini frizzanti sono la California, seguita dall’Illinois e da New York.

Ma i numeri da soli dicono poco: che tipologia di sparkling viene consumata? Quando? Da che tipo di consumatore? Tutte domande a cui è doveroso rispondere per dare una lettura corretta del trend e capirne l’evoluzione. Prima di addentrarmi nelle risposte, va aggiunto un dato: gli Stati Uniti, come sappiamo, sono la nazione dove si consuma più vino al mondo (ha superato la Francia nel 2013 e da allora mantiene stabilmente il primato) e dove i numeri sono in costante crescita.
I giovani, la nuova generazione di americani, amano il vino e hanno iniziato a consumarlo con più frequenza, non soltanto in occasioni speciali. Stiamo assistendo a un cambio delle abitudini sociali dei consumi: se da un lato ci sono i consumatori della fascia 40-60 anni che continuano nella tradizione statunitense della birra come bevanda quotidiana da pasto o del super-alcolico come aperitivo (il drink pre-cena è spesso whiskey o un cocktail a base di distillati), lasciando il vino alle cene o ai pranzi di occasioni o weekend, dall’altro ci sono i venti-trentenni che scelgono più spesso il vino, in particolare frizzante e dal basso contenuto alcolico, sia come aperitivo, sia come tutto pasto, e spesso come base di cocktail. Secondo un recente sondaggio finanziato dal colosso E. & J. Gallo Winery, il 66% dei Millennials intervistati consuma il vino frizzante con del succo di frutta, il 51% come base per un cocktail, il 46% ci mette il ghiaccio.
So che sono affermazioni forti, che fanno probabilmente drizzare i capelli ai nostri produttori di vini frizzanti (soprattutto a chi fa della sua fama la qualità e non il prezzo), ma questa è una realtà da tenere in considerazione quando si pensa all’export negli Usa. E i Millenials sono coloro che detteranno le regole del mercato dei prossimi 10 anni. Il gusto delle nuove generazioni è quindi tutto volto a vini sparkling freschi, poco alcolici, piacevoli. Il vino più importato negli Usa, in assoluto, è il Prosecco, non a caso, a seguire il Moscato.

Ma andiamo oltre: assodato che questo segmento sta vivendo un momento magico e sembra andar da se, c’è o non c’è un mercato per chi produce vini frizzanti metodo classico? Pensiamo ai nostri Franciacorta, per esempio. La risposta è da cercarsi prima nei numeri, poi nei cambiamenti sociali.
I numeri: il consumo di Champagne nel 2015 è aumentato del 7,5% rispetto all’anno precedente e le vendite di spumanti metodo classico importati (prodotti fuori dagli Usa) sono aumentate del 28% in 5 anni (fonte: the Wine Institute).
Il cambiamento sociale: lo spumante sta iniziando ad essere considerato un vino da tutto pasto, non più soltanto un aperitivo o una bottiglia per festeggiare, ma una bevanda da pasto. Quindi la risposta è sì: c’è un mercato per i nostri metodo classico e il momento magico per investire eè adesso, partendo proprio dagli Stati dove si consumano tradizionalmente più vini frizzanti, come la California, la Florida, New York per poi esplorare piazze meno battute, come lllinois e Texas.
Cheers!

Laura Donadoni

Per contattarla:
theitalianwinegirl@gmail.com
www.laurawines.com
FACEBOOKTWITTER
INSTAGRAM 
Laura Donadoni, corrispondente da Los Angeles

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Parole molto forti: proposta economica - definita giovedi 23 gennaio 2020

Il Consorzio Tutela Vini Valpolicella risponde alla proposta de Le Famiglie Storiche

Parole molto forti: proposta economica - definita "semplice lascito di una somma di denaro" a fronte di una condanna grave - bocciata dal consiglio di amministrazione del Consorzio, e augurio di una riconciliazione gestita da professionisti e non a mezzo stampa.

Le tredici aziende hanno elaborato una proposta scritta inviata al Consorzio Vini Valpolicella, che offre la disponibilità a pagare la cifra corrispondente alla pubblicazione della sentenza - quantificata in oltre 160 mila euro - incrementata di un 10-15% dell’importo per un progetto di valorizzazione e protezione della stessa Denominazione “Valpolicella”. 
giovedi 23 gennaio 2020

Le Famiglie Storiche offrono al Consorzio Vini Valpolicella una soluzione per chiudere il contenzioso pendente

Le tredici aziende hanno elaborato una proposta scritta inviata al Consorzio Vini Valpolicella, che offre la disponibilità a pagare la cifra corrispondente alla pubblicazione della sentenza - quantificata in oltre 160 mila euro - incrementata di un 10-15% dell’importo per un progetto di valorizzazione e protezione della stessa Denominazione “Valpolicella”.

La formazione, specie quella professionale, deve stare al passo con i cambiamenti sociali e di mercato: la parola d’ordine per la Wine Education 2020 è “globalità”. 
giovedi 23 gennaio 2020

Wine education 2020: perché 18.206 cinesi e solo 1.127 italiani scelgono WSET?

La formazione, specie quella professionale, deve stare al passo con i cambiamenti sociali e di mercato: la parola d’ordine per la Wine Education 2020 è “globalità”.

Lituania, un mercato dinamico dove l’interesse per i vini italiani è sempre più grande.

Vyno Dienos a Vilnius in Lituania: uno dei principali appuntamenti dedicati al vino nell’est Europa

Lituania, un mercato dinamico dove l’interesse per i vini italiani è sempre più grande.

Cristian Fanzolato
Ecco cosa cercano i consumatori di alcolici statunitensi, le tendenze che guideranno le loro scelte giovedi 23 gennaio 2020

Cocktail trends in the U.S.? benessere, qualità, sostenibilità ed un tocco di stravaganza

Ecco cosa cercano i consumatori di alcolici statunitensi, le tendenze che guideranno le loro scelte

Emanuele Fiorio
2020 Tour to include San Francisco, Seattle, Denver, New York and Boston wednesday 22 january 2020

2020 Slow Wine Us Tour celebrates the 10th anniversary of its annual English language guide and a decade of success

2020 Tour to include San Francisco, Seattle, Denver, New York and Boston

La scelta del consumatore parte dall’etichetta: parola ad Anna Lonardi, manager dell’azienda veronese Grafical. mercoledi 22 gennaio 2020

Quando l’abito fa (davvero) il monaco…

La scelta del consumatore parte dall’etichetta: parola ad Anna Lonardi, manager dell’azienda veronese Grafical.

Versatile e moderno, il Prosecco continua la sua forte ascesa negli USA. Ampi margini per la DOCG, ancora poco conosciuta e valorizzata mercoledi 22 gennaio 2020

DOCG, la vera sfida del Prosecco negli USA

Versatile e moderno, il Prosecco continua la sua forte ascesa negli USA. Ampi margini per la DOCG, ancora poco conosciuta e valorizzata

Emanuele Fiorio
Il Canada non è un mercato unico, è un miscela di realtà. Partendo da questo dato di fatto, Gurvinder Bhatia fornisce consigli e strategie molto utili per fronteggiare questo mercato. mercoledi 22 gennaio 2020

I concetti chiave per affrontare il mercato canadese

Il Canada non è un mercato unico, è un miscela di realtà. Partendo da questo dato di fatto, Gurvinder Bhatia fornisce consigli e strategie molto utili per fronteggiare questo mercato.

Tre regole d’oro per costruire la partnership ideale martedi 21 gennaio 2020

Cosa abbiamo imparato osservando le trattative nelle fiere internazionali

Tre regole d’oro per costruire la partnership ideale

Lavinia Furlani
Ecco il calendario di eventi Unit Wine Tour: Azerbaijan, Taiwan, Thailandia, Kazakhstan, Vietnam e Corea. martedi 21 gennaio 2020

Mission Asia 2020

Ecco il calendario di eventi Unit Wine Tour: Azerbaijan, Taiwan, Thailandia, Kazakhstan, Vietnam e Corea.

Ultimi posti per il nuovo ciclo di formazione in partenza l'11 febbraio 2020

Campus Export Manager: diventa export manager del vino

Ultimi posti per il nuovo ciclo di formazione in partenza l'11 febbraio 2020

Dal 27 gennaio una settimana di eventi e focus economici con ospiti, tasting e incontri internazionali. lunedi 20 gennaio 2020

Anteprima Amarone: l'annata 2016 a battesimo l'1 e 2 febbraio a Verona

Dal 27 gennaio una settimana di eventi e focus economici con ospiti, tasting e incontri internazionali.

I dati previsionali di IWSR rivelano che il vino biologico continua a conquistare quote di mercato, entro il 2023 saranno consumate quasi un miliardo di bottiglie lunedi 20 gennaio 2020

Il futuro appare radioso per il vino biologico, +34% entro il 2023

I dati previsionali di IWSR rivelano che il vino biologico continua a conquistare quote di mercato, entro il 2023 saranno consumate quasi un miliardo di bottiglie

Emanuele Fiorio
Abbiamo degustato per voi la Dama Perduta di Bricco dei Roncotti sabato 18 gennaio 2020

Italian wines in the world: Dama Perduta di Bricco dei Roncotti

Abbiamo degustato per voi la Dama Perduta di Bricco dei Roncotti

Dall'1 al 2 aprile 2020 saremo a Toronto (Ontario) per un tour con b2b attraverso appuntamenti organizzati in partnership con Wonderfud
sabato 18 gennaio 2020

Cerchi un importatore a Toronto?

Dall'1 al 2 aprile 2020 saremo a Toronto (Ontario) per un tour con b2b attraverso appuntamenti organizzati in partnership con Wonderfud



WineMeridian